Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Rox027

Parigi tra 1800 e 1900

Post raccomandati

Popolo del WD, buonasera!

 

Ho intenzione di scrivere un racconto che avrà come sfondo la Parigi di fine '800-inizio '900.

 

Sono gli anni dell'Esposizione universale, della costruzione della Tour Eiffel, della prima linea metropolitana, della nascita del cinema e della seconda edizione delle Olimpiadi moderne.

Ho spulciato un po' il web, si parla di cabaret, di case di tolleranza, di fermento nell'arte e nella cultura. Fin qua va bene, niente di nuovo. 

 

Ma al di là di questo, com'era Parigi? Come vestivano, cosa mangiavano, quanto valeva il denaro?

Al di là dei vari pittori/scrittori/poeti che arrivavano da tutta Europa, uno straniero che lavoro poteva trovare?

Quali erano i quartieri, modesti ma non poveri, in cui poteva abitare?

 

 

Qualcuno può aiutarmi?

Avete libri/siti web/film (oltre a Moulin Rouge) da consigliarmi?

 

Grazie mille!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Belle Epoque", è di questo che stai parlando. Comincia con google con quel termine e ti si aprirà un mondo, se poi vuoi circoscrivere i risultato aggiungi "Parigi" che della belle epoque fu la patria.

Il materiale che puoi trovare è immenso. In merito all'esposizione universale di Parigi, poi, si apre un altro universo.

Il quartiere per eccellenza degli squattrinati era Montmartre, non per nulla vivevano lì molti pittori.

 

Non so consigliarti qualcosa di specifico proprio perché c'è moltissimo materiale relativo a ogni cosa e molto si tratta di capire che sfondo vuoi veramente creare, anche perchè sono anche gli anni di Zola, di Dreyfuss, del Revanchismo, di Boulanger e della Terza Repubblica, quindi anni comunque controversi. In pratica puoi avere due sfondi completamente differenti tra loro, da una parte la Parigi dei bon vivants e del positivismo, dall'altra quella più cupa delle destre, dell'antisemitismo, della politica e delle lotte sociali.

Modificato da Tagliacarte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti consiglio i gialli di Claude Izner, pseudonimo di due sorelle francesi.  Sono editati in prima battuta dalla Nord e riversati in economica da Tea.  Li trovi qui.

Sono ambientati esattamente nel periodo che ti interessa e sono ricchi di descrizioni dell'epoca, usi e costumi.

Il primo della serie in particolare è ambientato proprio durante l'esposizione del 1900 e, se non ricordo male, l'omicidio che da il via alla storia avviene sulla Torre Eiffel il giorno dell'inaugurazione.  Particolare in più: l'investigatore della serie è un libraio.

Nonostante tutte queste cose che mi attrassero a suo tempo, trovai la serie abbastanza noiosa e mi fermai dopo i primi due libri.

Ma credo che per i tuoi scopi vadano benissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tagliacarte, grazie per la tua risposta :)

Il problema è proprio questo. Di informazioni se ne trovano una marea, anche troppe

Ma in pratica, quanto costava il pane? Quali erano i cibi che si trovavano in giro? (Niente baguette, a quanto pare). Cosa si poteva comprare con un franco? Cosa indossava un uomo quando usciva per strada?

Non so se Montmartre può andare bene, il mio protagonista non è un artista squattrinato, ma un uomo della classe media (si può parlare di classe media?) con un lavoro normale. Se fosse ambientato in un periodo recente direi ragioniere, impiegato generico in una grande azienda. Nel '800-'900 non saprei.

Marcello, grazie mille per il consiglio! Sembrano fare proprio al caso mio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molte informazioni sul modo in cui si mangiava a Parigi nell'ottocento le poi trovare ne "Il cimitero di Praga" di Eco. Anche se forse il periodo è un po' più precoce di quello che cerchi.

Non ricordo però se si parla di prezzi. Non so nemmeno che moneta si usasse e, probabilmente, il suo valore è comunque cambiato nel tempo. Per esempio la sconfitta di Napoleone terzo e la Comune di Parigi devono essere state delle belle botte per l'economia. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille Nanni! Lo aggiungo alla lista.

 

Come moneta avevano già il franco, se ho capito bene. Il potere d'acquisto resta un mistero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, la moneta francese è quasi sempre il franco ma non è sempre lo stesso franco. Per esempio nel 1960 venne coniato un nuovo franco (o franco pesante) che valeva cento dei vecchi franchi. Una pseudo rivalutazione che serviva a semplificare i conti. In realtà la prima volta che sono stato in Francia, all'inizio dei '70, c'era ancora una grande confusione perché erano in circolazione tutte e due le monete. Prima che il vecchio franco fosse ritirato del tutto.

Il problema è che noio non ci rendiamo conto di cosa sia realmente l'inflazione, l'economia oggi è incredibilmente stabile, addirittura ci si preoccupa del fatto che di inflazione ce ne sia poca. Ma nei periodi di crisi, o anche di grande espansione, i prezzi cambiano da un giorno all'altro.

Sono stato in Bolivia in tempo di iperinflazione (a occhio il 150% al mese). All'inizio c'erano banconote da cinque o dieci pesos, dopo un mese e mezzo l'unità minima era il pacchetto da dieci banconote da mille pesos, i tagli più piccoli venivano strappati e buttati. Ho cambiato pochi cruzeiros al confine col Brasile e mi hanno dato una scatola di scarpe piena di banconote. Giuro!. Durante la repubblica di Weimar giravano francobolli da dieci miliardi di marchi.

Sono sicuro che anche in Francia siano successe cose del genere. L'unica, se vuoi essere rigorosa, è procurarti documenti dell'epoca. Per esempio ho trovato la prima pagina del Matin del 30 giugno 1941. Un giornale costava 50 centesimi. Nel 1908 Le Figaro costava (col supplemento letterario) 15 centesimi

Ho trovato un sito con moltissimi giornali d'epoca, puoi cercare lì se trovi qualche prezzo. Non è facile ma, per esempio, adesso so che una bottiglia di rum nel 1900 costava 3 franchi e 60.

Il sito è questo: http://filosofiastoria.wordpress.com/tag/giornali-storici-digitalizzati/ Ma forse ti conviene andare direttamente a questa pagina: http://gallica.bnf.fr/html/presse-et-revues/les-principaux-quotidiens

Modificato da Nanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Davvero interessante quello che mi stai dicendo, ammetto di essere molto ignorante in materia. Appena torno a casa do un'occhiata ai link che mi hai lasciato, grazie davvero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcosa di interassante di quello che cerchi si trova anche ne "I segreti di Parigi" di Augias (tipo com'erano i quartieri a quell'epoca) Altro potresti trovarlo nella bibliografia in appendice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

http://www.nber.org/databases/macrohistory/contents/

http://www.iisg.nl/hpw/link.php#fran

http://eh.net/databases/

http://eh.net/database/wheat-prices-in-france-1825-1913/

Per una visione più generale The Cambridge Economic History of Europe, in particolare il volume 8:

http://dx.doi.org/10.1017/CHOL9780521225045

Ma io darei un'occhiata anche al 7. Trovi questo o l'edizione in italiano di Einaudi in una qualunque grande biblioteca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Eudes, grazie per il titolo. Ho preso l'ebook, sembra davvero utile!

 

@swetty, grazie per i link, davvero interessanti! Mi saranno d'aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×