Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Hugo Riemann

Rita Vivian

Post raccomandati

Oddio mi state mettendo l'ansia... Non è che poi vuole soldi dopo averlo letto? Magari le scrivo qualcosa? Non saprei su che tono buttare la domanda...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi ripeto.

Mi è sembrata una persona corretta. Non chiede nulla per valutare un romanzo.

Attenzione però: qui "valutare" significa risponderti sì è pubblicabile oppure no, è cestinabile. Non mi ha prospettato alcun tipo di intervento.

Pare ovvio che, se si ritiene di aver bisogno di consigli e quant'altro, si debba ricompensare un professionista per la fatica di una lettura critica.

Io la vedo così. A questo punto, se ho scritto un testo non commerciabile voglio anche sapere il perché e lei m'è sembrata la persona giusta.

Ciao a tutti 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il discorso e' che io le ho chiesto un parere per una rappresentanza, non per un editing. Sono due cose diverse. Se lo rappresenta conviene anche a lei che trovi un editore, perché guadagnerà in percentuale. Un editing fine a se stesso, per adesso almeno, non mi interessa. Ma qualcuno sa con quali case editrici ha contatti, o chi sono gli autori che rappresenta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

so solo che è impossibile che qualcuno ti presenti il conto senza avertene fatto parola prima, dai! Riguardo a questo non credo tu ti debba preoccupare (io, almeno, non lo farò :asd: ). 

 

Tra i big rappresenta Alessia Gazzola (Longanesi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un parere di rappresentanza con lei non ha alcun costo perché prevede un mero sì o no.

È stata chiarissima su questo punto.

Stai sereno/a.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un parere di rappresentanza con lei non ha alcun costo perché prevede un mero sì o no.

È stata chiarissima su questo punto.

Stai sereno/a.

Sono d'accordo!

 

Mi sembra d'intuire che nessuno ha ancora ricevuto risposta, è corretto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci ho parlato 2-3 volte al telefono.

Mi ha spiegato il suo modus operandi in termini estremamente chiari.

Le ho spedito un romanzo piuttosto corposo (150 cartelle ca). I tempi previsti per la valutazione "costruttiva" erano di un mese ma mi ha avvisato che diventeranno grosso modo due. 

Vi terrò informati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Marizzola: chiedere un compenso dopo senza averlo contrattato prima, mi sembra un atteggiamento eticamente scorretto, oserei dire da denuncia.

 

Quindi non temere per questo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno che è stato o viene rappresentato dalla Vivian può fornirci la sua esperienza diretta? 

Inoltre, dovendo scegliere un agente letterario, non so se mandare il manoscritto alla Vivian oppure no. Il dubbio deriva dal fatto di non sapere quali agganci abbia e con quali case editrici sia in contatto (se, cioè, con piccole, medie o grandi).

Ringrazio tutti per fin da ora per le risposte! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Inoltre, dovendo scegliere un agente letterario

Credo che difficilmente la scelta ricada su di noi :P

 

Io invece vorrei sapere, se qualcuno ha mai ricevuto il famoso giudizio "pubblicabile - non pubblicabile", dopo quanto tempo dall'invio gli sia giunta codesta comunicazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me la signora Vivian ha chiesto direttamente l'intero manoscritto senza passare per la sinossi. Non saprei come mai. Comunque sia, mi ha detto che ci risentiremo tra un paio di mesi qualsiasi sia la risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io qualche giorno fa le ho scritto chiedendole se aveva avuto modo di leggere ciò che le avevo mandato, mi ha risposto che ancora non era riuscita ma contava di farlo nei prossimi giorni, prima delle ferie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in quelle date è stata sommersa da manoscritti di utenti di questo forum :asd:

 

spero che le prime risposte non tarderanno ad arrivare!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete mai pensato a quanti no si possono sopportare? Io credo che se anche la signora Vivian mi dirà che ciò che scrivo "non è nelle sue corde" o "non corrisponde alla linea editoriale delle case editrici partner" archivierò definitivamente la pratica. Evidentemente quello che scrivo non è interessante, o non è ben scritto, o magari entrambe le cose. Bisogna riconoscere ad un certo punto la propria sconfitta. Mi darò all'ippica. ????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete mai pensato a quanti no si possono sopportare? Io credo che se anche la signora Vivian mi dirà che ciò che scrivo "non è nelle sue corde" o "non corrisponde alla linea editoriale delle case editrici partner" archivierò definitivamente la pratica. Evidentemente quello che scrivo non è interessante, o non è ben scritto, o magari entrambe le cose. Bisogna riconoscere ad un certo punto la propria sconfitta. Mi darò all'ippica.

Immagino che lo sconforto sia fisiologico, ma no: non mi importa.

Se ci credi non dovresti mollare. E lo dice la storia.

 

Erikson scrisse I Giardini Della Luna intorno al 1991, ma il suo lavoro venne pubblicato solo nel 1999. Il contratto con la casa editrice Bantam UK prevedeva inoltre la stesura di un ciclo composto da altri nove libri, per un compenso totale di 675.000 sterline, una delle cifre più alte mai pagate per una serie fantasy.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete mai pensato a quanti no si possono sopportare? Io credo che se anche la signora Vivian mi dirà che ciò che scrivo "non è nelle sue corde" o "non corrisponde alla linea editoriale delle case editrici partner" archivierò definitivamente la pratica. Evidentemente quello che scrivo non è interessante, o non è ben scritto, o magari entrambe le cose. Bisogna riconoscere ad un certo punto la propria sconfitta. Mi darò all'ippica.

a me ha risposto e mi ha scritto praticamente di darmi all'ippica :asd: (in modo molto cortese, eh!)

per i primi 15 minuti ho pensato seriamente di seguire il suo consiglio.

Poi il sentimento di fiducia che ho nei confronti di questo romanzo (mai provato, per esempio, verso quello che tentavo di piazzare l'anno scorso) mi ha indotto a non desistere - anche se ormai le agenzie che leggono manoscritti gratuitamente le ho esaurite :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×