Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Joy

[Sondaggio] Il lettore non commenta perché...

Il lettore non commenta i testi perché...  

16 voti

  1. 1. Perché il lettore non commenta il testo?

    • Non piace
      2
    • Non lo ha letto
      1
    • Lo ha letto parzialmente
      0
    • Non è in grado di commentare
      2
    • Lo ha letto per curiosità
      3
    • Ha aperto il post per sbaglio
      0
    • Tornerà a commentare in un secondo tempo
      0
    • Sono staffer che effettuano controlli
      1
    • Non sono iscritti al WD (ospiti)
      0
    • Altro
      7


Post raccomandati

Ospite Joy

Vi siete mai chiesti perché ci sono tante letture dei vostri testi e neppure la metà lascia un commento? Questo è il momento di svelare l'arcano :D

Si tratta di semplici curiosi o di lettori puri che normalmente non commentano? Oppure sono ospiti non iscritti al WD o sono rimasti delusi o ancora hanno interrotto la lettura e magari torneranno. Tu che ne pensi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho votato "altro", perché manca la mia voce: "ci vuole troppo tempo".

Di solito un commento mi impegna per almeno un'ora e mezza e non ho proprio il tempo per commentare tutto quello che leggo.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

Io ero indecisa tra due opzioni. La prima, quella che poi effettivamente ho votato, è la curiosità. Se invece apro un testo con la convinzione di commentare, lo faccio. A prescindere se mi piaccia o meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Manca la risposta che sento più mia: "Non ne ha voglia".

Essendo fondamentalmente pigro e indolente, per me è normale leggere un racconto e poi non commentarlo: non perché non mi sia piaciuto, non sappia come commentare, non abbia niente da dire, o altro. Il motivo è proprio che sono pigro e commentare è un lavoro extra che, in quel momento (ma anche in molti altri momenti), non ho voglia di fare. Perché fare domani quello che puoi rimandare a dopodomani? E perché fare dopodomani quello che puoi semplicemente non fare? Siccome commentare è un'attività che posso procrastinare all'infinito (proinfinitare, dunque?) senza conseguenze negative, la mia pigrizia innata trionfa. :gesi:

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io ho risposto "altro"

Spesso mi manca il tempo, perchè leggo più di quanto potrei commentare. Ma di frequente mi manca lo strumento giusto per poterlo fare essendo incapace di scrivere con tablet o smartphone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho votato "Non è in grado di commentare".

per ora ho troppa poca esperienza e voi troppo talento perchè i miei commenti possano risultare diversi da banalità del tipo "molto bello" o "mi hai davvero emozionato".

Allora tendo a sorvolare il commento, conscio che non darebbe alcun valore aggiunto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi aggiungo ad "altro".

Purtroppo questi giorni sono stato assente ma ora che sono di nuovo qui ho voglia di leggere e commentare tutti i testi che avete postato fino ad oggi :ohh:

Riguardo agli altri lettori è probabile che siano molti ospiti, d'altronde quelli non registrati spulciano i racconti per conoscere meglio il forum e il modo in cui scriviamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a) perché sono pigro;

b) perché spesso leggo i commenti degli altri, a volte anche prima del racconto, e se li ritengo intelligenti e condivisibili (quasi sempre) penso che di quel racconto si sia già detto abbastanza. Non c'è nessun motivo di aggiungere la mia;

c) perché vorrei che i commenti mi venissero spontanei, nel senso che, una volta letto, cosa mi convince e cosa meno vorrei mi fosse subito chiaro. E non sempre succede. Lo so, basterebbe che mi fermassi un attimo a riflettere e forse qualcosa riuscirei a tirarla fuori comunque ma, per via del punto a, non lo faccio;

d) Più mi piace un racconto, meno ho da dire;

e) Leggo spesso dallo smartphone. Per leggere, lo trovo comodo. Per commentare è un calvario;

f) Spesso torno a leggere i commenti degli altri, quindi magari apro un racconto anche una decina di volte (ed ecco che contribuisco al numero delle visualizzazioni pur senza commentare);

g) tante volte, semplicemente, non mi sento all'altezza;

