Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Purtroppo ho avuto un'esperienza pessima con Aliberti. Avevo inviato il manoscritto quest'estate; a settembre mi telefonano dicendomi che sono interessati alla pubblicazione.

Li incontro a Roma, mi confermano l'interesse, e mi danno come scadenza la fine del mese (al tempo ero in parola con alcuni altri editori, quindi non avevo sciolto subito la riserva).

Dopo qualche giorno do la mia conferma definitiva all'editor che aveva trattato con me, e che mi dice che il giorno dopo mi avrebbe contattato l'amministrazione per firmare il contratto di pubblicazione.

Dopo di che, cosa succede? Che l'editor mi manda una mail (neanche si è sprecato a fare una telefonata) in cui mi dice che non sono più interessati a pubblicarmi, che c'era stato un disguido e la decisione era stata presa a Reggio Emilia e non a Roma; tra le righe, mi dice che e colpa mia perché dovevo sciogliere la riserva prima (cosa che invece avevo fatto nel rispetto delle loro scadenze).

Insomma: professionalità zero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vedo parecchia perplessità e non so sinceramente se sono affidabili o no, ma con queste premesse ho anche paura a inviargli il testo tenendo conto inoltre che richiedono solo il formato word... perchè solo word? voi cosa mi consigliate.. lo invio o lascio perdere a priori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io alla fine ho rifiutato e mi appresto a pubblicare con una piccola casa editrice gestita da alcuni conoscenti che distribuisce solo via internet. Condizioni economche e distribuzione molto più svantaggiosi rispetto ad Aliberti, ma avrò molta più voce in capitolo su impaginazione, fotografie e immagini a corredo dell'opera (che essendo un saggio storico ritengo ne abbia assolutamente bisogno ma pochi editori sono disposti a inserire per via dei costi extra).

Da quello che ho capito sentendo in giro, circa un anno fa Aliberti ha lanciato una piccola "succursale" chiamata Imprimatur. All'inizio, siccome avevano un catalogo vuoto e avevano bisogno di farsi rapidamente un nome, pubblicavano praticamente di tutto senza quasi alcun controllo. Quando mi hanno contattato, mi hanno detto che volevano inserire il mio libro tra i loro ROMANZI di Imprimatur, facendomi così capire che non avevano nemmeno letto la sinossi.

A quelle condizioni ho rinunciato, ma se tutto ciò che vi interessa è pubblicare e non vi importa delle "condizioni al contorno" potete provare a contattarli: forse sono ancora nella situazione di prendere quasi tutto senza farsi molti scrupoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ricordo bene accettano solo il cartaceo. Inoltre, dopo circa 6 mesi dall'invio del cartaceo, chiesi via mail a che punto fosse la lettura del mio manoscritto. Mi risposero con molta cortesia che la mia opera non era stata presa in considerazione per la pubblicazione per via di scelte "molto ristrette" nella linea editoriale per l'anno in corso. Una risposta che è già un piccolo miracolo biggrin.png

E' una risposta standard, che hanno dato anche a me: non capisco perchè chiedano il manoscritto cartaceo, dal momento che sanno già in partenza che 'le linee editoriali non consentono...'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il fatto che non si vedano più alla Fiera del Libro di Torino sembrerebbe confermare una smobilitazione.

peccato, mi piacevano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho provato a cercare la ce in internet ma non ho trovato ne sito ne altro, mi sa che hanno chiuso davvero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa CE sembra rinata come "Compagnia editoriale Aliberti"; pubblica saggistica e narrativa e accetta manoscritti anche di autori esordienti. A quanto ho capito per gli autori esordienti, in caso il manoscritto risulti di loro interesse, è prevista la publicazione in ebook con un contratto regolare e, solo nel caso le vendite superino le 999 copie in formato elettronico, anche la pubblicazione in cartaceo.  Il contratto editoriale sembra da quanto scritto da loro stessi, senza contributo di pubblicazione. La distribuzione e la promozione è a cura di Egidita e Streetlib Store e, in caso di publicazione in cartaceo, di A.L.I. (Agenzia Libraria International)  

 

Link

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato i primi di marzo e sul loro sito c'è scritto che rispondono sempre in 4 mesi o poco più, anche in caso negativo. Sarà vero? A qualcuno è capitato? I miei 4 mesi scadono praticamente domani. Non che mi aspetti chissà cosa, è solo per depennare l'ennesima casa editrice dalla lista prima che mi dimentichi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Beppecoraggio dice:

Io ho inviato i primi di marzo e sul loro sito c'è scritto che rispondono sempre in 4 mesi o poco più, anche in caso negativo. Sarà vero? A qualcuno è capitato? I miei 4 mesi scadono praticamente domani. Non che mi aspetti chissà cosa, è solo per depennare l'ennesima casa editrice dalla lista prima che mi dimentichi!

