Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite Linda Rando

Montag

Post raccomandati

In effetti, se mi è concesso e vista la grande disponibilità della CE, mi unirei come giudizio alla perplessità espressa sulla veste grafica del sito Montag. Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, heightbox ha detto:

In effetti, se mi è concesso e vista la grande disponibilità della CE, mi unirei come giudizio alla perplessità espressa sulla veste grafica del sito Montag. Un saluto.

la cosa è in programma, ma al momento siamo impegnati coi libri e vogliamo credere che gli autori badino alla sostanza piuttosto che all'apparenza del sito. Detto questo, le critiche sono motivate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per l'attenzione@edizioni montag , io più che agli autori (che non sono mai contenti) penso ai potenziali lettori. Una veste accattivante, moderna e intuitiva potrebbe invogliare gli acquirenti e aiutarli nelle scelte. Diciamo che lo farei principalmente  per loro ;).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, heightbox ha detto:

Grazie per l'attenzione@edizioni montag , io più che agli autori (che non sono mai contenti) penso ai potenziali lettori. Una veste accattivante, moderna e intuitiva potrebbe invogliare gli acquirenti e aiutarli nelle scelte. Diciamo che lo farei principalmente  per loro ;).

a dire il vero quasi tutti i nostri autori sono abbastanza soddisfatti, tanto che con diversi di loro abbiamo stabilito un rapporto di reciproca stima e fiducia che ha portato alla pubblicazione di ulteriore opere nel corso degli anni, mentre altri ci hanno dato mandato, al termine del contratto, di estendere la durata dello stesso... poi, è chiaro, non tutti possono essere contenti, e a volte qualche autore si è comportato male con noi, e in altri casi è stata montag è sbagliare.

detto questo, ripeto: le critiche al sito sono motivate, lo sapevamo già, e in questa sede ho risposto che è in programma modificarlo, solo che fino a ora, visto che non siamo milionari, abbiamo preferito investire le poche risorse disponibili nella produzione di libri.  quindi, senza offesa, sia chiaro, abbiamo capito il messaggio... credo che invece di stare a girare sempre intorno allo stesso argomento, cosa che annoia chi risponde e chi legge, si possa passare con la massima tranquillità ad altri argomenti costruttivi. :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho appena pubblicato con Montag dopo essere contatta da 6 diverse case editrici free.

Ho scelto loro per tanti motivi. Innanzitutto perché sono stati i più rapidi a rispondere. Secondo poi perché durante tutte le mail, le domande e la trafila burocratica, loro (Fabrizio e Alberto) sono stati esaustivi, veloci, precisi e trasparenti.

Inoltre é stato fatto un lavoro di editing stupefacente.

E un plauso ai grafici che mi hanno fatto una copertina ad hoc leggendomi nel pensiero e capendo subito che cosa volessi trasmettere col mio libro.

Non avrei potuto fare scelta migliore. E detto questo, da brava esordiente quale sono, ora il mio compito é ripagarli di tutto l'impegno che ci hanno messo imboccandomi le maniche.

Perché sono editori non maghi, e il lavoro sporco tocca anche a noi scribacchini se non vogliamo finire solo nei comodini dei nostri parenti e amici.

Continuate così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ncesca11 ha detto:

Io ho appena pubblicato con Montag dopo essere contatta da 6 diverse case editrici free.

Ho scelto loro per tanti motivi. Innanzitutto perché sono stati i più rapidi a rispondere. Secondo poi perché durante tutte le mail, le domande e la trafila burocratica, loro (Fabrizio e Alberto) sono stati esaustivi, veloci, precisi e trasparenti.

Inoltre é stato fatto un lavoro di editing stupefacente.

E un plauso ai grafici che mi hanno fatto una copertina ad hoc leggendomi nel pensiero e capendo subito che cosa volessi trasmettere col mio libro.

