Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Grazie KATEUAN. Voglio però precisare due cose (ovviamente non a te ma in generale):

Prima: La mia delusione non nasce dal rifiuto, bensì dal fatto che la prima risposta fosse obiettivamente positiva.

Seconda: Lettere Animate NON sono una seconda scelta, in quanto il manoscritto l'avevo inviato prima ai Fratelli Frilli.

 

Comunque fatico ancora a capire cosa è successo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
17 ore fa, Borisvian dice:

Ragazzi, fumata nerissima....

 

il 29 gennaio scorso il sig. Frilli mi aveva scritto le seguenti parole:

Buongiorno Sig. Santambrogio,
il mio personale consiglio, appurata la bontà del Suo scritto, è di revisionarlo inserendo luoghi e ambientazioni specifiche. Sono convinto che caratterizzandolo si possa tranquillamente pensare ad una nostra pubblicazione.
Diversamente possiamo procedere a proporle una bozza di contratto per una pubblicazione digitale in eBook a cui seguirà un nostro colloquio telefonico per approfondire meglio tutti i punti che potrebbero risultare poco chiari o incomprensibili.
La ringrazio ancora e la saluto cordialmente.
 
Carlo Frilli
 
In data 8 gennaio invio il testo con le modifiche. Oggi visto la mancanza di una risposta mando una mail di sollecito. La risposta è la seguente:
 

Buonasera,

mi dispiace ma le sue integrazioni non sono assolutamente sufficienti.

La scelta di una buona ambientazione per La nostra collana è di primaria importanza.

Data la struttura del suo romanzo ritengo non sia ambientabile meglio di come lei ha già fatto. Ma così non è per la nostra collana.

Operare sul testo più profondamente significherebbe stravolgerlo, quindi meglio non tentarci neanche. Il libro ha un senso così, non è per noi, ma così funziona abbastanza bene. Quindi non escludo possa trovare altro editore interessato.

Se in futuro avrà altro da proporci altri titoli saremo lieti di riceverli in lettura.

Grazie per averci interpellato, auguri per il suo romanzo e saluti

Marcofrilli

 

A questo punto lascio la valutazione di quanto successo  a voi...

 

Da quanto leggo, la fumata è nera, ma non nerissima. Ti hanno detto che il libro funziona e che è buono. Non rientra nei loro piani per una distanza oggettiva tra il tuo testo e i loro parametri  ("ritengo non sia ambientabile meglio di come lei ha già fatto. Ma così non è per la nostra collana")  non per difetti intrinseci incurabili (" Il libro ha un senso così, non è per noi, ma così funziona abbastanza bene").

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mi dispiace Borisvian.

Concordo però con Roger. Non nerissimo, ma grigio. Non tutto è perso secondo me.

Non sappiamo come tu abbia sviluppato la parte richiesta da Frilli.

E non conoscendo il tuo manoscritto nessuno può darti un consiglio mirato.

Ti avevano chiesto di “revisionarlo inserendo luoghi e ambientazioni specifiche”, giusto?

Tu lo hai sicuramente fatto.

Ma poi rispondono: "mi dispiace ma le sue integrazioni non sono assolutamente sufficienti. La scelta di una buona ambientazione per la nostra collana è di primaria importanza."

 

Fossi in te, riproverei.

Qualche trucchetto te lo posso suggerire, se sei ancora in tempo e se sei disposto ad accettarli.

In fondo siamo qui per darci una mano, vicendevolmente. Tutti quanti.

 

Premetto che quel modo di esprimersi da parte dell'editore è dovuto al fatto che la pazienza e il tempo per certe faccende non è da tutti. E loro sono molto impegnati. Considera che è una piccola/media casa editrice e il personale non abbonda di certo. Tieni anche a mente che prediligono soprattutto, direi tutto, romanzi ambientati in Liguria, non importa dove, se a Ventimiglia o sulle alture di Loano o nei bassifondi di Savona, ma principalmente in Liguria. I tuoi personaggi li puoi mandare in vacanza a Cortina d'Ampezzo o a Verona, ma poi DEVONO ritornare in Liguria.

La loro collana non a caso si chiama “Liguria in giallo”.

Hanno tempi stretti da rispettare, non dispongono di una stamperia in proprio. Prima si servivano a Recco (GE) dalla Tipografia Me.Ca.  Attualmente stampano presso la Grafica Veneta S.p.A. di Trebaseleghe (Padova).

 

Detto questo, veniamo a noi. Ti dico come farei io. Non so se anche tu fai così. Ognuno ha il proprio metodo. Il tuo sarà senz'altro diverso e migliore, a seconda di cosa si scrive.

Trai poi tu le conclusioni. E scegli quello che è meglio.

