Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Mundi Viator

Solitudine

Post raccomandati

Commento.

 

Premessa: l'estrema brevità di questo componimento è da attribuire sia al mio amore per la sintesi, sia al recente studio di Ungaretti, di cui ho particolarmente apprezzato l'uso degli spazi bianchi e il "culto della parola".

 

 

 

 

Tra egli

 

E gli altri

 

 

 

 

PS: all'inizio avevo scritto anche un terzo verso, cioé l'ossimoro "infinita vicinanza", poi, per sintetizzare, dato che non mi piaceva molto, ho deciso rendere il concetto di lontananza con lo spazio bianco (mentre l'idea di prossimità era già data dall'allitterazione).

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mundi Viator, è il mio primo commento qui su WD, e onestamente uno dei primi in generale. Non ho di fatto amici che si dilettano con la poesia e quindi le occasioni che ho per esprimermi sono quelle che sono. 

Questo per mettere che ciò che dico potrebbe essere influenzato da scarsa esperienza.

Fatta la premessa, ti dico subito che Ungaretti è un poeta che ho sempre amato moltissimo, specialmente l'Ungaretti soldato di "Allegria". Naturalmente, l'accostamento fra "Mattina" ed il tuo componimento risulta piuttosto immediato. E tutt'altro che desolante.

Hai scelto una forma espressiva di una difficoltà che ha del clamoroso. E, per quanto mi riguarda, sei riuscito a comunicare dei sentimenti. O, per essere più precisi, a generare in me, lettore, dei sentimenti. Sono abbastanza sicuro, peraltro, che la mia idea su ciò che sta alla base delle parole che hai scelto sia lontana dai veri motivi che ti hanno spinto a scrivere, ma d'altronde questo è il grande limite/pregio dell'ermetismo, no? 

In conclusione, sarei felice di leggere altri tuoi componimenti. Tieni presente che in una poesia così breve le scelte lessicali sono praticamente incommentabili, e la mancanza assoluta di metafore e altre figure retoriche basilari rende di fatto impossibile un giudizio di tipo stilistico. Resta il significato, in pratica, ma il significante in poesia ha un peso che non si può trascurare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra egli

 

E gli altri

 

Dannazione... lì in mezzo c'è l'infinito! Non è un caso quello spazio, interlinea o come diavolo la si vuole chiamare! E' l'espressione grafica del Vuoto, del Nulla! Se volevi essere ermetico all'ennesima potenza, però, non mi mettevi la soluzione all'enigma nel titolo sebbene la maggior parte degli artisti l'avrebbero capito ugualmente. Tuttavia la genialità di questa poesia è proprio in quei due versetti minuscoli, che giocano con le parole... miseri versetti che sono esplosi come una supernova dentro il mio povero cuore. E quello spazio in mezzo ai due versi: bravo, bravo, bravo! Cavolo, verrei lì a riempirti di baci.

 

Hai fatto benissimo ad eliminare "infinita vicinanza": suonava veramente male dopo cotanta poesia. Al massimo avrei azzardato solo "infinito" ma anche qui forse sarebbe stato ridondante. Che dire? Mi sono innamorato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro 'viandante del mondo'... qui ti commento e, in un sol colpo, ti affianco un haiku che ho scritto di recente (ad aprile uscito su Haijin Italia) che -- a parer mio -- calza perfetto col tuo prezioso (e scaltro) "distico". Ovviamente tu sai quanto la tradizione poetica giapponese abbia influito sul 'nostro' Giuseppe.

Mi accodo, per così dire, ai commenti già fatti (poiché bisogna comunque lodare un gesto ben compiuto o una "trovata" che funziona, quand'anche fossero appena uno, due o tre versi... indovinati). Certo, anche a me farebbe piacere leggere qualcos'altro di "tuo". Qui di seguito il mio componimento (mi sia concesso in via eccezionale un commento-licenza-poetico):

 

Ognuno è qui

(e) nel resto – isolato

mare d'inverno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi ringrazio per i commenti positivi, sono contento che vi sia piaciuta. :)

Arcadia, riguardo al titolo hai ragione, ma non mi è proprio venuto in mente, dopo l'eliminazione del terzo verso, di compiere l'ulteriore "salto".

Lilithor, complimenti per l'haiku... davvero evocativo.

Per quanto riguarda la richiesta di leggere qualcos'altro di mio... devo dire che questo è stato un episodio più unico che raro : Chessygrin : : la poesia mi piace, è vero, ma la mia indole matematica e positivistica tende a limitarmi un po' su questo versante, quindi i miei componimenti saranno molto sporadici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi ringrazio per i commenti positivi, sono contento che vi sia piaciuta. :)

Arcadia, riguardo al titolo hai ragione, ma non mi è proprio venuto in mente, dopo l'eliminazione del terzo verso, di compiere l'ulteriore "salto".

