Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

emys

Quando si diventa e qual è la definizione di "scrittore"?

Post raccomandati

Io come più volte ho detto non sono una scrittrice perchè pur avendo scritto è pubblicato un libro non ritengo di appartenere a questa categoria.

per me uno scrittore è una persona che vive per scrivere e scrive per vivere non lo è chi ha un idea un pensiero una trama e la scrive.

Tutti hanno pensato nella vita almeno una volta di scrivere un libro molti lo fanno ma questo secondo voi li fa diventare scrittori? thanks.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono d'accordo con te, scrittore è chiunque abbia scritto almeno un testo. Poi "bravo" "famoso" "capace" scrittore sono altre cose!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma in un qualsiasi altra attività c'è bisogno o di molti anni di studio,di preparazione,invece si è scrittori solo scrivendo un testo ?

Non sono d'accordo con te, scrittore è chiunque abbia scritto almeno un testo. Poi "bravo" "famoso" "capace" scrittore sono altre cose!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno scrittore inteso come professionista lo diventa quando con la scrittura ci campa. Questo non significa che sia un bravo scrittore. Io credo poco quando si dice che tutti vorrebbero scrivere un libro. Tutti forse lo dicono, ma poi chi ci riesce veramente? Pochi.

Per ora io mi definisco un ragazzo con la passione per la scrittura. Comunque lo scrittore non è una figura mitologica, le gente scrive è diventa scrittrice o scrittore di qualcosa, di schifezze o di capolavori ai posteri la sentenza.

VelvetA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io come più volte ho detto non sono una scrittrice perchè pur avendo scritto è pubblicato un libro non ritengo di appartenere a questa categoria.

per me uno scrittore è una persona che vive per scrivere e scrive per vivere non lo è chi ha un idea un pensiero una trama e la scrive.

Tutti hanno pensato nella vita almeno una volta di scrivere un libro molti lo fanno ma questo secondo voi li fa diventare scrittori? thanks.gif

La risposta è piuttosto semplice, è nel significato stesso della parola.

Da il dizionario italiano:

SCRITTORE: chi, specialmente per professione, scrive opere con intento artistico

mentre:

AUTORE: chi crea col proprio ingegno un'opera letteraria, artistica, scientifica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Saranghae
per me uno scrittore è una persona che vive per scrivere e scrive per vivere, non lo è chi ha un idea un pensiero una trama e la scrive.

Io non lo sono e non lo sarò mai. icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non pensi che molti pensando di essere scrittori solo per aver scritto un testo inseguono una chimera che porta un pò fuori dalla realtà

E più'giusto definirsi un ragzzo con la passione per la scrittura o chi si definisce scrittore e non fa nulla in attesa di ispirazione?

Uno scrittore intenso come professionista lo diventa quando con la scrittura ci campa. Questo non significa che sia un bravo scrittore. Io credo poco quando si dice che tutti vorrebbero scrivere un libro. Tutti forse lo dicono, ma poi chi ci riesce veramente? Pochi.

Per ora io mi definisco un ragazzo con la passione per la scrittura. Comunque lo scrittore non è una figura mitologica, le gente scrive è diventa scrittrice o scrittore di qualcosa, di schifezze o di capolavori ai posteri la sentenza.

VelvetA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Uno scrittore intenso come professionista lo diventa quando con la scrittura ci campa

Il tuo intenso è un po' un lapsus freudiano: è vero che lo scrittore inteso come professionista è quello che campa di ciò che scrive. Ciò non toglie che un autore degno di questo nome (un autore intenso) debba comunque sempre essere professionale. Per quanto mi riguarda, sento di doverlo a me stessa prima ancora che agli altri (altrimenti non mi diverto!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non ho capito di doverlo cosa?

Uno scrittore intenso come professionista lo diventa quando con la scrittura ci campa

Il tuo intenso è un po' un lapsus freudiano: è vero che lo scrittore inteso come professionista è quello che campa di ciò che scrive. Ciò non toglie che un autore degno di questo nome (un autore intenso) debba comunque sempre essere professionale. Per quanto mi riguarda, sento di doverlo a me stessa prima ancora che agli altri (altrimenti non mi diverto!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Voglio dire, sento che l'essere professionale quando scrivo (o almeno, sforzarmi di esserlo) è una cosa che devo a me stessa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo che se con la scrittura ci campa deve essere professionale.

