Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

1 ora fa, AnnaK ha scritto:

Devi sapere di esistere a prescindere, perché è così. Non sei gentile con te stesso se dai a una risposta automatica la possibilità di determinare la tua consistenza personale e letteraria. E' un mondo difficile e lo è anche per chi pubblica, a qualunque livello. Fatto salvo per chi diventa padrone di se stesso vendendo milioni di copie, ogni autore è fragile e dimenticabile. E comunque, anche nel caso di un grande successo, esempi eclatanti ci dicono che ciò non determina il valore di un autore. Su su...

Hai ragione. Ma credo di essermi espresso male, nel senso che adesso, dopo la tua osservazione di cui ti ringrazio, capisco cosa volevo dire. E cioè: una risposta precompilata mi dà la certezza che esistono davvero, le irraggiungibili case editrici e gli irraggiungibili agenti. Non sono una mia fantasia. Sono realtà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, AnnaK ha scritto:

Sì, questa può essere senz'altro una chiave di lettura.

Personalmente, ho considerato il termine requisito come sinonimo di qualità. Qualità necessarie per la Adelphi, una casa editrice di un certo livello intellettuale. E va benissimo questa asserzione, per carità! Però, questo solamente qualora venga letto e valutato davvero un lavoro. 

 

Capisco il tuo punto di vista, e in parte lo condivido anche. Però è pur sempre meglio sapere dopo appena un mese di non possedere i "requisiti" - qualunque cosa ciò significhi - che restare nel dubbio a tempo indeterminato. Anche se probabilmente nessuno si è preso la briga di leggere l'opera (ma non si può nemmeno escludere che ne abbia letti alcuni estratti) perlomeno ha dato una conferma di ricezione e una qualche risposta. In altri casi, non soltanto il silenzio implica che l'opera non abbia i requisiti, ma che l'autore non vale nemmeno il tempo e l'educazione di una risposta, seppur standardizzata e semi-automatica che sia. Perlomeno, la modalità scelta da Adelphi indica una certa efficienza nella gestione dei manoscritti. Che poi ci si voglia vedere più o meno garbo, è soggettivo.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×