Lilithor, complimenti per l'haiku... davvero evocativo.

Per quanto riguarda la richiesta di leggere qualcos'altro di mio... devo dire che questo è stato un episodio più unico che raro : Chessygrin : : la poesia mi piace, è vero, ma la mia indole matematica e positivistica tende a limitarmi un po' su questo versante, quindi i miei componimenti saranno molto sporadici.

Caro viatore del mondo, posso chiederti se hai qualche pubblicazione all'attivo? La mia richiesta di leggerti era implicata per lo più a questo. Infatti anche io preferisco adottare un "profilo basso" e commentare ogni tanto in giro... piuttosto che "lanciarmi" improvvidamente sulla rete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me le uniche cose sbagliate di questo componimento sono la premessa e il post scriptum, per il resto mi piace molto!

 

A rileggerti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto Mundi.  :flower:

 

Approfitto solo adesso che hai già ricevuto dei feedback per esprimere il mio punto di vista sul tuo breve “sussurro”.

 

Mi sono chiesto spesso:  chi votava democrazia cristiana  era nel giusto?… Caspita, erano in tanti!

Mi sono anche chiesto: chi votava partito comunista aveva ragione?…minch@a, erano in tanti!

Mi chiedo (ancora oggi): chi fa il presepe ha ragione?… e di certo sono in tanti.

Spesso la ragione non coincide coi numeri. O sì…mah!

 

Cosa posso dire sul tuo pezzo che non sia un mera emanazione della mia più o meno depressione?  :asd:

 

Anche dio per creare qualcosa ha usato più lettere di te.

Forse quando diventerai famoso ciò avrà valore, ma dubito che ricalcare espedienti usati da “pochissimi” autori, che scrivevano sotto le bombe! al volo, de prescia, possa , oggi, adesso, ora,(2015 anno domini!) suscitare qualche effetto suggestivo.

 

Ripeto, gli effetti del tuo componimento saranno creati dalla mia – più o meno - depressione. In quanto l’autore non fornisce elementi sufficienti per “definire l’emozione” stessa.

Tutto va bene, tutto può significare, tutto può accadere. Probabilmente questo per qualcuno è efficace: lasciare dubbiosi e incerti i lettori. Ma, ripeto (mmm…quante volte si può dire “ripeto” in un commento? Azz! Devo rileggere il regolamento! :facepalm:  ) , funzionerà meglio quando sarai famoso.

Adesso è un po’ come scopiazzare “modus sensati” ma in tempi sbagliati. L’effetto generato, in questo caso,  sarà equivalente al mio status mentale e non sarà affatto causato dalla qualità più o meno del  tuo scritto. Ma quando sarai famoso tutto potrà cambiare…potrai dire "bau" ed essere applaudito come il nuovo vate. Ma devi diventare famoso. Hai parenti cardinali?  :asd:

 

Oggi credo tu debba manifestarti in quanto artista con un’individualità propria o in crescita. Lascia copia incollare gli anzianotti. Tu che c’entri? (secondo me, credo…forse)

 

Se Ungaretti (900!) avesse fatto come te non saremmo andati avanti. Lui, allora, nel bene e nel male, e fra una bomba e l’altra, si è inventato uno stile che più o meno lo ha caratterizzato. Questa è arte. Il resto è copia incolla. Ma lo dico io, mica il mondo. Ci mancherebbe :la:

 

Bravo Bravo bravo per l’esperienza che ti sei concesso. Non so chi leggerà mai, oggi, queste opere, ma mi piace la tua voglia di emulare e colpire.

 

Conoscerai e di certo conosci altri autori. Imitali, studiali. Ma poi comincia a scrivere tu.

 

Complimenti e vedrai quante meraviglie ci sono in giro, sei così giovane che se ti metti a imitare tutti…invecchi.   oiraM iD docet  :asd:

 

Complimenti a rileggerti.  ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Mundi Viator.........

 

questa poesia non scherza affatto!!! Questo è un bel quadro per dipingere la vera e "sana" solitudine. Secondo me, hai fatto bene ha togliere infinita vicinanza rovinava l'opera!!!! Sono d'accordo con Arcadia, lo spazio è  un nulla visivo, è la solitudine

 

Tra egli

 

E gli altri

 

Lo  spazio è il culmine della poesia COMPLIMENTI : Groupwave :

 

Ps mi piacerebbe approfondire questo studio, mi interessa

 

Ciao by  Flo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×