Non avrei potuto fare scelta migliore. E detto questo, da brava esordiente quale sono, ora il mio compito é ripagarli di tutto l'impegno che ci hanno messo imboccandomi le maniche.

Perché sono editori non maghi, e il lavoro sporco tocca anche a noi scribacchini se non vogliamo finire solo nei comodini dei nostri parenti e amici.

Continuate così

grazie, ogni tanto ci vuole :-)

quando ho visto la copertina del tuo libro, mi sono esaltato!:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ncesca11 ha detto:

Io ho appena pubblicato con Montag dopo essere contatta da 6 diverse case editrici free.

Ho scelto loro per tanti motivi. Innanzitutto perché sono stati i più rapidi a rispondere. Secondo poi perché durante tutte le mail, le domande e la trafila burocratica, loro (Fabrizio e Alberto) sono stati esaustivi, veloci, precisi e trasparenti.

Inoltre é stato fatto un lavoro di editing stupefacente.

E un plauso ai grafici che mi hanno fatto una copertina ad hoc leggendomi nel pensiero e capendo subito che cosa volessi trasmettere col mio libro.

Non avrei potuto fare scelta migliore. E detto questo, da brava esordiente quale sono, ora il mio compito é ripagarli di tutto l'impegno che ci hanno messo imboccandomi le maniche.

Perché sono editori non maghi, e il lavoro sporco tocca anche a noi scribacchini se non vogliamo finire solo nei comodini dei nostri parenti e amici.

Continuate così

Anch'io sto pubblicando con loro e la penso esattamente allo stesso modo. Confermo che anche per me è andata, sta andando, come per ncesca 11. Per gli stessi motivi di ncesca farò di tutto per ripagare il loro impegno. Sono ostacolato da difficoltà oggettive; ma sono convinto, poichè credo in quello che ho scritto, che riuscirò a superarle. Ringrazio anch'io, di cuore, Fabrizio e Alberto, soprattutto per la sincera passione nel loro lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Permettetemi un paio di precisazioni in considerazione del fatto che qualcuno ha frainteso il mio intervento:

Come già evidenziato in precedenza, sia le testimonianze raccolte in questo sito che quelle raccolte altrove mi hanno consentito di appurare che la Montag è un'ottima casa editrice, una di quelle case editrici che potenzialmente potrebbero, per quanto ho avuto modo di informarmi, fare il grande passo verso una dimensione più importante.  

Ho parlato di qualche perplessità, perchè ritenevo che il termine fosse consono a descrivere dei dettagli, dei piccoli particolari, che non mi hanno convinto a pieno nella scelta e che nel rispetto del loro lavoro mi hanno spinto a evitare una trasmissione dell'inedito.

Nell'inviare il mio secondo libro ho cercato di mettermi alla prova e osare un pò di più restringendo il campo a quelle CE che hanno degli standard più alti e offrono maggiori garanzie. Come tutti gli aspiranti scrittori cerco di essere ambizioso e di intraprendere un percorso di crescita che mi possa condurre piano piano a migliorarmi e rapportarmi con esperti che hanno una conoscenza della materia sempre migliore. Tra le case editrici che ho preso in considerazione c'era proprio la Montag perchè le recensioni erano tutte positive.

Rispetto alla prima esperienza ho ridotto a 1/5 il dato numerico delle Ce a cui inviare il mio inedito, proprio per cercare di mettermi alla prova.

Ero indeciso e alla fine questa indecisione mi ha spinto verso questa scelta, ma sono convinto che la Montag sia un'ottima casa editrice e possa davvero raggiungere livelli ancora migliori.

Come ho già riconosciuto peraltro non sono bravo a valutare e quindi non sono da prendere come esempio.

Per quanto riguarda il diniego della Montag a visionare il mio libro già edito, la reazione non è legata alla rabbia, ma al rimpianto perchè avrei voluto davvero che, in ragione delle recensioni positive, avessero avuto il tempo da dedicare alla mia opera.

