Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ragazzo Qualunque

L'amore soldato

Post raccomandati

Commento

 

Le bombe ,le bombe mi scoppiano affianco
Gli amici,i compagni mi muoiono vicino
é la guerra si...è la guerra ed ho paura.
Ho deciso io di partire,
forse, per amore della patria
forse,per ricominciare
forse..solo per ammazzare..
Ora sono qui con un fucile in mano,
con la paura di morire e di non essere...ricordato NO..
Ammazzerò..vincerò..tante medaglie avrò
lo so...
e ricordato sarò!
La guerra è finita
non ho perso la vita,un grande soldato sono stato
tante medaglie mi hanno donato 
e nella storia sarò ricordato...per aver ammazzato..
Che me ne faccio delle medaglie..
se ho ucciso un altro uomo!
Che me ne faccio della gloria
se ho ucciso un altro uomo!
Che me ne faccio,ora,della vita
se ho ucciso un altro uomo..
Sono tornato nel mio paese
e dalla gente sono venerato
ma nella mia testa vedo solo le persone che ho massacrato !
Non so cosa fare ,non riesco a dimenticare
ma da oggi in poi insegnerò alle persone
Solo ad amare! 
Sono Un generale in pensione
ho capito che la pace non può essere trattenuta con la forza
può essere solo raggiunta con la comprensione
Ora conoscete la mia storia ,
non voglio che tutto questo resti,solo,nella mia memoria..
Non capisco perchè la gente tace..
Vi prego..non fate la guerra ..fate la pace !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho dovuto correggere il link al tuo commento: avevi linkato la pagina sbagliata. Non vorrei che la memoria mi inganni, ma non mi pare la prima volta. In ogni caso, la prossima fai più attenzione. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70

Ciao Ragazzo Qualunque,

questa è la storia sotto forma di ballata, sottolineata dalle rime, di chi ha fatto la guerra e non sa perché, forse solo per non essere dimenticato, per lasciare un segno, benché questo sia un segno terribile: ammazzare.

Poi il pentimento: l'ex-soldato vede l'assurdo di quel ricordo che voleva lasciare al mondo di sé e quindi  decide di convincere gli altri a non fare altrettanto, a cercare la pace. É un messaggio sempre molto bello quello che invita alla pace e non è mai di troppo; alla fine forse il generale  esprime il suo pensiero in modo un po' troppo ingenuo quasi fosse rimasto quel soldato giovane che aveva cominciato a sparare molto tempo prima, però mi è piaciuto il rimando alla memoria: quella memoria che lui all'inizio voleva per sé, quindi la gloria; mentre adesso vuole che i suoi ricordi e la sua esperienza diventino memoria collettiva e quindi esempio da non seguire. Me lo auguro tanto anch'io...

Stilisticamente trovo  il modo in cui sei andato a capo adeguato alla ricerca di una musicalità, solo questo pezzo ...ho capito che la pace non può essere trattenuta con la forza/

può essere solo raggiunta con la comprensione... lo trovo,  secondo i miei gusti e, ripeto, miei (quindi prendi questa osservazione con le pinze),  un po' troppo raccontato, troppo  con andamento da prosa, cercherei in qualche modo di fare una sintesi più poetica. Un bel messaggio sicuramente da diffondere, a rileggerti! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mettete dei fiori nei vostri cannoni?

Se non altro li c'era anche la musica.

 

La guerra di Piero?

Ma lì oltre alla musica c'era anche della poesia.

 

Qui a mio modo di vedere mancano entrambe.

Scusa il commento e la battuta, ma a me sembra parecchio scontata e alquanto retorica. In sintesi, troppe parole e poco contenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×