Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Hugo Riemann

R. Vivian Literary Agency

Post raccomandati

Ospite Alessandro Furlano
10 ore fa, Nemorino dice:

@penny...la frase usata è il copia e incolla classico...io l'ho ricevuta identica...

deve averla salvata da qualche parte per risparmiare 3 secondi per ogni autore!

: Chessygrin :

 

 

Ah sì? Credevo che quella standard fosse "non è nelle nostre corde" o "per quanto bla bla, non ce la sentiamo di rappresntarla". Mi pareva di aver letto cose del genere.

Qui ci mancava solo "...e aggiungiamo che anche lei come persona ci provoca un certo qual ribrezzo"

 

Non so, io ho trovato divertente che dopo 3 mesi di silenzio li solleciti e combinazione il giorno dopo ti rispondono di aver letto TUTTO il romanzo, ma che si erano dimenticati di dirtelo...preferivo un "non siamo tenuti a rispondere a tutti, se non ci ha sentiti è perchè non eravamo interssati".

Crudo ma onesto.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma risponde a tutti, giusto? Perlomeno sul sito dice così. Io ho inviato a marzo ma tutto, naturalmente, tace. 

Mi consigliate di sollecitare o lasciar perdere e continuare ad aspettare?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano

Vedi mio post sopra.

Io ho sellecitato e il giorno dopo mi hanno risposto, sulla base di questo ti direi di farlo. Ma i dubbi espressi sopra permangono.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti, sono nuova di questo forum! :-)

Scrivo qui per riportarvi la mia esperienza con la signora Vivian. 

Dopo tre giorni dall'invio, mi ha telefonato, dicendomi che le piaceva lo stile e l'idea, ma che secondo lei avrei dovuto riscriverlo cambiando la struttura. Alla fine della chiacchierata mi ha detto che, se l'avessi riscritto, avrebbe voluto rileggerlo, ma, onestamente, sono rimasta un po' perplessa. 

Io lo sistemerei anche, ma senza l'aiuto di un editor mi sembra di rimetterci le mani a caso. Qualcuno di voi ha avuto un'esperienza simile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma ti ha spiegato, in che senso devi cambiare la struttura?

 

Sembrerebbe qualcosa di sostanziale: le piace l'idea, le piace come scrivi, ma ritiene che la storia non sia strutturata bene.

 

Io ci farei un pensiero: la signora ha esperienza e, se si è presa la briga di telefonarti, vuol dire che è interessata.

 

Certo, se fosse capitato a me, mi sarei messa le mani nei capelli all'idea di quasi riscriverlo. E' molto lungo? Le sue considerazioni ti sembrano sensate? Forse, anche senza un editor, puoi metterti lì e pensare a come fare per strutturarlo meglio. Se lei ti adottasse, sarebbe una bella cosa.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Celia A me piacerebbe tanto essere nei tuoi panni, altroché!

Non posso riportarti esperienze personali perché non ne ho (con agenzie), ma posso raccontarti quello che Barbara Fiorio, autrice rappresentata da Silvia Meucci, scrisse della sua agente. Il giorno in cui riuscì a farle leggere il manoscritto, la Meucci la contattò dicendole che scriveva bene ma che la storia andava riscritta tutta dal principio. Dopo quasi un anno di lavoro, le ripropose l'opera che di nuovo la Meucci bocciò. A quel punto la stessa Meucci le propose di scrivere una storia diversa, lasciando perdere quella e quando la nostra Fiorio la concluse, la Meucci ne fu entusiasta e decise di rappresentarla. 

Detto questo, non trovo assurdo quello che racconti tu perché come vedi, a volte capita. Considera che la Fiorio adesso pubblica con Feltrinelli e Mondadori, mi pare, quindi ha fatto bingo, nonostante abbia dovuto riscrivere tutto. 

