Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Signor Ford

Mimesis Edizioni

Post raccomandati

Ospite Signor Ford

Nome: Mimesis Edizioni

Generi trattati: narrativa, filosofia, spisritualità, saggistica varia, riviste
Invio manoscritti: per e mail a proposteditoriali@mimesisedizioni.it
Distribuzione: http://mimesisedizioni.it/distribuzione-promozione-mimesis

Sito web: www.mimesisedizioni.it

Facebook: https://www.facebook.com/mimesis.edizioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho pubblicato con loro qualche tempo fa, alla fine del dottorato. C’è stata prima una valutazione scientifica del libro, e da quello che ho capito solo nel caso non avesse avuto mercato mi sarebbe stato chiesto un contributo. Non basta quindi pagare per essere pubblicati e non sempre viene chiesto di farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so se chiedono un contributo proprio a tutti, ma al Book Pride di Genova, da me visitato ieri, il tizio che curava il loro stand confermava liberamente a chi gli chiedesse informazioni sulla casa editrice che un autore esordiente o semi-sconosciuto non può far altro che "partecipare" alle spese della casa editrice, perché altrimenti questa non potrebbe reggersi in piedi. Editoria a pagamento elevata a sistema. E sosteneva che praticamente tutte le case editrici presenti in quella fiera, che è dedicata agli editori indipendenti, adottano questo sistema. Spero che quest'ultima affermazione sia falsa, perché tra gli espositori si trovavano anche nomi di una certa serietà (sempre nell'ambito dei piccoli e medio-piccoli).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che io sappia loro sono "Doppio binario". Se un testo viene adottato in università non chiedono acquisto copie. E anche se l'autore non è esordiente e sconosciuto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate, siete sicuri che sia in tutto o in parte a pagamento ?

 

Un'altra fonte online, che pure presenta delle liste divise per tipologia, la inserisce in quelle free. (non so se sia conforme al regolamento inserire il link, probabilmente no quindi mi astengo).

 

Inoltre ho contattato in questi giorni un loro autore, di cui sto leggendo i libri, per farmi dire come pubblicare con loro, e mi ha già anche risposto: se fossero stati EAP penso che me l'avrebbe detto.

 

Ancora, vedo che in una delle loro collane, quella dedicata all'Archeologia, nel comitato scientifico figura una docente della mia università: persona che io ovviamente conosco, studiosa seria e preparata, che non penso avrebbe accettato di far parte di un'EAP.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, MarcusFabius ha scritto:

Ancora, vedo che in una delle loro collane, quella dedicata all'Archeologia, nel comitato scientifico figura una docente della mia università: persona che io ovviamente conosco, studiosa seria e preparata, che non penso avrebbe accettato di far parte di un'EAP.

 

In genere, le CE che si occupano di editoria scientifica rientrano in una fetta di mercato a parte. Le pubblicazioni sono a pagamento per prassi e talvolta sponzorizzate proprio da enti e Università. Non è strano, quindi, che sia nella lista EAP.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah vedi, non lo sapevo. Sono qui da due giorni e ho già imparato una cosa nuova.

 

Quanto al resto, sai dirmi qualcosa di più su questa CE ? Io vorrei proporre loro un testo di saggistica "minore", come quelli dell'autore che ho contattato e che hanno avuto sia una pubblicazione cartacea che in e-book - almeno stando al loro sito e a IBS.

 

In un caso come questo, chiedono contributo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi risulta che Mimesis non sia sempre a pagamento, ma in molti casi sì. In ogni caso, è ben distinta da altre CE "a pagamento", perché è selettiva, quindi non intacca la reputazione dell'autore, anzi. Si tratta di un editore serio, ben promosso e ben distribuito, e che pubblica opere di qualità. Nel mondo accademico, il pagamento non è indice di "vanity press", ma di pubblicazioni specialistiche. Per i docenti, acquistare copie non è un problema, anzi è quasi la regola, perché poi vanno destinate agli studenti. L'unico problema potrebbe essere, eventualmente, se Mimesis sfruttasse la notorietà del suo marchio per lucrare sugli autori, realizzando pubblicazioni di scarsa qualità. Ma non mi sembra che sia così. Anche perché il marchio stesso ne perderebbe di reputazione, quindi sarebbe un danno d'immagine per loro stessi, prima che per i loro autori. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, MarcusFabius ha scritto:

Quanto al resto, sai dirmi qualcosa di più su questa CE ? Io vorrei proporre loro un testo di saggistica "minore", come quelli dell'autore che ho contattato e che hanno avuto sia una pubblicazione cartacea che in e-book - almeno stando al loro sito e a IBS.

 

In un caso come questo, chiedono contributo ?

 

Non conosco bene questo editore, per cui non saprei darti informazioni più dettagliate. Concordo con quanto ha detto @Wanderer , nel senso che c'è una certa distinzione tra le CE a pagamento di tipologia scientifica (o quelle che non solo scientifiche che la attuano per collane di tale genere), rispetto alle EAP pure.

Non saprei dirti se nel tuo caso chiederebbero un contributo, se è vero che non sempre lo chiedono, con molta probabilità dipenderà anche dalla vendibilità dell'argomento trattato dal tuo saggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ElleryQ ha scritto:

con molta probabilità dipenderà anche dalla vendibilità dell'argomento trattato dal tuo saggio.


Con molta probabilità dipende se il nome è affermato, ovvero se l'opera venderà anche grazie alla notorietà del nome. Per dire, se il nome è Maurizio Ferraris, è certo che non chiedano un euro. D'altro canto, l'esordiente può stare certo del fatto che, se una CE ha nel suo catalogo (tra i tanti altri) tre libri di Maurizio Ferraris, allora è un editore serio. Quindi forse è uno dei rari casi in cui l'investimento economico (se non eccessivo) potrebbe valere la candela, sempre ammesso che l'opera abbia i giusti requisiti per rientrare negli interessi dell'editore. 

Io anni fa inviai una proposta, ma non ebbi risposta. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Wanderer ha scritto:

Con molta probabilità dipende se il nome è affermato, ovvero se l'opera venderà anche grazie alla notorietà del nome. Per dire, se il nome è Maurizio Ferraris, è certo che non chiedano un euro.

 

Questo lo davo come più che scontato. ;)

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×