Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Linda Rando

Il prezzo equo dell'eBook

Qual è il prezzo equo dell'eBook?  

39 voti

  1. 1. Qual è il prezzo equo dell'eBook?

    • 1,00€
      4
    • 1,50€
      2
    • 2,00€
      5
    • 2,50€
      9
    • 3,00€
      11
    • dai 3 ai 5€
      9
    • dai 5 ai 10€
      1


Post raccomandati

Ospite Linda Rando

Qual è il prezzo equo degli eBook? C'è chi dice sia 9,90€, ovvero quanto un'edizione economica; ma secondo più di qualche esperimento l'acquisto cosiddetto "compulsivo" (fatto senza pensarci troppo) si aggira al di sotto dei 5€, precisamente sui 2,99€.

Io sono per i 2,50€; un prezzo troppo basso fa pensare a materiale scadente - almeno agli inizi, dato che siamo abituati a pensare che si paghino poco solo le cose di scarsa qualità.

Votate :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho votato 2,50 € per le tue stesse ragioni! Io stesso sono affetto da shopping compulsivo quando vedo libri che costano circa 3-4 €... Ammetto comunque che per un e-book mi sento meno desideroso d'acquisto...Sarà che amo la vecchia carta..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pure io ho scelto 2,50, anche se credo che comprerei ebook che stanno anche dai 5 euro in giù. Certo, prima però dovrei comprare un lettore ebook XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Secondo me un prezzo sotto i 3 euro è troppo basso e sminuirebbe il valore artistico dell'opera. Io starei fra i 4 e i 5 euro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando
Qual è il prezzo giusto: 9,99$ oppure 2,99$?

Pensate al ruolo dell’editore e al valore del lavoro dello scrittore.

Ci sono due obiettivi per lo scrittore, farsi leggere da più persone possibili (per soddisfare la propria vanità di autore) e guadagnare il più possibile (per non svalutare il proprio lavoro): è meglio farsi leggere da 300 persone e guadagnare 522$ (eBook a 9,99$ con editore) o farsi leggere da 9.000 persone e guadagnare 18.554$ (eBook a 2,99$ senza editore)?

Quale dei due prezzi svaluta davvero il lavoro e la dignità dello scrittore?

A me pare ovvio, con buona pace degli editori-della-carta e degli scrittori-che-sanno e che si tirano le pose da intellettuali (“Meno di 9,99$ è svendere la mia dignità, trasformarmi in un cortigiano che implora denaro scrivendo su commissione! Dov’è la dignità e la libertà se svalutano il valore del tuo Lavoro?”) per difendere il prezzo al dettaglio del venduto e si dimenticano della cifra finale incassata.

fonte

Io sono d'accordo ^__^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io direi sui 3 euro, né troppo né troppo poco :D

E lo dico dopo aver fatto dei calcoli sulla base di un'ipotetica attività, se vuoi pagare una buona percentuale di diritti e avere un certo margine di ricavo sotto i 3 euro ci puoi scendere solo se hai un volume d'affari notevole se no il gioco non vale la candela...

Per fare un esempio stupido, se l'acquisto viene pagato con paypal sono già 45 centesimi che se ne vanno al vento per le commissioni y..y

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Tanja, dipende dalla gestione dei diritti, se parliamo del 25% (come lo dà Simplicissimus) o del modello agenzia 70-30 che mette a disposizione Amazon (e non vi garantisco niente, ma POTREBBE essere messo in piazza anche qui a breve :roll: )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il prezzo dell'ebook non può essere fisso a parer mio, in quanto lavori come editing e correzione bozze vengono spesso pagati in base al quantitativo di caratteri.

Il prezzo giusto di un ebook dovrebbe essere quello di un libro in brossura libero da costi di stampa, distribuzione e libero dai costi della libreria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il prezzo dell'ebook non può essere fisso a parer mio, in quanto lavori come editing e correzione bozze vengono spesso pagati in base al quantitativo di caratteri.

Il prezzo giusto di un ebook dovrebbe essere quello di un libro in brossura libero da costi di stampa, distribuzione e libero dai costi della libreria.

In effetti...

Se pero' pensi che un volumetto tipo Urania o Giallo mondadori costano meno di 5 euro in cartaceo (e gli Urania sono di solito sulle 250 pagine), non credo che la versione elettronica possa costare piu' di 2. Poi se parliamo di tomi di 500 e piu' pagine il discorso cambia un po', ma neanche tanto: Il quinto principio di Catani, per esempio, costava 5.5 ed era piu' di 500 pagine.

