Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

nicole

Gruppo Albatros Il Filo

Post raccomandati

Nome: Gruppo Albatros Il Filo

Generi trattati: narrativa, poesia, saggistica
Invio manoscritti: http://www.ilfiloonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=279&Itemid=178
Distribuzione: http://www.ilfiloonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=95&Itemid=158

Siti webhttp://www.ilfiloonline.it/ o anche http://www.gruppoalbatros.it/

Facebook: https://it-it.facebook.com/AlbatrosIlFilo/

 

Richiesta di contributo mediante l'acquisto di copie

L'indirizzo della sede del Gruppo Albatros il Filo corrisponde a quello di Vertigo Libri e a quello della redazione di Edizioni Europa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusa, ti conviene leggere il topic inerente questa casa editrice, e fare una ricerca in internet.

L'idea di rinunciare al compenso fino ai 2300 euro è inutile, perché dubito tu possa raggiungere i 2300 euro di compenso. Intanto, credo che tu guadagnerai circa 1,50 euro a copie, quindi vorrebbe dire venderne circa 1500 copie; considera che un esordiente va BENISSIMO se ne vende 800.

Inoltre, Albatros non è che venda in modo eccezionale, ha difficoltà come le altre piccole, e soprattutto ha già guadagnato molto dall'autore, quindi anche se non vende dopo non ci rimette.

E ancora: c'è più di un sospetto sul fatto che Albatros non faccia selezione, quindi non ha scelto il tuo libro (tutti hanno una proposta da Albatros, anche io), ma forse sta cercando soldi.

Infine: nella sezione free ci sono credo 200 case editrici che pubblicano senza chiedere soldi. Manda a loro e aspetta.

Ti consiglio di leggere un po' il blog del WD anche

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Nicole.

Da Albatros abbiamo ricevuto tutti un'offerta. Se chiami ti abbassano un po' il prezzo, almeno con me l'hanno fatto.

Ma ci sono anche altri editori a pagamento che chiedono meno, se vuoi seguire questa strada. Albatros ti fa una presentazione e qualche passaggio televisivo a Roma e se non sei di Roma, devi anche mettere in conto le spese di viaggio.

Quando alle altre case editrici, prova a mandare il tuo manoscritto, non è vero che lavorano solo con gli agenti. Qui c'è una lista lunghissima di case editrici che pubblicano senza contributo. Prima di inviare controlla le linee editoriali sui siti, le modalità di invio ecc...

In bocca al lupo a te e a me.

A.

P.s.: Falla pure la chiamata ad Albatros. In questo modo ti terrano valido il contratto anche oltre i termini indicati, almeno così hanno detto a me. Puoi prenderti tempo per decidere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Se propongo ad Albatros le storielle che scrive mio figlio di 7 anni e le spaccio per mie, riceverò un contratto uguale al tuo, mi sentirò molto lusingato ma soprattutto sarà mio figlio a sentirsi molto lusingato.

Come è stato già detto: leggetevi TUTTO il post riguardante il gruppo Acchiappacitrulli e guardatevi anche il filmato.

Se dopo tutto questo siete ancora intenzionati a foraggiare 'sta gente, be' mutuo più, mutuo meno...

Tanto che ci vuole a incassare 2300 euro. Basta vendere quelle 2000 copie...

Peccato che ne stampano meno di quattrocento, ma la matematica si sa, non è materia per scrittori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho notato un certo sarcasmo nella tua risposta, forse mi sbaglio.

L'editoria a pagamento è una cosa che non piace a noi aspiranti scrittori, è ovvio, ma facendo un giro su internet ho notato che per pubblicare un libro è molto difficile non sborsare una lira, a meno che non si pubblica con microscopiche case editrici, e questo, per adesso, non è mia intenzione.

Ho visto il filmato e ho letto anche altre esperienze con Albatros e ti posso assicurare che non hanno risposto a tutti. Con questo non voglio dire che il mio libro sia la prossima divina commedia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Nicole! Guarda, io ho avuto la mia prima esperienza proprio con un editore a pagamento e da quel giorno è iniziata la mia piccola battaglia contro l'Eap.

