Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Pawn371

Piattaforma di blogging per scrittori aspiranti/esordienti

Post raccomandati

Dopo la fan page di facebook, stavo pensando di aprire un blog su cui condividere principalmente ciò che scrivo, nel senso che non intendo scrivere articoli su argomenti letterari o altro, ma solo racconti e poesie.

 

Sono indeciso tra tumbrl che, a prima vista, mi sembra quella più semplice, blogspot e wordpress che mi sembrano più complessi ma anche con molte più possibilità. Le mie ovviamente sono impressioni di chi non ha mai usato ne seguito blog, su nessuna delle tre piattaforme.

 

Quale piattaforma, secondo voi, è più adatta? 

 

Inoltre, meglio inserire i link ai siti su cui pubblico (mEEtale, 20Lines, WattPad) oppure i racconti interi? Scaricabili in formati come pdf, epub e mobi oppure farli leggere solo online? Insomma, ditemi la vostra opinione, raccontatemi la vostra eventuale esperienza a riguardo, sono aperto a qualsiasi informazioni.

 

Grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tumblr te lo sconsiglio, visto che lì la gente (compresa io xD) lo usa più per cose multimediali (immagini, gif).

Io ho un blog su WordPress e tra quelli da te citati è il più professionale ma anche il meno personalizzabile, soprattutto se non vuoi spendere (se sei uno che ama sbizzarriti con i temi). Una maggiore personalizzazione la trovi con gli altri due (puoi anche mettere mano sul codice HTML).

Nel mio blog pubblico articoli ma ho visto molti usarlo come raccolta per i propri racconti.

Per me vanno bene sia blogspot che WP per quello che vuoi fare.

Sul come gestire i racconti (cioè mettere link, pdf, ecc) non so quale sia la strategia migliore.

Io per comodità pubblico su EFP e poi metto i link nel blog, in una pagina che devo creare, apposita. Ma, come già detto, il mio blog non nasce solo per le mie storie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io ho un blog su wordpress (nella firma), destinato però ad altri argomenti. Alle scritture dedico una pagina, molto frettolosa. Sulla piattaforma ce se sono diversi  letterari, ben funzionanti mi sembra. La gestione è abbastanza semplice e intuitiva, almeno per i miei usi: immagini, articoli, commenti, link.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da lettrice, ti dico che trovo scomode tutte le piattaforme che non consentono il download. Leggo solo racconti che posso scaricare, altrimenti tendo a skippare velocemente e lasciar perdere se la mia attenzione non viene catturata al 100% entro le prime venti parole. In poche parole, non leggerei mai un blog (di racconti, ovviamente).

Da autrice, invece, ti dico che ho provato a scriverne uno e non è andata neanche male. Ho usato wordpress e mi sono trovata bene. Ho scelto un tema free che mi piaceva molto, che mi dava la possibilità di far comparire nella home un'anteprima solo di immagine e titolo per ogni post, e l'effetto mi piaceva. Credo abbia catturato anche abbastanza l'attenzione. Ho scritto un romanzo a puntate, il blog era esplicitamente e totalmente dedicato a quello, e pur essendomi fatta zero pubblicità, se escludiamo un link molto discreto nella firma su un forum che frequentavo, è andato benino (nel senso che qualche persona ha letto, seguito e apprezzato, cosa per me inconcepibile visto che io stessa non l'avrei mai fatto). Quindi mi sento di dire che è stata un'esperienza positiva.

Poi vabbè, ho mollato il tutto a tipo quattro post dal finale e credo che la gente che seguiva mi abbia odiata, ma questo è un altro discorso. :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tumblr assolutamente no.

 

I blog fatti con blogspot tendo a snobbarli perchè li trovo lenti, ma forse solo io.

Poi direi di mettere tutta la roba scaricabile per leggersi più comodamente.

Poi non sò...io odio i blog perchè gli articoli sono ordinati per data, come fosse un diario.

 

Se trovo il modo di aprire un blog strutturato a sito tematico lo apro anch'io e oltre a pubblicare parlo di altro, anche ma non solo per raggiungere più lettori possibili.

Certo non sò bene di cosa parlare...avrei molto da dire su molti argomenti ma forse è meglio parlare solo di libri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@El Diablo: I blog di blogspot possono essere lenti perché permettono agli autori di personalizzarli più facilmente e la gente quindi rischia di esagerare con i contenuti che tendono ad appesantire. Ma non tutti i blog di blogspot sono così.

