Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Holderin

I disattenti sono come già morti

Post raccomandati

Il mio commento: http://www.writersdream.org/forum/topic/21403-tu-sai-chi-è/

Questa cosa è un frammento nel senso letterale del termine. Stavo scrivendo e mi sono irreparabilmente arenata. In attesa che ritorni l'ispirazione ve lo sottopongo. Siate spietati per quel che riguarda lo stile e non preoccupatevi se non capite la trama. E' colpa mia. Non nel senso che sia una cosa voluta. E' solo che la trama non c'è ancora ed io di questi due personaggi, almeno adesso ne so meno di voi. (Forse è per questo che mi sono arenata...)

I disattenti sono come già morti

Matilde lo chiamò: "Ladruncolo". La sua mano rimase sospesa in aria, come quando - da ragazzino - faceva scorrere le dita sulle ringhiere: ma il sole le rendeva così lucide da sembrare verniciate di fresco; così, lui rimaneva interdetto e solo dopo averle sfiorate - ed averle trovate asciutte - poteva riprendere il gioco; strisce verticali di luce correvano rapide sul suo volto.

Telese si voltò lentamente, ancora con in mano la scarpa, alzata, come a difendersi.

Appena riconobbe Tilde, sul volto gli comparve quella ruga di quando si guardava allo specchio.

Occhi azzurri. Occhi "annodati al cielo". Il cui sguardo - in quel momento - era quasi un morso.

Le poche, solitarie lentiggini spuntate, in primavera, sulle sue guance. Il ciuffo di capelli neri. Il viso. I trent'anni passati di Tilde non erano altro che un velo, dietro il quale la loro somiglianza rimaneva nascosta: segreta.

Telese zoppicò verso di lei.

La chiamò: "Sorellastra".

Sul viso sottile di lei, molto tenero, molto vivace, comparve una ruga.

Gli disse di tenerle la spesa. Appena le sue mani furono libere, gli mollò un ceffone.

Coi sacchetti di carta in braccio, Telese non poteva difendersi.

Almeno poteva giustificarsi?

Gli si era bucato un calzino.

Una zona di pelle rossa: scoperta, vulnerabile, grinzosa, si era aperta in una brutta piaga.

Pagando un nuovo paio di calzini, la banconota gli era parsa vasta: pesante, come un lenzuolo di piombo.

La cassiera nemmeno lo guardava.

"Al diavolo" aveva pensato "i disattenti sono come già morti".

Mentre la ragazza gli dava il resto, s'era ripreso il denaro stropicciato che le aveva posato davanti.

Gli occhi verdi ed acquosi di lei, insapori come frutta acerba, l'avevano fissato per un istante.

Era dolorosamente consapevole del suo aspetto.

Una frangia di capelli spinosi gli mangiava la metà della fronte. I vestiti rammendati saldamente, per quanto potesse vergognarsene, almeno lo tenevano al caldo. Deglutiva in continuazione.

Ma lei gli aveva messo il resto in mano e chiesto se voleva una busta.

I disattenti sono come già morti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come hai detto, bhé, di trama non è che ce ne sia molta, ti limiti a mostrare una scena. Direi che quindi passiamo direttamente al come è scritta: in maniera pesante, secondo me. Prendiamo, ad esempio, il primo paragrafo:

 

Matilde lo chiamò: "Ladruncolo". La sua mano rimase sospesa in aria, come quando - da ragazzino - faceva scorrere le dita sulle ringhiere: ma il sole le rendeva così lucide da sembrare verniciate di fresco; così, lui rimaneva interdetto e solo dopo averle sfiorate - ed averle trovate asciutte - poteva riprendere il gioco; strisce verticali di luce correvano rapide sul suo volto.

 

La prima cosa che mi salta all'occhio è l'uso della punteggiatura. L'inciso "da ragazzino" non starebbe meglio fra due virgole? Poi, i due punti prima del ma, perché? Lì ci stava benissimo una virgola, ma non solo, la frase sarebbe anche stata più scorrevole. Al posto del primo punto e virgola io avrei messo un punto ed eliminato il "così". Per il secondo inciso, perché metterlo come inciso? Per quanto riguarda il secondo punto e virgola e la frase seguente non è che ne abbia capito molto il senso e la collocazione temporale. Accade quando Matilde lo chiama ladruncolo o quando gioca con la ringhiera?

 

Appena riconobbe Tilde, sul volto gli comparve quella ruga di quando si guardava allo specchio.

