Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Signor Ford

Marco del Bucchia Editore

Post raccomandati

Ospite Signor Ford

Nome: Marco del Bucchia Editore

Generi: Narrativa, Poesia, Storico, Saggistica, Gialli e Noir

Modalità di invio manoscritti: https://it-it.facebook.com/pages/Marco-Del-Bucchia-editore/109653995721630

Distribuzione: http://www.delbucchia.it/ordini.php

Sito webhttp://www.delbucchia.it/

Facebok: https://it-it.facebook.com/pages/Marco-Del-Bucchia-editore/109653995721630

 

Ci è stato segnalato via email, mandata richiesta informazioni il 27.09.2013

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto una proposta di pubblicazione da questa casa editrice, è assolutamente free.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I libri li puoi ordinare nelle librerie (come per tutte le piccole case editrici), ordinare da loro oppure li trovi on line su libreriauniversitaria.it e su lafeltrinelli.it, su ibs per ora no, ma probabilmente in futuro torneranno disposnibili anche lì. Per ora non pubblicano in digitale, solo cartaceo.

Il contratto è onesto, la cura dei testi e della grafica buona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Tinucci, per le librerie tradizionali immaginavo: è così per tutte le piccole. Per ciò che riguarda gli store online io sono abituata ad acquistare su IBS e Amazon, soprattutto quest'ultimo, e quindi  mi è comodo cercare lì libri ed editori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho parlato con questo editore, ma non mi ha convinto molto.

La casa editrice è free ma non da niente in cambio (niente royalties) e praticamente il libro lo devi promuovere te. Non posso dare un giudizio sulla parte di editing. Copertina e formato dei libri non mi sono piaciuti particolarmente, ma questo è mio gusto personale.

Ad ogni modo se ad un autore va bene così, questo editore potrebbe esser un buon compromesso per veder pubblicato il proprio libro (sempre che sia decente naturalmente...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel contratto che avevano sottoposto a me erano previste royalties (non cifre da capogiro, ma comunque qualcosa). Però poi ci sono stati grossi problemi di comunicazione e la cosa non è andata in porto : Chessygrin :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao. guarda al momento ho avuto solo un contatto. Sono interessati al mio lavoro ma mi risentirò i primi di settembre. Non so dirti altro. Solo che mi ha fatto un'ottima impressione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento di Moderazione:

 

mister x, ti ricordo il regolamento:

 

1.12. È vietato l’uso di abbreviazioni e l’abuso della punteggiatura (mai più di tre puntini di sospensione, un solo punto interrogativo, un solo punto esclamativo). Anche le abbreviazioni più semplici sono bandite.

Questo è il secondo post in cui fai uso di abbreviazioni e abuso di punteggiatura. Al prossimo sgarro ti prendi un richiamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto poco fa una proposta di pubblicazione per telefono. Sinceramente, il primo approccio non mi ha suscitato particolare entusiasmo e mi suscita perplessità il fatto che abbia inviato loro il testo solo quattro giorni fa e peraltro si tratta di un testo molto lungo. In ogni caso, attendo l'invio della proposta tramite posta elettronica e valuterò. Poi vi farò sapere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto la proposta a tempo di record. L'editore non chiede soldi ma vuole il diritto di prelazione su tutte le mie opere successive. La cessione dei diritti del testo che ho inviato è poi di venti anni. Ho rifiutato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mese scorso ho ricevuto anch'io una cortese telefonata dall'editore a cui ha fatto seguito un contratto di edizione via mail.

Dopo aver ottenuto un parere legale ho chiesto alcune modifiche, ma non ho avuto risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Puoi dirci che tipo di contratto fosse? aveva clausole "strane"?

Si tratta di un contratto abbastanza standard. Più che "clausole strane" ci sono articoli un po' vaghi che, in caso di contenzioso, mi creerebbero dei problemi. 

Anche a me ha chiesto la cessione dei diritti per 20 anni. Pur essendo il massimo previsto dalla legge, normalmente a un esordiente si chiedono per 3-5 anni. 

Poi ci sono altri dettagli che di solito costituiscono oggetto di discussione prima dell'eventuale firma del contratto. Il fatto di essere degli esordienti non significa che siamo disposti ad accettare qualsiasi condizione pur di vedere il nostro nome su una copertina.

Comunque, su scrittorincausa.blogspot.com (magari lo conosci già...) ci sono molte informazioni utili in materia di contratti.

In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto esperienza con questo editore nel 2008. Mi propose un contratto, clausole un pochetto confuse... ma tuttavia non mi pareva male. A parte

il fatto che il contratto durava vent'anni.... :-O

Ho accettato ma, ahimé, mi vergogno pure a dirlo, era a pagamento. Dopo aver sborsato la bellezza di 1250 euro e avendo in "omaggio" cento copie e una sola presentazione, il libro è finito nel dimenticatoio. Ma cosa più interessante è che, nel contratto era previsto, che una volta l'anno, l'editore mi desse il resoconto delle copie vendute. A distanza di sette anni io non ho ancora visto un centesimo....

