Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Linda Rando

Giovane Holden

Post raccomandati

Appena ricevuta proposta, 80 copie a 15 euro, 1200 euro. Tiratura 2000 copie e contratto di tre anni. 

Se avessi saputo che era a pagamento non avrei inviato il manoscritto, pensavo fossero free. I servizi offerti in termini di promozione del libro sarebbero interessanti se non ci fosse alcuna richiesta di contributo.

Ovviamente ho rifiutato motivando. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho ricevuto una proposta in cui mi chiedevano 910€ per 70 copie, ma mi assicurano una tiratura di 2000 copie! C'è qualcuno che ha avuto esperienze con questa CE e mi sa dire se il gioco vale la candela?

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 21/9/2017 at 17:28, Federico P ha detto:

Io ho ricevuto una proposta in cui mi chiedevano 910€ per 70 copie, ma mi assicurano una tiratura di 2000 copie! C'è qualcuno che ha avuto esperienze con questa CE e mi sa dire se il gioco vale la candela?

No, non lo vale mai.

E non stamperanno mai duemila copie, fidati.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei spezzare una lancia a favore della Giovane Holden. Ho partecipato all'ultima edizione del loro concorso letterario come finalista ed è stata una bella esperienza, devo dire, meglio di altre a cui ho partecipato in passato. La giuria tecnica era composta da intellettuali seri e competenti. La suddetta giuria ha suggerito alla Giovane Holden di pubblicare alcuni finalisti tra cui anche il mio romanzo inedito e a questo proposito voglio precisare quanto segue: il loro contratto non è niente male, salvo il fatto che chiedono l'acquisto di 70 copie; l'ho valutato e ringraziato GH senza accettare e ho puntato sulle cosiddette CE non a pagamento da cui avevo avuto proposta di pubblicazione. Prima di prendere qualunque decisione ho acquistato copie di libri delle diverse CE e ho notato che molte di queste (tra cui una che mi ha già pubblicato in passato) stampano spudoratamente in digitale sulla classica carta avorio trattata ed economica (che sceglievo anch'io quando pubblicavo da solo e potevo ristampare pure una sola copia senza rischiare troppe spese), non fanno alcun lavoro promozionale e ti lasciano pressoché  da solo in tutto, infine producono un'edizione graficamente scadente; alla Giovane Holden invece hanno una veste grafica eccellente, copertina con alette  e stampano su ottima carta a superficie naturale, certificata F.S.C. proveniente da foreste gestite secondo certi standard ambientali (come fanno le grandi CE per intenderci), hanno un'ottima distribuzione, lavorano attivamente al tuo libro e sono presenti a importanti fiere del libro e al Salone del libro di Torino (li ho visti anch'io personalmente qualche anno fa con il loro stand). Cosa dire? Ci sto riflettendo sopra e dopo alcune delusioni con le CE NoEAP sto facendo alcune considerazioni: se pubblico con una CE, fosse anche una big blasonata, che fa questa? Me le regala le copie che mi servono per le presentazioni? Con l'ultima CE che ha pubblicato un mio romanzo ho ordinato subito un centinaio di copie, poi altre 50 e poi altre ancora e ancora per le presentazioni, spendendo soldi che poi ho recuperato vendendo i libri naturalmente. Quindi, mi mettono paura le 70 copie che mi propone di acquistare la Holden? Non dovrei comunque acquistarle quanto prima per le mie presentazioni e le mosse pubblicitarie? Morale: non bisogna essere mai troppo frettolosi nelle valutazioni e ponderare bene tutto prima di decidere. E io forse alla fine decido di riagganciare la Holden.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buongiorno a tutti, riporto un'esperienza indiretta dal momento che oggi ho conosciuto un'autrice di Holden Edizioni. Mi ha assicurato che non ha pagato nulla per la pubblicazione e che l'editore non chiede contributo per i testi che ritiene molto validi. Lo segnalo per dovuta conoscenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, LuckyLuccs ha detto:

non chiede contributo per i testi che ritiene molto validi. Lo segnalo per dovuta conoscenza.

