Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Signor Ford

Marco del Bucchia Editore

Post raccomandati

Salve, volevo riportare la mia esperienza con l'editore Marco Del Bucchia. 

Io ho pubblicato con la sua casa editrice un libro poche settimane fa, a dicembre del 2015. 

Posso garantire che la casa editrice è completamente Free.

Non c'è nessun obbligo nemmeno su eventuali copie da acquistare.

Il contratto prevede una percentuale su ogni copia venduta e la cessione dei diritti per venti anni. 

Per quanto riguarda la distribuzione dei libri sull'intero territorio italiano la stiamo decidendo praticamente insieme, così come la promozione del libro, ovviamente è impossibile immaginare una distribuzione capillare dell'opera in tutte le librerie italiane. 

Io mi sono trovata molto bene, l'editore è molto disponile, risponde celermente sia per e-mail sia al numero di cellulare. 

Non ho nessun problema a fornire le prove di quello che ho appena detto, allegando anche una copia del contratto. Certe affermazioni che ho letto qui mi fanno piuttosto specie, non mi sembra corretto che una persona su 20 utenti asserisca di aver ricevuto una proposta di editoria a pagamento nel 2008, dica di non avere nessuna prova di ciò che dice e che, una sola testimonianza, riesca a far spostare un editore come Del Bucchia dalla sezione "Free" a quella "da testare". 

Credo che un sito così accreditato come writer's dream dovrebbe verificare l'autenticità di ciò che affermano i suoi utenti e che, nel frattempo, siano certe considerazioni a dover essere congelate in una apposita sezione "da testare". 

E' davvero simpatica la scena descritta in cui viene proposto un pagamento per la pubblicazione "di cui non c'è traccia nel contratto" (...) in un bar. L'editoria a pagamento è una cosa legale, quindi non vedo proprio il motivo di dover addirittura proporre una cosa del genere al bar... mi viene da sorridere al solo pensiero. Volendo fare un piccolo calcolo, poi, basterebbe ordinare per se un centinaio di copie da regalare ad amici o parenti per arrivare subito alla cifra indicata. Quindi, di cosa stiamo parlando? Ci vuole forse portare a desumere che è stata in qualche modo obbligata all'acquisto? Voglio sperare di no, dato che tutto questo avrebbe del surreale.

Mi sento penalizzata a veder inserito il nome dell'editore con cui ho pubblicato e che ho cercato rigorosamente in una lista di editori Free, tenendo presente anche il vostro forum, rilegato in una sezione "da testare". 

L'editore Marco Del Bucchia, per quanto ho potuto valutare in questi mesi, si è comportato sempre in maniera molto corretta.

Mi sembrava doveroso raccontare la mia esperienza, in modo tale da poter essere utile a tutti gli aspiranti scrittori che hanno diritto di avere un quadro chiaro di ciascun editore al quale si rivolgono. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Daniela Dora

Grazie della segnalazione, ci sarai molto utile.

Vorrei però sottolineare che, come dici tu stessa, dovremmo essere sicuri prima di spostare una casa editrice in "Free" o anche "A pagamento".

Proprio per questo è relegata nella sezione "Da testare", fatta apposta per quello. Non abbiamo prove concrete della considerazione che tu ritieni una "simpatica scena", come non abbiamo prove della tua, di scena.

 

Detto questo, sarà nostra premura assicurarci della giusta posizione di questa Casa Editrice quanto prima; nel frattempo, questo è il posto giusto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie della tua testimonianza. Vorrei aggiungere un paio di cose:

 

non mi sembra corretto che una persona su 20 utenti asserisca di aver ricevuto una proposta di editoria a pagamento nel 2008, dica di non avere nessuna prova di ciò che dice e che, una sola testimonianza, riesca a far spostare un editore come Del Bucchia dalla sezione "Free" a quella "da testare".

Lo scopo del WD è anche quello di tenere informati gli utenti delle politiche editoriali delle case editrici. Poteva trattarsi anche di una sola testimonianza su mille, ma è comunque una testimonianza e come tale va presa in considerazione. Questo è il motivo per cui la CE è stata spostata in "Da Testare" (e non "Doppio Binario", dato che appunto la testimonianza si riferisce al 2008).

Credo che un sito così accreditato come writer's dream dovrebbe verificare l'autenticità di ciò che affermano i suoi utenti e che, nel frattempo, siano certe considerazioni a dover essere congelate in una apposita sezione "da testare". 