In generale, penso che i libri da edicola siano un buon punto di riferimento, dato che normalmente il risparmio e' basato sull'assenza di costi che non ci sono nemmeno per gli ebook.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Tanja, dipende dalla gestione dei diritti, se parliamo del 25% (come lo dà Simplicissimus) o del modello agenzia 70-30 che mette a disposizione Amazon (e non vi garantisco niente, ma POTREBBE essere messo in piazza anche qui a breve :roll: )

Sì sì infatti io avevo ipotizzato un 30% di diritti come esempio, per arrivare a fare il 70 bisogna vendere davvero uno sfacelo se no uno non arriva neanche a pagare le tasse (ahimé le tasse Y_Y)

Poi sono d'accordo anche sulla suddivisione dei prezzi, ovvio che un testo di 25 pagine non richiede lo stesso impegno di uno di 500 e naturalmente è sottointeso che in questo caso qualcuno si occupi di correzione bozze e un minimo di editing e non di cose autoprodotte, penso che si possa arrivare a un 5 euro per opere particolarmente sostanziose, però di più credo che nessuno sarebbe disposto a spenderli per un ebook, a meno che non sia un best seller alla Dan Brown appunto :mrgreen:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io sono per i 2.50, massimo 3 euro.

Posso accettare di pagare di più solo se mi viene proposto una sorta di abbonamento con la possibilità di accedere a più testi presenti in una sorta di biblioteca virtuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A mio avviso gli E-Book sono pericolosi, non dimentichiamoci dell'esistenza del P2P. Fossi uno scrittore affermato non punterei mai sull'elettronico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tre euro assicurerebbero una buona diffusione. Cinque magari sono troppi per un bene "virtuale", che potresti perdere per uno stupido errore informatico. Quasi chiunque spenderebbe tre euro, anche a rischio di scoprire di aver buttato via i soldi. Se penso a quanti soldi in più butto via nel vizio del fumo... ;)

Ricordiamo che la pubblicazione in e-book, garantisce talvolta che l'intero guadagno vada all'autore, quindi è inutile esagerare sui prezzi. Per più di cinque euro, io comprerei solo una versione cartacea economica, non certo una elettronica. Con i diritti d'autore, gli scrittori guadagnano in media un euro per copia venduta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
A mio avviso gli E-Book sono pericolosi, non dimentichiamoci dell'esistenza del P2P. Fossi uno scrittore affermato non punterei mai sull'elettronico

In rete, se cerchi, c'è un interessantissimo studio statistico che dimostra la correlazione fra la diffusione pirata del libro e l'incremento nelle sue vendite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho votato per un euro.

veramente il prezzo ideale sarebbe 80 centesimi di euro o comunque non più di 0,99 euro.

Il prezzo basso non lede la qualità dell' opera: un artista può scegliere di vedere un ebook a 1000 euro cadauno (sui quali prenderebbe dai 250 ai 500 euro di diritti) e venderne ZERO.

Oppure molto più realisticamnte giocare col meccanismo che ha reso ricchi, ma veramente ricchi, molti programmatori di applicazioni per l'iPhone.

Sotto l' unità monetaria ( 1 euro 1 dollaro ecc) chi ha anche solo una minima curiosità accatta.

Volete che le vostre opere siano lette book6.gif da tanta gente?

Bene prezzi bassi bassissimi e una commenti dei lettori alle stelle icon_smile.gif

Ericordiamoci che 1 milione per zero vendite fà sempre zero mentre 10 centesimi per un milione fanno tanti soldi, (=centomila)

LOL

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto in tutto Shinken. Sia da lettrice, che da scrittrice (in quel caso, per cose scritte da me, il prezzo equo è gratis), ma da lettrice una trama stuzzicante, una copertina ben fatta e 99 centesimi, io compro senza guardare neppure il nome dell'autore. Poi dopo aver letto il nome me lo ricordo però, nel bene o nel male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono l'unico ad aver messo dai 5 ai 10 euro, ho scelto questa opzione perche' pensavo che con questo prezzo le royalties per l'autore possano essere un po' maggiori, ma non so se sia cosi' alla fin fine...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un prezzo basso favorisce effettivamente la diffusione capillare, e il passaparola è d'obbligo... Un'opera può diventare un caso editoriale passando di bocca in bocca, quindi il numero dei lettori si moltiplica esponenzialmente. Avevo qualche dubbio, ma ora anch'io ritengo che un prezzo ideale sia sotto i 3 euro. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sono l'unico ad aver messo dai 5 ai 10 euro, ho scelto questa opzione perche' pensavo che con questo prezzo le royalties per l'autore possano essere un po' maggiori, ma non so se sia cosi' alla fin fine...

Credo che alla fine quello che conta per l' autore sia

1 avere successo cioè essere letto

2 un compenso cospicuo.

Il prezzo molto basso aiuta a raggiungere tante persone e a guadagnare tanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volete che le vostre opere siano lette book6.gif da tanta gente?

