Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Hugo Riemann

R. Vivian Literary Agency

Post raccomandati

Ospite
1 ora fa, d1d9f9m1 ha scritto:

Buonasera, volevo inviare il mio manoscritto. Sul sito c'è scritto che predilige il formato doc. E' possibile inviare comunque con altri formati?

 

O invii un file .doc oppure un file .docx

Non inviare altri formati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato e mi ha risposto celermente di non essere interessata.

Feedback assolutamente positivo.

Legge i manoscritti ed è molto gentile, perla rara in questo campo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/11/2019 alle 12:12, d1d9f9m1 ha scritto:

Inviato e mi ha risposto celermente di non essere interessata.

Feedback assolutamente positivo.

Legge i manoscritti ed è molto gentile, perla rara in questo campo.

Inviato quando?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/12/2019 alle 22:03, Nicola Ianuale ha scritto:

Inviato quando?

Io ho inviato il 27 Novembre la sera. E la mattina del 28 mi ha risposto subito, verso le dieci.

Quindi dubito che abbia letto tutto il libro, essendo di 200 cartelle.

Ma certamente penso lo abbia letto quel tanto che le serviva per sapere che non fosse interessata.

La risposta non mi sembrava automatica ma personalizzata.

Poi non so...

Certamente è stata gentile nel rispondere e prendere in considerazione il manoscritto.

Quindi la mia esperienza è positiva. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/3/2018 alle 16:57, Bango Skank ha scritto:

Mi ero ripromesso di scrivere qualcosa riguardo alla mia esperienza con questa agenzia (che mi rappresenta da questa estate) se e quando la rappresentanza avesse portato alla firma di un contratto o, se questo non fosse avvenuto, alla fine del rapporto.

Lo faccio ora, visto che si è da poco concretizzata la prima (senz'altro la più piacevole) delle ipotesi.

Inviai un testo nell'autunno del 2016. Invio spontaneo alla sua mail, nulla di più, nulla di meno.

Rita mi telefonò dopo un paio di giorni: aveva letto l'inizio, ne era rimasta colpita e voleva farmelo sapere, ripromettendosi di richiamarmi di lì a breve, una volta terminata la lettura.
Dopo una decina di giorni mi richiamò, dicendomi che il testo doveva essere migliorato e che, laddove lo avessi fatto in modo opportuno, si poteva parlare di rappresentanza. Nei mesi successivi le mandai un altro testo (che mi bocciò) e poi mi dedicai alla revisione del primo, che le rimandai nell'estate del 2017. Questa volta il testo la convinse e mi propose la rappresentanza.

C'è da dire che la rappresentanza è sull'autore, non sulla singola opera, e questo è un aspetto interessante, perché fa capire se e quanto e come un'agenzia sia interessata al percorso di crescita di quel singolo autore, laddove esordiente o sconosciuto.

Nei mesi successivi ha inviato il romanzo a diverse CE e alla fine della fiera è riuscita a convincere una Big, la Rizzoli, a investire sul mio testo,  un testo di un perfetto sconosciuto (un testo di fantascienza tra l'altro, quindi quasi "impiazzabile" per definizione). Questo la dice lunga, per come la vedo io, sulle sue capacità di sapersi muovere nell'ambiente. Il contratto è molto buono (c'è anche un anticipo... per carità, piccolo piccolo rispetto agli standard delle grandi CE, ma per quanto mi riguarda il fatto che ci sia è quasi commovente).  

Le mie considerazioni su Rita: chiaramente non posso che essere soddisfatto del lavoro che ha svolto.

La mia impressione è che lei porti avanti una delle poche agenzie che oggi puntano ancora sugli esordienti.

Cosa vuol dire questo? Non che ne prenda chissà quanti, anzi... credo ben pochi e solo se "vede" qualcosa nel testo e nell'autore (il che non vuol dire che ciò che vede sia sempre oro e che ciò che non vede sia sempre rame... è una questione di gusti, di attitudini e di tante altre cose. ogni agente ha i suoi parametri, presumo... ed è normale che sia così). Una volta che vede qualcosa, ci prova, sempre che veda qualcosa anche nell'autore, perché poi il discorso diventa quello di dover fare un percorso assieme.
Il rapporto è importante: io l'ho toccato con mano il tempo che ha investito e sta investendo con me Rita: non parlo solo di riuscire a piazzare il primo romanzo, c'è anche l'aver letto per due volte due versioni del secondo che le ho inviato (ora le toccherà la terza), c'è anche aver letto il terzo (e le toccherà anche una seconda volta, visto che dovrò riscriverne una parte). Insomma: sono tante, tantissime ore lavoro che lei sta investendo su di me, proprio perchè lei investe sull'autore e cerca di farlo crescere con l'obiettivo di farlo diventare uno "Scrittore" (intendo uno che per mestiere scrive e basta).