Secondo esempio: un utente del forum, che si è rivolto ad uno scrittore affermato per farsi editare un romanzo, si è sentito dire che il tutto funzionava ma che la storia andava riscritta da capo e il consiglio, ti assicuro, arrivava da un vero espero del settore (chiaramente non posso citare nomi, anche perché adesso ha preso in carico me ;)). Se vuoi, puoi contattarmi privatamente, nel caso.

Comunque, concludendo, credo che tu sia in una posizione molto buona, dopotutto, non ti fasciare la testa e pensa in positivo, sono in pochi quelli che vengono contattati da agenti di questo calibro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
10 ore fa, Beppecoraggio dice:

posso raccontarti quello che Barbara Fiorio, autrice rappresentata da Silvia Meucci, scrisse della sua agente. Il giorno in cui riuscì a farle leggere il manoscritto, la Meucci la contattò dicendole che scriveva bene ma che la storia andava riscritta tutta dal principio. Dopo quasi un anno di lavoro, le ripropose l'opera che di nuovo la Meucci bocciò. A quel punto la stessa Meucci le propose di scrivere una storia diversa, lasciando perdere quella e quando la nostra Fiorio la concluse, la Meucci ne fu entusiasta e decise di rappresentarla. 

 

In realtà però Barbara Florio non era esattamente un'esordiente, e infatti non ha conosciuto la Meucci tramite l'invio classico della mezzanotte. La Florio, infatti, sul suo sito scrive: "Un anno fa, al Salone Internazionale del Libro di Torino, ho conosciuto Silvia Meucci, un’agente letteraria alla quale mi sono presentata coi miei libri già pubblicati e un inedito appena terminato."

Quindi se Rita Vivian invece ti ha detto di riscrivere il testo (e dopo solo 3 giorni!) a te che sei una sconosciuta, forse allora abbiamo il primo caso documentato qui sul forum di un'agente seria che si interessa davvero a un esordiente. Fossi in te quindi non perderei tempo! Corri a riscrivere il testo! :D(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte e l'incoraggiamento! :)

Essendo al primissimo approccio con le agenzie letterarie e con le case editrici non sapevo proprio cosa pensare, ma se dite che è un buon segno, rivedrò di certo il mio testo! ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io vado fuori dal coro e dico che cambierei agenzia per esperienza personale (anche a me rispose molto in fretta, negativamente nel mio caso, e mi sembrò piuttosto strano esprimere un giudizio così rapidamente). tre giorni mi sembrano pochi, sia per un parere negativo che per un parere positivo. e riscrivere tutto sulla base di un'impressione rischia di farti perdere tempo e illuderti. ma magari sbaglio io...buona fortuna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Nemorino Grazie della tua opinione! Infatti, prima di riscriverlo, vorrei il parere di un'altra agenzia. Giusto per farmi un'idea e capire se individuano gli stessi punti deboli oppure se è una questione soggettiva. Buona fortuna anche a te! :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On ‎30‎/‎06‎/‎2016 at 21:37, Celia dice:

le piaceva lo stile e l'idea, ma che secondo lei avrei dovuto riscriverlo cambiando la struttura

Mi lascia un po' perplesso.

Lei ti propone - se ho capito - di rifare un lavoro sostanzioso sul testo e poi eventualmente di rileggerlo.
Sei senza paracadute, potresti lavorarci inutilmente se lei poi non ti prende a bordo e, alla fine, ritrovarti con due versioni del manoscritto senza sapere neanche qual è la migliore delle due.

Se hai molto tempo a disposizione, sei veloce, hai le idee chiare allora potresti anche farlo perché la Vivian - leggo - è una buona occasione ma, per come la vedo, io se alla signora piacevano sia lo stile che l'idea allora doveva prenderti con lei aiutandoti concretamente a cambiare la struttura e quindi di fatto rappresentarti, credere in te. 

In alternativa doveva semplicemente "rifiutarti" senza darti una risposta tanto "pericolosa". Ti ha lanciato una polpetta avvelenata, non mangiarla.