 

Se desiderassi pubblicare con Frilli, prima di tutto acquisterei un libro (meglio due o tre) della loro collana e lo leggerei con attenzione, per capire cosa realmente vogliono dagli autori e come gli autori pubblicati sviluppano la trama e i luoghi.

 

Veniamo al tuo manoscritto.

Il personaggio principale lo hai descritto bene?

Ti riporto alcune considerazioni che avevo letto da qualche parte.

Come si chiama? Età? Occhi? Capelli? Alto o Basso? Magro o Grasso? Atletico o gracile? Ha un profumo particolare? Cosa ti ricorda? Carnagione ed etnia? Come sono le sue mani? Come si veste? Come parla? Come cammina? Come si muove? Che lavoro fa? Ha qualche segno particolare o un tic caratteristico? Da dove viene? Qual è il suo passato? Che qualità negative ha? Che qualità positive ha?

 

Per la descrizione dei luoghi in cui avvengono certi fatti, per esempio, non puoi scrivere soltanto che Tizio aveva appuntamento con Caio al Bar Corallo di Genova.

D'accordo, ma dove si trova questo bar? In quale via? Cosa c'è intorno? È in periferia o in centro? Se è nel centro è forse il centro storico? Descriviamo allora come è fatta questa parte di città. È una zona malfamata o no? È signorile, vissuta o è solo un dormitorio? Come sono i palazzi? Anneriti dallo smog?

Si trova invece sulle alture di Genova? Bene, il Bar Corallo è forse dalle parti di Castelletto? Allora dobbiamo specificare meglio. È in piazza Manin o in corso Firenze? Forse in un'altra zona? Diciamolo, allora. Ci sono piante? Che tipi di alberi sono? Le foglie sporcano le strade? Ci sono piccioni che deturpano le auto con i loro escrementi? Nello specifico, hanno insozzato la vettura di un nostro personaggio?

Il bar è piccolo o grande? Cosa c'è appeso alle pareti? Come sono le seggiole? Ci sono quadri? La cameriera è sexy o è una racchia?

Una pagina la si può anche sviluppare con questi dati. Più elementi metti, più il lettore rivede nella sua mente l'ambiente e lo “trascini” in quel posto, glielo fai rivivere.

Se ambienti un noir a Laigueglia (altro esempio) considera che non tutti i lettori conoscono quella località. Quindi devi senz'altro specificare che si trova sul mare. E devi descrivere la cittadina, scendendo nei particolari. Come sono le spiagge? Il nostro eroe ama passeggiare la sera in riva al mare? Il paese ha origini medievali? Ci sono resti romani? Come sono fatte le case? Sono ammucchiate l'una accanto all'altra come a Camogli? Sono tutte colorate? E quali sono i colori che spiccano di più?

 

Per finire l'ambientazione.

Ti faccio un esempio su uno degli ultimi tascabili di Frilli: “Bacci Pagano cerca giustizia”, di Bruno Morchio, ambientato per la maggior parte (manco a dirlo) a Genova.

Per descrivere l'appartamento (ripeto: appartamento) in cui un Tizio va ad abitare (non è l'investigatore ma il cliente) Morchio ci spende venticinque righe (quasi una pagina).

Per descrivere l'uomo che si fa una doccia, al ritorno da un viaggio, ci sono otto righe. Non lo liquida in poche parole, tipo: “Franco si concesse una doccia rinfrescante e alla fine si avvolse in un asciugamano di morbida ciniglia.

 

Avevi ammesso che: “descrizione dei luoghi è altrettanto importante ma faccio veramente fatica a svilupparla correttamente ”.

 

Ora ci sono due strade da percorrere.

 

La prima è affidarsi a una Agenzia Letteraria specificando come vuoi l'editing. Considera che meno di 4 Euro a cartella non ne trovi.

 

La seconda è quella di rivedere drasticamente il tuo manoscritto, senza stravolgerlo e poi telefonare a Frilli per un ulteriore invio. Ma solo quando sarai sicuro di aver seguito alla lettera i loro consigli (e i miei, se mi concedi la battuta)  ;-)

 