 

È proprio per verificare le testimonianze e contattare l'editore che il topic è stato spostato in Da Testare.  ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara Daniela,

sono felice che dalla tua testimonianza le cose siano cambiate, se è come esattamente hai scritto.

Io il contratto con Del Bucchia ce l'ho ancora e se qualcuno della direzione di Writers Dream vuole dargli un'occhiata sarò ben lieta di mandargli la copia o fare lo scanner. o ho appunto ripetuto che questa storia risale al 2008 e quindi se poi le cose sono cambiate non ne ho idea. Io parlo per mia esperienza personale. Del Bucchia, come diceva il mio cntratto dell'epoca doveva darmi una volta l'anno il resoconto dele copie vendute. Mai stato così.

L'ho chiamato per avere delucidazioni e non mi ha mai risposto, sia per telefono che per e-mail. (Se ho ancora le email conservate ve lo posso girare, nessun problema).

Ho esposto la disavventura per questo: pagare 1250 euro per cento copie in "omaggio" e una distribuzione che era scarsissima... e mai una royalties vista. Ps. tengo a precisare che nel contratto non c'è scritto di pagare quella cifra, e ahimé è vero, non ho prove in mano da dire di aver dato soldi a Del Bucchia, e questo mi dispaice molto. La questione soldi, come avevo giù detto, ne parlammo solo io e lui in privato dicendomi che ovviamente come fanno tante altre case editrici dovevo mettere un piccolo investimento...

Alla faccia del piccolo.

Per qualsiasi chiarimento sono a disposizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rieccomi. Come ho precisato nel precedente post, non ho nessun problema a inviare come prova di ciò che dico sia la copia del contratto, sia tutti i documenti necessari se l’amministrazione del forum mi fornisce un indirizzo e mail indicato. Ovviamente trovo giusto lasciare spazio alle testimonianze di tutti gli utenti, semplicemente trovo singolare il fatto che l’utente in questione asserisce qualcosa che non è provabile né verificabile. In questo modo non posso evitare di pensare che chiunque, per i più svariati motivi, potrebbe screditare qualunque casa editrice senza portare nessuna prova se non quella di una chiacchierata al bar. Credo però che la questione si sia già risolta grazie alla precisazione di Asia80: le 1250 euro sono state versate a fronte dell’acquisto di 100 copie. L’acquisto di copie personali è opzionale, anche io ho acquistato alcune copie per me ma non è una cosa che mi è stata assolutamente imposta dall’editore. Per quanto riguarda il rendiconto delle copie vendute non posso dire nulla ma mi sovviene un dubbio: ci saranno state delle copie vendute? Potrebbe essere che il libro non sia andato bene e quindi non ci siano state copie vendute al di fuori di quelle ordinate da Asia. Resto a disposizione per qualunque chiarimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Va bene, ma l'argomento si chiude qui, e prego sia Asia sia Daniela di chiudere il discorso. Abbiamo una segnalazione molto vecchia e una nuova, agiremo di conseguenza.

Se volete (e spero di no) intraprendere un battibecco, fatelo in privato. Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio, anche io ho pubblicato da qualche giorno con Marco Del Bucchia.

Confermo il 5% di royalties, uno sconto sull'acquisto di copie personali (assolutamente facoltativo, ho dovuto anche insistere per ordinarle) e nessun costo di pubblicazione.

Non avrei mai accettato un contratto di pubblicazione a pagamento. Ed è anche per questo motivo che intervengo, e mi scuso per averlo fatto dopo la richiesta di Niko di non riaprire lo "scontro", scrivendo la mia esperienza.

Penso sia condivisibile e comprensibile che un esordiente ci tenga a sottolineare di non aver optato per una vanity press.

A disposizione per chiarimenti.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@smurf, il mio richiamo all'ordine serviva proprio per consentire ad altre persone come te di dare la propria testimonianza.

Il topic serve a quello; quindi grazie a te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti,

Io ho pubblicato con Del Bucchia nel 2015.

Si è preso carico personalmente della mia opera, mi ha inviato un contratto pulito e onesto. 

Mi segue in tutte le parti della distribuzione, decidendo insieme i prossimi passi. Fin da subito, secondo le presentazioni, si è interessato a mandare i libri nelle varie librerie del territorio e a informare radio e giornali. 

Ho uno sconto sull'acquisto dei libri, e va da sé che più ne richiedo e minore è il prezzo. 