Bene prezzi bassi bassissimi e una commenti dei lettori alle stelle icon_smile.gif

Ericordiamoci che 1 milione per zero vendite fà sempre zero mentre 10 centesimi per un milione fanno tanti soldi, (=centomila)

LOL

Il ragionamento non fa una piega ma io credo che alla base è obbligatorio il saper scrivere, quindi vendere qualcosa di bello, non solo decente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il ragionamento non fa una piega ma io credo che alla base è obbligatorio il saper scrivere, quindi vendere qualcosa di bello, non solo decente!

A questo punto rimane da capire cosa è bello e per chi.

Tempo fà un sedicente scrittore si lasciò quasi scappare che solo gli scrittori hanno diritto di scrivere e pubblicare.

Sono discorsi pericolosi ( anche anticostituzionali).

Non è facile stabilire cosa fà arte e cosa no.

I canoni sono bellezza, ma spesso sono anche mestiere, per contro la rottura può essere arte ma anche solo spazzatura.

Io credo che tutti abbiano il diritto di scrivere e magari proporre le proprie cose, poi siccome non penso che mi rimanga infinito tempo, mi riservo il privilegio di spendere le mie ore in testi che mi attirino.book6.gif

Come faccio a scegliere? O l' incipit è buono o non leggo, se alla pagina 10 mi annoio passo ad altro e punto. dots.gif

Si prendono fregature? certo!

Ritornando al libri e alle vendite, non credo che un pessimo libro riesca a vendere più di tanto, mi riterrei fortunato di leggere sempre libri solo decenti: io leggo dai 20 ai 40 libri in un anno, dipende; a 50 anni dovrei aver passato i mille, eppure i libri che definirei belli, adesso, non sono più di una dozzina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il ragionamento non fa una piega ma io credo che alla base è obbligatorio il saper scrivere, quindi vendere qualcosa di bello, non solo decente!

A questo punto rimane da capire cosa è bello e per chi.

La bellezza è soggettiva e nel nostro caso il testo deve piacere ai lettori.

Tempo fà un sedicente scrittore si lasciò quasi scappare che solo gli scrittori hanno diritto di scrivere e pubblicare.

Sono discorsi pericolosi ( anche anticostituzionali).

Non è facile stabilire cosa fà arte e cosa no.

I canoni sono bellezza, ma spesso sono anche mestiere, per contro la rottura può essere arte ma anche solo spazzatura.

Io credo che tutti abbiano il diritto di scrivere e magari proporre le proprie cose, poi siccome non penso che mi rimanga infinito tempo, mi riservo il privilegio di spendere le mie ore in testi che mi attirino.book6.gif

Quoto il tuo pensiero. Ognuno deve essere libero di esprimersi in qualsiasi modo preferisca.

Come faccio a scegliere? O l' incipit è buono o non leggo, se alla pagina 10 mi annoio passo ad altro e punto. dots.gif

Si prendono fregature? certo!

Ritornando al libri e alle vendite, non credo che un pessimo libro riesca a vendere più di tanto, mi riterrei fortunato di leggere sempre libri solo decenti: io leggo dai 20 ai 40 libri in un anno, dipende; a 50 anni dovrei aver passato i mille, eppure i libri che definirei belli, adesso, non sono più di una dozzina.

Io leggo una media di quattro libri al mese e ne ho viste di tutti i colori dots.gif

Il mio discorso sullo scrivere qualcosa di bello, partiva da una serie di discorsi che ho letto in giro per il web in questi ultimi tempi circa le opportunità che possono offrire gli ebook.

La maggior parte degli scrittori, da quello che ho avuto modo di leggere, recrimina i bassi ricavi derivanti dalla vendita dei loro romanzi in formato ebook: "prezzo di vendita basso = bassi diritti d'autore"

Io dico solo che prima di preoccuparsi dei guadagni bisognerebbe concentrarsi sulla stesura di una bella storia, non dico di scrivere il capolavoro del secolo ma almeno preoccuparsi di scrivere qualcosa di leggibile e comprensibile!

La cosa sconcertante è che questa preoccupazione (bassi guadagni) assilla molto di più gli esordienti che magari non hanno nemmeno terminato la stesura del loro capolavoro...

Gli scrittori più o meno affermati hanno già un pubblico di affezionati ma l'esordiente dovrebbe mirare a farselo quindi farsi leggere e soprattutto apprezzare da quante più persone possibile.