Lo so, potrei sempre lasciare, un breve commento di passaggio perché quantomeno all'autore fa piacere, ma da perfetto egoista mica ci bado molto, al piacere dell'autore;

h) penso che commentare debba essere prima di tutto un piacere per sé stessi, quindi lo faccio quando sento il piacere di farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quando sono tornato su WD (con il nickname Napo), non leggo i racconti. Lo facevo nella mia "vita" passata, ma le linee guida di WD per i commenti - per quanto sacrosante - rendevano impegnativo lo sviluppo di un giudizio ben calibrato. Ci vuole tempo per fare un'analisi approfondita della trama, dei contenuti, della grammatica e della sintassi, dei personaggi e dello stile. Considerato che, a mio avviso, non tutti i racconti meritavano un tale impegno, ho deciso tout court di non leggere più i racconti. Credo invece che per i più ci possa essere una sorta di ritrosia a commentare perché si sentono inadeguati a... entrare in circolo. I commentatori (nonché gli autori dei racconti) sono più o meno gli stessi che in genere animano WD e vengono recepiti come un èlite poco incline all'ascolto di voci nuove. Questa è una critica che ho raccolto fuori da WD e sulla quale bisognerebbe riflettere. In troppi si limitano a usare il sito solo per consultazione delle liste nelle sezioni Concorsi ed Eventi, Case Editrici ed Editoria.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non commento perché non lo leggo :asd: Altrimenti commento sempre (eccetto per la poesia) :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente commento solo la poesia poiché in prosa non credo di essere in grado.

 

Ad ogni modo, parlando di poesia, il commento, a mio avviso, deve essere fatto in un certo modo: articolato e dettagliato. Commenti da cinque righe che sono la fiera della banalità, del buonismo o comunque scarni, per me non sono commenti e non portano aiuto alcuno all'autore... ergo evito di farli. Per commentare in modo degno occorre, almeno a me, tempo, a volte parliamo anche di un'oretta e non sempre, purtroppo ne ho a disposizione, specialmente in questo periodo. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non commento tutto quello che leggo perché i commenti (mi) richiedono molto tempo e il tempo libero a disposizione non è tantissimo.

Questa è la ragione principale; poi evito di commentare generi o argomenti o tipi di scrittura che proprio non mi piacciono (nel senso di gusto personale) perché non sarei in grado di dare un parere obiettivo (per quanto si riesca a dare pareri obiettivi in questo campo). 

 

Cerco di commentare più racconti di quelli che scrivo per un semplice ragionamento matematico: se tutti quelli che postano un racconto commentassero un racconto ogni racconto avrebbe un solo commento e sarebbe una tristezza...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

f) Spesso torno a leggere i commenti degli altri, quindi magari apro un racconto anche una decina di volte (ed ecco che contribuisco al numero delle visualizzazioni pur senza commentare);

non sono un tecnico ma credo di poter dire che i contatori di visite non considerino come due contatti il ritorno di uno stesso indirizzo IP sulla stessa pagina. Cioè: se il "numero internet" che contraddistingue il tuo accesso non cambia (e molti abbonamenti oggi hanno l'ip fisso, anche se non propriamente statico) tu puoi tornare sulla pagina anche 20 volte, ma il tuo sarà sempre considerato come contatto unico.

Poi se sbaglio e c'é qualche tecnico "all'ascolto", può correggermi...

 

Per quel che riguarda me, la questione è principalmente mancanza di tempo.

Invece il mio parere riferito ai lettori in generale è che si suddividano abbastanza equamente (e magari con più di una motivazione) fra coloro che non sono (o non si sentono) in grado, fra coloro che non hanno alcun interesse a commentare e chi non trova niente da dire (perché non gli è piaciuto ciò che ha letto o perché riconosce che questo non è un posto da "Mi piace" e basta, in alternativa al punto reputazione che non si può dare).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi un po' per tutte le ragioni indicate nel test, ragion per cui non mi sento di sceglierne una in particolare. Alcuni miei amici di facebook, per esempio, sono venuti in questo sito per dare un'occhiata ai miei scritti; ma poi, non avendo come passione principale la scrittura, non hanno ritenuto fosse il caso di iscriversi e commentare.