Prendiamo un esempio.

Fabio volo, non ho mai letto niente di suo, ma sento dire spesso che non è uno scrittore. Secondo me lo è ( uno scrittore di cazzate per qualcuno, di bellissimi libri per altri) e sicuramete è professionale in quello che fa.

Rimanedo in italia tra i nuovi autori,

MelissaP ha dichiarato di essere una scrittrice di professione perchè lei campa di quello e io le do ragione. Poi possiamo stare qua a discutre sulla qualità, ma lei fa LA SCRITTRICE. Probabilmente di schifezze confezionate in modo professionale, ma quello è il suo mestiere.

Lo scrittore non è chi scrive libri belli. Lo scrittore è chi scrive di professione, poi, ribadisco, ci sono scrittori buoni e scrittori osceni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Dipende da cosa intende ognuno di noi per "scrittore"

Se vogliamo riferirci al significato più corretto, (come è stato detto), è scrittore colui che per professione scrive libri.

Se consideriamo un significato puramente "burocratico" allora è scrittore colui che scrive e riesce a pubblicare un libro, un racconto... (senza pagare, ovviamente)

Se consideriamo un significato più "romantico" allora è scrittore colui che vive per scrivere, che ha in sé il sacro fuoco dell'arte della scrittura che arde rigoglioso.

Personalmente mi ritengo uno scrittore, non tanto per il punto due (viste le mie pubblicazioni) quanto per il terzo.

Preferisco la visione "romantica" ma è ovvio che ho sempre ambito al trasformare la scrittura in una professione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se consideriamo un significato più "romantico" allora è scrittore colui che vive per scrivere, che ha in sé il sacro fuoco dell'arte della scrittura che arde rigoglioso.

Mi sento più legato anch'io a questa visione dello "scrittore"... thumbup.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Jack sostanzialmente sono d'accordo con te.

Tu hai pubblicato due libri, quindi questo fa di te uno scrittore. Ora c'è una linea di confine "professionale" che dipende dagli incassi secondo me. Quella linea di demarcazone che ti dà la possibilità di cambiare professione sulla carta d'identità. Purtroppo la meritocrazia non è presente nemmeno nel mondo editoriale, quindi chi campa di scrittura qualitativamente parlando potrebbe essere molto inferiore a chi scrive per passione o a chi ha pubblicato libri, ma non è ancora riuscito a farlo diventare il suo primo impiego.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non esiste una risposta giusta e una sbagliata ,il punto è che non bisogna illudersi molti scrivono pochissimi pubblicano ancor meno leggono e non si può divantare scrittori con la volontà secondo me è un talento innato che non si manifesta in chi scrive e pubblica solo un libro.

Io non ho mai scritto neppure una lettera a scuola copiavo i temi di italiano o li scriveva la mia compagna di banco a cui facevo quelli di matematica.

Un giorno mi sono messa al computer e ho iniziato a scrivere il libro era tutto nella mia testa e i miei pensieri erano più rapidi della mia scrittura .Non ho deciso di scrivere un libro è stato il libro che ha deciso di scriversi da solo.

Non credo che si ripeterà Ma non sono e sarò mai una scrittrice

Dipende da cosa intende ognuno di noi per "scrittore"

Se vogliamo riferirci al significato più corretto, (come è stato detto), è scrittore colui che per professione scrive libri.

Se consideriamo un significato puramente "burocratico" allora è scrittore colui che scrive e riesce a pubblicare un libro, un racconto... (senza pagare, ovviamente)

Se consideriamo un significato più "romantico" allora è scrittore colui che vive per scrivere, che ha in sé il sacro fuoco dell'arte della scrittura che arde rigoglioso.

Personalmente mi ritengo uno scrittore, non tanto per il punto due (viste le mie pubblicazioni) quanto per il terzo.

