Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Xariro

Giuliano Ladolfi

Post raccomandati

Nome: Giuliano Landolfi

Generi: narrativa, saggistica, poesia, narrativa per l'infanzia, classici, arte, filosofia, narrativa scolastica, folklore, fantasy

Modalità di invio manoscritti: http://www.ladolfieditore.it/index.php/it/f-servizi.html

Distribuzione: non specificata

Sito web: http://www.ladolfieditore.it/index.php/it/homepage-ita.html

Facebook: https://www.facebook.com/ladolfi.editore

 

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Non ci ho mai avuto a che fare e tra l'altro dal loro sito non si capisce se pubblichino free o a pagamento  :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Chiedi direttamente a loro se questa pubblicazione prevede dei costi, di che distribuzione si parla, della percentuale che ti spetterà. Alcuni dicono di non parlare subito di soldi, io invece sono dell'idea che queste sono le primissime cose da mettere in chiaro. (se qualcuno può unirmi i commenti ne sarei grato, grazie)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra i vari servizi offerti mi pare ne manchi uno: la pubblicazione del libro. La pubblicazione dovrebbe essere il modo in cui una Casa Editrice rientra dalle spese, se non è prevista evidentemente dalle spese l'impresa rientrerà in qualche altro modo. Presumibilmente richiedendo i soldi all'autore.

Un ragionamento contorto, me ne rendo conto, ma secondo me o non siamo di fronte a una casa editrice ma a un'agenzia di servizi editoriali, oppure si tratta di un EAP.

A conforto di questa tesi c'è che la Casa Editrice Giuliano Ladolfi è tra le CE beneficiate dal Premio "concorso letterario nazionale InediTO - Premio Colline di Torino" che vengono complessivamente definite come case editrici a pagamento. E per questo motivo il topic su quel premio è stato chiuso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti questi servizi mi rendono dubbiosa, anche perché la maggior parte di questi rientra in una normale pubblicazione, e il libro pubblicato dovrebbe rientrare nel formato di pubblicazione (stile di copertina, formato, carattere, carta, colori), che adotta normalmente la casa editrice, quindi non capisco il servizio di consulenza in tal senso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicano uno o due lavori su cento esaminati.

Sì, ma facendo pagare iservizi necessari all'edizione o no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi gli ho inviato una mail ricordandogli che non posso in alcun modo autofinanziarmi e che non posso acquistare più di 15 copie per uso personale. Ora vediamo che succede.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Hanno risposto alla nostra email, ci dichiarano di non richiedere contributi per la pubblicazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho inviato il manoscritto il 14 febbraio e oggi mi hanno risposto che è ha superato la prima fase... Poi mi hanno chiesto quante copie sono intenzionato ad acquistare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh che dire in soli cinque giorni hanno valutato grandi opportunità per te xD

Modificato da Gongola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh che dire in soli cinque giorni hanno valutato grandi opportunità per te xD

 

Devo aver scritto un capolavoro  :trollface:.

Comunque mi hanno un attimo sollecitato perché ci tengono a presentarlo per la fiera del libro di Torino... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se viene fuori che si tratta di un EAP non ci fai bella figura secondo me a presentare il libro in giro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Ho inviato il manoscritto il 14 febbraio e oggi mi hanno risposto che è ha superato la prima fase... Poi mi hanno chiesto quante copie sono intenzionato ad acquistare.

 

Ma è una cosa informativa, del tipo "vuoi comprare delle copie scontate del tuo libro?" o "quante copie sei disposto a comprare per pubblicare?"? Perché sono due cose profondamente differenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ayame ti rispondo io. Nel mio caso, mi chiesero quante copie mi servivano, e la cosa non era legata alla pubblicazione, ma al non creare accumuli nel loro magazzino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Ho inviato il manoscritto il 14 febbraio e oggi mi hanno risposto che è ha superato la prima fase... Poi mi hanno chiesto quante copie sono intenzionato ad acquistare.

 

Ma è una cosa informativa, del tipo "vuoi comprare delle copie scontate del tuo libro?" o "quante copie sei disposto a comprare per pubblicare?"? Perché sono due cose profondamente differenti.

 

 

Vorrei rispondere con MP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anche io ho ricevuto una risposta dopo cinque giorni (stessi giorni di Montag).

Nell'e-mail è chiesto "chiediamo se e quante copie desidera acquistare per evitare accumuli in magazzino" e alla mia risposta "zero" la proposta è stata mantenuta, quindi non sembra EaP.

