Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ospite
15 ore fa, egidiotello dice:

Stamattina hanno inviato anche a me il questionario dopo quasi cinque mesi dall'invio del testo. Ho già accettato con altro editore comunque chiedo: L'invio del questionario è il segnale che l'editore vuole pubblicare il manoscritto?

grazie

 

Io credo di sì, perchè sono fermo alla bozza del contratto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh... se quello che scrive Maelharc fosse vero, la giornata sarebbe iniziata MOLTO bene... : Chessygrin :

non si potrebbe dare un colpo di telefono a chiedere??? : WohoW :

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so, secondo me, dietro alle prime domande dedicate al manoscritto, il questionario rivela la sua natura in quelle successive. Cioè è un semplice voler sondare le intenzioni su alcuni aspetti che per una piccola CE sono determinanti e che si possono riassumere in: "quanto sei disposto a sbatterti/girare/organizzare la tua promozione? quante copie ti comprerai? se facciamo una prevendita quanta gente conosci che potrebbe pre-acquistarlo?".

Che ci stanno, per carità.

Il fatto che qui siamo in diversi che lo hanno ricevuto nello stretto giro di pochi giorni secondo me significa solo che la CE ha iniziato solo ora, come procedura, ad inviare a tutti il questionario. Non mi farei illusioni. Poi magari mi sbaglio.
Le domande più "curiose" sono quelle sull'autovalutazione per qualità e per commerciabilità. Voglio dire, ditemelo voi se è buono e se potrebbe vendere. "scusi signora, una domanda, posso?". "Prego, dica". "Suo figlio, secondo lei, è intelligente? ed è bello?".
:-)

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Kenzo la penso anche io così. E condivido che un questionario come questo ci stia; ovviamente però mi aspetto che non sia determinante per la scelta se pubblicare o meno un romanzo (i criteri dovrebbero essere altri).

 

Sarebbe carino avere quantomeno un'idea delle tempistiche di valutazione, soprattutto per chi come me ha già un contatto con un'altra CE free (anche se più piccola) e non vuole tenere sul filo delle persone che hanno già dato prova di serietà ed interesse.

 

Se riesco provo a cercare un contatto telefonico e chiedo info... magari facendo l'accento svedese alla Fantozzi : Chessygrin :

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@PittoneSe avete avuto la bozza del contratto e una qualche mail, troverete a piè di pagina il numero della sede di Sonnino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi qual è la mail di questo editore per inviare un manoscritto? Ho provato ad inviarla all'indirizzo segnalato al primo post ma mi dà errore di deliver della mail. Sul loro sito, invece, dà solo contatti per un prodotto già nel loro catalogo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me è arrivato il questionario. Spero sia un buon presagio ma alla fine non sappiamo nulla, inoltre loro come tempi di valutazione dicono sei mesi, quindi dovrebbe essere troppo presto in teoria.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

anch'io come voi, martedì dopo circa cinque mesi dall'invio del manoscritto in risposta è arrivato il questionario da compilare. Visto quanti l'hanno ricevuto, credo faranno una selezione scegliendo chi è più disposto a fare promozione, piuttosto di altri. Ok ci può stare, ma credo debba essere la storia a colpire un editore e le possibili capacità dello scrittore. Il questionario mi ha lasciato un po' con l'amaro in bocca!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On ‎02‎/‎03‎/‎2016 at 15:18, Andrea.Dee dice:

Anche a me è arrivato il questionario. Spero sia un buon presagio ma alla fine non sappiamo nulla, inoltre loro come tempi di valutazione dicono sei mesi, quindi dovrebbe essere troppo presto in teoria.

Se sono sei mesi ... buonanotte.

Avrò già firmato con l'altro editore.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Qualcuno ha avuto degli sviluppi? Sto aspettando il contratto da una settimana, ma non ho capito se lo mandano via mail o via posta :S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io sono uno dei "questionati" a inizio marzo. Da allora silenzio di tomba. In ogni caso i sei mesi di finestra per una proposta sono passati, pertanto sono orientato a mettermi il cuore in pace, gesto nel quale ho avuto modo di impratichirmi negli ultimi tempi...

:-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Recentemente ho avuto modo di parlare con il direttore, Massimiliano Mistri, e mi ha informata che da Luglio sono praticamente fermi per dei problemi personali che hanno avuto.Non ha specificato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

 

