Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Linda Rando

La Vera Editoria

Post raccomandati

Ospite Linda Rando

Da qualche tempo tra quelli che amano definirsi gli addetti ai lavori o quelli che bazzicano il background editoriale spopola il blog La Vera Editoria, aperto da un anonimo che dice di essere un editor freelance stufo di tacere sulla merda editoriale italiana.

E così ha iniziato a raccontare le Indicibili Verità sull'editoria... senza fare un nome, dare un'indicazione, niente. Quello che sta facendo è parlare di stereotipi e idee popolari così diffuse che leggendo scatta automatico il facepalm facepalm.gif

Tutti gli addetti ai lavori e bazzicatori del background italiano prendono per oro colato le parole di un anonimo che scrive le solite chiacchiere da bar. C'è da rimanere perplessi, poi mi è venuto in mente che le parole dell'anonimo confermano pari passo le loro idee sul mondo editoriale.

Eppure, non so come si faccia a prendere sul serio un'affermazione - che dovrebbe provenire da uno che lavora all'interno - come questa:

Ogni editore (mi riferisco a quelli grandi ovviamente) pubblica migliaia di manoscritti all'anno, se non di più.

da Romanzi di serie A e di serie B

Mondadori, che è la più grande casa editrice italiana, ha pubblicato poco più di 900 titoli in un anno. In un anno interno, tra ristampe e classici, oltre che a novità - dunque non si parla nemmeno di manoscritti, tecnicamente parlando.

Basta prendersi mezz'ora e guardare su IBS.

Oppure:

la collana Lain della Fazi, che dopo il fenomeno Meyer ha affrontato una piccola crisi

Di che crisi parliamo? E, soprattutto, che crisi può affrontare una collana che ha appena intascato un botto di soldi?

Quindi scusate ma...

27457d1244675809-ok-wheres-facepalm-emoticon-double-facepalm.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Tutti gli addetti ai lavori e bazzicatori del background italiano prendono per oro colato le parole di un anonimo che scrive le solite chiacchiere da bar. C'è da rimanere perplessi, poi mi è venuto in mente che le parole dell'anonimo confermano pari passo le loro idee sul mondo editoriale.

Ti sei risposta da sola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

concordo su quanto dici Ayame ma anche lui non dice cose completamente false;

in fondo é vero che distinguiamo romanzi di serie a da romanzi di serie b;

nel senso che pure loro, ma in maniera non segreta sostengono che la credibilità di un romanzo presentato tramite agenzia letteraria é maggiore; poi beh, zie/parenti/amici non mi stupiscono. Comunque.

Ho trovato ridicola la questione di Harry Potter e Twilight, perché dopo la saga di Twilight sempre Lain di Fazi ha pubblicato altri libri un pò inutili, tra cui raccolte di racconti firmati con il grosso nome della Meyer che però contenevano anche racconti di altri autori.

Embé vogliamo inoltre considerare come aumenta anche la vendita degli altri libri dello stesso autore? (vedi L'ospite dela Meyer, sempre edito da Fazi)

Insomma, non mi convincono parecchi discorsi in quel blog, però penso che l'idea non sia cattiva, forse un pò troppo enfatizzata per migliorare la sua divulgazione, chissà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Valerio quel blog è un'accozzaglia di luoghi comuni e chiacchiere da bar, nato per sollazzare fantasie complottiste :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Oltretutto si contraddice di continuo, non solo da post a post, ma anche in seno allo stesso post. Bah.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sono stati raccomandati da amici/parenti/amministratori/presidenti/zie (ebbene sì, è successo anche questo).

giusto per alimentare i soliti clichè italici...se hai una zia in mondadori ti pubblicano subito, come no.

Magari arrivi prima sul banco dell'esaminatore, che probabilmente pensa: "Un altro rompicazzo raccomandato, chissà che porcheria ha scritto."

Umberto Eco ha sfatato violentemente il mito della raccomandazione dello scrittore famoso, rivelando che invece nelle redazioni esiste un forte pregiudizio al riguardo. Capita che scrittori di successo diano la raccomandazione semplicemente per liberarsi dagli scocciatori troppo molesti.

L'agenzia letteraria ha la precedenza perchè piazzando un manoscritto ci guadagna. Quindi, si presume che se lo segnala speri di guadagnarci sopra perchè valido e vendibile, non perchè è del nipote o aveva l'incubo di trovarsi l'autore sotto il letto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Seriamente...l'ultimo articolo è uno spasso.

