Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

FabCol

Edelweiss

Post raccomandati

Gli ho inviato il primo libro di una trilogia techno fantasy.

Mi ha risposto l'editor facendomi i complimenti e dicendomi che invece che mandarmi la scheda mi voleva sentire su skype perché l'ha trovato molto interessante e voleva parlarmi ecc ecc.

Intanto io ho preso accordi con Franco Forte per farmelo editare (gli ha dato un'occhiata veloce e gli sembra ok), lo pagherò molto ma è esattamente il professionista che mi serve per questo tipo di genere letterario.

Ho detto a quelli dell'agenzia questa cosa e ci dovremmo sentire la prossima settimana.

Ora, nell'ipotesi che costoro fossero interessati a rappresentarmi, quello che mi chiedo e che chiedo a voi è: posso farmi rappresentare da costoro tenendoli in stand by per 3 mesi ed editarlo come dico io e con chi dico io (Franco Forte in questo caso appunto) oppure non è una prassi comune, nel senso che l'agenzia potrebbe dirmi: se vuoi essere rappresentato da noi devi anche editarlo secondo le indicazioni del nostro editor?
Qualcuno ha idea o ha avuto esperienze simili?
Grazie belli
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che non sono mai arrivato a questo punto con un'agenzia, credo che la cosa fondamentale da capire sia quale dei due può offrirti il supporto migliore in termini di contatti. Do per scontato che la qualità e l'interesse ci siano, perciò se fossi in te mi preoccuperei di capire con chi potrei ottenere il supporto migliore per farlo pubblicare, distribuire e pubblicizzare al meglio.

Probabilmente l'agenzia vorrà comunque imporre il suo editor: in fin dei conti è nel loro interesse mantenere un certo livello fra i titoli che pubblicano.

Se posso darti un coniglio, cerca di capire dall'agenzia soprattutto le reali possibilità di pubblicazione e quali sono i servizi che ti offrono. Soprattutto con quali garanzie e a quale prezzo.

L'istinto mi dice che uno scrittore con un romanzo appena scritto potrebbe essere un 'boccone appetitoso' per gente esperta del settore.

non so quanto ti posso avere aiutato :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché? Non stiamo parlando di una casa editrice medio grande o grande, che dici "ecco l'occasione che aspettavo".
Parliamo di un'agenzia piccola e nata da poco... voglio dire: non è meglio puntare a un editing fatto molto molto bene e a un'autopubblicazione su amzon (al limite) con un prodotto valido rispetto a "trovarti un'agenzia" come priorità?
Chiedo eh... io almeno la vedo in questo modo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stamane ho avuto un "incontro skype" con loro e sono rimasto piacevolmente colpito da professionalità, chiarezza, onestà, cortesia e simpatia.

 

Mi sembra un'agenzia assolutamente valida.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che ti convenga attendere l'editing di Forte (lo conosco) prima di impegnarti con l'agenzia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che ti convenga attendere l'editing di Forte (lo conosco) prima di impegnarti con l'agenzia.

 

è esattamente quello che mi han detto loro, avendo verso di lui la massima stima.

siamo rimasti che edito con lui e poi ne ragioniamo.

anche per questo mi hanno fatto un'ottima impressione :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Mi sono iscritto da poco proprio per porre questo topic: in internet ho trovato questa agenzia letteraria "Edelweiss". Leggo che sono nati da poco e chiedono un contributo piuttosto piccolo per una valutazione che ti danno in 40 giorni lavorativi. Volevo chiedere se qualcuno di voi ha mai avuto contatti con questa agenzia e se sì come lavorano o cosa ne pensate. Grazie!

Ho inviato loro il manoscritto del mio romanzo. Ho speso 119 euro. Mi hanno inviato una scheda di valutazione. La ritengo non giusta al riguardo della mia opera. Sono molto legati alle loro regole. Mi hanno scritto che faccio largo usao dei puntini sospensivi. A parte il fatto che oggi sono usati da molti, ho scoperto che anche il grande scrittore Dostoevskij ne ha fatto un grande uso! Poi mi hanno scritto che uso molti aggettivi nella descrizione di una donna. Perché? C'è un limite all'uso degli aggettivi? Alla fine non hanno accettato il mio scritto per proporlo agli editori. In ogni caso, se l'avessero accettato, lo avrebbero proposto solo ad editori del Lazio. Il ché è un grosso limite. Probabilmente lo avrebbero proposto a piccoli editori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un saluto a tutti.

Mi risulta che questa agenzia sia attualmente divenuta Bennici&Sirianni, con ufficialità da gennaio 2016.