Tutto questo lavoro al momento lei lo sta facendo "in perdita", senza nessuna garanzia che le rientri nulla: quando uscirà il testo con la Rizzoli (tra un anno e più immaginiamo) nessuno sa se venderà o meno; nessuno sa se io riuscirò mai a diventare uno "Scrittore" vero. E se il libro non vende nulla, tanto da non arrivare all'anticipo datomi? E se nonostante tutto non riuscissi più a scrivere nient'altro di buono, di appetibile per una grossa CE?  Queste ore lavoro a lei chi le ripaga?

Insomma, investire su uno sconosciuto, per un'agenzia di un certo livello, è un rischio enorme. Vero è che puoi rifarti di tutto con gli interessi se lo scrittore "sfonda", ma in quanti "sfondano", in un mercato come quello italiano? 
Per un'agenzia prendere un esordiente significa lavorare in perdita, almeno per 2-3 anni con assoluta certezza, poi si vedrà.
Chi si accolla questo rischio, oggi, tra le grandi agenzie? Pochi.

Rita Vivian ha quindi tutto il mio rispetto per essere una di quei "pochi" che ancora "ci credono".

 

Sembra un miracolo! Complimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/12/2019 alle 11:45, d1d9f9m1 ha scritto:

ho inviato il 27 Novembre la sera. E la mattina del 28 mi ha risposto subito, verso le dieci.

Quindi dubito che abbia letto tutto il libro, essendo di 200 cartelle.

Ma certamente penso lo abbia letto quel tanto che le serviva per sapere che non fosse interessata.

La risposta non mi sembrava automatica ma personalizzata.

Poi non so...

Certamente è stata gentile nel rispondere e prendere in considerazione il manoscritto.

Quindi la mia esperienza è positiva. :)

Tutto identico (anche nel feedback, purtroppo) nel mio caso. Tre giorni tra invio e risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra di capire che i rifiuti arrivino per prolungato e silente trascorrere del tempo oppure per esplicita e immediata declinazione di interesse.

Io sono senza risposta dopo un mese, quindi non so se nutrire fiducia oppure delusione, suppongo però che quest'ultima sia più appropriata.

Oltre ad avere confezionato un buon lavoro è probabilmente utile anche la fortuna di atterrare al momento giusto: è impensabile che un'agenzia abbia disponibili in ogni momento le risorse necessarie per fare una valutazione, ancorché sommaria, di tutto ciò che il grande cuore degli esordienti le invia.

Audentes fortuna iuvat, quindi si continua ad osare.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

7 maggio, inviato materiale: nessuna risposta

27 giugno, invio mail chiedendo info

1 luglio, mi risponde dicendo "abbiamo ricevuto ma i tempi di valutazione sono lunghi"

Da lì in poi il nulla.

Attualmente non m'importa, il romanzo sta per uscire con un editore, però oggettivamente questo modo di operare rispondendo subito random ad alcuni e mai ad altri - tipico in effetti anche di altre agenzie - non mi piace molto. Bravi gli autori che hanno fatto breccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti, da quello che vedo nel sito, la sezione "prossime uscite" è ferma a titoli del 2017, mentre lo slideshow nella home ha un sacco di titoli recenti (ma stranamente anche "Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere", che non penso sia una sua scoperta/rappresentanza): qualcuno sa se questa agenzia in effetti ha autori in corso di pubblicazione tra le sue fila?
Grazie 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quello che mi è parso di capire sembra che non gliene freghi pressoché nulla di smistare nuove proposte. Anch'io ho inviato, dopo una settimana ho chiamato per conferma (mi ha risposto e riattaccato con aria davvero molto seccata) e mi ha chiesto di rinviare di nuovo la mail perché non la trovava più. Da lì in poi basta.

Se avessi la stessa svogliatezza sul mio posto di lavoro sarei licenziato in cinque minuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Tantivy Mucker-Maffick ha scritto:

qualcuno sa se questa agenzia in effetti ha autori in corso di pubblicazione tra le sue fila?

So che @Bango Skank, come riportato dalla sua esperienza, è uscito con Rizzoli grazie alla rappresentanza con questa agenzia. Il romanzo l'ho visto girare in libreria per qualche mese dopo la pubblicazione, abbastanza recente (credo meno di sei mesi fa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Bango Skank ha scritto:

Non credo non le interessi nulla, la mia impressione è anzi che sia una delle poche agenzie che "ci prova" a fare scouting (non si paga per leggere, in poche parole). Il problema vero è che gli esordienti sono davvero poco, poco renumerativi per un'agenzia, considerando le ore lavoro che ci si devono investire.