 

Nel senso che è quindi una Doppio Binario?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ElleryQ ha detto:

 

Nel senso che è quindi una Doppio Binario?

 

se questa scrittrice ha detto il vero evidentemente sì. come ripeto, non è un'esperienza diretta ma riportata.

mi è sembrato utile mettere a conoscenza il WD

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, certo @LuckyLuccs , hai fatto benissimo.

Attendiamo magari qualche testimonianza in più, prima di spostarla nella lista DB.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno a tutti. Parlo per esperienza diretta.
Nel mio contratto mi venivano chiesti circa 900 euro per l'acquista di 70 copie. Per quanto riguarda l'editing sono piuttosto bravi anche se la libertà di manovra dell'autore è piuttosto limitata. Ottimo il settore grafico. E qui finiscono le belle esperienze. È imposibile contattarli telefonicamente (sono stato loro autore eppure nessuno mi ha mai chiamato nè sono mai riuscito a parlare con  qualcuno). *Editato dallo Staff* Distribuzione assente; promozione non parliamone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Dobrando il Guiscardo ha detto:

...
Tirando le somme: rivolgetevi a loro se avete poche pretese o, come ho fatto io, se avete bisogno di sperimentare.

 

Anche avendo il minimo di pretese (zero distribuzione, zero promozione, il che significa che devo fare tutto io), credo che pagare 900 € per 70 copie sia troppo. Una qualunque stamperia professionale consenta di risparmiare parecchio nei costi di stampa. Meglio senza dubbio il selfpublishing.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lucky io riporto la mia esperienza, poi ognuno si regola di conseguenza. Ad esempio, per uno scrittore esordiente di 20 anni alle prime armi è un'ottima esperienza pubblicare con loro. Il self non ti prepara al contatto con una casa editrice: come porti, come ottenere un contratto migliore, il lavoro infinito di editing ecc ecc.

Io sono rientrato nelle spese e ho anche guadagnato qualcosa e nel bene o nel male ho imparato molto da loro.

Grazie Ellery, ti chiedo scusa. Presto provvederò;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Dobrando il Guiscardo ha detto:

Lucky io riporto la mia esperienza, poi ognuno si regola di conseguenza. Ad esempio, per uno scrittore esordiente di 20 anni alle prime armi è un'ottima esperienza pubblicare con loro. Il self non ti prepara al contatto con una casa editrice: come porti, come ottenere un contratto migliore, il lavoro infinito di editing ecc ecc.

Io sono rientrato nelle spese e ho anche guadagnato qualcosa e nel bene o nel male ho imparato molto da loro.

Grazie Ellery, ti chiedo scusa. Presto provvederò;)

 

Perdonami, ma con tutto il rispetto non sono d'accordo.

Sbagliando si impara, è vero, ma sbagliare non è il modo migliore di imparare. Anche uno scrittore esordiente di 20 anni, come quello di 40 o di 60, ha il dovere di capire che il denaro l'ha sborsato in termini di tempo e sudore scrivendo il suo libro, e ha il diritto di pretendere che se il suo lavoro merita venga pubblicato senza sborsare un centesimo.

Se vuole regalare delle copie a sue spese ad amici e parenti, una copisteria offre prezzi migliori degli editori a pagamento e ottiene lo stesso risultato in termini di visibilità. Anzi, con la copisteria non corre il rischio di sentirsi dire che ha pagato per farsi pubblicare.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Onde evitare di trasformare il topic di questa casa editrice in un confronto sull'utilità o meno di pubblicare a pagamento, vi chiedo la cortesia di continuare l'eventuale discussione in privato, limitandovi qui a riportare le esperienze oggettive.

 

@Dobrando il Guiscardo , avevi detto bene inizialmente:

 

11 ore fa, Dobrando il Guiscardo ha detto:

io riporto la mia esperienza, poi ognuno si regola di conseguenza.

 

Non era neanche necessario giustificarti o motivare la tua scelta. Nel senso che, puoi farlo, ovviamente, ma aprendo una discussione specifica in "Varie ed Eventuali" sull'utilità, dal tuo punto di vista, di un'esperienza del genere.

 

E ora possiamo rientrare in argomento. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×