Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

sefora

Mazze da golf e perizie.

Post raccomandati

Mi auguro proprio che ci siano  in giro un giocatore e pure un patologo! * crede che al wd si facciano miracoli*

 

Ho avuto l'improvvida idea di "usare" l'attrezzo quale arma del delitto. Non gioco, mi sono documentata come potevo: per la trama (ometto i particolari) tra i vari "ferri" andrebbe bene un wedge da tiro corto.

Tali wedges differiscono per i gradi dell'inclinazione e vengono scelti a seconda delle caratteristiche del terreno (e del giocatore). Avevo pensato al 52°, intermedio.

Prima domanda: è ragionevole, nel senso che fa parte del corredo, dell'uso ecc.

Seconda: il patologo, assistito da un perito golfista, è in grado di risalire allo specifico attrezzo?

 

Grazie :love::flower: !

Modificato da sefora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vuoi dire che  tra i vari attrezzi per golf esistono differenze tanto definite e codificate da rendere individuabile con certezza l'arma del delitto?

Sorprendente!

Intrigantissimo questo delitto al golf club.

Complimenti per la fantasia e spero che sia possibile quello che hai in mente.

Mi preoccupano i fattori confondenti perchè la forma e il peso delle mazze sono simili e può comunque variare l'angolazione e la forza con cui sono inferti i colpi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono un esperto di gialli, ma mi sono fumato le prime tre stagioni di CSI in una settimana e mezza, quindi provo a risponderti.  :asd:

E' tanto importante per chi indaga sapere esattamente di quale mazza si tratta? Non basta prendere l'intero set e cercare tracce di sangue su ognuna fino a trovare quella giusta?

Comunque, credo che con un po' di fortuna il patologo (e la scientifica) da un'attenta osservazione del dovrebbe essere in grado di risalire ad una forma più o meno precisa dell'oggetto, oltre che all'inclinazione e alla violenza del colpo. Dipende anche poi dalla presenza e dalla forma delle tracce di sangue (se ci sono) sulla scena del crimine: sono utilissime per stabilire l'inclinazione del colpo (addirittura per stabilire se l'assassino è mancino o destrorso!). Con tutti questi elementi, penso che qualunque golfista esperto sia in grado di aiutare l'investigatore indicandogli quali tipi di mazze potrebbero essere state effettivamente usate come arma.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Un perito non può mai dirsi "certo" dell'arma del delitto, può solo esprimere un giudizio di compatibilità tra la ferita e l'oggetto in esame.

Per approfondire le ferite da corpi contundenti: http://www.auletta99.net/uploads/Patologia_forense.pdf fino a pagina 16, dopo parla di armi da taglio, da punta e da fuoco.

Sono alcuni dei materiali delle mie lezioni di Medicina Legale, non diffondeteli per favore.

 

BRADIPINO

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottimo, grazie!

 

Un perito non può mai dirsi "certo" dell'arma del delitto, può solo esprimere un giudizio di compatibilità

S'intende. Nel mio caso l'arma non è stata ancora trovata. Si ipotizza con facilità la mazza per altre ragioni. Approfitto: il ferro presumibilmente  produrrà una frattura ossea, un'ecchimosi profonda e pure una ferita lacero contusa.... Giusto? Tanto per sapere, non entro  in questi particolari.

 

 

Con tutti questi elementi, penso che qualunque golfista esperto sia in grado di aiutare l'investigatore indicandogli quali tipi di mazze

Meno male! Ma non pure allo specifico wedge di x gradi... Li ometto. Quesito ulteriore: i caddies conoscono (rammentano, annotano) il corredo di mazze dei soci abituali? Le sacche mi sembra siano "registrate" solo per le gare...

 

 

Intrigantissimo questo delitto al golf club.

Veramente ci sono finita partendo da altro, quasi per errore "concettuale", nè il giallo è incentrato sul golf.  Scelta assurda, non sapendone nulla. Si tratta di un particolare, non  pensavo implicasse tanti problemi. Eliminarlo ora richiede troppe modifiche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, il numero del wedge indica l'angolo di attacco del ferro rispetto al terreno ( max 60 o 62), è quindi ipotizzabile che un perito possa trarre indicazioni dal particolare. Alcuni wedge pregiati si fanno arruginire per avere un tocco più morbido sulla palla... potrebbe essere un particolare che lascia tracce in un ferita...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quesito ulteriore: i caddies conoscono (rammentano, annotano) il corredo di mazze dei soci abituali? Le sacche mi sembra siano "registrate" solo per le gare...

 

Un piccolo Pikachu proletario come me non è pratico di golf e golf clubs...  :asd:

Andando però a intuito, come i camerieri ed il barista del mio locale preferito si ricordano i miei piatti e cocktail preferiti, così credo che un caddie possa rammentare quantomeno le particolarità dei set di mazze di alcuni soci abituali con cui si sono trovati a lavorare più volte: che ne so, magari può ricordarsi di qualcuno che usa un set particolare oppure una mazza memorabile per qualche dettaglio. Quando un fatto si ripete frequentemente nel tempo, cioè c'è abitudine, chiunque alla fine ricorda qualcosa, specie se è attinente al suo lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro c'è un numero limitato di mazze che un giocatore può portare con se e affidare al caddie, non è che possa portarsi tutte quelle che gli pare, deve fare una scelta in base alle sue preferenze personale o magari in base al tipo di campo. Questo può fornire indizi, solo che non so dirti quali siano le mazze che tutti si portano e quelle tra cui scelgono.