L'unico consiglio che posso darti è di non firmare con Albatros, non farti influenzare mai da parole ricche di encomi e lodi, ma non perché il tuo lavoro non vale nulla, semplicemente per il fatto che molto spesso, gli editori a pagamento, agiscono così. Ti lodano, ti imbrodano e poi ti chiedono il contributo.

Rifletti: se credessero e ammirassero sul serio il tuo lavoro, pensi ti chiederebbero del denaro? Non sarebbe giusto, no? Non pensi che, proprio perché il tuo lavoro gli è piaciuto, dovrebbero sobbarcarsi loro tutte le spese di pubblicazione? Questo è investire quando si crede in un progetto. Tu il tuo lavoro lo hai fatto, hai scritto, adesso tocca a loro ^^

Guarda nella lista degli editori free e mandalo a qualche casa editrice, non ci sono solo le piccole, ma puoi trovare anche alcune medie. Poi pazienta e aspetta una loro risposta. È vero, l'attesa è lunga, ma credimi ne vale la pena. Se il tuo lavoro è davvero valido, vedrai che un editore ti contatterà. Se ciò non dovesse accadere, rivedi ciò che hai scritto, e poi rimanda.

Ma ti prego, non avere fretta di pubblicare e non alimentare un editoria che tutto è tranne quello ^_^

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimenticavo: pubblicare con una casa editrice a pagamento è penalizzante nel momento in cui dovrai inviare un curriculum a una casa editrice free. Se l'editore legge che hai pubblicato con una casa editrice a pagamento, ti butta il manoscritto direttamente nel cestino. ^_^

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
facendo un giro su internet ho notato che per pubblicare un libro è molto difficile non sborsare una lira, a meno che non si pubblica con microscopiche case editrici

Ciao Nicole, piacere di conoscerti.

Ascolta, quello che hai scritto non è del tutto corretto. Questo è quello che vogliono farti credere. Fidati, tutti noi abbiamo passato quello che stai passando tu. Ho ricevuto anch'io una richiesta dell'Albatros, ero emozionato, lusingato, credevo che il mio sogno si stesse realizzando.. poi ho conosciuto questo forum. Ti assicuro che pubblicare senza sborsare è possibile, altrochè se lo è. Io, come tanti altri utenti, ci sono riuscito. Spero che possa riuscirci anche tu. Se ci pensi bene, se le case a pagamento fossero grandi, perchè chiederebbero contributo per pubblicare? (a meno che fossero solo intenzionate a lucrare, e ogni riferimento è puramente casuale!). Non ti garantiscono il libro in libreria, pubblicità adeguata, nulla. Al contrario, se pubblichi con una free, che investe su di te, sei sicura che lo faranno, perchè altrimenti andrà a loro scapito. E avrai la certezza che il tuo lavoro è valido, e quella si che sarà una vera soddisfazione ^_^. Non voglio sminuirti perchè non conosco il tuo lavoro, anzi, ma è giusto che tu sappia come stanno realmente le cose: non sei stata selezionata per la tua opera, ma solo perchè ne hai inviata una. Spero che tu possa prendere questi come consigli da gente che ha passato i tuoi stessi momenti e che vuole soltanto aiutarti. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se credessero e ammirassero sul serio il tuo lavoro, pensi ti chiederebbero del denaro? Non sarebbe giusto, no?

Esatto Sarah. Fai una prova Nicole, prova a chiedere ad Albatros di pubblicarti senza contributo. La loro risposta ovviamente sarà negativa. Ti diranno che il mercato editoriale è difficile bla bla bla.. tu credi che una casa come Albatros che riesce a farsi pubblicità su canale 5 (la fa a sè stessa, non agli autori eh!) abbia bisogno dei tuoi 1000/2000/3000 euro per poterti pubblicare? La risposta ce l'hai, ce l'abbiamo tutti. ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

L'editoria a pagamento è una cosa che non piace a noi aspiranti scrittori, è ovvio, ma facendo un giro su internet ho notato che per pubblicare un libro è molto difficile non sborsare una lira, a meno che non si pubblica con microscopiche case editrici, e questo, per adesso, non è mia intenzione.

Beh, certo. Si pubblica per i lettori, non per gli scrittori.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ho notato un certo sarcasmo nella tua risposta, forse mi sbaglio.