Chi invece è già iscritto a WD credo spesso non commenti per evitare di essere banale o di ripetere ciò che altri hanno già detto prima di lui. 
A volte un racconto è talmente bello, che non vale la pena di unirsi al coro degli elogi.
Altre volte, pochissime per fortuna, è talmente brutto, che non è proprio il caso di provare a "raddrizzare" la situazione.
In ogni caso, commentare seriamente costa tempo e fatica: qualcuno è così indaffarato, da avere disposizione pochissimi spazi per poterlo fare; qualcun altro forse è un po' troppo pigro per dedicarsi a questa mansione come e quanto vorrebbe.
Per questo io sono sempre estremamente grato a chiunque si prenda la briga di lasciare anche solo due righe sotto quello che pubblico: non si tratta di vanità, credetemi, ma semplicemente di riconoscenza.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@queffe: so che si può tener conto delle visite uniche (ovvero quelle in cui un utente viene conteggiato solo la prima volta che si reca su una pagina web, e non le successive), ma pensavo che il numero accanto ai titoli dei racconti si riferisse alle visualizzazioni totali.

 

Comunque io mi aggiro sul wd da 3 dispositivi diversi, quindi qualche rischio di essere conteggiato almeno tre volte potrebbe esserci lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

Io ho votato "altro", perché manca la mia voce: "ci vuole troppo tempo".

Di solito un commento mi impegna per almeno un'ora e mezza e non ho proprio il tempo per commentare tutto quello che leggo.

 

Quindi, a priori sai già di avere poco tempo e di non poter commentare. Tutto sommato per te sarebbe potuta andar bene anche l'opzione "controlli da parte dello staff". Infatti, immagino che nel contatore delle visite, almeno una decina siano moderatori e supercritici per le opportune verifiche.

 

 

Manca la risposta che sento più mia: "Non ne ha voglia".

 

 

Mancano una marea di risposte, lo so :D

 

 

Io ho votato "Non è in grado di commentare".

 

 

Quando sono arrivata su questo forum, forse Marcello se lo ricorda, ero abbastanza preoccupata perché i miei commenti si limitavano al famoso "mi piace" e poco altro. In altre piattaforme è la norma sperticarsi in lodi che non servono a nessuno e di certo non aiutano l'autore. Se resterai abbastanza su questo forum, leggendo gli interventi degli altri oppure seguendo il lavoro dei supercritici, imparerai a dire la tua mostrando all'autore il tuo punto di vista che è sempre prezioso, nel bene e nel male.

 

 

Mi aggiungo ad "altro".

Purtroppo questi giorni sono stato assente ma ora che sono di nuovo qui ho voglia di leggere e commentare tutti i testi che avete postato fino ad oggi :ohh:

 

Felicissima del tuo ritorno, sei una delle persone più buone, valide e sincere incontrate qui oltre che un buon commentatore :)

 

 

Personalmente commento solo la poesia poiché in prosa non credo di essere in grado.

 

Per me è vero il contrario perché non saprei fare un commento tecnico in poesia. Al massimo posso azzardare un'analisi secondo il gusto personale. Un' arrampicata sugli specchi :D

 

 

a) perché sono pigro;

 

 

Perché credi io abbia commentato tutti i testi nella sezione frammenti? :asd:

 

 

Ci vuole tempo per fare un'analisi approfondita della trama, dei contenuti, della grammatica e della sintassi, dei personaggi e dello stile.

 

Scegli una via di mezzo, se puoi; per gli autori i commenti sono fondamentali. Da quando sono qui è come se mi avessero tolto le fette di prosciutto dagli occhi: meglio su una fetta di pane! :D

 

 

Io non commento perché non lo leggo :asd: Altrimenti commento sempre (eccetto per la poesia) :fuma:

 

Bravo! :flower:

 

 

A volte un racconto è talmente bello, che non vale la pena di unirsi al coro degli elogi.

