Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Signor Ford

Mimesis Edizioni

Post raccomandati

Ospite Signor Ford

Nome: Mimesis Edizioni

Generi trattati: narrativa, filosofia, spisritualità, saggistica varia, riviste
Invio manoscritti: per e mail a proposteditoriali@mimesisedizioni.it
Distribuzione: http://mimesisedizioni.it/distribuzione-promozione-mimesis

Sito web: www.mimesisedizioni.it

Facebook: https://www.facebook.com/mimesis.edizioni

 

dicembre 2016, dal loro sito: Oggi il gruppo Mimesis riunisce realtà culturali diverse: dalla casa editrice Jouvence, dedita alla storia, alla letteratura e alla riflessione interculturale, alle case editrici Éditions Mimésis e Mimesis International, attive rispettivamente sul mercato francese e anglosassone (UK/ USA).

 

Ci è stata segnalata come editore a pagamento via e-mail. Non menzionato dal contratto, richiedono all'autore l'acquisto di 200 copie dell'opera al prezzo di copertina.

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho pubblicato con loro qualche tempo fa, alla fine del dottorato. C’è stata prima una valutazione scientifica del libro, e da quello che ho capito solo nel caso non avesse avuto mercato mi sarebbe stato chiesto un contributo. Non basta quindi pagare per essere pubblicati e non sempre viene chiesto di farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so se chiedono un contributo proprio a tutti, ma al Book Pride di Genova, da me visitato ieri, il tizio che curava il loro stand confermava liberamente a chi gli chiedesse informazioni sulla casa editrice che un autore esordiente o semi-sconosciuto non può far altro che "partecipare" alle spese della casa editrice, perché altrimenti questa non potrebbe reggersi in piedi. Editoria a pagamento elevata a sistema. E sosteneva che praticamente tutte le case editrici presenti in quella fiera, che è dedicata agli editori indipendenti, adottano questo sistema. Spero che quest'ultima affermazione sia falsa, perché tra gli espositori si trovavano anche nomi di una certa serietà (sempre nell'ambito dei piccoli e medio-piccoli).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, L'antipatico ha detto:

Non so se chiedono un contributo proprio a tutti, ma al Book Pride di Genova, da me visitato ieri, il tizio che curava il loro stand confermava liberamente a chi gli chiedesse informazioni sulla casa editrice che un autore esordiente o semi-sconosciuto non può far altro che "partecipare" alle spese della casa editrice, perché altrimenti questa non potrebbe reggersi in piedi. Editoria a pagamento elevata a sistema. E sosteneva che praticamente tutte le case editrici presenti in quella fiera, che è dedicata agli editori indipendenti, adottano questo sistema. Spero che quest'ultima affermazione sia falsa, perché tra gli espositori si trovavano anche nomi di una certa serietà (sempre nell'ambito dei piccoli e medio-piccoli).

Affermazioni del genere mi lasciano allibito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/21/2017 alle 15:15, L'antipatico ha detto:

E sosteneva che praticamente tutte le case editrici presenti in quella fiera, che è dedicata agli editori indipendenti, adottano questo sistema.

In effetti ha detto una emerita boiata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che io sappia loro sono "Doppio binario". Se un testo viene adottato in università non chiedono acquisto copie. E anche se l'autore non è esordiente e sconosciuto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×