Con affetto, Flavio.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Flavio/Orfeo44. Sono rimasto veramente colpito dal tuo prezioso contributo. In realtà ho già comunicato alla CE che non sono più interessato ad una pubblicazione con loro, neanche in formato digitale. Il motivo? Semplice, non ho gradito molto il fatto che prima mi abbiano "illuso" dicendomi che: "Diversamente possiamo procedere a proporle una bozza di contratto per una pubblicazione digitale in eBook a cui seguirà un nostro colloquio telefonico per approfondire meglio tutti i punti che potrebbero risultare poco chiari o incomprensibili. " e poi, dopo aver comunque tentato di operare alcune modifiche per poter pubblicare in cartaceo, mi abbiano comunicato che la mia opera non li interessava più. Senza contare che ho aspettato praticamente un anno prima di arrivare a questo epilogo. Se mi avessero detto subito che date le caratteristiche del mio racconto, questo non rientrava minimamente nella loro linea editoriale, avrei risparmiato tempo e illusioni. Credo che ciò che ho scritto abbia un senso anche senza troppe descrizioni dei luoghi e rimaneggiarlo troppo sarebbe controproducente. Comunque la storia si svolge in Brianza (dove abito) e i Frilli hanno pubblicato parecchi libri ambientati al di fuori della "loro" Liguria. Questa esperienza mi servirà per il futuro...Ti ringrazio infinitamente e ti saluto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quel che ho letto di Frilli, precondizione ad una pubblicazione è quella di scrivere una sorta di "Tuttocittà" (che sia Genova o Milano o dove altro) con una storia in mezzo. A volte mi sembra quasi che si prediliga la prima caratteristica alla seconda...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ilguappo, potrebbe anche essere. Io ovviamente non ho scritto il romanzo in questione pensando di farlo pubblicare a loro. Non è nelle mie corde fare vestiti su misura. Visto che poi sono loro a mettere i soldi per la pubblicazione è giusto che in un'opera privilegino alcune caratteristiche piuttosto di altre. Comunque ciò che non ho gradito non è stato il rifiuto finale, bensì quello che mi era stato "promesso" prima e cioè nel caso in cui le mie rettifiche non fossero state sufficienti la pubblicazione in formato digitale. Ripeto: mi servirà di lezione. La prossima volta canterò vittoria solo dopo aver messo unafirma sul contratto editoriale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ricevuto oggi un cortese rifiuto. Nessun dramma, in cuor mio avevo già scelto diversamente. La motivazione è quella comune, ovvero non ci sono descrizioni abbastanza dettagliate... Pazienza : Chessygrin :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho più saputo NULLA. L'Editore ha detto che avrebbe letto per intero il romanzo e che avrebbe inviato i suoi consigli per renderlo eventualmente pubblicabile. Evidentemente non ha stimato il mio romanzo interessante per stamparlo. Io non chiedo e non sollecito nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
32 minuti fa, KATEUAN dice:

Io non ho più saputo NULLA. L'Editore ha detto che avrebbe letto per intero il romanzo e che avrebbe inviato i suoi consigli per renderlo eventualmente pubblicabile. Evidentemente non ha stimato il mio romanzo interessante per stamparlo. Io non chiedo e non sollecito nulla.

 

scusa se mi permetto, ma l'atteggiamento Torre d'Avorio non sempre paga. fossi in te, farei un nuovo sollecito, cosa ti costa? magari la tua pratica è ancora sulla scrivania dell'editore e ogni esito è ancora possibile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio Roger, nessuna Torre d'Avorio. Ormai sia per pubblicare romanzi che per vendere casa ( ahimé da anni ) mi sono stancato di rincorrere le persone...

Quando mi hanno pubblicato gli altri romanzi e i racconti non ho dovuto insistere e chiedere, mi hanno contattato nuovamente gli editori con buon esito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
28 minuti fa, KATEUAN dice:

Ti ringrazio Roger, nessuna Torre d'Avorio. Ormai sia per pubblicare romanzi che per vendere casa ( ahimé da anni ) mi sono stancato di rincorrere le persone...

Quando mi hanno pubblicato gli altri romanzi e i racconti non ho dovuto insistere e chiedere, mi hanno contattato nuovamente gli editori con buon esito.

 

allora mi taccio :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Roger, lo so a volte chiedere, infatti domandare è lecito, può servire a sbloccare una situazione... forse il timore di un ennesimo rifiuto mi rende oltremodo pessimista

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I link sono funzionanti e la casa editrice risulta attiva, benché uno dei due fondatori sia purtroppo venuto a mancare, come dall'annuncio qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, ElleryQ dice:

benché uno dei due fondatori sia purtroppo venuto a mancare, come dall'annuncio qu

;( Gli avevo parlato al telefono un paio d'anni fa e si era rivelato una persona di una cortesia squisita e di grande competenza.  Non avevo appreso la notizia e ne sono molto addolorato.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Volevo riportare la mia esperienza con questa CE.
Pochi giorni fa ho inviato loro un manoscritto. Mi hanno risposto oggi (rapidissimi, meno di una settimana) dicendo che la sinossi è molto interessante ma che il genere non è in linea con la loro collana cartacea. Il che è un legittimo motivo di rifiuto quindi niente da dire.