Il sito, però, non mi sembra ancora attivo, per questo non ho aperto un thread apposito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! ^_^

L'Agenzia Edelweiss esiste ancora ed è in piena attività. :)

Questo è il nuovo sito: http://agenziaedelweiss.com

Questa è la pagina Facebook: https://www.facebook.com/AgenziaLetterariaEdelweiss

 

Bennici&Sirianni è una nuova agenzia letteraria aperta dalla fondatrice dell'Agenzia Edelweiss.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un saluto a tutti/e.

Stavo pensando di affidare un mio romanzo a questa agenzia letteraria. Qualcuno ha nuove esperienze da riportare?

Grazie, e buona domenica a tutti/e.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, Giambattista Carapace dice:

li sconsiglio apertamente, senza appello!

Di solito si allega una semplice motivazione in caso di affermazioni del genere (nel rispetto della legge e del rispetto dell'agenzia, dello staff e degli utenti).

Parlare così è come parlare al vento.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

già, ragionevole! garantiscono 40 giorni - e grazie a quella ci si sente stimolati -  per ricevere una risposta sul lavoro sottoposto a valutazione. Ad oggi sono passati 70 giorni!

forse sono eccessivamente, come dire, pretenzioso, ma ho vissuto tre anni in Germania

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, Giambattista Carapace dice:

già, ragionevole! garantiscono 40 giorni - e grazie a quella ci si sente stimolati -  per ricevere una risposta sul lavoro sottoposto a valutazione. Ad oggi sono passati 70 giorni!

forse sono eccessivamente, come dire, pretenzioso, ma ho vissuto tre anni in Germania

Sì, forse sì. Non penso sia una ragione valida per "sconsigliarla senza appello". Hai provato a mandare un sollecito?

Se, inoltre, stai parlando della valutazione dei manoscritti inediti, sul loro sito c'è scritto: "La scheda sarà consegnata dopo due mesi dall’invio del manoscritto".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Sul loro sito riportano:

 

Cita

La scheda sarà consegnata dopo due mesi dall’invio del manoscritto.

 

Non lo so se in Germania esistono ritardi con le consegne delle schede di valutazione...

Sentirei le scuse proposte a riguardo (tenendo in conto che si tratta sempre di esseri umani) e se il ritardo supera i limiti della sopportazione personale, chiederei un rimborso, che giudico in questo caso del tutto lecito. Se invece sei intenzionato ad aspettare, mi armerei di pazienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete ragione, allora! la sconsiglio ma con riserva d'appello! 

quando li ho contattati, sì sì ok si sono scusati, ininfluente, mi hanno risposto che hanno ritardato causa periodo di natale. Che periodo hanno attraversato? il 25 era domenica, il 31 era sabato! 

ad ogni modo, mi scuso per i toni!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma secondo te il periodo di Natale è solo il 25 e il 31? Tutte le case editrici e le agenzie chiudono almeno tre settimane in quel periodo. Hanno diritto di ferie anche loro, eh.
Devi calcolare 40 giorni lavorativi, esludendo il periodo 20 dicembre - 9 gennaio. E poi concedere la possibilità di un ritardo, magari.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@acherusa @acherusa @acherusa 

la motivazione. 

la loro colpa è di non essere stati puntuali a fronte di un impegno contrattuale, settanta giorni invece di quaranta per un lavoro di 186 pagine. Un'altra è quella di fornire gli stessi giudizi che potrebbe offrire un amico a cui piace leggere. Le altre le tengo per me, perché dovrei dare esempi. 

La loro giustificazione però è quella di operare in un paese in cui nessuno legge ma tutti scrivono, i lavori che gli arrivano sono infiniti ed è umano, umanissimo non voler perder tempo in passaggi che non si capiscono

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti e a tutte, purtroppo la mia esperienza con Edelwaiss non è stata affatto positiva. Non consiglierei questa agenzia ad un amico. A parte il fatto che mi hanno consegnato la scheda di valutazione con ritardo di quasi un mese rispetto ai tempi concordati, non mi sono piaciuti i loro modi.

La valutazione è stata negativa, questo non è per me un problema, le critiche e i rifiuti sono una grande occasione per crescere, mettersi in discussione e migliorare il proprio lavoro.

Però c'è modo e modo di dire le cose.

La valutazione aveva dei toni che a me sono sembrati un tantino arroganti, in ogni caso poco rispettosi del lavoro che c'è dietro chi scrive un romanzo.  

Chiedere di essere valutati non può  e non deve significare, da parte degli scrittori esordienti, rinunciare alla propria autostima.

Le critiche, anche le più dure, posssono essere espresse senza mancare di sensibilità per chi ha dedicato mesi, se non anni, per scrivere un romanzo. Leggendo quello che l'agenzia mi ha scritto mi sono sentito a disagio, i toni erano paternalistici, se non di superiorità. Lunghi paragrafi erano dedicati a considerazioni generali su come si scrive un romanzo, con citazioni di autori famosi e teorie letterarie, per cui ho avuto l'impressione di leggere brani di una tesi di laurea copincollati ad hoc. Le riflessioni e le "lezioni" si incentravano principalmente sull'incipit e sui primi capitoli, per cui ho avuto la netta sensazione che avessero letto solo la prima parte del romanzo. 