Preferisco la visione "romantica" ma è ovvio che ho sempre ambito al trasformare la scrittura in una professione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per me uno scrittore è una persona che vive per scrivere e scrive per vivere, non lo è chi ha un idea un pensiero una trama e la scrive.

Io non lo sono e non lo sarò mai. icon_cheesygrin.gif

Purtroppo, quoto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io penso di esserlo, anche se non campo di scrittura. E non credo ci camperò. Ma visto che non faccio altro, nella vita (almeno al momento) perché non dovrei dire di esserlo?

Perché non ho pubblicato un romanzo a quindici, venti anni?

Ho passato gli ultimi sedici anni ad allenarmi, a imparare a fare bene ciò che vorrei diventasse una professione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che scrittore si possa considerare chi è riuscito a pubblicare e divulgare la propria opera. Poi, da qui a dire.. chi campa del mestiere di scrittore allora ce ne passa! Ma questo è un altro discorso!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io non credo che ci si possa allenare a fare lo scrittore non è uno sport ma questa è solo la mia opinione

Io penso di esserlo, anche se non campo di scrittura. E non credo ci camperò. Ma visto che non faccio altro, nella vita (almeno al momento) perché non dovrei dire di esserlo?

Perché non ho pubblicato un romanzo a quindici, venti anni?

Ho passato gli ultimi sedici anni ad allenarmi, a imparare a fare bene ciò che vorrei diventasse una professione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io non credo che ci si possa allenare a fare lo scrittore non è uno sport ma questa è solo la mia opinione

Anche la scrittura necessità di "allenamento" si impara a scrivere scrivendo. Uno non nasce scrittore lo diventa con il tempo. Uno può nascere con il talento, ma il talento non vale niente se non viene coltivato. Rimane solo qualcosa di inespresso. La scrittura va affinata, elaborata e costruita. Così come la musica, la pittura anche la scrittura è un arte che va appresa.

Saluti

VelvetA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Nella scrittura l'allenamento è quasi obbligatorio, così come l'apprendimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io non credo che ci si possa allenare a fare lo scrittore non è uno sport ma questa è solo la mia opinione

Anche la scrittura necessità di "allenamento" si impara a scrivere scrivendo. Uno non nasce scrittore lo diventa con il tempo. Uno può nascere con il talento, ma il talento non vale niente se non viene coltivato. Rimane solo qualcosa di inespresso. La scrittura va affinata, elaborata e costruita. Così come la musica, la pittura anche la scrittura è un arte che va appresa.

Saluti

VelvetA

Esatto, il genio al 99% e' sudore.

(l'1%, il talento, fa poi la differenza finale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi scrive e lo fa con costanza, creatività e originalità. Non serve nient'altro.

Per me è più scrittore il bimbetto di sei anni che sbaglia i verbi ma riesce a comunicare e raccontare e creare che il veterano settantenne che ci mette una vita per ogni suo capitolo ma che alla fine non avrà scritto altro che una copia di qualcosa che esiste già.

La creatività è tutto. L'originalità anche. Altrimenti ci si può ritenere scrivano, altro che scrittore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Chi scrive e lo fa con costanza, creatività e originalità. Non serve nient'altro.

Per me è più scrittore il bimbetto di sei anni che sbaglia i verbi ma riesce a comunicare e raccontare e creare che il veterano settantenne che ci mette una vita per ogni suo capitolo ma che alla fine non avrà scritto altro che una copia di qualcosa che esiste già.

La creatività è tutto. L'originalità anche. Altrimenti ci si può ritenere scrivano, altro che scrittore.

Creativita' e originalita' sopra ogni cosa (altrimenti, personalmente, preferisco leggere l'elenco telefonico).

