Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Signor Ford

Sillabe di Sale Editore

Post raccomandati

Ospite ire70

Mi è dispiaciuto molto per questo cambio di modalità di pubblicazione di questo editore. Quando nel 2014/15 ho pubblicato con lui, Sillabe di Sale era assolutamente free (come si legge da quanto ho scritto all'epoca). E quando dissi al libraio (dove l'editore avrebbe poi  fatto arrivare delle copie del libro) che la mia casa editrice non era a pagamento, lui esclamò: "Non è possibile! Sono tutte a pagamento, per la poesia. E se non lo sono lo diventeranno. O falliranno." (C'è da dire che lo stesso libraio gestiva e gestisce tuttora  un'editrice a pagamento... ). Non fu un'uscita molto simpatica la sua, soprattutto perché all'epoca ero  ingenuamente convinta che lui si sbagliasse. Purtroppo, a parte il caso specifico ho riscontrato  davvero che  per la poesia  è rimasto pochissimo "spazio free" (molti che si dichiarano non a pagamento, per la poesia fanno un'eccezione-!- e chiedono il contributo all'autore, sotto varie forme).  In realtà (e per fortuna!) piccoli (e medi) editori per la poesia, non a pagamento, esistono ancora (il problema è che molti accettano solo manoscritti su invito o segnalazioni da agenzie, ma se uno non ha mezzi e conoscenze per inviti o segnalazioni, come ci arriva a loro?), ma sono davvero pochi. Speriamo comunque che perseverino nel loro  essere NO EAP a tutti gli effetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Identica risposta di @famigliao. Chiedono soldi!

Personalmente non lo trovo onesto, se il libro vale deve valere a prescindere.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricevuta stessa identica e-mail di contributo per raccolta di poesie. Sarebbe interessante sapere come si comportano per la narrativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/12/2014 alle 14:46, Edhel ha detto:

io ho inviato il mio romanzo in formato word, la risposta mi è arrivata via mail dopo una settimana circa dicendomi che era buono e lo avrebbero pubblicato, dopo qualche mese ho firmato un contratto e qualche giorno fa hanno pubblicato il mio libro. Posso garantire che è una casa editrice molto seria, che non chiede un soldo, si impegnano davvero a promuovere il libro e sono davvero contro l'editoria a pagamento. Inoltre aggiungo che sono persone molto disponibili. Credo che la miglior soddisfazione per uno scrittore emergente sia questa: qualcuno che investa sul tuo lavoro.

Ciao, congratulazioni! Sono felice per te! Avrei una domanda: ti hanno chiesto di vendere 120 copie entro tot tempo, viceversa di integrare in denaro la quota-obiettivo di copie vendute? Grazie e auguri!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Gelsomina , ci farebbe piacere che i nuovi utenti si presentassero in Ingresso al resto della comunità, prima di inserire quesiti o post di vario genere in altre sezioni. Ti attendiamo per conoscerti. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, porto la mia testimonianza. Nel 2015 ho pubblicato con Sillabe di Sale il mio primo romanzo *Editato dallo Staff*. Non ho pagato nulla, il rapporto con il boss è stato assolutamente cordiale, al tempo non esisteva nessuna clausola di acquisto da parte dell'Autore. Le copie vendute sono state comunque più di quelle ad oggi richieste come soglia minima di vendita. Nel 2017 ho pubblicato un secondo libro *Editato dallo Staff* sempre con Sillabe di Sale. Ho partecipato in ambedue i casi al salone di Torino e ho fatto diverse presentazioni nella mia città e zone limitrofe. Al salone di Torino 2018, la CA mi ha detto che le vendite del secondo libro non erano state soddisfacenti (in effetti erano sotto il famoso limite che nel frattempo era stato messo nei nuovi contratti). Ho allora richiesto un certo numero di copie che ho venduto in due presentazioni successive per dimostrare la mia collaborazione e anche perché ritengo il libro valido e degno di essere letto. Ora mi trovo in una impasse. Visto l'argomento, sono stato invitato a fare una presentazione del libro presso due enti che comunque non mi permetteranno di fare vendite in loco. Poco male se la CA avesse in magazzino qualche copia in modo che gli interessati possano richiederla tramite libreria o direttamente sul sito ( che in ogni caso pubblicizzo durante le presentazioni). La CA dice essere antieconomico per lei far stampare meno di venti copie e che attualmente non ne ha più in magazzino. A questo punto è inutile fare altre presentazioni? Ci sono altri nelle mie stesse condizioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/8/2018 alle 16:58, ElleryQ ha detto:

Ciao @Gelsomina , ci farebbe piacere che i nuovi utenti si presentassero in Ingresso al resto della comunità, prima di inserire quesiti o post di vario genere in altre sezioni. Ti attendiamo per conoscerti. :)

Ciao, spero di avere postato, nel modo giusto, la mia presentazione. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×