Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Dark Writer

Pioggia incessante

Post raccomandati

Sto scrivendo una serie di racconti in cui piove sempre. La pioggia è abbondante e continua. Non vorrei cadere nell'esagerazione, però una pioggia debole non inciderebbe troppo. Quale potrebbe essere un limite di altezza dell' acqua? Dovrebbe avere una punta di catastrofico, ma senza sembrare "tamarro"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa lessi un articolo in cui si diceva che ci sono tracce di piogge pressocché ininterrotte in Equador per la durata di seicento anni circa. E questo nemmeno troppo tempo fa.

Comunque si può immaginare che i danni da piogge eccessive possano essere si due tipi: da dilavamento, cioè frane, nei luoghi scoscesi, da impaludamento nei luoghi piani. La maggior parte dei fiumi hanno un secondo letto più grande che circonda quello in cui l'acqua scorre e che si riempie in caso di piene, si chiama "area golenale", o semplicemente golena. Il guaio, in particolare in Italia, è che c'è stato un periodo piuttosto arido, nel secolo scorso, in cui queste aree sono rimaste quasi sempre all'asciutto, per cui vi si è costruito. Poi, nelgli ultimi due decenni, più o meno, le piogge sono tornate ad aumentare e ogni volta che c'è una piena quelle costruzioni finiscono sott'acqua.

Altri problemi derivano dall'abbandono delle aree collinari terrazzate. Senza manutenzione le vecchie terrazzature prima o poi cedono e il materiale che sarebbe franato poco alla volta nel corso di molti anni viene giù tutto insieme. Meno problemi crea invece, attualmente, il disboscamento, visto che i boschi sono da tempo in aumento.

Poi è importante capire se tu vuoi ambientare la tua storia in luoghi fortemente urbanizzati o nelle campagne, perché l'effetto può essere molto diverso. Comunque non devi aver paura di essere troppo catastrofico perché, sfortunatamente, la natura è capace di cose che senbrano inimmaginabili, finché non succedono. Le inondazioni che colpirono la Cina agli inizi degli anni trenta fecero tra gli ottocentomila e i quattro milioni di morti, inondando aree immense. Senza andare troppo lontano puoi cercare dati sull'alluvione del Polesine del 1951 (che fu preceduta, settant'anni prima, da un evento simile) o quella di Firenze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille per i dati, sono davvero utili :D Per l'ambientazione puntavo su una città, ma non una metropoli. Una dell'idee era che la popolazione cercasse rifugio nell'unico grattacielo cittadino, ma l'acqua dovrebbe salire fin troppo dando una sorta di irrealismo. Il punto è che la causa di tale pioggia incessante è dovuta a una cosa irrazionale e quindi il non realismo potrebbe starci...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In passato ci sono stati eventi veramente catastrofici. Per esempio ci fu un periodo in cui lo stretto di Gibilkterra era chiuso, poi si aprì e l'Atlantico si riversò nell'enorme valle arida che sarebbe diventata il Mediterraneo. Più recentemente lo stesso accadde col Mar Nero. Al suo posto c'era un lago relativamente piccolo, il lago Eusino. Il territorio circostanze era fertile e, forse, piuttosto caldo anche durante l'ultima era glaciale. Ci sono tracce di popolazioni relativamente evolute che lo abitavano. Ne sappiamo poco perché quando, sette/ottomila anni fa, le acque del Mediterraneo invasero il bacino del Mar Nero, sopravvissero in pochi e le tracce archeologiche furono sommerse. Qualcuno sostiene che la leggenda del diluvio universale si sia originata da questo evento.

Per una situazioine di questo tipo devi però avere un bacino chiuso, qualcosa come la Valle della Morte in California o il Mar Morto tra Giordania e Israele. Io ho visitato un posto simile a Santo Domingo, la laguna di Enriquillo, legata alla faglia che ha causato l'ultimo terremoto ad Haiti. Prima o poi si può prevedere che venga invaso dal Mare ma si può immaginare anche un inondazione da piogge. Il guaio è che non mi risultano città con grattacieli né nella Valle della Morte né a Enriquillo né nella grande Rift Valley di cui fa parte il Mar Morto.

Se ti bastano una decina di metri d'altezza o poco più o ricorri all'Olanda oppure alla foce del Mississipi. Il Mississipi, a causa dell'accumulo di detriti, attualmente scorre molto al di sopra del territorio circostante, la sua manutenzione è considerata talmente importante da essere affidata all'esercito e si prevede che, prima o poi, rompera l'argine e cambierà irreversibilmente il suo corso. Invadendo nuovi teritori e lasciando a secco New Orleans.

Oppure ti inventi un posto con le caratteristiche che ti servono.

Modificato da Nanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×