Poi per il fatto che il blog ordina gli articoli per data... be, mi sembra ovvio e giusto.

Poi dopo si possono dividere per le tematiche grazie ai tag e alle categorie.

Questo dopo dipende da come uno preferisce ordinare il proprio blog.

E' possibile anche creare pagine di riepilogo, indici per temi, ecc.

Soprattutto, se sai un minimo di html, fai tante cose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

Vorrei farvi una domanda, visto che di Blog ve ne intendete. Ce n'è uno in particolare che ha la precedenza nei motori di ricerca?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo le piattaforme piú famose come wordpress e blogspot. In generale, comunque, hanno la precedenza i blog a pagamento.

Ma è facile sperimentare, basta scrivere "blog su Google e vedere cosa salta fuori :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Joy

Ne ho aperto uno su Google ma vedo che sono negata: non compaiono neppure le pagine che salvato. Mah.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@El Diablo: I blog di blogspot possono essere lenti perché permettono agli autori di personalizzarli più facilmente e la gente quindi rischia di esagerare con i contenuti che tendono ad appesantire. Ma non tutti i blog di blogspot sono così.

Poi per il fatto che il blog ordina gli articoli per data... be, mi sembra ovvio e giusto.

Poi dopo si possono dividere per le tematiche grazie ai tag e alle categorie.

Questo dopo dipende da come uno preferisce ordinare il proprio blog.

E' possibile anche creare pagine di riepilogo, indici per temi, ecc.

Soprattutto, se sai un minimo di html, fai tante cose.

 

Per un minimo cosa intendi? Perché il mio minimo riguardo le conoscenze di html, è proprio minimo, roba che a stento so come inserire in un testo parole in grassetto, per farti un esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io avrei tanto voluto farmi un blog orientato al contrario, cioè con i post più vecchi in alto e i più recenti in basso. Non si può, non c'è niente da fare.

L'unica soluzione che mi è stata prospettata è quella di alterare le date, in modo da far figurare i post più recenti come se fossero stati postati prima, ma a me questo non va bene.

Ormai ho rinunciato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io avevo trovato comodo quel tema di wordpress perché mi dava la possibilità di visualizzare in home solo le anteprime. Perciò le avevo numerate e così, anche se le più recenti erano in alto, i lettori capivano subito a colpo d'occhio come funzionava. Avevo poi inserito nelle info il link diretto al primo post, e da lì bastava andare avanti con la freccina. Era molto intuitivo e comodo, tant'è che ho avuto gente arrivata quando ormai ero alla fine che tranquillamente si è letta il tutto anche abbastanza velocemente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per un minimo cosa intendi? Perché il mio minimo riguardo le conoscenze di html, è proprio minimo, roba che a stento so come inserire in un testo parole in grassetto, per farti un esempio.

Be... magari un po di più di questo.

Tipo (oltre al formato: quindi grassetto, ecc) gestire un elenco puntato, i link e le immagini. Niente di difficile.

  

Io avrei tanto voluto farmi un blog orientato al contrario, cioè con i post più vecchi in alto e i più recenti in basso. Non si può, non c'è niente da fare.

L'unica soluzione che mi è stata prospettata è quella di alterare le date, in modo da far figurare i post più recenti come se fossero stati postati prima, ma a me questo non va bene.

Ormai ho rinunciato.

Una soluzione è impostare la home del blog con una pagina statica in cui potete mettere un elenco ordinato, come volete, degli articoli. (Tipo indice con relativo collegamento agli articoli e sopra una presentazione di voi o della storia)

Con WP è possibile farlo molto facilmente.

Modificato da Shiki

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che google indicizzi i blog (gratuiti) in base ai propri parametri di frequentazione, argomento ecc.

Quanto alle migliorie della visibilità, esistono delle piattaforme, tipo paperblog, in cui segnalare il proprio  spazio. Gli articoli possono inoltre essere passati in tempo reale ai social cui si è iscritti. Nel mio caso  linkedin, non uso fb.

Ci sono poi una serie di consigli per ottenere letture e commenti. Per es. seguire altri blog, commentare molto (la firma, almeno in wordpress, rimanda al blog) ecc.