Dal mio punto di vista, le cento euro che mi hanno chiesto sono state praticamente sprecate. Lo so, non è molto, ma non è neanche poco. Se avessi voluto leggere un manuale di letteratura sarei andato in libreria e avrei speso molto ma molto meno.

Spero di esservi stato utile. Ovviamente non prendete la mia esperienza per oro colato, magari chi ha scritto la valutazione quel giorno si era alzato col piede sbagliato. Comunque, essendo rimasto molto male, neanche io in questo momento sono pienamente obbiettivo. Riflettete però sul fatto che essere dei professionisti, in questo campo, significa anche saper esporre le proprie critiche in modo costruttivo e positivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Gasp-are , grazie per aver condiviso la tua esperienza. Ho notato che sei nuovo del forum, potresti cortesemente presentarti alla comunità, come da prassi? Basta aprire una discussione nella sezione Ingresso e raccontarci qualcosa di te; ciò servirà a farti conoscere e a ricevere qualche consiglio per ambientarti meglio nel forum. Inoltre darà a noi l'occasione per accoglierti con un benvenuto ufficiale. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, ElleryQ dice:

Ciao @Gasp-are , grazie per aver condiviso la tua esperienza. Ho notato che sei nuovo del forum, potresti cortesemente presentarti alla comunità, come da prassi? Basta aprire una discussione nella sezione Ingresso e raccontarci qualcosa di te; ciò servirà a farti conoscere e a ricevere qualche consiglio per ambientarti meglio nel forum. Inoltre darà a noi l'occasione per accoglierti con un benvenuto ufficiale. :)

Ciao ElleryQ, grazie mille, non sapevo che ci fosse la possibilità di poresentarsi alla comunità e allo stesso tempo ricevere qualche consiglio (di cui ho proprio bisogno)! Lo farò al più presto :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dunque. Avevo inviato il mio romanzo a inizio anno per ottenere la scheda di valutazione e sperando nell'interesse dell'agenzia a rappresentarmi. Con un lieve ritardo sui tempi indicati ho ricevuto una mail nella quale mi si chiedeva un contatto diretto poiché il romanzo era stato apprezzato e desideravano parlarne per un lavoro di editing finalizzato alla rappresentanza. 

Da allora ho avuto spesso occasione di parlare con loro, scambiando materiale utile alle correzioni richieste e un confronto sereno e costruttivo su le modifiche da apportare. Circa quattro mesi di lavoro, durante i quali io mi sono preso molto tempo perché volevo sfruttare bene l'occasione di lavorare in maniera proficua, non solo per il romanzo ma anche per la mia personale formazione. 

Al termine dell'ultima stesura l'agente mi ha confermato che il romanzo è interessante e ho firmato un mandato con la loro agenzia. Sono stati molto diretti nel dirmi che non sarà affatto semplice essere pubblicato e che non ci sono passaggi automatici. Nessuna richiesta di denaro ad esclusione del compenso richiesto per la scheda al primo contatto. Nessun cavillo particolare nel mandato d'agenzia che anzi lascia ampi margini di contrattazione. Per questioni personali mi sono trovato a scendere a Roma e mi hanno accolto con grande disponibilità, abbiamo pranzato insieme ed ho così avuto di persona la conferma delle ottime sensazioni provate nei mesi di lavoro e per telefono e mail. Al momento non posso che lasciare una testimonianza assolutamente positiva. A vostra disposizione se avete domande o chiarimenti. Buona scrittura.

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@AndreaA Ciao, innanzitutto complimenti. Hai già trovato un editore? Vorrei chiedere loro una valutazione del mio rromanzo, quando sarà pronto, e sto valutando le diverse agenzie. Certob se ho ben capito, i tempi dall'invio della richiesta di valutazione alla firma con l'agenzia sono stati lunghi, circa un anno. Però meglio fare le cose bene...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, Rototom ha detto:

@AndreaA Ciao, innanzitutto complimenti. Hai già trovato un editore? Vorrei chiedere loro una valutazione del mio rromanzo, quando sarà pronto, e sto valutando le diverse agenzie. Certob se ho ben capito, i tempi dall'invio della richiesta di valutazione alla firma con l'agenzia sono stati lunghi, circa un anno. Però meglio fare le cose bene...

Ciao, grazie. Per ora niente pubblicazione, so che il romanzo è stato oggetto di colloqui durante la fiera di Milano ma al momento le bottiglie rimangono ben chiuse in frigo. In realtà i tempi sono stati più rapidi: in tutto circa sette mesi. ma devo dire che me la sono presa comoda, come detto nel precedente post. In bocca al lupo e aggiornami!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×