Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Xariro

Giuliano Ladolfi

Post raccomandati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho pubblicato due mesi fa una raccolta poetica, ora posso dire qualcosa sulla propozione dell'opera.

Il libro è presente in molte librerie online, la copertura è davvero notevole. Per quanto riguarda la promozione vera e proprio è tutto sulle spallle dell'autore, la sola cosa che ho ricevuto dalla casa editrice è stato un elenco di poeti e critici a cui inviare i testi. Per quanto Giuliano Ladolfi sia disponibile, risponde alle mail velocemente, ti consiglia etc, i risultati raggiunti in questo periodo sono stati tutti derivati dalle mie tasche e dal mio lavoro. Non so se sia peggio o meglio di altri, ma questa è la situazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto anche io un parere favorevole, a tempo di record come voi.

Tuttavia, ho già rifiutato una proposta simile da Del Bucchia Editore (20 anni di cessione, 5% di percentuale per l'autore, promozione tutta sulle spalle dell'autore, distribuzione dignitosa, diritto di prelazione durante la validità del contratto).

 

Nei prossimi giorni contatterò l'editore per sentire. Imprescindibile per me è che io non sia -tenuto- ad acquistare copie, neanche una; che ci sia un contratto nero su bianco; che la durata sia inferiore, o, se di 20 anni, riguardi solo ed esclusivamente l'opera in questione senza diritti di prelazione. E, ovviamente, che le pubblicazioni siano di buona qualità (copertina, veste editoriale etc.). Poi la promozione la posso anche fare tutta da me, come con Eretica, ovviamente in tal caso compatibilmente con le mie forze, e quindi poco. 

Vi riaggiornerò in seguito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'editore, peraltro colto e gentilissimo, inizialmente dichiaratosi intenzionato a pubblicare l'opera da me inviata e senza necessità di acquisto di copie, mi ha poi rifiutato la pubblicazione in virtù della mia intenzione di prenotare solo 15-20 copie perché 'non può fare beneficenza'. Il punto ovviamente sarebbe un altro per il ruolo dell'editore. Acquistandone 50 o un numero tra 50 e 100 evidentemente la pubblicazione sarebbe stata avviata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao. Confermo che è a pagamento. Una mia conoscente ha sborsato 1.200 euro per la pubblicazione cartacea di 100 copie. Solo DOPO è venuta da me per chiedere una consulenza editoriale, ma... era ovviamente troppo tardi.

A disposizione per qualsiasi delucidazione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho parlato oggi con Giuliano Lafìdolfi e mi ha proposto la pubblicazione senza nessun impegno di acquisto copie e nemmeno di soldi come contributo per la pubblicazione. Se voglio avere delle copie le devo acquistare, ma non sono obbligata, almeno a voce mi ha detto così. Poi non so se sul contratto scritto le cose cambiano. Intanto questo è ciò che mi ha detto a voce. Mi pare che sia la stessa cosa che ho letto nelle pestimonianze precedenti. Se non mi sono persa qualche commento credo che Ladolfi non sia da inserire tra le CEa pagamento, semmai tra le CE a doppio binario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho pubblicato con Ladolfi (non ero un'esordiente). Dopo circa un mese, dato che non rispondevano e c'era un altro editore interessato, ho scritto una e-mail perché mi dicessero che volevano fare. Ha risposto l'editore e mi ha mandato alcune righe con il parere positivo dell'editor (non so chi) dal quale si evinceva che il libro l'avevano letto. Prima di decidere, ovviamente gli ho chiesto il contratto e me l'ha mandato in un paio di giorni. I punti che non mi convincevano li ho discussi e qualcosa abbiamo cambiato (lo faccio sempre con tutti gli editori, non è mai male negoziare). Assolutamente non mi ha chiesto soldi. Ha solo fatto presente che eventuali copie ordinate dall'autore avrebbero avuto uno sconto (credo di ricordare, il 40%). L'autore può proporre un'immagine di copertina. Io ho proposto tutta la copertina e la hanno accettata. Dopo la firma del contratto (un paio di mesi dopo?) mi hanno mandato le bozze in file pdf. Avevano fatto, senza chiedermi un euro, l'editing sulla punteggiatura, che però ho rifiutato, perché a mio avviso sballava troppo il ritmo della narrazione. Quindi ci siamo accordati che avrei rivisto per conto mio il testo, accettando solo i suggerimenti che condividevo. Così è stato. Il libro è stato distribuito presso tutte le maggiori librerie on line, disponibilità immediata o in qualche giorno: dipende dagli ordini che giungono al distributore. In conclusione, non sono stata obbligata per contratto a pagare alcunché, né a comprare copie, sebbene possa essere utile averne a metà prezzo per mandarle a critici, a qualche redazione o a qualche premio, perché loro, purtroppo, non hanno fatto promozione alcuna, tranne inserirlo sul loro sito. Non ho ceduto i diritti sulle eventuali traduzioni. E' una persona anziana e forse un po' suscettibile, credo un ex-preside e uno scrittore pure lui. Questo è tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×