Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ciao a tutti, riporto la mia esperienza con questa agenzia. Ieri ho partecipato al Pitch day organizzato alla libreria Gogol' and Company a Milano. In sostanza si manda una sinossi e un estratto del romanzo e se piacciono si va a presentare l'idea del romanzo davanti ad alcuni addetti ai lavori. Questa volta erano presenti, oltre a Pinna, Michele Vaccari (suo autore, ma anche curatore di una collana di Chiarelettere), Stefano Izzo e Chiara Beretta Mazzotta. La quota di partecipazione è di 30 euro. Cosa c'è in palio? La possibilità di farsi leggere gratis da Pinna e, in caso di interesse, di essere rappresentati (cosa che, ci ha fatto sapere, è successa in due occasioni). Kalama organizza pitch days in giro per l'Italia e tornerà a Milano in autunno. 

Consiglio di provare a chi non ha paura di essere asfaltato dagli editor (in questo caso Michele Vaccari), e chi è pronto a pitchare la propria opera di fronte a professionisti seri ma anche a una piccola platea di aspiranti scrittori. Insomma, può essere difficile farlo. E' assolutamente necessario andare preparati, capendo che si è lì a vendere un prodotto, non a farsi l'autoesegesi. Bisogna avere anche chiari i difetti della propria opera, perché le domande arriveranno ed è meglio avere risposte pronte. Circa una dozzina i partecipanti (forse meno), 3 gli autori invitati a inviare il testo completo (tra cui non io). Resta comunque un'esperienza positiva per me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si avvicina l'autunno e non ho trovato da nessuna parte annunci riguardo al Pitch Date autunnale di cui Stekko ha parlato (ma ho visto che è accennato anche altrove, pur non nello specifico).

Qualcuno ha informazioni al riguardo?

 

Sarebbe una bella sfida per tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiorno in proposito la mia esperienza. Uno degli autori che ha partecipato con me al pitch day e che è stato selezionato ha mandato il suo romanzo a Kalama che però, a mesi di distanza, non ha mai risposto nonostante un sollecito. L'autore mi ha detto che evidentemente non sono interessati... Però se non una scheda, almeno un breve commento se lo sarebbe aspettato 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È notorio come, nell'immaginario che s'abbevera ai luoghi comuni sugli isolani, i sardi siano un popolo fiero, taciturno, introverso, dal temperamento forte e dal carattere diffidente, al limite dell'ostilità.

Non è così. Essi sono invece gentili, molto aperti, accoglienti, disponibili e beneducati.

 

Due settimane fa ho inviato una cortese email a codesta illustrissima agenzia e devo subito dire qui, a futura memoria, che codesti galantuomini si sono sollecitamente premurati di restare taciti, tetragoni, inafferrabili. E ogni giorno che passa, senza uno straccio di risposta, apprezzo in verità la loro coerenza.

Sull'educazione latitante di certi agenti letterari si potrebbe (e dovrebbe) scrivere un libriccino di sapidi aneddoti, magari cogliendo dalle pagine di questo amabilissimo forum le esperienze personali di attese lunghe o mancanza di tatto, o ancora di scellerato atteggiamento mercantilistico ovvero di scarsa o nulla considerazione dle prossimo, ancorché prossimo scribacchiante  e speranzoso.

 

Come ama ripetere Maurizio Costanzo, "chiedere è lecito, rispondere è cortesia". Evidentemente non per tutti, anche se  gli amici di Kalama non raggiungono ancora i tempi biblici di un'agente che conosco, apprezzo e stimo sopra ogni cosa, tutta chiusa nel suo riserbo che ora sfiora il biennio, non scalfito da tre o quattro garbatissime email tutt'altro che insistenti. Ma questa è un'altra storia...

E dunque, lunga vita a Kalama, alla Sardegna, allo spam in cui senza alcun dubbio sarà terminata - suicidandosi per la nulla considerazione - la mia cortesissima e innocua missiva in attesa di attenzione e, arrassusia!, di risposta, ancorché interlocutoria o di diniego. :-)

 

  • Mi piace 2
  • Divertente 2
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @carlo animato , in mancanza della risposta di Kalama provvediamo noi a dartene una. Non alla tua email in vece dell'agenzia, purtroppo, ma al tuo post qui.

E, cortesia per cortesia, ti chiediamo quella di presentarti in Ingresso (a questo link) al resto della comunità, come d'uopo per i neo iscritti. Ti attendiamo per darti il benvenuto. ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 23/3/2018 alle 10:45, stekko ha detto:

Ciao a tutti, riporto la mia esperienza con questa agenzia. Ieri ho partecipato al Pitch day organizzato alla libreria Gogol' and Company a Milano. In sostanza si manda una sinossi e un estratto del romanzo e se piacciono si va a presentare l'idea del romanzo davanti ad alcuni addetti ai lavori. Questa volta erano presenti, oltre a Pinna, Michele Vaccari (suo autore, ma anche curatore di una collana di Chiarelettere), Stefano Izzo e Chiara Beretta Mazzotta. La quota di partecipazione è di 30 euro. Cosa c'è in palio? La possibilità di farsi leggere gratis da Pinna e, in caso di interesse, di essere rappresentati (cosa che, ci ha fatto sapere, è successa in due occasioni). Kalama organizza pitch days in giro per l'Italia e tornerà a Milano in autunno. 

Consiglio di provare a chi non ha paura di essere asfaltato dagli editor (in questo caso Michele Vaccari), e chi è pronto a pitchare la propria opera di fronte a professionisti seri ma anche a una piccola platea di aspiranti scrittori. Insomma, può essere difficile farlo. E' assolutamente necessario andare preparati, capendo che si è lì a vendere un prodotto, non a farsi l'autoesegesi. Bisogna avere anche chiari i difetti della propria opera, perché le domande arriveranno ed è meglio avere risposte pronte. Circa una dozzina i partecipanti (forse meno), 3 gli autori invitati a inviare il testo completo (tra cui non io). Resta comunque un'esperienza positiva per me.

Pitch day? Che sconforto. Più vago per questo sito, in cerca di delucidazioni ed esperienze, più mi rendo conto che intorno ai sogni di potenziali scrittori c'è un vero e proprio business. Magari questi signori editor ti trattano anche a pesci in faccia davanti a tutti. Facile trovarsi dall'altra parte. Mi auguro esista ancora qualcuno di serio a fare questo mestiere in Italia.

  • Mi piace 2
  • Confuso 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×