Il vero problema, a mio parere, è la richiesta di decidere se proseguire o meno con loro senza vedere alcun contratto. Alla mia richiesta di averlo mi è stato risposto con un elenco degli elementi contenuti, sono cose chiare come la percentuale che va all'autore, distribuzione, etc. (dettagli contenuti sin dalla prima e-mail) ma trovo rischioso dare il via all'editing e alla stampa del libro senza vedere e firmare il contratto. E non lo dico solo per me, ma anche per loro. Questa cosa sinceramente mi blocca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Grazie Wonderland della testimonianza :)

Ma il contratto te lo mandano e sono in ritardo o ti hanno detto che non intendono farlo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Valpur

In effetti iniziare un lavoro di editing senza un contratto mi sembra assurdo e poco conveniente anche per l'editore: l'autore potrebbe liberamente prendere il testo editato e spedirlo a qualcun altro, senza vincoli contrattuali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di niente, è un piacere poter dare un piccolo contributo. =*

 


Hanno detto chiaramente che, prima di firmare il contratto, si fa editing (con l'autore), bozza, copertina e stampa. Quindi il contratto si firma dopo, ma a detta loro c'è. Io l'ho chiesto subito, specificando che senza non avrei mai potuto rispondere sì o no, e mi è stato risposto un elenco dei punti trattati. E il contratto non c'era. Con me sono stati gentili e disponibili, quindi nulla di personale contro di loro, ma come dicevo prima senza contratto è tutto troppo vago e quindi no. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Valpur

Stampa *prima* della firma del contratto? Mi sembra follia, non hai garanzie in primo luogo tu come autrice!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rientro in quelli che hanno ricevuto risposta dopo 5 giorni. Ieri pomeriggio mi ha risposto Ladolfi stesso dicendo che dopo mesi di esiti negativi il mio romanzo è stato considerato valido.

Dopo di che, chiedendo io chiarimento, mi ha risposto stamattina dicendomi: "Le ho comunicato che ha superato il primo step... Procediamo?"

 

Cioè ma che vuol dire? Una casa editrice chiede all'autore di procedere? Ovviamente ho chiesto dettagli sulla procedura. Attendo la risposta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Ieri pomeriggio mi ha risposto Ladolfi stesso dicendo che dopo mesi di esiti negativi il mio romanzo è stato considerato valido.

 

Questo è mentire.

 

Infatti, anche perché andando indietro in questa discussioni ci sono altre persone che hanno ricevuto l'offerta. Mi ha risposto dicendo che ora è in ospedale e appena possibile mi parlerà della loro proposta.. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Operate editing sul testo in assenza di un contratto potrebbe risultare una prestazione, e a fronte di questo potrebbero tranquillamente chiedervi dei soldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche perchè sul loro sito, caro montag, è scritto espressamente SERVIZI per gli autori.

ma come al solito il tutto rimane sotto un'ancestrale nube di mistero :asd:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Beh, fintanto che non arrivano chiare segnalazioni documentali che dimostrano la richiesta di contributo, può essere tutto e il contrario di tutto. Per ora, a parte il fatto che l'editore ci ha affermato di non chiedere alcun contributo all'autore per pubblicare, non abbiamo altri feedback. Sappiamo solo che valutano in cinque giorni e che a qualcuno non è pervenuto il contratto perchè lo mandano dopo la stampa e questo non è chiedere soldi. Facciamo solo Attenzione a ciò che ciascuno di noi dichiara ed ai giudizi che esprimiamo, ognuno si sta assumendo la responsabilità di quello che dice.

Operate editing sul testo in assenza di un contratto potrebbe risultare una prestazione, e a fronte di questo potrebbero tranquillamente chiedervi dei soldi.

Questo è vero sino a un certo punto: se io non ti autorizzo formalmente a farlo e tu non mi comunichi formalmente di voler essere pagato, puoi decidere di prestarmi tutta l'opera che vuoi, che rimane puro volontariato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, fintanto che non arrivano chiare segnalazioni documentali che dimostrano la richiesta di contributo, può essere tutto e il contrario di tutto. Per ora, a parte il fatto che l'editore ci ha affermato di non chiedere alcun contributo all'autore per pubblicare, non abbiamo altri feedback. Sappiamo solo che valutano in cinque giorni e che a qualcuno non è pervenuto il contratto perchè lo mandano dopo la stampa e questo non è chiedere soldi. Facciamo solo Attenzione a ciò che ciascuno di noi dichiara ed ai giudizi che esprimiamo, ognuno si sta assumendo la responsabilità di quello che dice.

Operate editing sul testo in assenza di un contratto potrebbe risultare una prestazione, e a fronte di questo potrebbero tranquillamente chiedervi dei soldi.

Questo è vero sino a un certo punto: se io non ti autorizzo formalmente a farlo e tu non mi comunichi formalmente di voler essere pagato, puoi decidere di prestarmi tutta l'opera che vuoi, che rimane puro volontariato.

 

 

Se rispondi in modo affermativo a una domanda come quella riportata qui di seguito (evidenziata in grassetto), senza avere in mano un contratto, penso che avrai i tuoi problemi a sostenere che hanno voluto fare del volontariato: 

Rientro in quelli che hanno ricevuto risposta dopo 5 giorni. Ieri pomeriggio mi ha risposto Ladolfi stesso dicendo che dopo mesi di esiti negativi il mio romanzo è stato considerato valido.

Dopo di che, chiedendo io chiarimento, mi ha risposto stamattina dicendomi: "Le ho comunicato che ha superato il primo step... Procediamo?"

 

Cioè ma che vuol dire? Una casa editrice chiede all'autore di procedere? Ovviamente ho chiesto dettagli sulla procedura. Attendo la risposta

 

Probabilmente in alcuni casi bisognerebbe utilizzare il principio di precauzione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×