 

Infatti è il paradossale circolo vizioso dell'editoria, ma tutto ciò non ha alcun senso. È come se oggi nella musica uscissero band col sound di 50 anni fa, e ci si stupisce se tra le nuove generazioni la lettura di romanzi come attività è quasi del tutto estinta. Non si investe su nuove proposte, non si fanno campagne pubblicitarie, non si cambiano stili e approcci, e mal che vada si strizza l'occhiolino ai giovani pubblicando qualche libro col nome di un influencer ma rigorosamente scritto da un ghost.

Questo non è un rant dettato dal rifiuto eh, sia chiaro (anche perché nella fattispecie non ho mai ricevuto risposta lol), ma semplicemente è il mio disgusto nei confronti di un ambiente che ritengo davvero molto importante incentivare e promuovere ma che invece sta inesorabilmente morendo, e questo lo stiamo osservando ogni giorno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti. Io avevo inviato solo le prime 30 pagine del mio romanzo e la signora Vivian mi aveva risposto subito dicendomi che di norma preferiva il romanzo completo ma che mi avrebbe fatto sapere. A distanza di mesi, non risentendola, la scorsa settimana ho fatto un altro tentativo inviandole il romanzo completo. Mi ha scritto oggi chiedendomi di mandarle la mia biografia. Adesso sono in attesa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Mister Frank ha scritto:

Non leggo più l'intervento di @gierre13 :grat:

 

1 ora fa, gierre13 ha scritto:

L'hanno eliminato. Non so chi e perché ma è stato eliminato.

 

*** Intervento di moderazione ***

 

Il post di @gierre13 è stato nascosto dallo staff perché ritenuto ingiurioso, un semplice sfogo rivolto all'agente in questione, sul fatto che capita che non risponda alle email. Un intervento del genere, scritto in quei termini, non rende nulla agli utenti. Anzi, potrebbe portare problemi legali alla piattaforma.

Buona continuazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 19/5/2014 alle 14:10, BobMartin ha scritto:

Mi ripeto.

Mi è sembrata una persona corretta. Non chiede nulla per valutare un romanzo.

Attenzione però: qui "valutare" significa risponderti sì è pubblicabile oppure no, è cestinabile. Non mi ha prospettato alcun tipo di intervento.

Pare ovvio che, se si ritiene di aver bisogno di consigli e quant'altro, si debba ricompensare un professionista per la fatica di una lettura critica.

Io la vedo così. A questo punto, se ho scritto un testo non commerciabile voglio anche sapere il perché e lei m'è sembrata la persona giusta.

Ciao a tutti 

Qanto hai dovuto aspettare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto la mia esperienza, più per un fatto di tempistiche che altro, magari può essere utile per questo.

Quest'anno ho inviato 2 romanzi all'agenzia letteraria R. Vivian ed entrambi sono stati rifiutati con rifiuti diversi.

  • Un romanzo l'ho inviato il 17/01 e ho ricevuto un rifiuto il 21/01;
  • Un romanzo l'ho inviato il 09/04 e ho ricevuto un rifiuto il 15/04, cioè ieri (*).

Per il primo il romanzo non può essere pubblicato - forse perché breve, circa 110 mila caratteri (oppure un modo elegante per dire che faccio schifo, non so :sorrisoidiota:) - sul secondo il romanzo non li ha convinti.

Li ringrazio per l'attenzione e cercherò di migliorarmi. :saltello:

 

(*) ... e non "oggi" come avevo scritto prima di modificare il messaggio. Sono sfasato. :facepalm:

Modificato da bwv582
Vedere nota. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, qualcuno di voi conosce la percentuale che vuole sulle "nostre" percentuali con gli editori? 

Credo che si possa scrivere 🤔🤔🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviai il 7 maggio 2019, nessuna risposta.

Le riscrissi ai primi di luglio, mi rispose il giorno dopo "ricevuto ma i tempi sono lunghi".

Poi nulla.

A me sembra assurdo rispondere a chi ha inviato a gennaio e lasciare in sospeso così chi ha inviato un anno fa, anche se ovviamente mi sono indirizzata altrove.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Bambola ha scritto:

Inviai il 7 maggio 2019, nessuna risposta.

Le riscrissi ai primi di luglio, mi rispose il giorno dopo "ricevuto ma i tempi sono lunghi".

Più o meno situazione analoga alla mia.

Inviato il romanzo alla fine dello scorso Settembre ma non ho mai ricevuto alcuna risposta.

