Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Falco editore

Post raccomandati

Buonasera, io ho ricevuto una telefonata in cui si complimentavano per il mio romanzo. Abbiamo fatto una breve chiacchierata che mi ha colpito molto per la gentilezza e l'affabilità della persona che mi ha chiamato (credo fosse il signor Falco in persona). Ha detto che mi richiama. Speriamo bene!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io e mio marito abbiamo pubblicato due libri con questo editore e abbiamo pagato per entrambi. Non hanno mai organizzato degli incontri per pubblicizzare i libri, anzi siamo stati due volte a nostre spese alla fiera del libro a Torino. Abbiamo superato abbondantemente le copie vendute che ci davano diritto alla percentuale ma non abbiamo percepito un euro. L'editore si rifiuta di darci un esatto numero delle copie vendute, che conosciamo grazie a delle nostre amicizie, anzi non ci risponde neanche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho Ricevuto due proposte di contratto da questo editore. Una free e l'altra in cui mi chiedevano di comprare delle copie (parecchie) scontate del venti per cento. Sono molto gentili e, vedo, anche molto in gamba nella promozione. Ma, essendo contrario all'acquisto di copie e avendo ricevuto altre proposte completamente free ho deciso di reclinare gentilmente. Mi avevano regalato un loro libro in passato e devo dire che sono ben rilegati, con alette e, nel caso del romanzo in mio possesso, privo di refusi o errori. Sono distribuiti da messangerie ma non so, onestamente, quanto si impegnino nella promozione. Il mio parere non è negativo e non punto il dito contro chi decide di acquistare delle copie, solo che io preferisco non farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Conosco personalmente un paio di persone che hanno pubblicato con loro e sono molto felici di questa scelta. Io ho rifiutato per una serie di motivazioni. L'opzione a "pagamento" prevedeva da parte mia l'acquisto di 200 copie al prezzo di 10 per un totale di 2000 euro. Poi, ripeto, il signor Falco ti dava la possibilità di accettare una seconda proposta Free con una tiratura limitata. Avrei potuto anche accettare quella, volendo, ma la proposta era arrivata dopo appena tre settimane dall'invio del manoscritto e ho deciso di rimetterci mano e avere pazienza. Ed è a data bene perché dopo tre mesi mi è arrivata la proposta che cercavo da un'altra CE. Onestamente credo che non sia carino pubblicare foto le foto della bozza di contratto con tutte le info tecniche, opinione personalissima, ecco perché io non lo faccio. In bocca al lupo a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me è appena arrivata la proposta di pubblicazione, prima tiratura di 1000 copie e dovrei acquistarne 250 al prezzo di 2500 euro. Direi che passo, anche se a malincuore dato che vanta messaggerie come distributore... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che questa discussione si è recentemente aggiornata, mi pare giusto, da nuovo utente, dare il mio piccolo contributo.

 

Un mio caro amico ha pubblicato con Falco poco più di un anno fa. Le mie informazioni in proposito sono letteralmente di prima mano, visto che abbiamo fatto tutto insieme, dalla correzione di bozze (faticosissima per me, perché il mio amico scrive in maniera molto approssimativa e distratta) alla ricerca di una casa editrice disposta a pubblicarlo. Siamo partiti dai big (come tutti, credo) per poi scendere via via la catena alimentare dell'editoria fino addirittura agli editori a pagamento. Sia perché eravamo (allora) completamente ignari dei meccanismi del mondo editoriale, sia perché il mio amico, in fondo in fondo, sarebbe stato persino disposto a pagare per vedersi pubblicato. Diciamo che per lui si trattava del classico "vanity project", anche se lui magari non l'avrebbe ammesso del tutto.