io ho pubblicato con Edizioni La Gru la mia raccolta di racconti nel 2011 "Dieci Piccoli Passi" e posso dire di essere stato estremamente fortunato. Massimiliano e Serena che ho conosciuto personalmente sono due editori estremamente competenti e appassionati del loro lavoro. Non hanno paura di rischiare e credono fermamente in ciò che pubblicano. Senza il loro supporto non avrei neanche finito di scrivere il libro.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io pubblicai con La Gru un libro di poesie, "Non chiedetemi il significato". Massimiliano è stato inizialmente molto accondiscendente, di mentalità aperta, le copertine sono veramente belle, la distribuzione è capillare e mi ha aiutato un poco anche coi contatti per la promozione. Poi però, personalmente, ho riscontrato poca professionalità nelle fasi successive. Chiesi più volte i dati dei diritti d'autore che mi doveva e per problemi personali ritardò molto a farmeli avere, dovetti insistere con innumerevoli email. Mi parlò di problemi personali, mi dispiaceva per questo ma secondo il mio punto di vista i fatti suoi non avrebbero dovuto ritardare così tanto le risposte alle mie richieste. Altro punto dolente è la selezione degli autori che spesso avveniva tramite facebook, cosa un poco facilona. Nel mio caso, alle mie ripetute richieste dei miei diritti mi diede quello che mi spettava ma decise di interrompere il contratto e ora il mio libro non è più nel loro catalogo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Semplicemente che veniva usato Facebook come metodo per la scelta di certi autori, invece di una vera selezione con testo, bio e sinossi. Ne conosco almeno due selezionati in maniera facile tramite fb. Poi, dal mio punto di vista, sono avvenute scelte azzardate per quanta riguarda certe pubblicazioni, i costi di copertina troppo alti, e nessun editing. Parlo ovviamente dal mio punto di vista soggettivo e la mia esperienza. Ripeto: punti fermi la veste grafica, la distribuzione, e la sufficiente promozione. Ma dal mio punto di vista un editore dovrebbe vagliare meglio quello che pubblica e creare un prodotto con cognizione di causa. Certamente è un'ottima scelta per un esordiente, non fa pagare nulla e anzi fa avere libri per presentazioni e in conto vendita. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con me sono stati positivi in tutto per la pubblicazione del romanzo. Solo che ora stanno rinviando la mia quota spettante sulle vendite per problemi di conteggi. Spero di ricevere qualcosa prima o poi. Ciao a tutti, è stata comunque un'esperienza bellissima, che non avrei mai immaginato di riuscire a compiere. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io come molti altri nel 2016, due mesi dopo aver mandato il mio manoscritto, ho ricevuto una mail di risposta nella quale parevano interessati ma mi chiedevano nel contempo di compilare un questionario per sondare quante copie sarei riuscita a vendere attraverso le mie conoscenze, quanti spazi che io conosco potevano accogliere le mie presentazioni, se ritenevo utile istituire una fase di prevendita in cui i lettori potessero prenotare il volume.

Non credo di aver risposto in maniera consona ai loro desideri, promettendo chissà quali vendite, e forse per questo non li ho mai più sentiti.

Ho letto però che hanno avuto dei problemi, qualcuno li ha sentiti recentemente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'editore, Massimilano Mistri, ha scritto tempo fa su FB questo post, lo riporto:

 

"Con oggi comunico ufficialmente di non far più parte del mondo editoriale per un tempo indefinito. La Gru andrà avanti tranquillamente senza di me. Tornerò se e quando avrò voglia. Non darò spiegazioni a nessuno, quindi evitate di perdere tempo a scrivermi o commentare questo post perché non avrete alcuna risposta. Ve la do già la risposta: mi annoia. Mi annoia a morte. Non trovo nulla di più noioso".

 

Non so se la casa editrice sta andando effettivamente avanti, ma di certo il suo abbandono ne farà sentire le conseguenze. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Musidora dice:

mi annoia. Mi annoia a morte. Non trovo nulla di più noioso".

 

Forse con degli antidepressivi... :hihi:

 

3 ore fa, Musidora dice:

evitate di perdere tempo a scrivermi o commentare questo post perché non avrete alcuna risposta.

 

Io avrei commentato apposta per rendere il tutto un po' meno noioso. :pedo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Musidora dice:

"Non darò spiegazioni a nessuno, quindi evitate di perdere tempo a scrivermi o commentare questo post perché non avrete alcuna risposta. Ve la do già la risposta: mi annoia. Mi annoia a morte. Non trovo nulla di più noioso".

Forse non dovrei... ma in qualche modo mi trovo d'accordo con lui. 

Ha ragione, temo. Si potrebbe aprire un thread a parte, e discuterne all'infinito su quanto (e perché) ha ragione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, dfense dice:

Forse non dovrei... ma in qualche modo mi trovo d'accordo con lui. 

Ha ragione, temo. Si potrebbe aprire un thread a parte, e discuterne all'infinito su quanto (e perché) ha ragione!

 

Almeno è stato onesto. Meglio lasciar perdere piuttosto che fare male e controvoglia questo lavoro, che pure paga pochissimo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Musidora Ciao, da quanto tempo:)! Ho conosciuto Mistri, la sua  "crisi" era in certo senso palese e anche personale, direi.  Con lui operava un "co-redattore" con qualche esperienza e almeno un'altra persona. Non mi sbilancio sul futuro... Se continueranno, immagino dei cambiamenti nella "politica" editoriale.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Musidora Assolutamente d'accordo... tanto con te quanto con lui. Non scherzavo. Una scelta onesta, la sua, e quindi apprezzabile.

(Sulle eventuali dinamiche psicologiche non entro, ma comprendo quanto operare in questo settore sia avvilente da molti punti di vista... oltre che "noioso")

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto l'occasione di parlare con Mistri perché mi aveva offerto una pubblicazione prima di pubblicare questa sua decisione su Facebook, e mi ha detto che la casa editrice andrà comunque avanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×