Ho mandato lettera dell'avvocato e sciolto il contratto. Fine della fiera. Non cascate in questo editore..per me non è stato onesto. Se poi ha cambiato tecnica non so.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto esperienza con questo editore nel 2008. Mi propose un contratto, clausole un pochetto confuse... ma tuttavia non mi pareva male. A parte

il fatto che il contratto durava vent'anni.... :-O

Ho accettato ma, ahimé, mi vergogno pure a dirlo, era a pagamento. Dopo aver sborsato la bellezza di 1250 euro e avendo in "omaggio" cento copie e una sola presentazione, il libro è finito nel dimenticatoio. Ma cosa più interessante è che, nel contratto era previsto, che una volta l'anno, l'editore mi desse il resoconto delle copie vendute. A distanza di sette anni io non ho ancora visto un centesimo....

Ho mandato lettera dell'avvocato e sciolto il contratto. Fine della fiera. Non cascate in questo editore..per me non è stato onesto. Se poi ha cambiato tecnica non so.

Ciao Asia.

Sono passati 7 anni, le ultime segnalazioni non fanno riferimento ad alcun pagamento.

Sai se la politica attuale è quella che suggerisci tu?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Ho avuto esperienza con questo editore nel 2008. Mi propose un contratto, clausole un pochetto confuse... ma tuttavia non mi pareva male. A parte

il fatto che il contratto durava vent'anni.... :-O

Ho accettato ma, ahimé, mi vergogno pure a dirlo, era a pagamento. Dopo aver sborsato la bellezza di 1250 euro e avendo in "omaggio" cento copie e una sola presentazione, il libro è finito nel dimenticatoio. Ma cosa più interessante è che, nel contratto era previsto, che una volta l'anno, l'editore mi desse il resoconto delle copie vendute. A distanza di sette anni io non ho ancora visto un centesimo....

Ho mandato lettera dell'avvocato e sciolto il contratto. Fine della fiera. Non cascate in questo editore..per me non è stato onesto. Se poi ha cambiato tecnica non so.

Ciao Asia.

Sono passati 7 anni, le ultime segnalazioni non fanno riferimento ad alcun pagamento.

Sai se la politica attuale è quella che suggerisci tu?

 

Come scritto più di un anno fa e come altri autori che hanno pubblicato con lui mi hanno confermato, ti ripeto la mia esperienza:

Nessuna royalties per gli autori, ma anche nessun pagamento. La nuova politica è questa, e soprattutto nessuna promozione del libro, anzi lui caldeggia che sia lo stesso autore a organizzare promozioni per vendere i libri... A me non ha convinto per tante altre cose e ci ho parlato più di due ore.

Io non ho accettato.

In bocca al lupo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti ragazzi, essendo passati sette anni ora non so come sia la situazione. Io parlo per mia esperienza personale.

Del Bucchia con me non è stato professionale. né onesto. Tenete conto che gli mandai diverse email e gli telefonai per avere spiegazioni ma non mi ha mai risposto. Se un editore non ti paga e non ti pubblicizza allora vado in copisteria, stampo le copie da me, e me le diitribuisco da sola, no?

Tenete presente che nel contratto non c'era scritto di sborsare soldi, quello è stato il discorso che mi fece lui a tavolino incontrandoci in un bar..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bene, capisco.

La questione sembra un po' confusa e le politiche dell'editore non molto chiare.

In attesa di chiarimenti, sposto in "Da testare".

Quando e se noi dello staff o qualche utente riesca a saperne di più, vedremo dove collocarla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bene, capisco.

La questione sembra un po' confusa e le politiche dell'editore non molto chiare.

In attesa di chiarimenti, sposto in "Da testare".

Quando e se noi dello staff o qualche utente riesca a saperne di più, vedremo dove collocarla.

Ciao. Sono già intervenuta in questa discussione, ma ritengo utile aggiungere qualche dettaglio.

Lo scorso settembre ho ricevuto una proposta di pubblicazione. Le royalties erano il 5% al netto delle spese di legatura (che secondo la legge sul diritto d'autore sono a totale carico dell'editore) e la durata del contratto era di 20 anni.

La clausola che ho trovato molto ambigua era quella riguardante il pagamento. Mi spiego: l'editore invia all'autore il resoconto delle vendite una volta l'anno; se l'autore non lo restituisce firmato entro la data indicata perde ogni diritto ad essere pagato. Va da sé che se il povero autore riceve detto resoconto l'ultimo giorno prima della scadenza del termine per la restituzione non ce la può fare.

Ho espresso le mie perplessità a Del Bucchia in una mail dettagliata, ma non ho ricevuto risposta.

Ecco: in sintesi è andata così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io continuo a dire che è molto ambiguo e non chiaro. E ripeto che non mai ricevuto nessun resoconto delle copie vendute.

Aggiungo e ripeto che se ora è cambiato non so (ma ho dei dubbi) però mi sembra giusto segnalare come si è comportato nel 2008 con me e con chissà quanti altri autori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×