 

Inutile dire che, una volta toccato il fondo dell'EAP, le proposte contrattuali hanno iniziato a piovere come le zanzare che si schiantano contro quegli aggeggi elettrici che le fulminano. Una più viscida dell'altra. Tra queste, quella di Michele Falco, editore di Cosenza, che proponeva un contratto in due versioni di cui una senza contributo, più o meno come già illustrato da altri utenti. Il mio amico ha deciso di accettare quest'ultima, ben conscio che avrebbe comunque avuto la necessità di acquistare un notevole numero di copie per uso personale. Fin qui tutto bene, se vogliamo. Purtroppo, oltre a stampare il libro, apporgli il codice ISBN e partecipare a qualche fiera (Salone del libro a Torino, Più libri più liberi a Roma e forse altre minori), Falco non fa assolutamente niente. 

 

Riassumo: 

- l'editing non esiste, in nessuna forma, né lieve né pesante;

- la correzione di bozze idem;

- la copertina l'abbiamo fornita noi, del tutto amatoriale, preparata quando il mio amico sembrava essersi rassegnato all'idea di autopubblicare un semplice ebook su Amazon, e secondo Falco andava benissimo;

- l'appoggio promozionale è inesistente: le due presentazioni che è riuscito a fare, il mio amico se le è dovute organizzare da solo (almeno l'editore ha spedito le copie necessarie per tempo);

- la presenza in libreria è una chimera: a parte tre librerie "amiche" (amiche dell'autore, non dell'editore) in cui l'autore è riuscito a piazzare qualche copia, nessuna libreria ha un solo titolo di questo editore a negozio e, non avendolo mai sentito nominare, nemmeno si prendono la briga di ordinarne, men che meno ora che non è più distribuito da Messaggerie.

 

Aspetti positivi, nonostante tutto:

per chi desidera un bel prodotto editoriale con il proprio nome in copertina, da accarezzare con voluttà nelle lunghe notti invernali solitarie e da regalare ai soliti parenti, amici e conoscenti, Falco può andare. La qualità tecnica della pubblicazione, infatti, non è niente male: non so se tutti i libri di Falco si equivalgono, ma quello del mio amico è un soft cover 20x13 molto ben fatto, dalla copertina semirigida plastificata, comprensiva di alette (che per me sono fondamentali, perché le copertine semplici, prive di alette, tendono a rovinarsi lungo i bordi con grande facilità). La carta è di ottima qualità (ed è avorio, mentre non pochi editori minori fanno uso di quella bianca, pessima) e l'impaginazione è ordinata. Se avete la possibilità di fornire una immagine di copertina di livello professionale, vi ritroverete indubbiamente con un bel volume. Se poi avete una presenza "social" davvero potente, nulla vieta che riusciate persino a venderne parecchie copie. In questo caso, però, vi consiglio di rivolgervi prima a un professionista per l'imprescindibile editing.

 

Spero di avere fatto cosa gradita con questo mio post e di essere stato utile a qualcuno.

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera,

visto il tempo trascorso dagli ultimi interventi, credo sia il caso di contribuire alla discussione, avendo una recentissima esperienza con questa CE.

Il 31/12 invio due mie opere in saga, oltre a sinossi e notizie anagrafiche.

Il giorno 8 gennaio ricevo risposta, con allegato contratto di edizione.

A parte la considerazione che otto giorni inframmezzati da tre giorni festivi mi sembrano pochini per valutare approfonditamente due opere di un esordiente, per cui o la CE non ha lavoro, o i due libri non sono stati letti né, tantomeno, valutati, andiamo ai punti salienti del contratto proposto:

  • royalties al 20%
  • cessione diritti: 2 anni
  • prima edizione: 700 copie
  • obolo richiesto: 2.200 Euro

Nessuna alternativa di quelle di cui ho letto nella discussione, tipo edizione a copie ridotte senza contributo.

Ma soprattutto, nessuna menzione delle modalità di rendicontazione e liquidazione delle royalties che, oltre tutto, mi sembrano fuori mercato in quanto a percentuale. Il tutto in un contratto nel cui testo sono presenti refusi, il che è particolarmente grave per una CE.

Inutile dire che ho rifiutato.

Saluti e auguri a tutti.

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×