No, non ti sbagli, c'è un mare di sarcasmo nella mia risposta, scusami se ciò ti ha offesa in qualche modo

Il fatto è che le lusinghe sono l'esca che gli editori a pagamento mettono nell'amo per pescare gli aspiranti scrittori

ma facendo un giro su internet ho notato che per pubblicare un libro è molto difficile non sborsare una lira, a meno che non si pubblica con microscopiche case editrici...

No, qui il concetto è sbagliato.

E' molto difficile non sborsare una lira, a meno che non si sia scritto un libro che vale veramente.

Con questo non voglio dire che il tuo o i tuoi lavori non siano degni di pubblicazione, solo che gli editori a pagamento non fanno quasi mai selezione, (Albatros non legge neppure ciò che gli si manda, e ci sono dozzine di testimonianze in merito.)

Il risultato è che lettori, scrittori ed editori VERI sono portati inevitabilmente a fare l'equazione: Pubblicazione a pagamento = pessimo romanzo

Quindi magari per le mani hai un piccolo gioiello e per non rischiare di ricevere una serie di rifiuti e delusioni, corri invece il rischio ben più grave di bruciarlo, buttarlo via, (insieme ai soldi) con una pubblicazione a pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi è arrivata per posta pochi giorni fa la loro proposta editoriale. Confesso che mi sono sentita molto lusingata.

Hai già sentito diverse campane che suonano il vero e volevo aggiungerci il mio consiglio spassionato:

non accettare!

Molti si rifiuteranno di aggiungere a questo topic la loro esperienza personale con Albatros o altre EAP; tanti, che l'hanno scartata preventivamente, riterranno che sia un argomento chiuso e chiarito, quindi, non interverranno.

Ti rimetto ciò che mi è stato consigliato di fare da un notissimo autore italiano al quale ho sottoposto il tuo stesso contratto lusinghiero, nel mio, e, credo anche nel tuo, si fa anche riferimento alla possibilità che ne venga tratto un film da Sky. La selezione in questione è: "Tratto da..." Persuadere è il loro mestiere, scoprire se davvero tu vali, sembra di no.

Ad ogni modo, il consiglio è stato questo:

"Non pubblicare mai a pagamento, è una cazzata." Sue testuali parole impresse nel mio cervello.

Spero di averti aiutata a fare una scelta.

Comunque, se in seguito accetterai la proposta di un EAP, questo topic potrai chiamarlo "la mia esperienza con..."

ora, sarebbe meglio: La mia tentazione con... come quella di tantissimi. Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte! Mi avete convinta a non cadere in questa trappola, non che avrei potuto accettare, dato che mancano i soldi. Domani, comunque, chiamerò Albatros per dare loro una risposta, sono una persona educata, e vi farò sapere la risposta.

Grazie ancora a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, non ho chiamato. Ma se il mio lavoro fosse stato veramente buono, lo avrebbero dovuto fare loro!

comunque non mi scoraggio e vado avanti. Sapevo che pubblicare non era facile!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
No, non ho chiamato. Ma se il mio lavoro fosse stato veramente buono, lo avrebbero dovuto fare loro!

comunque non mi scoraggio e vado avanti. Sapevo che pubblicare non era facile!

Nicole, non dipende dal tuo lavoro. Sono convinto che anche se avessero in lettura un testo di Camilleri firmato da uno sconosciuto si comporterebbero alla stessa maniera. E' semplicemente la loro politica. Va avanti e non scoraggiarti! :)

Siamo con te! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse non sarebbe il caso di finirla col parlare di Albatros? alla fine mi pare che sia tutta pubblicità per loro...

NEL 2010 hanno pubblicato 1715 libri... sempre di più!!!

Tutti a pagamento per altro. wallbash.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

1) No, non è il caso di smetterla. Qui si fa informazione, parlare di Albatros permette a tutti quelli che vedono solo il loro spot pubblicitario di trovare informazioni e testimonianze.