Il tutto immerso in una struttura linguistica, grammaticale e sintattica, il piu' possibile corretta quando a scrivere sono gli adulti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In vita mia ho fatto lavoretti di falegnameria, ma non sono falegname. Ho fatto lavori di muratura (tracce d'impianti, rasatura, intonaci...), ma non sono muratore. Ho anche scritto qualcosa, ma posso definirmi scrittore? Credo di no. Se gli esempi sopra calzano, allora lo scrittore è chi fa dell'hobby la sua professione, il suo mezzo per campare. Poi, sicuramente ci saranno migliaia d'eccezioni, ma il dilemma su chi è o meno scrittore nasce dalla mancanza di un terminologia precisa e completa; non vi è infatti un termine per definire chi non campa di scrittura, ma ama scrivere... un'amatore insomma! Non è contemplata come hobby la scrittura, come non sono annoverati tra i passatempi la falegnameria e la muratura...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io non credo che ci si possa allenare a fare lo scrittore non è uno sport ma questa è solo la mia opinione

Ti hanno già risposto bene Velvet, Jack e Cristina, ma vorrei dire anche la mia.

È proprio il contrario di quello che dici, per quanto mi riguarda. Scrivere non sarà uno sport ma ci va molto, molto vicino. Il tipo di "dolore" e "intorpidimento" che provo quando mi rimetto a correre dopo un periodo senza allenamenti è molto simile a come mi sento dopo aver ricominciato a scrivere - chessò - magari dopo quelle due settimane di pausa estiva.

Il tipo di impegno richiesto è lo stesso, devi star lì a faticare, e la cosa continua anche oltre l'allenamento... non è che facendo uno sport automaticamente puoi mangiare tutte le schifezze che vuoi, anzi, dovrai stare anche più attento alla tua dieta, o magari rischi di crollare a metà di una gara.

La soddisfazione per una prestazione venuta bene, che sia un buon tempo medio, oppure un capitolo di venti cartelle, è la stessa.

Non si smette mai di imparare, e l'allenamento è quello che distingue un qualsiasi scritto da un buon racconto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite *Lili*

Dipende cosa si intende per scrittore.

Se vediamo la parola dal punto di vista "pratico" per me può diventare scrittore chiunque riesca a pubblicare dei libri.

Ma se una persona (abbia essa 10 anni o 40...) scrivendo riesce a commuovere il lettore, facendogli provare gli stessi sentimenti provati al momento della stesura, se riesce a strappargli una risata con un racconto allegro o a farlo piangere per un personaggio, allora vorrà dire che il suddetto scrittore tramite ciò che ha prodotto, sarà riuscito ad entrare anche un pochino nel cuore di chi l'ha letto.

Allora sì, secondo me, potrà essere definito un "vero scrittore".

Non c'è niente di più bello per una persona che scrive, di vedere qualcuno che si commuove e che sente "vivi" i personaggi di un racconto che ha scritto.

... In questo periodo mi spiego da cani, scusate se non mi sono fatta capire ._.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che una persona sia uno scrittore quando scrive o fa attività collaterali alla scrittura.

Per dire, se io dovessi andare alla presentazione di un libro scritto da me, non sarei certo chiamata perché faccio l'informatico, ma appunto come scrittore. Viceversa, a fare l'installazione di un server non mi chiamano perché studio lingue, né a fare gli esami perché scrivo racconti.

Ognuno di noi è tante cose, e qui tutti prima o poi, per almento qualche minuto al giorno, siamo scrittori. Poi magari siamo anche altro, in altri momenti e in altri luoghi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa ho aperto un topic chidendo perché ognuno di noi scrive.

Tra le tante risposte balzava all'occhio la maggiore tendenza della necessità individuale di scrivere per vivere con maggiore completezza la propria esistenza (rifugiarsi in mondi paralleli della mente, abitudine, appagamento nel fare ciò che piace, divertirsi, erano le altre risposte...). A ragion veduta, quindi, più che di professione si tratta di una patologia psicofisica maniacale (della quale siamo tutti affetti). icon_lol.gif

Forse l'esempio del muratore e del falegname, qualche post più sopra, non è molto raffinato, ma come nessuna persona normale costruisce muri o fabbrica mobili per passare il tempo (ma lo fa per piacere di creare o per necessità), così nessuna persona con tutte le rotelle a posto spende tempo e fatica nello scrivere tomi di racconti e romanzi che, poi, nessuno leggerà! :facepalm:

Non portatemi rancore: anch'io, come voi, faccio parte di questo reparto psichiatrico... banned.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×