Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

swetty

Come utilizzare la sezione

Post raccomandati

La sezione nasce per discutere dell'altro lato dei sogni.

Normalmente, siamo qui per parlare del nostro Writer's Dream, il nostro sogno relativo al mondo scrittevole.
Ma chi bazzica da un po' in questo mondo sa benissimo che non tutto è rose e fiori: perciò utilizzate questa sezione per parlare di tutto quello che c'è di negativo nell'ambito della scrittura. Esperienze personali, considerazioni generali, paure, deliri: tutto è ben accetto nel rispetto del regolamento.

 

Qui non si fanno domande.

Lo ribadisco perché vedo che ormai le domande sulla scrittura vengono aperte solo qui. E siccome sono buona non penso che l'utenza apra post in sezioni a caso senza curarsi minimamente dell'educazione.

Adesso non ci sono più scuse, però. Se esistono tante sezioni sotto "Scrivere" ci sarà un motivo. Se proprio non ci arrivate a quale sia, provate che so, a trovare tutti i topic che parlano di punto di vista. Poi quando li avete trovati rifatevi la domanda (e datevi una risposta che abbia un senso!).

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembra che non ci arriviate con le buone. Ho chiuso tutte le discussioni che non parlavano di "incubi".

I prossimi saranno richiamati. Non è ammissibile che gente che si diletta di scrittura non conosca la differenza tra "raccontare un incubo" e "chiedere un consiglio".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Conosco il regolamento ma purtroppo credo che questa volta il rilievo vada fatto pubblico, a prescindere dalle decisioni che prenderai dopo, perchè in un thread in evidenza destinato a rimanere.

Credo che non bisognerebbe mai scendere al punto di dare dell'ignorante, sia pure in senso letterale, per di più in questo contesto, da parte della moderazione all'utenza del forum.

Lo trovo davvero brutto.Mi piace com'è strutturato questo forum e, spesso, anche l'atmosfera che si respira, fondamentale per me è in particolare il rispetto di chi ha il potere verso chi usufruisce.

A prescindere dal fatto che alcune delle discussioni chiuse mi paiano ravvedibili come incubi per l'autore.

Mi assumo il rischio del rilievo, perchè fondamentale, prendendo poi serenamente quel che verrà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che verrà è che ti prendi un richiamo.

E tra parentesi, dare dell'ignorante a qualcuno non è un'offesa, solo una constatazione di fatto.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mocher

Incasso il richiamo e chiedo scusa: credevo che ricevere rifiuti fosse un incubo per gli autori. E dire che ci ho pensato e ripensato prima di postare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, anche se il mio inglese è scadente, a incubo c'ero arrivata... Penso anche gli altri. Non ho aperto discussioni, beneficiando (sarà l'età) di sonni immuni da incubi. L'etimologia dovrebbe essere (c'è qualche incertezza) il tardo latino in -cubare , stare sopra, come appunto lo spirito maligno sul petto del dormiente angosciato. Anzi, della ..., nel celebre quadro di Füssli.

Lepidezze a parte ( e scuse anticipate :flower:! ), le pippe mentali, problemi, deliri e paure degli aspiranti scribacchini sono numerose e variegate: difficile far chiarezza nel proprio io. Un aiutino  sotto forma di vademecum?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sefora ok essere esaustivi, ma davvero pensi che "quanto devono essere lunghi i capitoli" o "come visualizzare graficamente sottotrame" possano essere incubi e non semplici quesiti?

Serve un vademecum per questo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mocher

@sefora @ swetty "In medio stat virtus", no? non credo sia necessario un vadevecum per questa sezione, ma neanche mi accanirei su un'interpretazione fiscale della parola "incubo". Un dubbio irrisolvibile (Amleto docet) non può essere "interpretato" come un incubo? Dove possono, in alternativa, essere postati i dubbi che non assurgono a rango di incubi? Una riflessione penso sia doverosa visto che tanti utenti sono incorsi nell'interpretazione estensiva del concetto di "incubo" non trovando altro sbocco alle loro domande.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è un'intera sezione "questioni scrittevoli" in cui i dubbi possono essere divisi per categorie (legali, trame, etc), poi c'è una sezione "documentazione" in cui si possono chiedere aiuti per le cose tecniche che non sono nostra materia ma magari lo sono per altri e che servono per scrivere il nostro romanzo, poi c'è la sezioni "case editrici" per i dubbi sugli editori, questo forum è pieno di sezioni in cui chiedere aiuto per risolvere un problema e/o dubbio.