2) Non aprire topic per case editrici già esistenti. Usa la discussione dell'editore in questione. Accorpo questi messaggi al thread ufficiale del Gruppo Albatros.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io credo che, al di là di parole lusinghiere ed encomiastiche, ciò che realmente conta è quello che è scritto sul contratto. Tutto ciò che una qualsiasi CE propone tramite un contratto deve, per legge, essere realizzato.  Ricordatevi sempre che ciò che conta seriamente è quanto viene scritto su un contratto e non in una mail pubblicitaria o allettante. Questo è il consiglio che mi sento di dare... non giudico altro!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io credo che, al di là di parole lusinghiere ed encomiastiche, ciò che realmente conta è quello che è scritto sul contratto. Tutto ciò che una qualsiasi CE propone tramite un contratto deve, per legge, essere realizzato.  Ricordatevi sempre che ciò che conta seriamente è quanto viene scritto su un contratto e non in una mail pubblicitaria o allettante. Questo è il consiglio che mi sento di dare... non giudico altro!

chiaro il concetto?? l'ho scritto solo tre volte!! :D

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho avuto alcuna esperienza con Albatros ma una mia amica si ed ha dovuto sborsare una bella somma.

Non mi piace la loro politica aziendale e non amo le cose poco chiare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io scrivo da più di trent'anni per il piacere di scrivere (mi guadagno il pane in altro modo, come credo il 99,9 % degli utenti di WD). Mi sono affacciato sul mercato editoriale soltanto nel 2010 (prima edizione del torneo Ioscrittore: a proposito, Nicole, sono già aperte le iscrizioni per l'edizione 2014 a questo link: http://www.ioscrittore.it/ioscrittore2014/preiscrizione.aspx .Il torneo, organizzato dal terzo gruppo editoriale italiano (Mauri&Spagnol, quelli di Longanesi, Garzanti, Salani, Chiarelettere, sono in tutto una ventina di CE completamente free) non chiede una lira ai partecipanti (che si giudicheranno fra loro, protetti dall'anonimato) e se sei brava potrai avere la pubblicazione in ebook con marchio del torneo o addirittura quella cartacea con una Ce del gruppo).

 

Io sono stato finalista l'anno scorso ed è uscito un mio ebook a febbraio 2013 (non dico il titolo per le regole di WD). All'inizio del 2012 ho pubblicato in ebook un altro romanzo (sempre Ce free, la Dante Alighieri, quella del vocabolario Rocci) e un altro mio romanzo uscirà in ebook a gennaio con Miraviglia editore.

Detesto l'editoria a pagamento (se proprio non riesci a farne a meno, meglio un p.o.d.) e ho esposto le anteprime dei miei romanzi ancora inediti in una pagina di calameo. Con gli ebook praticamente non guadagni quasi nulla ma se sei brava a sgomitare (occorre avere anche molta faccia tosta e spirito d'iniziativa) puoi farti conoscere su FB, su twitter e nella rete in genere ( l'ebook è disponibile in tutto il pianeta).

 

Se ritieni che il tuo romanzo valga, non dare soldi. CHIEDILI!

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ciube,

non penso che Nicole ti legga, e anche se ti legge ormai la strada presa rispetto ad Albatros o altra EAP sarà diventata qualcosa più di un solco.

Ha aperto il thread nel giugno 2010 :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione Tagliacarte. Mi ha fregato Michele (#19), io l'ho trovato fra i nuovi contenuti :asd:  

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri oggi ricevuto per posta una proposta di pubblicazione da parte di Albatros. Vogliono 3600 euro di contributo per l'acquisto di 200 copi al prezo di 18 ciascuna. Contratto "prestampato", a mio avviso molta "puffa" e niente di concreto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non conoscevo fino a pochi mesi il mondo degli editori a pagamento. Mi sto facendo "una cultura" sul campo. ho ovviamente rifiutato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Ma c'è ancora chi dà soldi a quella gente? :sss:

  Beh, quando uno paga lo fa volontariamente e sa che cosa sta facendo: pagare per pubblicare.

Ognuno è libero di fare quello che crede, sono i lettori che devono sapere la differenza tra un testo selezionato e pubblicato senza contributi e uno invece su cui l'autore investe in prima persona pagando il suo datore di lavoro. L'importante è continuare a sostenere che si può pubblicare anche senza sborsare un centesimo, e le riprove, in questi anni, le abbiamo avute, no? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×