Una curiosità: questa regola nasce da una vertenza sindacale dei caddie, che si stufarono, parecchio tempo fa, di sovraccaricarsi e spezzarsi la schiena con sacche troppo piene di mazze. (Notizia credo rilevata sulla Settimana Enigmistica. Forse non tutti sanno che...)

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro c'è un numero limitato di mazze che un giocatore può portare con se e affidare al caddie, non è che possa portarsi tutte quelle che gli pare, deve fare una scelta in base alle sue preferenze personale o magari in base al tipo di campo. Questo può fornire indizi, solo che non so dirti quali siano le mazze che tutti si portano e quelle tra cui scelgono.

Una curiosità: questa regola nasce da una vertenza sindacale dei caddie, che si stufarono, parecchio tempo fa, di sovraccaricarsi e spezzarsi la schiena con sacche troppo piene di mazze. (Notizia credo rilevata sulla Settimana Enigmistica. Forse non tutti sanno che...)

Il numero massimo è 14, e i giocatori non professionisti usano un paio di wedge, i campioni anche tre. I wedge è un ferro che consente tiri corti, massimo cento metri, e molto alti. Il sand wedge si usa prevalentemente per uscire dalla sabbia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io una volta ho visto un telefilm in cui identificavano (sempre con la famosa frasetta "penso che sia...") il tipo di mazza... :la:

Poi sai come è, non l'ho mai usata per questi scopi... ancora... :sornione:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro c'è un numero limitato di mazze che un giocatore può portare con se e affidare al caddie, non è che possa portarsi tutte quelle che gli pare, deve fare una scelta in base alle sue preferenze personale o magari in base al tipo di campo. Questo può fornire indizi, solo che non so dirti quali siano le mazze che tutti si portano e quelle tra cui scelgono.

Una curiosità: questa regola nasce da una vertenza sindacale dei caddie, che si stufarono, parecchio tempo fa, di sovraccaricarsi e spezzarsi la schiena con sacche troppo piene di mazze. (Notizia credo rilevata sulla Settimana Enigmistica. Forse non tutti sanno che...)

Il numero massimo è 14, e i giocatori non professionisti usano un paio di wedge, i campioni anche tre. I wedge è un ferro che consente tiri corti, massimo cento metri, e molto alti. Il sand wedge si usa prevalentemente per uscire dalla sabbia.

Ormai quasi solo i professionisti usano il caddie. Un dilettante usa un carrello, un golf cart o porta la sacca a spalla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ormai quasi solo i professionisti usano il caddie. Un dilettante usa un carrello, un golf cart o porta la sacca a spalla.

 

 

Si, ma la regola è rimasta, no?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ormai quasi solo i professionisti usano il caddie. Un dilettante usa un carrello, un golf cart o porta la sacca a spalla.

 

Si, ma la regola è rimasta, no?

Certamente, pena: squalifica in gara, brutta figura con gli amici.

Ne approfitto per chiarire una cosa, sono ormai cinque anni che ho smesso di giocare, e se qualcuno notasse un'incongruenza tra il golf e i libri che scrivo, sono stato uno dei fondatori di " no snob golf " che aveva nel logo l'immagine del "Che" mentre giocava :) giusto per coerenza ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carissimi tutti :love: , WD è sempre una risorsa :flower: !

Allora, credo di esserci. La mazza è un wedge, l'esperto golfista e il patologo  lo decidono in base alle caratteristiche della ferita (su ciò mi limito a un accenno, il pov è altrove), ma non si  sbilancianciano sul grado. L'arma del delitto comparirà solo alla fine.

Non mi occorre specificare se i giocatori sono professionisti o dilettanti. I caddies li avevo introdotti per obbligo (nel senso che potevano eventualmente testimoniare  sul contenuto di una sacca). Se non usano più, salvo gare ecc., semplifico volentieri e non li nomino.

Può funzionare?

Modificato da sefora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carissimi tutti :love: , WD è sempre una risorsa :flower: !

Allora, credo di esserci. La mazza è un wedge, l'esperto golfista e il patologo  lo decidono in base alle caratteristiche della ferita (su ciò mi limito a un accenno, il pov è altrove), ma non si  sbilancianciano sul grado. L'arma del delitto comparirà solo alla fine.

Non mi occorre specificare se i giocatori sono professionisti o dilettanti. I caddies li avevo introdotti per obbligo (nel senso che potevano eventualmente testimoniare  sul contenuto di una sacca). Se non usano più, salvo gare ecc., semplifico volentieri e non li nomino.

Può funzionare?

Può funzionare... quanto ai caddies, se non parliamo di professionisti con la P maiuscola, o ricchi scemi con la S maiuscola, è certamente incongrua, anche se può capitare che un amico che conosce bene un campo accetti di portarti la sacca e darti due dritte in una gara amatoriale... se hai altri dubbi golfistici, chiedi. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×