Spero di aver chiarito la mia posizione che è totalmente a favore dell'ebook a pochi centisimi e alla libertà di chiunque di scrivere la propria storia. love1.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il problema maggiore per un ebook credo sia la p2p. l'unico modo per combatterla è mettere un prezzo equo. difficilmente qualcuno si scaricherà illegalmente un libro che costa 1-2 euro, mentre invece già se ci aggirassimo intorno ai 5 euro le cose cambierebbero e di molto.

da potenziale scrittore emergente darei una copia del primo libro totalmente gratis, per farmi conoscere. ma questo sarebbe contro gli interessi delle case editrici, che non avrebbero nessun guadagno effettivamente. un modo per riparare a questo problema potrebbe essere la pubblicità, da inserire negli ebook stessi.

alla fine direi che il prezzo dovrebbe essere di 1, massimo 2 euro per i libri di autori non proprio famosissimi e sui 2,50 euro per i best seller.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il problema maggiore per un ebook credo sia la p2p. l'unico modo per combatterla è mettere un prezzo equo. difficilmente qualcuno si scaricherà illegalmente un libro che costa 1-2 euro, mentre invece già se ci aggirassimo intorno ai 5 euro le cose cambierebbero e di molto.

da potenziale scrittore emergente darei una copia del primo libro totalmente gratis, per farmi conoscere. ma questo sarebbe contro gli interessi delle case editrici, che non avrebbero nessun guadagno effettivamente.

Sono d'accordo. Io ho votato un euro. Se riuscissi a pubblicare in formato ebook la cosa che mi interesserebbe di più come esordiente sarebbe farmi leggere, non guadagnare tanto. E visto che se scaricano il mio ebook illegalmente la casa editrice non la conterebbe come "vendita", cercherei di restare sul legale puntanto sulla convenienza. In questo modo riuscirei a vendere molto e a farmi conoscere.

Per quanto riguarda i best seller, non vedo perchè un ebook debba costare 5 euro quando spesso con 6 euro ti compri una versione economica stampata su carta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il problema maggiore per un ebook credo sia la p2p. l'unico modo per combatterla è mettere un prezzo equo. difficilmente qualcuno si scaricherà illegalmente un libro che costa 1-2 euro, mentre invece già se ci aggirassimo intorno ai 5 euro le cose cambierebbero e di molto.

da potenziale scrittore emergente darei una copia del primo libro totalmente gratis, per farmi conoscere. ma questo sarebbe contro gli interessi delle case editrici, che non avrebbero nessun guadagno effettivamente.

Sono d'accordo. Io ho votato un euro. Se riuscissi a pubblicare in formato ebook la cosa che mi interesserebbe di più come esordiente sarebbe farmi leggere, non guadagnare tanto. E visto che se scaricano il mio ebook illegalmente la casa editrice non la conterebbe come "vendita", cercherei di restare sul legale puntanto sulla convenienza. In questo modo riuscirei a vendere molto e a farmi conoscere.

Per quanto riguarda i best seller, non vedo perchè un ebook debba costare 5 euro quando spesso con 6 euro ti compri una versione economica stampata su carta.

è appunto questa la cosa ottima dell'ebook, tutti i fattori che influenzano il costo del libro cartaceo (stampa, distribuzione, trasporto) sparirebbero. resterebbe soltanto l'editing ed eventualmente la pubblicità.

ps. dare il libro gratuitamente può essere un'arma a doppio taglio. io stesso non so se mi metterei a leggere un ebook che viene regalato. siamo troppo radicati all'idea costo = qualità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ps. dare il libro gratuitamente può essere un'arma a doppio taglio. io stesso non so se mi metterei a leggere un ebook che viene regalato. siamo troppo radicati all'idea costo = qualità

Mmm... dipende chi è l'autore. Se è uno sconosciuto questo discorso per me non vale: se un libro si paga ed è del Signor Nessuno non mi attrae di più di uno gratuito. E poi dipende dall'autore: se scrive esplicitamente che ci tiene a diffondere gratuitamente ciò che ha scritto perchè spera di farsi leggere per quel che mi riguarda guadagna punti. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso di aver risposto nell'altra discussione, simile a questa.

Dipende dallo scrittore\autore. Il nuovo attesissimissimissimo romanzo di ANTONIO IMPORTANTE, o FRANCO AUTORE potrebbe costare sui 3 euro.

Il romanzo di un esordiente 1.5 - 2.

Uno scrittore autoprodotto da 0 (come faccio io. Sono state scaricate 70 copie, spero che ne siano state lette almeno dieci!) a 0,99. Appena finito di rivedere il secondo episodio della trilo lo metterò a un euro e anche il terzo quando troverò la scusa per scriverlo (il mese della scrittura è una buona occasione).

Con l'e-book le vendite le fanno il tam tam e la pubblicità. Quando gli e-book si diffonderanno... oh! quando lo faranno! wohow.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Quindi il mio e-book, che avrà un prezzo indicativo fra i 4 e i 4,50 avrà poca speranza di diffusione immagino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Quindi il mio e-book, che avrà un prezzo indicativo fra i 4 e i 4,50 avrà poca speranza di diffusione immagino...

Visto il trend attuale il tuo prezzo è assolutamente in linea con il mercato e anche abbastanza conventiente, contando che Mondadori e Co. venderanno ebook da 10-15 euro :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×