Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

Troppe idee, poche parole.

Post raccomandati

Ospite

Houston, we have a problem!

Allora, ho in mente tutta una trama, tutto un bel pezzo di protagonista, gran parte delle vicende, ho già scelto il punto di vista che adotterà il narratore, ma... Niente parole. Non riesco a buttare giù niente che io definisca decente, non riesco a coordinare i miei pensieri alle mie parole e dare vita alle immagini nella mia testa.

Qualcuno sa di cosa parlo e l'ha già passato?

Perché qualche consiglio sarebbe utile  : Thanks :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come dice il vecchio Cicero: Rem tene, verba sequentur.

E se le parole non arrivano? Tu prova a scrivere lo stesso. Anche se sei sgrammaticato, anche se sono solo frasi brutte. Tu scrivi, scrivi tutto quello che ti passa per la testa. Prima o poi l'ispirazione arriverà e ti sbloccherai.

 

Poi, quando rileggerai, probabilmente dovrai revisionare tutto e cancellare buona parte di ciò che hai scritto. Ma l'importante è vincere la paura del foglio bianco, o no?

 

(a proposito, non ce n'erano altri, di topic simili?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Come dice il vecchio Cicero: Rem tene, verba sequentur.

E se le parole non arrivano? Tu prova a scrivere lo stesso. Anche se sei sgrammaticato, anche se sono solo frasi brutte. Tu scrivi, scrivi tutto quello che ti passa per la testa. Prima o poi l'ispirazione arriverà e ti sbloccherai.

 

Poi, quando rileggerai, probabilmente dovrai revisionare tutto e cancellare buona parte di ciò che hai scritto. Ma l'importante è vincere la paura del foglio bianco, o no?

 

(a proposito, non ce n'erano altri, di topic simili?)

Mmmh ci provo, anche se ogni volta che scrivo una frase, la rileggo un attimo e dico "Che schifo" e la cancello.

Mi scuso se ho creato un topic già esistente, l'ho fatto nella foga della ricerca di un aiuto ç.ç 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono parzialmente d'accordo con Agave.

Secondo me, non dovresti forzati a scrivere, se non ti vengono le parole, significa che in realtà non ne hai voglia.

O almeno, per me funziona così.

Io ti consiglio di prenderti una pausa, leggere qualche libro. Vedrai che il blocco passa :li:

Magari, per non dimenticare la trama ecc. appuntala da qualche parte per sommi capi.

Modificato da crazycat

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perfettamente d'accordo con crazycat, in quanto seguo spesso questo procedimento quando mi blocco: di solito comincio a scrivere, poi lascio perdere, leggo qualcosa di totalmente diverso e poi, all'improvviso, mi arriva l'ispirazione che mi porta per vie diverse a quelle che avevo pensato in origine.

Prenditi un po' di tempo e vedrai che l'ispirazione tornerà da sé!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Come dice il vecchio Cicero: Rem tene, verba sequentur.

E se le parole non arrivano? Tu prova a scrivere lo stesso. Anche se sei sgrammaticato, anche se sono solo frasi brutte. Tu scrivi, scrivi tutto quello che ti passa per la testa. Prima o poi l'ispirazione arriverà e ti sbloccherai.

 

Poi, quando rileggerai, probabilmente dovrai revisionare tutto e cancellare buona parte di ciò che hai scritto. Ma l'importante è vincere la paura del foglio bianco, o no?

 

(a proposito, non ce n'erano altri, di topic simili?)

Mmmh ci provo, anche se ogni volta che scrivo una frase, la rileggo un attimo e dico "Che schifo" e la cancello.

Mi scuso se ho creato un topic già esistente, l'ho fatto nella foga della ricerca di un aiuto ç.ç 

 

Houston speaking...

 

suggerisco di seguire il consiglio di Agave, veterana della passeggiate nello spazio.

L'errore sta nel rileggere.

Non rileggere, vai avanti.  Prima o poi le frasi inizieranno a scorrere, il discorso si farà fluido e la parola seguirà il pensiero.

A quel punto potrai tornare indietro e rileggere quello che avevi scritto, perchè saprai cosa devi correggere.

 

Esiste ovviamente anche un'altra possibilità: che tu non sappia scrivere. 

Ma credo sia un'evenienza da escludere: sei a bordo di una navicella e ciò significa che hai svolto il programma di addestramento specifico, quindi... niente paura!