 

 

Questa avrebbe potuto essere una delle opzioni del sondaggio.

 

 

 

Invece il mio parere riferito ai lettori in generale è che si suddividano abbastanza equamente (e magari con più di una motivazione) fra coloro che non sono (o non si sentono) in grado, fra coloro che non hanno alcun interesse a commentare e chi non trova niente da dire (perché non gli è piaciuto ciò che ha letto o perché riconosce che questo non è un posto da "Mi piace" e basta, in alternativa al punto reputazione che non si può dare).

 

 

Queffe tu hai risolto l'equazione. In pratica bastava chiedere a te! :asd:

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In linea di massima è perché abbandono un testo prima di poter avere un quantitativo di informazioni sufficienti a formulare un commento. Considerando che tendo ad abbandonare i testi non perché scritti male o con grossi buchi di trama, ma per mero gusto personale non mi sembra il caso di farlo sapere all'autore.

Insomma, se lasciassi un commento del tipo "Ho smesso di leggerlo dopo dieci righe perché non mi piacciono i gialli" non credo che farebbe piacere all'autore né sarebbe di alcuna utilità visto che è cosa nota che non a tutti piacciono i gialli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Invece il mio parere riferito ai lettori in generale è che si suddividano abbastanza equamente (e magari con più di una motivazione) fra coloro che non sono (o non si sentono) in grado, fra coloro che non hanno alcun interesse a commentare e chi non trova niente da dire (perché non gli è piaciuto ciò che ha letto o perché riconosce che questo non è un posto da "Mi piace" e basta, in alternativa al punto reputazione che non si può dare).

 

 

Queffe tu hai risolto l'equazione. In pratica bastava chiedere a te! :asd:

 

Certo: quando hai qualche dubbio tu domanda pure. :la:

Al limite ti risponderò "42" :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

 

Certo: quando hai qualche dubbio tu domanda pure. :la:

 

Al limite ti risponderò "42" :lol:

 

 

Mi hai ricordato questa vignetta :asd:

 

TN_come_va_con_il_nuovo_apparecchio_acus

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piacerebbe sapere anche se chi scrive preferisce avere 100 views e 1 commento be articolato oppure 100 views, 1 commento ben articolato e 15 elogi brevi.

Pur se sono banali e poco costruttivi, come molti avete scritto, se scrivessi racconti apprezzerei sempre e comunque gli elogi degli utenti che lasciano una dimostrazione del loro passaggio con un complimento.

 

Non lo troverei né banale né fastidioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piacerebbe sapere anche se chi scrive preferisce avere 100 views e 1 commento be articolato oppure 100 views, 1 commento ben articolato e 15 elogi brevi.

Pur se sono banali e poco costruttivi, come molti avete scritto, se scrivessi racconti apprezzerei sempre e comunque gli elogi degli utenti che lasciano una dimostrazione del loro passaggio con un complimento.

 

Non lo troverei né banale né fastidioso.

 

 Un elogio non spiegato per me non ha significato alcuno. Se ti piace una cosa dimmi cosa ti piace, se ti fa schifo dimmi cosa ti fa schifo. Se voglio la fiera degli elogi mando qualcosa a un EAP e soddisfo il mio ego tronfio e inutile. Qui ci sono - e questo è lo spirito del forum - per migliorare ed avere delle critiche (nel senso etimologico del termine) quindi ben vengano 100 views e 1 solo commento ben articolato di critica che 15 elogi brevi che potrebbero tranquillamente essere la fiera del nulla :)
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capisco il tuo punto di vista ma non volermene se spero che non tutti siano della tua opinione.

Sono un principiante e come tale mi rendo conto di non essere un gran commentatore.

Usando il tuo metro di giudizio credo di rientrare appieno nella categoria della "fiera del nulla" che dici tu :asd:

Pertanto, se il tuo fosse il pensiero condiviso del forum, credo che non dovrei nemmeno più partecipare a un MI, perchè non sarei in grado di dare valore aggiunto agli scrittori che vi partecipano.