Non ho nulla da reclamare su gentilezza, disponibilità e interessamento da parte dell'editore, totalmente free. 

Sono totalmente soddisfatta anche sulla celerità della lettura del manoscritto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche la mia esperienza è in buona parte simile a quella di Sabry sognatrice. Con la differenza che non ho ancora pubblicato con questa CE, ma da (lunga) conversazione telefonica con l'editore, ne ho ricavato la certezza che non è Doppio binario né tantomeno Eap. Mi spiego: l'editore mi ha proposto la pubblicazione free, con 3 copie omaggio. E dato che, per dire à la Moresco, sono un signor Nessuno, poteva benissimo propormi un contributo o l'acquisto copie per pubblicarlo con lui. Non l'ha fatto, e questo, come si dice nei processi, depone a suo favore. Poi, per quanto riguarda la cura che mette nell'editing, la copertina ecc. non saprei dire, ma comunque è free.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate se riapro la questione Del Bucchia. A febbraio ho partecipato a un concorso rivolto alla cultura migrante. Un giorno mi arriva una mail del signor Del Bucchia, in cui mi avvisa che il mio racconto è stato pubblicato nella raccolta e se volevo potevo acquistarla a un prezzo scontato. Dopo aver accettato, mi manda una mail con le coordinate bancarie. Io ero un po' occupata e feci il pagamento un paio di settimane dopo. Gli mando la scansione della ricevuta, ma non mi risponde. Attendo un po', nel frattempo ero impegnata e la cosa mi è, ammetto, sfuggita dalla mente. Il libro non arriva. Scrivo due volte per avere delle spiegazioni, ma niente. Mi è sembrato poco serio ma da quello che ho letto qui è affidabile. Forse non dovrei nemmeno preoccuparmi ma ammetto che la cosa mi un po' puzza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, Emina Ristovic dice:

ma da quello che ho letto qui è affidabile. Forse non dovrei nemmeno preoccuparmi ma ammetto che la cosa mi un po' puzza.

Ha pregi e difetti delle piccole CE che tirano il lesso quotidiano e nel contempo cercano di sbarcare il lunario strette come sono dalle altre. Dal mio rapporto che ho avuto con lui, conclusosi con un nulla di fatto perché ero in disaccordo su alcune clausole del contratto standard come la cessione dei diritti per 20 (dicesi venti) anni, direi, a pelle, che è un buon artigiano, discretamente serio (enro i limiti).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Superfrancy dice:

Se leggi anche i commenti vecchi vedrai che non è così affidabile.

@Superfrancy Grazie. Sono nuova qui, e ammetto di non aver letto tutta la discussione ieri. Adesso ho letto tutto. La cosa che non mi è piaciuta ha fatto è questa sua non professionalità. Era tutto gentile, fino ad arrivo dei soldi poi è sparito. D'accordo, non era una grossa somma ma ci tenevo ad avere la raccolta con il mio primo racconto pubblicato in una lingua praticamente non mia. Se dovessi pubblicare il romanzo con il quale attualmente sono nella semifinale del Premio La Giara, non lo farei assolutamente con lui. 

 

50 minuti fa, don Durito dice:

Ha pregi e difetti delle piccole CE che tirano il lesso quotidiano e nel contempo cercano di sbarcare il lunario strette come sono dalle altre. Dal mio rapporto che ho avuto con lui, conclusosi con un nulla di fatto perché ero in disaccordo su alcune clausole del contratto standard come la cessione dei diritti per 20 (dicesi venti) anni, direi, a pelle, che è un buon artigiano, discretamente serio (enro i limiti).

@don Durito Sarà buon artigiano, ma sulla sua serietà ho tanti dubbi. Vi terrò comunque aggiornati sugli eventuali sviluppi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per correttezza, visto che ho dubitato dell'editore in questione, scrivo per avvisare che ieri pomeriggio ho ricevuto il libro in questione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviata una seconda mail in data odierna, per ricevere informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia esperienza con Del Bucchia, come ho detto in un post precedente, me lo fa ritenere un editore NOEAP. Ebbi tempo fa una proposta di pubblicazione da questa CE che non accettai per la faccenda dei diritti (20 anni), ma che prevedeva la pubblicazione del mio libro completamente gratuita. Credo che l'editore confidi di rifarsi delle spese di pubblicazione, almeno, vincolando a lui i libri per 20 anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×