Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Furono il mio primo tentativo. Chiamai e la segretaria, con un certo tono infastidito e sbrigativo, disse di usare l'indirizzo riportato sul sito. Credo non abbiano aperto neanche la busta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Temo che la Fanucci, come altre big, sia ormai un'esclusiva da agenzia.

Certo i miracoli possono sempre avvenire, basta avere fede...e perseveranza!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente non mi convince e questo è dovuto alla professionalità e al modo che ha Fanucci di porsi verso chi si rivolge a loro. Per esperienza personale e di altri che l'hanno contattata, non solo non risponde all'invio di materiale (né di ricezione, né di valutazione) per un'eventuale pubblicazione, ma non risponde nemmeno per richieste d'informazioni di libri che ha in catalogo e a cui si sarebbe interessati all'acquisto. Va visto anche come risponde sulla sua pagina fb ai lettori: sempre più spesso sembrano prese in giro, dando scarsa o nulla considerazione dei lettori (a questo si aggiunge che sul blog eliminano i commenti in cui gli si fanno osservazioni, lascando solo gli elogi). A questo va aggiunto una scarsa attenzione alla qualità dei loro prodotti (pieni di refusi) e un modo di fare poco professionale; un esempio tra i tanti, un forte battage pubblicitario di mesi che anticipava l'uscita della ristampa dei volumi 12 e 13 della Ruota del Tempo di Robert Jordan, per poi, arrivati alla data, procrastinare la loro uscita; dopo oltre un anno e mezzo, ancora non si sa nulla e nemmeno la ce dà risposte, continua solo a rinviare a data indefinita.

Partecipare a un concorso su cui si hanno forti dubbi sulla serietà e le modalità di selezione di una ce che non ha dato dimostrazione di serietà, non rientra nelle cose che ho intenzione di fare: tempo ed energie le impiego in maniera differente.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Va aggiunto che il concorso, se non è cambiato da quando l'ho letto, è riservato solo alle scrittrici e quindi limitato solo a una parte di chi scrive.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il concorso è riservato solo alle scrittrici di romance. Non urban/paranormal e affini.

Perfetto, cercano ciò che io non sono. Adesso posso depennare anche la fanucci dalla mia lista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, è riservato solo ad autrici donna di romance. Viene specificato nel regolamento e nella presenrazione del concorso.

 

Di seguito il progetto editoriale di Leggereditore:

 

"Leggereditore si presenta


Leggereditore nasce nel 2010 e fin dal principio pone come base del proprio progetto editoriale la letteratura femminile, dedicato a quelle lettrici che vogliono riscoprire con ogni nuovo libro il piacere della lettura. Libri per donne scritti da donne, e ancora oggi tutti i titoli in catalogo hanno solo autrici e non autori.

L’intenzione nella proposta mensile di novità è quella di offrire al nostro pubblico un ampio ventaglio di generi letterari: dallo storico alla narrativa erotica, passando per il paranormal, l’avventura, il romanzo storico, il romance, il new-adult ma anche la letteratura tout-court.

Giorno dopo giorno cerchiamo di trovare il romanzo giusto per ogni tipologia di lettrice con l’obiettivo di soddisfare le esigenze più urgenti ma anche di stupire chi ci segue da tempo o ha appena cominciato.

Le storie di alta qualità, il disegno grafico attraente, il formato maneggevole e i prezzi competitivi saranno la nostra forza, sempre uniti alla passione che ci spinge a mantenerci in continuo contatto con il fulcro del panorama editoriale internazionale.

Come potrete vedere, autrici di grande valore come Nora Roberts, Lara Adrian, Kresley Cole, Lisa Kleypas, Mary Balogh, Larissa Ione, Dawn French, Colleen Hoover, e molte altre hanno già avuto successo e altre verranno lanciate nei prossimi mesi. Emergenti o affermate, ognuna di loro ci regala storie indimenticabili e di alto intrattenimento.

Continuate a seguirci perché la meraviglia passa prima da noi."
 
 
Inoltre sempre sul sito, il concorso viene così presentato:
"Un concorso letterario dedicato alle aspiranti scrittrici del genere romance il cui regolamento potete leggere qui
Il termine per l'invio dei manoscritti è il 31 dicembre"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Calbalacrab: può non sembrare ma è normale che non puntino sul fantasy di esordienti. Il motivo è semplice: l'ondata di moda di questo genere è passata e ora gli editori lo evitano come la peste. Fanucci, se si osserva, punta su autori affermati in questo genere che danno riscontri economici; se fa fatica a ripubblicare i volumi di Jordan, come si può pensare che puntino su esordienti? Adesso si punta sul romance e su prodotti sulla falsariga delle Sfumature.

 

La precisazione che avevo fatto nel commento sopra è che sì, avevo letto anch'io su fb che era rivolto anche agli scrittori, ma andando a vedere il bando, era chiaro che fosse rivolto solo alle scrittrici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma non è che adesso mi metto a scrivere un libro tipo Sfumature perchè quello cercano. Non ci riuscirei perchè non è nella mia testa in questo momento. Si scrive quello che ti appassiona.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uno deve scrivere quello che si sente e non un genere che non gli appartiene solo perchè va di moda.