Comunque rifletterò sulla tua opinione e cercherò di commentare solo quando davvero posso dire qualcosa che non sia una banalità, ma sono sicuro che cià significherà ridurre ulteriormente i miei già scarsi commenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capisco il tuo punto di vista ma non volermene se spero che non tutti siano della tua opinione.

Sono un principiante e come tale mi rendo conto di non essere un gran commentatore.

Usando il tuo metro di giudizio credo di rientrare appieno nella categoria della "fiera del nulla" che dici tu :asd:

Pertanto, se il tuo fosse il pensiero condiviso del forum, credo che non dovrei nemmeno più partecipare a un MI, perchè non sarei in grado di dare valore aggiunto agli scrittori che vi partecipano.

Comunque rifletterò sulla tua opinione e cercherò di commentare solo quando davvero posso dire qualcosa che non sia una banalità, ma sono sicuro che cià significherà ridurre ulteriormente i miei già scarsi commenti.

Sì, ok, ma intendiamoci su cosa è banale.

Se tu dici: "il tuo racconto è carino, ma Garcia Marquez lo avebbe scritto meglio" per me è una banalità, cioè una cosa scontata che ti puoi tranquillamente risparmiare.

Se tu invece dici: "il tuo racconto (o la tua poesia) mi è piaciuto (o non mi è piaciuto) ma non sono in grado di spiegartene i motivi", per me non è più una banalità.  Testimonia solo del fatto che ancora non hai acquisito spirito critico e che ci devi lavorare e sforzarti di capire se il racconto ha una trama lineare e avvincente oppure confusa e noiosa, se ti sei riconosciuto nei personaggi oppure no, se lo stile si adatta al tipo di racconto...  D'accordo, non sei stato di aiuto all'autore, perché non gli hai dato strumenti per capire come e dove migliorare, ma gli hai comunque trasmesso una tua sensazione.  Gli hai fatto capire, cioè, che la sua storia ti è arrivata.  E questo è meglio di nulla: saperlo è comunque importante per chi scrive.  Se tu non commenti posso pensare che non hai letto, ma anche che hai letto e non ti è piaciuto, o che non lo hai capito.  E se tu mi dici: guarda non ho capito quello che hai scritto è molto più di una banalità.

Parere di uno che ha riempito il forum di post in cui insiste sull'importanza del commento per migliorarsi reciprocamente.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Marcello, hai espresso esattamente lo stesso concetto che ho tentato di esprimere io due post sopra... solo che tu lo hai fatto meglio.

Vedi che non sono capace di commentare?  :perchè:

 

:asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io, salvo occasioni speciali o per seguire utenti particolari, entro giusto per fare i controlli, almeno quando non ci sono Marcello e gli altri verdi in giro. Ma controllo solo i novellini. :D

 

Credo invece che per i più ci possa essere una sorta di ritrosia a commentare perché si sentono inadeguati a... entrare in circolo. I commentatori (nonché gli autori dei racconti) sono più o meno gli stessi che in genere animano WD e vengono recepiti come un èlite poco incline all'ascolto di voci nuove. Questa è una critica che ho raccolto fuori da WD e sulla quale bisognerebbe riflettere.

 

Capisco la sensazione del 'circolo': è vero, grossomodo, gira e rigira, gli utenti che pubblicano con regolarità sono sempre gli stessi, e quelli che li commentano pure. Ma boh, a me la colpa del problema (se di problema e di colpa possiamo parlare) pare di chi si lascia intimorire da questo: insomma, non possiamo certo chiedere agli utenti di partecipare di meno! :asd:

Riguardo alle voci nuove: ogni giorno nuovi utenti si registrano e si inseriscono quasi immediatamente in questa 'élite', e non mi pare vengano trattati diversamente dagli utenti più anziani (che qualche Supercritico mi smentisca, se dico fesserie).

