Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Phabyosh

Arma Infero - Il Mastro di Forgia - di Carta Fabio

Post raccomandati

Se proprio non si vuol ravvedere il codice genetico della "planetary romance" in Arma Infero, ebbene che si provi a goderlo con strumenti diversi. Dico a te, potenziale lettore!

Prova a godertelo come un bell'Anime giapponese, con quelle ambientazioni fantasiose così peculiari eppure così affini ai gusti più diffusi. Vaghi e sublimi nella loro vaghezza, quei mondi colorati senza spiegazione e spesso senza ragione, con personaggi prevedibili e trame ordinarie, eppure così belli, con quei disegni che compensano da soli le mancanze di quanto sopra. L'arte dei disegni manga in un libro può e deve essere sostituita dall'aulica prosa che insegue se stessa, nel tentativo di suscitare sensazioni. Prova dunque a scavare se non nei dialoghi, nel metallo, nella cenere, nella caducità dell'uomo e delle sue illusioni, senza però perdere il tempo e il "ritmo"; assapora le disgustose sensazioni che condiscono le emozioni dei poveri cavalieri in guerra, dei coscritti sulle cui teste piovono granate atomiche, di coloro che non sanno di morire senza aver mai avuto il privilegio di posare gli occhi sulla luce dorata del Sole in un cielo azzurro. Prova...e fammi sapere.

O altrimenti al bando i dettagli della "planetary romance" o le suggestioni della prosa fine a se stessa.

Goditi quello che potrebbe esser definito come l'ennesimo delirio "steampunk"; e va avanti a tentoni nella lettura senza chieder nulla, nè spiegazioni nè altro.

Poiché la parte "punk" della parola composta steampunk rimanda al cyberpunk. E il cyberpunk ha, tra l'altro, come fondamento lo straniamento dell'uomo a causa di una tecnologia soverchiante, istituzioni decadenti (o inesistenti) e un sistema sociale irrazionale e schizofrenico, contro cui, appunto, si ergono gli antieroi punk. Gibson docet! Non uno straccio di spiegazione, ma tecnologie e organizzazioni e rapporti sociali assurdi. E senza un perché. Il punk, che sia steam o cyber, stordisce immergendoti nel caos allucinante di un mondo diverso, che non deve essere compreso ma combattuto!

E allora combatti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una nuova "piccola" considerazione, poiché esiste hard-SF e hard-SF...soprattutto in questi tempi di MacGyver marziani.

Di me potranno dire quel che vogliono, ma Arma Infero non è Hard Sci-Fi dal tono televisivo;

Ma cos'è, dunque, questa orrenda bestia che impesta la nostra dimensione letteraria di genere? Ecco un mio modesto parere.

E' quella narrativa fantascientifica ove gli eventi sono un pretesto banale per sfoggiare nozioni e teorie ragionate e validissime, il tutto incorniciato da ridicolmente superficiali relazioni tra personaggi piatti, stereotipati e presi da quella tradizione talmente sedimentata nel nostro immaginario collettivo - crescuto a colpi di blockbuster cinematografici -  da evocare ricordi direttamente dal subconscio.