Questo non è essere se stessi ma qualcuno che va dietro la massa.

Io per esempio non sarei mai in grado di scrivere un horror, un giallo, un romanzo storico ecc.. Ho il mio genere preciso con cui riesco a esprimermi e di sicuro non lo cambio per andare dietro alla massa perchè entrerei in frustrazione e scriverei una schifezza.

Quello che voglio dire, è che non cambio la mia mentalità per andare dietro alla moda.

E poi, è vero che adesso va di moda il romanzo rosa in cui i protagonisti non fanno altro che scegliere in che luogo fare le loro cose e la trama non si sa più dove sia finita, (basti vedere after, alla quale mi sono venuti i brividi di raccapriccio) ma ci sono anche altri generi che comunque vendono.

Quindi scrivi quello che senti perchè la moda poi finisce ;) Basta vedere con gli urban fantasy e roba sui vampiri e licantropi.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente d'accordo (anche se io scrivo di vampiri ;), ma le mode sono cicliche.)

Non era assolutamente un'offesa a quel genere quanto un'affermazione. Dopo che il genere è stato sfruttato fino all'ultima goccia le acque si sono leggermente calmate. Comunque io leggevo molto quel genere :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No ma infatti anch'io che l'ho scritto per ora me so stufato dei vampiri :)... magari, nel frattempo che scrivo altro, qualche editore si riapre al genere e zac! io intanto lo spedisco in giro. Sfumature e romance, non mi avrete mai! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La triste verità, o il magnifico evangelo, è che tutti dobbiamo ormai inchinarci all'unanimità del POP ovvero all'unico dio del MAINSTREAM; dico a voi, scissionisti, pagani, eretici adoratori di generi e sottogenere. Abiurate il maligno!

Adorate dunque il Giano bifronte, e sperate che volga a voi il suo viso più benevole; poiché esso può allo stesso tempo farvi elogiare come validi navigatori nel grande mare della vera letteratura, che esplora l'animo umano senza doversi concentrare su ambientazioni fittizie o ricostruite, che non sono altro che pretesti all'espressione dell'arte. Ma il Mainstream (mostro semantico binario; dio lunatico e bipolare) può anche farvi sprofondare nel fango nella mai abbastanza vituperata cultura di massa; e allora Vade Retro, adulatori del popolo caprone che nulla vogliono se non sbarcare il lunario vendendo il biglietto a coloro a cui i loro strali son diretti.

Siete pronti a varcare la soglia del tempio d'una siffatta, pazza divinità?

Allora sì che nessuna CE oserà rifiutarvi.

Benvenuti all'inferno! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

Ragazzi e ragazze seriamente ma qualcuna ha intenzione di partecipare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche se ne ho uno pronto, no. Non mi piacciono i concorsi. Magari ci sono dei testi che meritano di essere pubblicati ma solo a i primi tre (e parliamoci chiaro, solo il primo ha quello che cerco io) verranno pubblicati. Preferisco mandarlo normalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, qualcuno per caso negli ultimi mesi ha inviato il proprio manoscritto in formato cartaceo?

Lo avete rilegato con una semplice spirale? Qual'è il modo migliore per presentarlo (caratteri, spaziature, dimensioni, ecc...)?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora il cartaceo... non riesco proprio a concepire che non si possa inviare il materiale via e - mail

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io avevo inviato con rilegatura a spirale, solito times da 12. Comunque difficile che chiamino noi semplici umani non accompagnati da pezzi grossi :nein:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo sia inutile provarci. Fu la prima a cui mi rivolsi, chiamando per sapere come inviare per bene... la tipa mi ha risposto in modo sbrigativo, con un tono di voce del tipo: "Sì, vabbè, ciao".

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fanucci, Salani (vedi l'esperimeno del guappo) e compagnia "bella", così la penso io, se la tirano troppo, troppa puzza sotto il naso, e canali di reclutamento preclusi ai comuni mortali.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, un agente che conosco (complimenti) ha pubblicato con TimeCrime Fanucci. Collana, piccola edizione derivata o cosa? Qual è il collegamento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arriva nelle librerie agli inizi di gennaio 2012 TimeCrime, nuovo marchio editoriale nato come una costola della più grande e già affermata casa editrice romana, Fanucci Editore. Rivolto ai lettori che amano il thriller in tutte le sue forme, dallo storico allo psicologico, dal noir alla spy-story, dal suspence al mystery, dal poliziesco alla detective-story, dal giallo all'hard-boiled, il nuovo marchio si pone come obiettivo quello di pubblicare trenta novità senza distinzione tra autori affermati ed esordienti.

 

Il trentunesimo non ce l'ha fatta :morte:

 

E l'invio è cartaceo :libri:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×