Nel mio caso ho un discreto numero di visitatori, intorno ai 100 al giorno, ma pochi commenti. Trattandosi di argomenti familiari, molti mi scrivono in privato (c'è un indirizzo), complicandomi un po' le cose.

La pagina statica, di cui parla Shiki, è una buona soluzione per ordinare gli articoli come si vuole. L'ho adottata per un periodo, però richiede che il lettore cerchi nell'indice. Ora ho gli articoli a scorrimento, e poi categorie, ricerca, commenti  e tag nella barra laterale.

Mi sembra che funzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una soluzione è impostare la home del blog con una pagina statica in cui potete mettere un elenco ordinato, come volete, degli articoli. (Tipo indice con relativo collegamento agli articoli e sopra una presentazione di voi o della storia)

Con WP è possibile farlo molto facilmente.

Sì, ma non apparirebbero uno di seguito all'altro su di una medesima pagina.

Grazie comunque, Shiki.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se si hanno conoscenze di HTML e PHP, nonché gestione di siti web, consiglio di acquistare un dominio e installare Wordpress. Se invece non si hanno conoscenze tecniche, suggerisco Blogspot o, come seconda scelta, Wordpress.com. Sconsiglio tumblr poiché calibrato per la condivisione di contenuti (soprattutto immagini e gif, ma non solo) tra vari blog della stessa piattaforma. E' quindi un ottima scelta se si scrivono contenuti facilmente condivisibili, ma a mio parere poco appropriato per un blog personale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma non apparirebbero uno di seguito all'altro su di una medesima pagina.

Grazie comunque, Shiki.

Non ho capito bene che vuoi dire, ma comunque di niente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi servirebbe una cosa come un forum, in cui ogni post si aggiunge sotto i precedenti. Ma senza riquadri.

Ovviamente in cui possa scrivere solo io, ma questo saprei come farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non ricordo male blogspot dà la possibilità di ordinare i post al contrario.

Però è scomodo per chi segue con continuità, ossia per gli utenti utili di un blog.

Per chi non ama la struttura a blog c'è sempre Google Sites.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come hanno detto più o meno tutti, Blogspot e Wordpress sono le due scelte più comuni, conservatrici e semplici, se si vuole aprire un blog a costo zero, qualunque sia l'argomento. Wordpress offre maggiori possibilità di personalizzazione, in linea di massima, mentre Blogspot è probabilmente più semplice, se ci si accontenta di un utilizzo base, coi plugin già forniti da Google e senza tanti fronzoli,

Personalmente, ho optato invece per un sito personale, costruito "a mano" (sono un nerd, lo ammetto), senza appoggiarmi a piattaforme prefabbricate: una semplice vetrina per quello che scrivo, col codice limato il più possibile, per garantire la massima velocità di caricamento e apertura, e poco altro. Spartano, da un certo punto di vista, ma è anche ciò che volevo, per cui mi va benissimo così.

Se si conosce un minimo di programmazione web (HTML e CSS, come minimo sindacale, ma meglio ancora un poco di PHP o ASP), costruirsi il proprio sito su misura è probabilmente la soluzione migliore. In tutti gli altri casi, direi di testare sia Blogspot, sia Wordpress, e poi scegliere quello con cui ci si trova meglio. Il problema di attirare visitatori, e quindi traffico, è successivo e non è collegato direttamente al tipo di piattaforma scelta, per cui lo si può lasciare per il futuro. L'importante è, come minimo, segnalare a Google (ed eventualmente a Bing e altri motori di ricerca) l'esistenza del proprio nuovo sito o blog, giusto per cominciare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto cercando informazioni sulla piattaforma Blogger di Google, principalmente vorrei capire le possibilità di personalizzazione dei post ed in che modo si potrebbero inserire file per il download sul Blog, avevo pensato ad un possibile collegamento con una cartella di Gdrive, ma non so se sia possibile.

 

Al momento sono riuscito a trovare poco, e mi chiedevo se esista una guida all'utilizzo di Blogger, magari da poter scaricare e leggere con calma anche quando non ho internet a disposizione, per me sarebbe molto più comodo. Se avete anche il titolo di qualche testo cartaceo da acquistare andrebbe bene uguale.

 

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×