Solo che poi mi hanno proposto di leggere tutto il manoscritto per capire se sia inseribile in una loro collana di esordienti previa contributo di qualche centinaio di euro per editing, impaginazione, copertina, ISBN, inserimento sulle piattaforme e anagrafiche.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Sun , apprezziamo senz'altro il tuo contributo e la tua esperienza. Tuttavia, per prassi, i nuovi utenti si presentano nella sezione Ingresso prima di interagire sul forum. Potresti, per cortesia, inserire anche tu una tua presentazione? Ti attendiamo. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ElleryQ fatto. Scusate la dimenticanza!
@Rototom Nel mio caso, doppio binario senz'altro. Ma a quanto pare sono l'unica, anche la mia editor è rimasta di sasso quando gliel'ho riferito. Non so che dire.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno,

ho letto la sinossi del suo lavoro e nonostante abbia trovato interessante la trama sono costretto a declinare la sua proposta per un’eventuale pubblicazione poichè il genere non è esattamente in linea con la nostra collana cartacea.

Le propongo però una lettura del testo integrale che ci permetterebbe di comprendere meglio se inseribile in un nostro progetto di pubblicazioni di esordienti in formato digitale eBook.

Tale progetto prevede tutte le regole contrattuali standard delle pubblicazioni cartacee ma con un contributo minimo di poche centinaia di euro giusto per coprire le spese da sostenere (grafico, editing, impaginazione, attribuzione codici Isbn, inserimento in tutte le piattaforme e anagrafiche). Resta inteso che se il titolo dovesse registrare risultati e riscontri positivi di buon gradimento dal pubblico dei lettori del digitale sarà seriamente presa in considerazione una stampa della pubblicazione in formato cartaceo.

Se fosse interessato e volesse approfondire la nostra proposta può rispondere alla presente o contattarmi direttamente negli orari di ufficio allo (segue il numero di telefono)  .

Ringrazio e porgo i miei più cordiali saluti.

 

Ecco la mail che mi è arrivata, in tempi brevissimi, dai Fratelli Frilli. Ho declinato l'invito ringraziandoli. Insomma, pubblicano free quello che rientra esattamente nei loro canoni. Altrimenti si dicono disponibili solo ed eventualmente se...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 9/1/2017 at 12:27, Sun dice:

@ElleryQ fatto. Scusate la dimenticanza!
@Rototom Nel mio caso, doppio binario senz'altro. Ma a quanto pare sono l'unica, anche la mia editor è rimasta di sasso quando gliel'ho riferito. Non so che dire.

Se fosse così per prassi, non sarebbe un doppio binario, sarebbe peggio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che siamo già a due utenti che dicono di ricevere proposte a contributo, ho inviato una mail per chiedere se, magari, hanno cambiato politica editoriale.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano

Ho parlato di recente con autori che hanno pubblicato con Fratelli Frilli, ma non mi hanno parlato di contributi. Va detto che pochi ammettono di avere pagato e soprattutto che sono autori della CE da tempo. Può darsi che questa storia del contributo sia stata introdotta per gli esordienti o per chi si propone a loro per la prima volta senza avere un CV che li induca a credere ciecamente nell'autore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' passato un anno dall'invio, come si può leggere nei miei post precedenti. Ho scritto al Dott. Frilli chiedendo se il mio manoscritto era poi stato visionato. L'Editore  mi ha gentilmente risposto: molti sono i libri che pubblicano, hanno parecchi impegni, presi da nuove edizioni e Fiere. Sinceramente non intendo più sollecitare nulla. Il Comitato di lettura della CE che doveva leggerlo a breve, forse non l'ha ancora visionato o forse l'ha scartato. Ho proposto  il mio romanzo ad altre CE e attendo risposta. Una CE di buon calibro e grande serietà lo sta valutando molto seriamente! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io mandai loro una proposta, due righe nella mail, tanto per non far perdere tempo a nessuno dei due. Mi risposero che non erano interessati.

Malgrado il rifiuto, ho apprezzato che avessero risposto. Almeno hanno risposto. Non sono molti che lo fanno. E non credo che sia perché non c'è tempo. Rispondere fa parte del lavoro di una casa editrice seria, altrimenti metta che non accetta proposte e allora uno non può aspettarsi una risposta. Chi non risponde è solo poco professionale, per non dire maleducato. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo un annetto, qualche scambio di mail nel frattempo, poi non ho avuto riposta né negativa né ovviamente positiva; ma in fondo va bene così, un altro Editore mi ha contattato per la  pubblicazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me risposero dopo pochi giorni, specificando che dalla sinossi riscontravano la non attinenza con il loro catalogo. Ho comunque apprezzato la risposta, anche se negativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano

Sono andato a trovarli al Salone di Torino e ho parlato con Frilli in persona. Molto disponibile e tutto il resto. Catalogo ricco, che peraltro conosco abbastanza bene. Capire se chiedono un contributo da una semplice conversazione così è difficile, però quando mi ha detto di dare un'occhiata al concorso per racconti brevi noir che hanno indetto, dopo aver visto quanto costa l'iscrizione (20 euro!) e cosa danno in cambio ai vincitori (niente, solita pubblicazione in antologia senza nulla a pretendere), un mezzo dubbio rimane...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×