Senti altri, molti altri. Se hai una storia che funziona vedrai che troverai chi si spenderà per te.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Kenzo Kabuto È proprio questo che mi ha lasciato perplessa. Non credo di lavorarci senza altre opinioni e, soprattutto, senza il giusto supporto da parte di un professionista. Per ora attendo altre risposte, poi si vedrà. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@celia....rita vivian, in tre giorni, respinse il mio testo, giudicandolo "superficiale"...a breve pubblico, lo stesso identico testo "superficiale", con una bellissima realtà editoriale...per questo eviterei di affidarmi a giudizi così affrettati di "esperti"...rischi di andare fuori strada...e poi, non mi pare che rita vivan sia una di quelle agenti di "grido" con chissà quali contatti...a maggior ragione confermo la mia opinione...ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@Celia attenta al professionista cui ti rivolgi per l'editing: se il problema è la struttura, devi trovare una persona che dedichi al tuo romanzo molto tempo, seriamente, perchè la maggior parte degli editing offerti da agenzie medio piccole lavora più sul rigo, ovvero sulla scrittura. Cosa che da un lato offre l'illusione di un testo davvero cambiato, magari frase per frase, ma non una vera ristrutturazione della narrazione.

io mi sono rivolta prima a agenzie piccole, pagando un'editing, e a primo acchito ero soddisfatta. facendo leggere lo stesso testo a uno scrittore professionista mi ha fatto ricominciare da capo, buttando pressocché tutto via o quasi. mi ha fatto capire che l'editing sul rigo serve a poco: una CE la conquisti con la storia, non con la scrittura, perchè quest'ultima puoi sempre migliorarla, la storia o c'è o non c'è. con storia non intendo semplicemente l'idea, ma il modo in cui essa viene narrativizzata (successione eventi, possibilmente non tutto in ordine cronologico, struttura, semina-raccolta, ecc...). va bene chiedere altri pareri, ma non tutti contano allo stesso modo. solo che te accorgi dopo esserti confrontata con chi davvero è del mestiere, e non semplicemente dichiara di esserlo. io, all'inizio, non sarei stata in grado di capire e vedere ciò che ora do per scontato (se ripenso alla prima versione del mio testo, mi metto a ridere! invece all'epoca mi pareva una figata!). poi, dopo un lavoro lunghissimo, ho trovato un agenzia e finalmente un editore, e pure grande. se vuoi altre info contattami in privato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo sinceramente non so dirlo ma sarei già abbastanza felice se ne accettasse davvero una, nel senso di farla arrivare a pubblicazione. Per quel che mi riguarda, ho inviato manoscritto a marzo è ancora tutto tace. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Beppecoraggio mi sono espressa male, intendevo, se una volta rifiutata un'opera, Vivian non accetta più altro materiale da quell'autore... Cioè se boccia in toto l'autore... ._. mi pare che Satlow utilizzi questo criterio... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Kalija  Ah! Non lo sapevo, buono a sapersi, come dire che un ramo nato storto resta storto per sempre e non da frutti. Complimenti alla nostra Satlow! Più probabilmente è solo un modo un po' assurdo e senza senso, di fare selezione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo sei mesi di silenzio, ho provato or ora a sollecitare, visto che sul sito dicono di rispondere a tutti sia in caso di responso positivo che negativo. 