Mi hai fatto ricordare di depennarla. Inviato l'8/1, quindi... un bel frego sopra. A forza di depennare, ho consumato la biro. Ah, tanto per cambiare: nessuna risposta. Siamo l'esercito degli invisibili.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho pubblicato il mio primo e unico libro in e book con loro.

Però, a parte uno scambio di email, li conosco solo dal loro sito.

Hanno un bel catalogo e tante iniziative.

E' stata una soddisfazione più che altro morale, perché, si sa, gli e book hanno poco mercato e io non sono nessuno.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Beppecoraggio dice:

Evviva!

Esulti perché t'è arrivata una risposta positiva o perché siamo l'esercito degli invisibili? Io preferirei appartenere all'esercito delle dodici scimmie, almeno le bestie quelli le hanno liberate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@camparino  Beh, comunque sia dev'essere una bella soddisfazione essere arrivato a pubblicare con loro! I miei complimenti! Purtroppo il genere che io prediligo è il thriller che non va tanto d'accordo con il rosa :D:D:D

Però una volta loro hanno pubblicato il libro di un esordiente, dal titolo "Diario inferno", che era molto esplicito e violento, ed è proprio per questo che ho deciso di tentare anche con loro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Beppecoraggio Grazie, ma sai, con un e book si resta esordienti. Però ti da un po' di fiducia per quello che scrivi. Così devo ringraziare che mi ha pubblicato. Il difficile è farsi leggere, più che trovare un editore. Credo di essere più letto nella sezione "Racconti" del WD.

Thriller e noir, ci sto provando anch'io perché mi diverte, anche se è più difficile piazzarlo. Per maggiori chance lo coloro di rosa spinto.

Un grande in bocca al lupo, ciao.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 30/6/2016 at 00:49, don Durito dice:
On 30/6/2016 at 22:22, Beppecoraggio dice:

Io ho inviato i primi di marzo e sul loro sito c'è scritto che rispondono sempre in 4 mesi o poco più, anche in caso negativo. Sarà vero? A qualcuno è capitato? I miei 4 mesi scadono praticamente domani. Non che mi aspetti chissà cosa, è solo per depennare l'ennesima casa editrice dalla lista prima che mi dimentichi!

Mi hai fatto ricordare di depennarla. Inviato l'8/1, quindi... un bel frego sopra. A forza di depennare, ho consumato la biro. Ah, tanto per cambiare: nessuna risposta. Siamo l'esercito degli invisibili.

Mi tocca ricredermi. Ah la tempistica, questa a me sconosciuta! Insomma, sarà che hanno cambiato pelle (ora si chiama Compagnia editoriale Aliberti: http://www.aliberticompagniaeditoriale.it/chi-siamo)

quindi un po' di ritardo nella risposta ci starebbe (ma sei mesi, però...), comunque oggi ho ricevuto da loro una email in cui mi dicono che il comitato editoriale si riserva di valutare il mio manoscritto nei prossimi mesi (!) e, se sarà interessato, si farà vivo lui.

Morale: non lasciate ogni speranza, o voi che entrate (nel girone delle CE)...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho capito in quale categoria possa essere collocata questa CE...

Qualcuno saprebbe dirmi se è da mettere tra le grandi, le medie, le medio-grandi, o le piccole?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Guerriera Io non ho ricevuto nulla, forse per loro non vale nemmeno la pena di rispondermi. Se domattina mi sveglio ottimista, forse farò un sollecito ma solo se ci sarà il sole, la mia brioche preferita al bar e lo sciopero dei trasportatori in autostrada!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'era il sole, la mia brioche preferita e poco traffico (lo sciopero era chiedere troppo, lo so), quindi ho sollecitato. Per ora nulla. Forse anche loro aspettano il proprio ottimismo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×