E poi l'esperienza qui mi ha insegnato che chi è davvero interessato a partecipare prima o poi si fa avanti comunque, circoli o non circoli. Oggi criticano di là, domani sono qui a postare, insomma. :)

 

In troppi si limitano a usare il sito solo per consultazione delle liste nelle sezioni Concorsi ed Eventi, Case Editrici ed Editoria.

 

"In troppi"... Boh, il WD in realtà mi pare fosse nato proprio per questo, per dare indicazioni nella selva oscura dell'editoria, per aiutare esordienti e aspiranti a destreggiarsi tra editor, agenzie, e CE più o meno a pagamento. Ben venga allora che molti vengono qui ogni giorno apposta per informarsi su certe cose: vuol dire che il nostro servizio funziona. Che facciano solo quello poi non è un problema: non siamo una scuola in cui tutti gli alunni devono fare tutto. Qui chi vuole 'studiare' editoria, studia editoria, chi si vuole promuovere si promuove, chi vuole farsi criticare si fa criticare. E' uno dei nostri punti di forza il fornire dei servizi così variegati. Caspio, c'è posto persino per chi, come me, non ha di meglio da fare e ha piacere a scambiare quattro chiacchiere.  :asd:

Eh, ma se le mie parole non ti convincono, suggerisci qualcosa tu: suggerimenti e consigli sono ben accetti e pure, come sai, c'è il topic apposito, qui. :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Riguardo alle voci nuove: ogni giorno nuovi utenti si registrano e si inseriscono quasi immediatamente in questa 'élite', e non mi pare vengano trattati diversamente dagli utenti più anziani (che qualche Supercritico mi smentisca, se dico fesserie).

E poi l'esperienza qui mi ha insegnato che chi è davvero interessato a partecipare prima o poi si fa avanti comunque

 

 

Pienamente concorde con te.

Facciamo di tutto per coinvolgere nuovi utenti interessati alla scrittura, non avrebbe molto senso che li emarginassimo.  Credo che molto dipenda dal carattere di ognuno: c'è chi non ha ancora finito di scrivere il messaggio d'ingresso che già ha postato un racconto e c'è chi, pur interessato, ha una certa ritrosia a mettersi in mostra e ha bisogno di più tempo.  Io ci misi un paio di mesi a postare qualcosa e fra i primi a commentarmi fu Nicolaj - che allora era supercritico - e pensai: urca, sarà un "professorone"...  Un po' più tardi scoprii che era giovanissimo e poteva quasi essere mio nipote...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Marcello, hai espresso esattamente lo stesso concetto che ho tentato di esprimere io due post sopra... solo che tu lo hai fatto meglio.

Vedi che non sono capace di commentare?  :perchè:

 

:asd:

D'accordo, ma vedi di non farne un alibi...

Non è che fra sei mesi ti sento dire ancora le stesse cose, eh :mazza:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

Vedi che non sono capace di commentare?  :perchè:

 

 

 

Alt!

Ho appena fatto un salto nel tempo fino al MI 55 per cercare i famosi commenti di Henry Molaison che usa uno schema molto semplice ed efficace. Ho cercato di condensarli aggiungendo le varie opzioni che naturalmente tu potrai personalizzare.

Intanto ti aiuterà a capire come va analizzato un testo, poi diventerai padrone del mezzo e farai come vuoi :D

 

Ecco qua il famoso schema "rubato" ad Henry  :asd:

 

INCIPIT –  rispettato e sviluppato in maniera coerente;

TRAMA –  semplice/chiara/lineare/articolata/originale/assai articolata

ORIGINALITA’ - marcata  /moderata                            

SVOLGIMENTO – adeguato/ finale “telefonato / lento /frettoloso

REGISTRO NARRATIVO – omogeneo /adeguato  /di genere/ frettolosa / pesante/altalenante/ appropriato

 STESURA: ritmica e agevole /punteggiatura da rivedere /coerente/curata /impeccabile/qualche ripetizione

PADRONANZA LINGUISTICA -  buona/discreta /elevata/alta

PERSONAGGI strutturati /non particolarmente vividi /pregevoli /sopra le righe

NOTE LIBERE: (qui puoi inserire il tuo giudizio generale sul testo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×