Qui ci sono due cose che vorrei farti notare. Quella che prima chiami Matilde ora la chiami Tilde. Immagino che sia il modo in cui la chiami Telese. Quindi ho l'impressione che il pov si sia spostato dentro la sua testa, non sarebbe meglio evitare questo cambio rimanendo fin da subito nella testa di Telese?

La seconda cosa è questa: sono sicuro che la comparsa di quella ruga significhi qualcosa, ma non so cosa, devi dirmelo perché io lo sappia, insomma non so quale ruga sia né cosa pensi Talese davanti allo specchio per farsela venire.

 

Occhi "annodati al cielo".

Perché ci sono quelle virgolette? Mi sfugge qualcosa? È forse una citazione?

 

Le poche, solitarie lentiggini spuntate, in primavera, sulle sue guance.

Leverei quel solitarie, lo trovo superfluo, come le vergole tra "solitarie lentiggini spuntate"

 

Come già detto trovo che sia pesante, lento e questo è, bhé, contrario ai miei gusti, ma questa è una cosa mia, io sono per la semplicità e ritmi più veloci.

 

Direi che è tutto, spero di essere stato anche almeno un po' utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che parli di stile, provo a concentrarmi lì

Matilde lo chiamò: "Ladruncolo".

Non è un grande incipit.

La sua mano rimase sospesa in aria, come quando - da ragazzino -

Perché le lineette invece delle virgole?

faceva scorrere le dita sulle ringhiere:

Perché i due punti?

ma il sole le rendeva così lucide da sembrare verniciate di fresco; così, lui rimaneva interdetto e solo dopo averle sfiorate - ed averle trovate asciutte - poteva riprendere il gioco;

Tutti questi punti e virgola...

strisce verticali di luce correvano rapide sul suo volto.Telese

Pongo la tua attenzione anche sulla scelta dei nomi. Un po' bizzarri. C'è un motivo particolare?

si voltò lentamente, ancora con in mano la scarpa, alzata, come a difendersi.Appena riconobbe Tilde, sul volto gli comparve quella ruga di quando si guardava allo specchio.Occhi azzurri. Occhi "annodati al cielo".

Le virgolette: no!

Il cui sguardo - in quel momento -

Non è bellissimo iniziare la frase con una relativa. E poi di nuovo i trattini al posto delle virgole. O anche di nulla qui.

era quasi un morso.Le poche, solitarie lentiggini spuntate,

Pongo la tua attenzione anche sugli aggettivi. Inoltre poche e solitarie sono praticamente sinonimi.

in primavera, sulle sue guance. Il ciuffo di capelli neri. Il viso. I trent'anni passati di Tilde non erano altro che un velo, dietro il quale la loro somiglianza rimaneva nascosta: segreta.Telese zoppicò verso di lei.La chiamò: "Sorellastra".Sul viso sottile di lei, molto tenero, molto vivace, comparve una ruga.Gli disse di tenerle la spesa. Appena le sue mani furono libere, gli mollò un ceffone.Coi sacchetti di carta in braccio, Telese non poteva difendersi.Almeno poteva giustificarsi?Gli si era bucato un calzino.

Mi sono persa il collegamento.

Una zona di pelle rossa: scoperta, vulnerabile, grinzosa, si era aperta in una brutta piaga.Pagando un nuovo paio di calzini, la banconota gli era parsa vasta:

Questi due punti non stanno proprio.

pesante, come un lenzuolo di piombo.La cassiera nemmeno lo guardava."Al diavolo" aveva pensato "i disattenti sono come già morti".Mentre la ragazza gli dava il resto, s'era ripreso il denaro stropicciato che le aveva posato davanti.Gli occhi verdi ed acquosi di lei, insapori come frutta acerba, l'avevano fissato per un istante.Era dolorosamente consapevole del suo aspetto.Una frangia di capelli spinosi gli mangiava la metà della fronte. I vestiti rammendati saldamente,

Solo per fare un esempio: se un avverbio lo togli e cambia molto il senso della frase, perché non toglierlo? Io sono per il rastrellamento degli inutili.

per quanto potesse vergognarsene, almeno lo tenevano al caldo. Deglutiva in continuazione.Ma lei gli aveva messo il resto in mano e chiesto se voleva una busta.I disattenti sono come già morti.

Spero di non aver fatto troppa confusione visiva inserendo i commenti all'interno del quote. Ma con il mio stupido device non sono molto brava!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×