Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Addio Siae?

Post raccomandati

Ospite

Ho letto un articolo dove si accenna a un 'ridimensionamento' del potere della Siae, a favore di altre società di intermedazione, per la cessione dei diritti su un'opera. Al momento sembra solo un'ipotesi però da tenere sott'occhio. Certe abitudini sono brutte a morire ma hai visto mai... Avete qualche notizia in più?

Questo è un link che tratta l'argomento:

 

http://www.quifinanza.it/8845/soldi/addio-siae-ue-per-liberalizzazione-mercato-dei-diritti-autore.html?refresh_ce

 

 

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Certe abitudini sono 'brutte' a morire ma hai visto mai...

 

Un simpatico lapsus :asd:

Sostituite 'brutte' con 'dure'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono un po' confuso. L'articolo è datato 8 ottobre, però tu lo hai linkato il 4. O hanno sbagliato data, oppure viaggi nel tempo.  :asd:

 

Tralasciando i miei inutili commenti, speriamo sia vero. Non ho mai sentito nessuno parlare bene della SIAE (nemmeno gente che ci ha lavorato). E speriamo che il libero mercato sia un vero libero mercato, non come certi liberi mercati presenti in Italia ma peggiori di quando c'era il monopolio.  :nein:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono molto perplesso. In teoria il mercato è già libero e sindacati alternativi alla SIAE ne esistono: ne conosco almeno uno, la SIAD, nata da un gruppo di operatori tetrali che ruotavano intorno al Teatro dell'Orologio. Se ricordo bene. Negli anni novanta o forse un po' prima, si facevano esattamente gli stessi discorsi e si diceva che il mercato era stato liberalizzato.

Forse successivamente erano riusciti a bloccare il processo. Ho semsso di interessarmi della questione da molto tempo.

In ogni caso nel campo della narrativa la SIAE era (e credo che sia tuttora) assolutamente inutile e non capisco perché qualcuno ritenga sia necessario esservi iscritto. Io, tanto per dire, lo sono da trent'anni, ma se si tratta di letteratura non la coinvolgo nemmeno, mi serve solo in campo teatrale. Se qualcuno mette in scena un mio testo senza dirmelo (è successo) la SIAE raccoglie la mia quota e me la fa arrivare. Con un livello di efficienza non proprio stellare ma accettabile. Per questo io continuo a pagare la mia quota tutti gli anni.

Gli scrittori di narrativa meno hanno a che fare con la SIAE meglio stanno.

.

Modificato da Nanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie per il vostro intervento :la:

Ho seguito un po' la questione capitata al Nuovo Imaie, anche se può riguardarci marginalmente in quanto come da loro sito:

 

http://www.nuovoimaie.it/diritti-gestiti/

 

Tratta solo questi tipi di diritti:" NUOVOIMAIE gestisce e tutela i diritti connessi maturati dagli artisti, interpreti o esecutori del settore musica e del settore audiovisivo a far data dal 14 luglio 2009 (legge 100/10)".

 

Ma cosa era capitato al Nuovo Imaie?

Qui un'interessante editoriale del 2012 sulla liberalizzazione attuata sui 'diritti conessi': http://www.laleggepertutti.it/7495_la-liberalizzazione-dei-diritti-connessi-al-diritto-dautore

 

Si precisava però che la SIAE manteneva il monopolio sui diritti degli autori ed editori, quindi sostanzialmente per noi non cambiava molto.

 

Se ancora qualcuno possa avere dei dubbi su cosa sia il Nuovo Imae, segnalo quest'intervista al presidente Andrea Miccichè:

http://www.corrieredellospettacolo.com/2014/06/il-nuovo-imaie-per-la-tutela-e-la.html

 

Penso che qualcosa potrebbe cambiare, ovviamente occorre valutare se in bene o in peggio. Se avete degli aggiornamenti a riguardo segnalate pure.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Gli scrittori di narrativa meno hanno a che fare con la SIAE meglio stanno.

.

 

Da scolpire nella pietra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×