Si intitola "una voce troppo alta" e dice che ha smosso troppe acque, per cui deve ridurre i toni e i contenuti e mantenersi più sul vago.

Mi chiedo come sia possibile farlo più di così... :roll:

Ripropongo il double facepalm.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

cioè ma... cioè ma... *perplex* °-°"

Ma se non ha scritto un tubo di niente? o.o

Ha parlato male di tre autori (di cui uno due minuti dopo è finito sul blog a recriminare) e poi non ha detto altro... e è finito sui giornali? o..o?

Cioè spiegatemi sta cosa perché non riesco a capacitarmi...

Come fa un blogger spuntato dal nulla a fare centinaia di visite nel giro di pochi giorni?

Come hanno fatto a scoprirlo i molti che l'hanno linkato?

E cos'ha detto di così scandaloso? o.o

E' frustrato perché non sa rispondere a un paio di troll? o.o

Ma lo sa come funziona la rete? o.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Ipotesi personalissima: la mia idea è che si tratti di un fake creato ad arte da chi era costantemente sul suo blog a dargli ragione e incensarlo qualsiasi cosa dicesse. La cosa che più mi lascia perplessa è che il Duca lo abbia segnalato tre o quattro giorni dall'apertura; come ha fatto a venire a conoscenza istantaneamente dell'esistenza di un blog appena nato?

Altra cosa, Anonimo Informato parla esclusivamente di fantastico. Non solo: in un commento ha usato l'espressione "generico mondo fantasy #345" (il numero è a caso, come pure il suo), espressione che era tipica di una blogger ben conosciuta, ovvero Gamberetta. E questo mi lascia ancor più perplessa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente è un mucchio di luoghi comuni. Com'è un luogo comune dire che a Napoli ti rubano il portafogli. L'equazione luogo comune=menzogna non mi torna, però.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando
Ovviamente è un mucchio di luoghi comuni. Com'è un luogo comune dire che a Napoli ti rubano il portafogli. L'equazione luogo comune=menzogna non mi torna, però.

Molti luoghi comuni sono anche menzogne :P In ogni caso, non tutto quel che dice è falso, ma c'è tanto complottismo e parecchio melodramma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ovviamente è un mucchio di luoghi comuni. Com'è un luogo comune dire che a Napoli ti rubano il portafogli. L'equazione luogo comune=menzogna non mi torna, però.

Molti luoghi comuni sono anche menzogne :o In ogni caso, non tutto quel che dice è falso, ma c'è tanto complottismo e parecchio melodramma.

probabile, ma questo da solo vale il prezzo del biglietto:

Alcuni lettori mi hanno segnalato una presentazione "fantasy" con Falcone, Dimitri, Rosso e qualcun altro. Il primo nome non è un errore, proprio non merita la mia attenzione; il secondo ha talento ma sta perdendo colpi (bastarde logiche commerciali), la terza non dovrebbe neppure esistere. Spero di sopravvivere al fatto che non andrò a sentirli.

:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem
Ipotesi personalissima: la mia idea è che si tratti di un fake creato ad arte da chi era costantemente sul suo blog a dargli ragione e incensarlo qualsiasi cosa dicesse.

Sì, quoto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

curiosa coincidenza che mi è saltata all'occhio:

#18 24 Maggio 2010 - 20:24

Ayame, quanti anni hai? 12? 13? Da come ti comporti mi sembra di stare alle elementari. Non devo provare niente a nessuno, tienilo bene a mente. Per quanto ne sai potrei essere una ragazzina obesa che spara stronzate davanti al computer. Ripeto, tienilo bene a mente. Se invece intendi continuare a stare qui, porta rispetto.

AnonimoInformato

avevo letto insulti molto simili nei confronti di Ayame in un blog anti Wd...curioso gli sia venuto come primo esempio..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Altra cosa, Anonimo Informato parla esclusivamente di fantastico. Non solo: in un commento ha usato l'espressione "generico mondo fantasy #345" (il numero è a caso, come pure il suo), espressione che era tipica di una blogger ben conosciuta, ovvero Gamberetta. E questo mi lascia ancor più perplessa.

... omg.

No, è un'idea veramente troppo patetica ;_;

(allora perché non mi sembra affatto improbabile?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite queenseptienna
Secondo me ci sta dietro will woosh

Saya for president XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Nox A.M. Ruit

Io l'ho appena scoperto e mi pare tutto fuorché ovvio e pieno di luoghi comuni. L'ho trovato invece un blog molto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×