Passo e chiudo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie per i consigli, credo che farò un mix di quelli che mi avete dato sperando di sbloccarmi.

Il punto è che questa cosa mi succede molto spesso solo con il progetto a cui tengo di più, succede con la trama sulla quale punto tutto.

E ogni volta va a finire che metto in pausa questo progetto e comincio altri piccoli progetti per contest, piacere, o qual si voglia motivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La trama e i personaggi li hai scritti? In caso contrario, fallo subito. Lavoraci finché sei soddisfatto, allora vedrai che le parole si scriveranno da sole (o quasi). Almeno questo succede a me :D Quando arranco è perché la trama non fila come dovrebbe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gatsby,

se hai già in mente trama e personaggi ma non riesci a iniziare... il mio consiglio è quello di non "iniziare"!

Quello che intendo è di provare a stendere istintivamente le parti della storia che ti evocano sensazioni più familiari, anche se non sono nell'ordine inzio>fine; in fondo, le parti più complesse di un racconto sono proprio l'esordio e la conclusione!

 

Buon lavoro e buon anno!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gatsby,

se hai già in mente trama e personaggi ma non riesci a iniziare... il mio consiglio è quello di non "iniziare"!

Quello che intendo è di provare a stendere istintivamente le parti della storia che ti evocano sensazioni più familiari, anche se non sono nell'ordine inzio>fine; in fondo, le parti più complesse di un racconto sono proprio l'esordio e la conclusione!

 

Buon lavoro e buon anno!

Concordo, se è un blocco momentaneo non c'è da preoccuparsi, ma se fai veramente fatica a "mettere su carta" quella che pensavi che fosse una buona storia forse significa che quella storia proprio buona non è, almeno per te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensa il paradosso: io vorrei scrivere, ho le parole che mi escono dalle orecchie, i pensieri che volano sparpagliati come fossero foglie secche sparse dal vento, le virgole e i punti che scalpitano ansiosi come cavalli alla sbarra di partenza, il foglio bianco che attende come una vergine immacolata nel talamo nuziale e ... niente, neanche una idea, uno straccio di input per iniziare, un motivo valido per sedermi davanti alla tastiera e stendere i prodromi di una storia decente! Grrr

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

* Gatsby - lover sarà la coppia letteraria del 2014...

Con le idee di lover e le parole di Gatsby produrranno una delle più belle pagine bianche della letteratura... (scusa Gatsby, ma io e lover ci amiamo alla follia... :asd: ) *

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non preoccuparti di Marcello, Gatsby!

Sta cercando di allontanarci: lui sa che se ci mettiamo a quattro mani diamo origine a un capolavoro letterario. :tze:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

A me talvolta capita che non so come iniziare a scrivere qualcosa malgrado abbia chiaro cosa deve succedere e dove io voglia andare a parare. In queste situazioni semplicemente mi butto e vado a tentativi.

Il primo ha successo? Benissimo! Non ha successo? Mi chiedo "cosa c'è che non va?", mi do una risposta e parto con un altro tentativo. Nel momento in cui la narrazione inizia a fluire naturalmente allora so di aver fatto centro.

Per usare una metafora, è come cercare di riattaccare la luce dopo un blackout notturno. Conosci la pianta della casa, sai dove ti trovi e dove devi andare. L'unico modo per raggiungere la scatola dei fusibili è quello di metterti in cammino. Sbatterai contro i mobili più volte e magari ti ci vorrà un po' per trovare una porta o un punto di riferimento, ma alla fine arriverai a destinazione e potrai riaccendere la luce.

Secondo me se vuoi ottenere un risultato devi buttarti nell'arena. Sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ahahah si dovrebbe provare Lover  :asd:  Marcello hai paura del capolavoro che potrebbe uscirne, ammettilo  :trollface:

*Miriam pensa invece che giusto stamattina mi è venuta in mente la fine e l'ho scritta, senza neppur avere iniziato  :sss:

 

Seguirò anche i vostri consigli comunque ragazzi, mi butterò e vedrò cosa ne esce fuori, poi magari ne uscirà una ca***a assurda ma mi sembrerebbe uno spreco lasciar morire quest'idea così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

  Marcello hai paura del capolavoro che potrebbe uscirne, ammettilo 

*un po' sì, lo confesso...*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×