Non ho sollecitato l'agenzia, anche perché - da quanto traspare dalle esperienze lette qui - è evidente che con la Vivian non esiste una tempistica certa: c'è chi riceve risposta nall'arco di qualche giorno; chi - come me e te - forse dopo svariati mesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ho già scritto, ho inviato un testo nel gennaio dello scorso anno. Non avendo ricevuto riscontro di alcun tipo, ho inviato una nuova mail a giugno per sapere se almeno fosse arrivata quella precedente. Nessun cenno neppure questa volta.
Ormai non mi aspetto più che mi contatti e subito che le invierò ancora qualcosa.
Per carità, capisco che sia sommersa di manoscritti, che il tempo è poco e che sia una delle poche a fare scouting a costo zero, ma se scrivi che una risposta è garantita in ogni caso, un cenno me lo aspetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esperienza personale:

A fine maggio scorso, invio una mail di presentazione alla quale allego sinossi, prime 10 pagine del manoscritto e note biografiche.

Dopo pochissimi minuti, 4 per l'esattezza, ricevo risposta: posso inviare l'intero manoscritto. Esulto e invio. Dopo circa un paio di mesi telefono in agenzia. Mi viene comunicato che, sì, hanno letto, ma forse hanno scordato di inviarmi una risposta. Mi chiedono di pazientare, rileggeranno il manoscritto e mi sapranno dire qualcosa subito dopo l'estate. Attendo, attendo e attendo ancora. Arriva Gennaio e provo, con un'ansia che non vi dico, a richiamare. Il mio testo è piaciuto, so tenere in mano la penna, parole loro, non mie. Purtroppo non hanno tempo di dilungarsi, ma mi tranquillizzano dicendo che mi richiameranno in un paio di giorni. In quei due giorni di sospensione ho veleggiato verso "l'Isola che non c'è". E ho sognato. Molto, troppo. Al ricevimento della telefonata, arrivata con precisione, la situazione è completamente ribaltata. Il mio romanzo, pur essendo ben scritto, andrebbe stravolto, rivisto e riscritto. Pertanto, nulla di fatto.  Non mi sono offesa, ci mancherebbe, sono Mrs. Nessuno, ma avrei preferito un no, secco e diretto, piuttosto che un continuo tergiversare. Il tempo, il tempo vitale, è prezioso per tutti, ma proprio tutti.   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me sono passati ormai 10 mesi, ma ci ho messo una pietra sopra da un pezzo. Da quanto ho visto qui o risponde subito con esito negativo (perché vede già dalla lunghezza o dal genere che non può piazzarlo, o magari ne ha appena accettato uno simile, chissà), oppure, se potrebbero in teoria interessarle, vanno in lettura. Da lì però passano mesi e poi non se ne sa più niente (a meno di non chiedere informazioni, cosa che io sinceramente non ho fatto).

Da una parte è già tanto che sia gratuita e che leggano, cosa rarissima, ma forse farebbero prima a dire che rispondono in un tot mesi solo se interessati, altrimenti ci puoi tirar sopra una riga... Ormai comunque ho più o meno trovato un editore, e ho contratti per altri tre libri. Chissà, magari tra un paio d'anni, con un curriculum letterario più nutrito, sarà più facile farsi considerare. Nel frattempo conto sulle mie sole forze :si:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Stavo leggendo i vecchi post di questa discussione per farmi un'idea generale sull'agenzia. Non ho ben capito una cosa. È solo lei a leggere, o ha dei collaboratori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

 

vi riporto la mia esperienza sperando possa esservi utile.

 

Mi sono rivolta a Rita Vivian dopo averne sentito parlare proprio qui, su Writer's Dream: non mi è stata richiesta una tassa di lettura e ho ricevuto una risposta positiva due settimane dopo l'invio del romanzo; ho quindi incontrato Rita a Padova, firmato il contratto e fatto con lei una veloce revisione del testo prima dell'invio agli editori (specifico che lei ha un occhio incredibile, e sono convinta che le sue note al testo abbiano contribuito a perfezionarlo).

Nella ricerca dell'editore Rita è attenta e tenacissima, e anche questa fase è andata a buon fine. Non posso fare quindi a meno di consigliarla caldamente - e anche di ringraziare questo forum per avermi fatto conoscere la mia agente. :-)

 

Aggiungo che, lavorando come docente di scrittura creativa, mi è capitato di proporle i testi dei miei corsisti: posso testimoniare che ha sempre letto tutti e che spesso, anche in caso di risposta negativa, ha dedicato tempo e attenzione a critiche costruttive.

Non ha, inoltre, limiti di genere (è capitato che accettasse di leggere anche fantascienza, gialli ecc.).

 

 

Un saluto a tutti.

 

 

Giorgia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'esperienza della Tribuiani è poco attendibile. 

Lei ha già pubblicato un romanzo con Voland e tiene corsi di scrittura creativa a Milano. Se si fosse presentata come autrice inedita(vedi sconosciuta)  non credo che avrebbe ricevuto una risposta così sollecita dalla Vivian(che in genere non risponde affatto) a meno di non essere fortunata. E mi fermo qui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×