L'impegno da parte di questi autori è da riconoscere: ottima documentazione, cifre e tecnologie di una verosimiliganza spettacolare (il tutto condito però da infodump a manetta innestato a forza in dialoghi spesso stucchevoli). E poi un ottimo ritmo, magnifico schema, abile alternanza di svolgimento lineare di eventi a colpi di scena imprevisti, il tutto però senza un briciolo di riflessione in un racconto dalla velocissima fruizione; un fumetto che, appena terminato, non lascia molto. 
I personaggi, poi: nelle loro relazioni non c'è un briciolo di dramma umano, uomini e donne sono infatti come marionette della peggiore Hollywood. Tutti bravi e belli, biondi e atletici, oppure virtuosamente multietnici e ipertecnologici, impeccabili professionisti e/o nobili militari che deprecano le consorterie della politica (Il Gladiatore docet) a fronte del loro smaccato valore di eroi preconfezionati, tutti figli della migliore industria propagandistica pseudoamericana. 
Se non fosse per l'imprevisto di turno che dà la stura alla trama, che sconvolge - e nemmeno di tanto - il funzionamento perfettamente coordinato di questo estetico meccanismo gerarchico-socio-aziendale che è la magnifica e ordinata realtà preesistente, si è certi che mai nessuno tra gli uomini e donne descritti avrebbe mai, e ripeto MAI, potuto commettere un errore dovuto a negligenza. Sono tutti competenti fino all'irritazione, moralmente solidi, felici oppure seraficamente sereni, soddisfatti, simpatici e sociali; incapaci di porsi domande come di guardare al di là del proprio naso, di provare invidia o basse pulsioni, geneticamente impossibilitati a infilarsi le dita nel naso o a fare una scoreggia: una legione di poveri stitici, temo.
Da mandarli tutti al massacro, a mio avviso; o a pulire a vita i cessi in una bidonville di Nuova Delhi.
In conclusione evitate, vi prego, evitate ed evitiamo di produrre l'ennesimo racconto ben fatto ma senza anima, come tanti, un compitino tecnicamente ineccepibile che farebbe andare in brodo di giuggiole il vostro strapagato professore di "scrittura creativa" (sic!) ma che non dice e non vuole dire nulla se non indulgere a cliché ampiamente collaudati e al contempo invocare complimenti per il suo brillante  autore e le sue competenze (ampiamente documentate).
Vi leggeranno, sì, state tranquilli, vi leggeranno e vi consumeranno, vi berranno come si può bere una bevanda ipocalorica (per giunta calda); buona sì, in mancanza d'altro. 
Ma volete mettere una birra gelata? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E in un'uggiosa mattina come tante, ti arriva tra capo e collo una mail come questa:
"Ti faccio i miei complimenti perché il tuo romanzo mi ha coinvolto tantissimo, mi ha appassionato, mi ha fatto affezionare ai personaggi, provare emozioni forti, ed è una cosa che non mi accadeva da parecchio tempo, sia leggendo storie di esordienti, sia leggendo romanzi pubblicati da autori famosi.
E' sempre bello trovare un libro come questo, risveglia il piacere per la lettura, e riaccende la speranza di trovare altri bei romanzi, là fuori, dove ormai molto materiale è omologato a direttive commerciali poco coraggiose."
E improvvisamente...torna il sole.
G-R-A-Z-I-E

 

12074553_10206568710728194_8934184867798

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il piacere di scrivere. Concorso Letterario Gratis "Ispirare La Fantasia"

Taranto · 16 Ottobre 2015

 


 

CLASSIFICA UFFICIALE 

 

ROMANZI

1° Posto "Il Piano Tiberio" di Mario Antobenedetto

2° Posto "Di Carne, di miele" di Giorgia Bianchin

3° Posto "Good Evil: il bene contro il male" di Flavia Macca

4° Posto "Il Prezzo della Conoscenza" di Arsenio Siani

5° Posto "Arma Infero" di Fabio Carta

6° Posto "A Tanto così" di Stefano De Lellis (ricordavo male Stefano, perdonami, ma in premiazione abbiamo detto il podio giusto)

7° Posto "Nate con la coda" di Anna Valeria Cipolla D'Abruzzo

8° Posto "Io, Liam" di Antonella Albano

9° Posto "La Signora dal Pavone Blu" di Maria Concetta Preta.

 

11018789_866584413385460_474900188190697

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In attesa dell'imminente seguito, ecco una lunga e articolata ‪#‎recensione‬ / ‪#‎intervista‬ per il primo volume di ‪#‎ArmaInfero‬ . Grazie alle Nuove vie di Franco!

 

http://www.nuove-vie.it/4409-2/?utm_campaign=shareaholic&utm_medium=email_this&utm_source=email

 

 

nuove vie.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto letteralmente "volare" la fantasia ed ecco qui. Chi pensava ci sarei riuscito? Io no di certo, ah ah. Un secondo libro, un secondo volume per la mia saga, riletto, corretto, spedito. Ora all'editore l'ardua sentenza. Stay tuned...

 

Arma22.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

12743619_1554010571579938_20684730579435

#ArmaInfero #romanzo #fantascienza #blog #recensione

Grazie infinite Mario che dalle sue "pagine sporche" ha saputo rivolgermi tanti complimenti e tante critiche, tutte utili e costruttive, s'intende!
http://paginesporche.blogspot.it/2016/02/impressioni-di-lettura-arma-infero-di.html?m=1

Modificato da Phabyosh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La recensione del Writer's Dream, il Comitato ha emesso il suo giudizio ed è più che positivo!

Grazie grazie grazieeee!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Approfitta dello sconto del 50% per scoprire le origini della leggenda di Lakon il “Martire Tiranno” nel primo tomo della saga di‪#‎fantascienza‬ Arma Infero Il Mastro di Forgia. Il ‪#‎libro‬ è in sconto su tutti gli store al 50%.

 

13043646_1589459131368415_85872130900124

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×