Vedremo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

   Dopo il no chiaro e tondo della Meucci, ho scritto subito a due agenzie: Rita Vivian e la Ceccacci. Incredibile a dirsi, il giorno dopo mi ha telefonato la Vivian perché si era incuriosita dal fatto che io, in passato, avessi  firmato un contratto con due buone agenzie, e che fossi stato segnalato al Calvino. Abbiamo fatto una lunga e piacevole chiacchierata, e mi ha promesso che entro tre settimane mi leggerà. Spero che mantenga la promessa. Ciononostante, mi chiedo perché, in certi momenti, anziché starmene in pace ad attendere la risposta, mi prenda la voglia di contattare qualche altro agente. Penso che c’entri una sorta di  meccanismo di difesa: avere qualche altra carta da giocarsi nel caso di un altro no secco. Voi che ne pensate?  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giocati tutte le carte possibili. Non ha senso aspettare una promessa di lettura. Non hai firmato con nessuno per ora, quindi non costa niente cercare ancora.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 Sì, Draka, penso che in fondo tu abbia ragione, e che il mio impormi di aspettare una risposta solo perché ho ricevuto la promessa di una lettura, sia forse fuori luogo. Il vero guaio è che le agenzie valide,  che leggono gratuitamente o quasi, sono ridotte al lumicino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satlow già provato: silenzio assoluto. Poco fa ho inviato un'email a un'agente che ha scritto qui, su questo forum: Sarah Argosy. Legge gratuitamente sinossi e prime dieci pagine. L'anno scorso cercava esplicitamente esordienti. Adesso non so. Con Sosia Pistoia avevo provato molto tempo fa. Ma ha un portafoglio di autori di prim'ordine, e diventa dura suscitare il loro interesse. Mi auguro che la Vivian si faccia viva. Mi pare di capire che è una delle poche agenti che, se interessate, prendono il telefono in mano e chiamano. Ma questo ha poca importanza, se poi, come ho letto su alcuni post, non dimostra un autentico interesse, che dovrebbe tradursi in un'offerta di rappresentanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Boyle,22,

Sarah Argosy ti ha risposto?

Io ho provato Vivian e Meucci e mi hanno bocciata. Ora, con inedito  ho scritto alla Ceccacci. Ma dice che ci vuole quasi un anno per la risposta. Così, nel frattempo proverei Sarah. Lei risponde?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

      No, @Veronica 76 , Sarah Argosy non mi ha ancora risposto, e non so se mi risponderà. Da un membro del forum ho saputo che impiega moltissimo tempo a rispondere;  lui aveva inviato la sinossi e prime pagine ai primi di Febbraio e la Argosy  aveva risposto a fine Aprile. Se ti può consolare, anch'io sono stato bocciato dalla Meucci. Adesso sto aspettando la risposta della Vivian. Mi aveva promesso che avrebbe risposto entro tre settimane, ma non ho più saputo nulla. Tornando alla Argosy, ti conviene scriverle comunque, e poi disporti a una paziente attesa. Non disperare: ci sono altre possibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempo fa Sarah Argosy stava cercando aspiranti da inserire nel mercato italiano, è possibile che ne abbia trovato un numero discreto e che stia lavorando soltanto con questi. Non si è più fatta sentire sul forum, forse non cerca più nessuno. Per la Satlow ho capito che bisogna mandare da mail diverse, altrimenti non arriva più niente dopo il primo invio.

In quanto alla Vivian, non ho mai ricevuto risposta. Certo che una risposta di ricezione, seppur breve, non credo costi tanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Hai senz'altro ragione, @Draka , per quanto riguarda la Vivian: due righe per una risposta non costano granché. Lo stesso discorso vale per la Argosy: se non interessata, potrebbe dire no, grazie. Personalmente non sto più aspettando, anche se i tuoi quasi due mesi di attesa possono fare ancora sperare. Comincio a pensare che, se si vogliono risposte, bisogna mettersi nell'ordine di idee di spendere un po' di soldi. Ogni volta che ho messo mano al portafoglio, una risposta è arrivata, sempre. Anche se devo aggiungere che le uniche due agenzie con cui avevo firmato un contratto, erano arrivate senza sborsare un centesimo. Bisogna avere quantità industriali di pazienza.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so, di sicuro bisogna riuscire a essere critici con se stessi e a saper correggere i propri errori. Se una storia funziona, l'agenzia o la casa editrice la si trova. Se la storia contiene troppi errori, gli agenti non hanno interesse a spenderci del tempo. Per Argosy io ce l'ho fatta in due mesi nel 2015. Ma non andiamo OT sulla Vivian.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nonostante i miei solleciti a seguito dei sei mesi di silenzio, ancora nessuna risposta.

Da oggi, per me, la Vivian può andarsene a ...  prendere un gelato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×