Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Munky

Lavoro ad orari flessibili

Post raccomandati

Ospite Munky

Salve, sto scrivendo una storia dove il protagonista ha un lavoro che lo vede di assentarsi da casa qualche giorno al mese, ogni mese, sopratutto di notte. Orari molto flessibili diciamo, ma niente di losco o sospetto.
Avevo pensato ad un agente di viaggi però, considerando che questo personaggio a svariati tatuaggi visibili (sulle braccia e sulle gambe), non mi sembra una soluzione molto plausibile.
Non ha un'istruzione molto elevata (scuole superiori), ma non è un tipo stupido.
Qualche idea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'agente di viaggi da cui si serviva la mia azienda è tutto tatuato, perché non potrebbe essere plausibile?

comunque se ho capito bene si assenta pe rlavoro non dal lavoro, giusto? una soluzione potrebbe essere un tecnico per qualche azienda che produce macchinari industriali, in quel caso sarebbe in giro molto spesso per fare manutenzione e potrebbe capitare di dover lavorare di notte nel caso l'azienda cliente lavori su tre turni e abbia un contratto che non prevede fermi macchina prolungati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Munky

Entrambe. Ovvero: si assenta sia per lavoro, sia perchè deve stare lontano da casa uno-due giorni al mese, usando il lavoro come scusa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Munky

Comunque, il manutentore industriale mi pare vada benissimo, grazie mille:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcosa nel campo della sorveglianza, il guardiano notturno.  Anche i fornai lavorano di notte e i turnisti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mio fratello fa il manutentore industriale di macchine per la levigazione della ceramica.

Passa una parte del suo tempo in officina a costruire macchine che verranno vendute (e sarà qualcun'altro ad occuparsi del trasporto), un altra parte del tempo in giro per  regione e dintorni per aiutare l'acquirente nel collaudo, ed impostare i parametri in modo tale che la macchina rispetti esattamente gli standard di qualità richiesti.

 

A volte per sistemare questi benedetti parametri uno o due giorni bastano, in altre occasioni non ne esci fuori neanche dopo due settimane.

 

Però le aziende hanno dei contratti da rispettare, e se la manutenzione dura troppo, ci sta che si lavori anche di notte per riguadagnare il tempo perso.

 

In altre circostanze, soprattutto nei weekend, il manutentore non fa letteralmente nulla: deve solo essere a disposizione. Può anche restarsene a casa o in albergo. ma se riceve la telefonata dell'azienda deve essere reperibile in un tot di tempo (tipo entro le 2 ore dalla chiamata). Se non c'è chiamata, prende comunque i soldi pattuiti per essersi offerto reperibile. Se la reperibilità è richiesta in un paesino, diciamo a 100 km, la cosa più logica è passare il weekend in un hotel della zona. Magari capiterà di non aver nulla da fare, solo gironzolare per il paese, ma se chiamano sai almeno che fai in tempo ad arrivare entro l'orario pattuito. 

 

Questa della reperibilità "libera" è una cosa che viene richiesta raramente ai trasfertisti, il più delle volte la si chiede a un manutentore di zona.

 

Aggiungo che nel caso di mio fratello, l'azienda vende i suoi prodotti anche all'estero. In questi casi, si forma una mini-squadra di capoturno e operai più un traduttore, e restano là tutto il tempo necessario a insegnare agli operai dell'azienda estera a gestirsi da soli. 

In queste occasioni, a lui può capitargli di restarsene in Russia, Spagna, America o Polonia anche due o tre mesi di fila.

 

Ah, mio fratello non ha tatuaggi, ma non è neanche laureato.

Insomma, credo che un personaggio con un mestiere simile puoi spostarlo come vuoi, sia per trasferte vicine sia lontane. E se invece sta solo mentendo, è piuttosto credibile con la scusa del lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Munky

Grazie per le precisazioni, sono molto utili:)
Per spirito di precisazione: di lavoro fa apputno il turnista, ma ogni tanto ha bisogno di starsene un paio di giorni lontano da casa e dal lavoro ed usa questa come scusa per lasciare la famiglia in quel periodo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×