C'è scritto chiaramente nel regolamento cosa s'intende per incubo, personalmente non l'ho mai trovato facilmente fraintendibile però una svista una volta ci può stare secondo me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo arrampicarsi sugli specchi sta diventando fastidioso.

Esiste una sezione per la documentazione (che si chiama, guarda un po', Documentazione), una per le domande linguistiche (Punto Lessicale), una per dubbi sulle trame (Trame e dintorni), una per le questioni legali (si chiama Questioni legali se qualcuno avesse problemi a identificarla) e infine c'è la sezione Questioni Scrittevoli per tutte le altre domande. E un'intera area dedicata alle case editrici.

Di grazia, quali dubbi non trovano posto altrove? Possibile che si debba arrivare persino a discuterne?

EDIT: Gongola, una svista va bene; dieci diventano eccessive.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse si tende a non tener conto che la sezione Questioni Scrittevoli non contenga semplicemente quattro categorie (Incubi, Questioni legali, Trame e Lessico) ma che essa stessa rappresenta uno spazio in cui porre i quesiti che non rientrano nelle succitate categorie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mocher

Forse si tende a non tener conto che la sezione Questioni Scrittevoli non contenga semplicemente quattro categorie (Incubi, Questioni legali, Trame e Lessico) ma che essa stessa rappresenta uno spazio in cui porre i quesiti che non rientrano nelle succitate categorie.

 

Proprio così, Black. Non mi ero accorto che la radice Questioni Scrittevoli contiene a sua volta delle discussioni il cui tema è meno vincolato delle quattro categorie dipendenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appunto.

 

Se uno non è sicuro di cosa comprende una misteriosa sezione chiamata "nightmare", potrebbe anche leggersi il topic "Avvertenze per l'uso", messo in rilievo con la scritta "importante": http://www.writersdream.org/forum/topic/15708-avvertenze-per-luso/

 

E leggerebbe che qui c'è scritto chiaramente che:

 

 

 

chi bazzica da un po' in questo mondo sa benissimo che non tutto è rose e fiori: perciò utilizzate questa sezione per parlare di tutto quello che c'è di negativo nell'ambito della scrittura. Esperienze personali, considerazioni generali, paure, deliri, pippe mentali: tutto è ben accetto, qui.

 

e che:

 

 

 

Si tratta di commenti puramente ironici, e come tali prendeteli: non sono indirizzati a voi personalmente. Se pensate che questi commenti vi possano ferire, infastidire o turbare siete tenuti a non utilizzare la sezione.

 

Io capisco che a volte abbiamo quesiti difficilmente classificabili, ma un po' di attenzione. Siamo aspiranti scrittori, e dagli aspiranti scrittori ci si aspetta che leggano e comprendano le parole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sefora ok essere esaustivi, ma davvero pensi che "quanto devono essere lunghi i capitoli" o "come visualizzare graficamente sottotrame" possano essere incubi e non semplici quesiti?

Serve un vademecum per questo?

No di certo, mi consentivo un po' di blanda ironia. Tolte di mezzo le questioni banali, mi chiedevo però quali siano gli incubi veri... Farò una ricerca nel topic, appena ho tempo.

 

Siamo aspiranti scrittori, e dagli aspiranti scrittori ci si aspetta che leggano e comprendano le parole. Mi associo all'auspicio di Vale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ops! Chiedo umilmente scusa per il mio post. Cercherò l'idoneo gruppo per la discussione del mio problema. Non sono un navigatore esperto. ribadisco le mie scuse. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×