Preciso che la Montag non è l'unica che ha deciso a priori di non leggerlo neanche in quanto già edito (inclinazione questa di cui ero già stato preventivamente avvertito) , e per gli amanti delle statistiche  informo che ho ricevuto solo 1/6 delle proposte che invece avevo ricevuto allorchè era inedito. Qualcuno mi ha risposto fingendo di averlo letto, qualcuno mi ha detto che non era adatto alla linea editoriale, una casa editrice che lo aveva apprezzato poi ha cambiato idea, e qualcuno mi ha informato che non lo avrebbe preso in considerazione.

Quindi la linea della Montag è condivisa dalla moltitudine.

Concludo con la mia sincera ammirazione per tutte quelle CE (compresa la Montag) che offrono a titolo gratuito, agli aspiranti scrittori come me, la speranza di poter continuare a sognare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Seppure ho rifiutato la loro proposta di pubblicazione per seguire altre strade, l'ho trovata trasparente e un ottimo punto di incontro tra un autore (esordiente come me) e una casa editrice delle loro dimensioni. Mi sono piaciuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve,

sono Paolo Di Cristofaro di Roma, ho già pubblicato tre libri di poesia,  ho inviato il mio ultimo lavoro alla Montag Editore il 22/06/2018 e mi hanno risposto subito, proponendomi un contratto di pubblicazione senza alcun contributo.

Vedremo come evolve la cosa, la percentuale di guadagno è abbastanza alta (10%).

Un caro saluto a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Paolo Rossi , grazie per aver aggiunto la tua esperienza; d'altra parte preferiremmo che i nuovi iscritti si prsentassero in Ingresso al resto della comunità, prima di postare in altre sezioni. Ti attendiamo per darti il benvenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, ricapitolando:

 

risposta in una settimana.

prezzi di copertina alti.

nessuna copia omaggio per gli autori.

molte proposte accettate (a giudicare dal forum)

Sono il solo ad essere perplesso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, Scrittoreincrisi ha detto:

Buongiorno, ricapitolando:

 

risposta in una settimana.

prezzi di copertina alti.

nessuna copia omaggio per gli autori.

molte proposte accettate (a giudicare dal forum)

Sono il solo ad essere perplesso?

 

Guarda, per quel che possa valere. Io ho pubblicato con loro e ti posso dire che per noi scrittori delle domenica é già tanto trovare un editore che non chieda contributi o obbligo di acquisto copie.

Le molte proposte accettate fanno parte di un catalogo parecchio vasto.

Comunque se hai dei ragionevoli dubbi, visto che si tratta di una cosa importante, aspetta che ti arrivano altre 3/4 proposte prima di firmare. A me l'ultima mi é arrivata la settimana scorsa dopo quasi un anno che avevo mandato l'opera. Con Montag é arrivata celere e quindi sono riuscita a pubblicare 4 mesi dopo aver firmato il contratto.

la scelta spetta solo a te! In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il punto per me è se possa considerarsi "free" una casa editrice che non fornisce copie omaggio agli autori.

Immagino che avrai comprato copie per te e per i tuoi cari.

Almeno, hanno fatto un buon editing?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si considera Free dal momento che non chiede un euro. Avendo un buon distributore che raggiunge librerie in tutta Italia, i tuoi cari possono comprarsi le proprie copie in qualsiasi posto. A meno che tu non voglia regalarle. Io ho preso 10 copie da distribuire a giornalisti di testate online e non, assessori alla cultura e altro.

Ho poi organizzato 4 firmacopie in Mondadori dove Montag ha proceduto a fornire le copie in accordo con la libreria. Posso dirti solo la mia esperienza. E per ora é stata parecchio positiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però, allora, anche "il seme bianco" è free. Non sarebbe meglio fare una categoria a parte, di editori che rispondano a standard minimi, come 

ad esempio,  editing, copie omaggio, prezzi di copertina ragionevoli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Scrittoreincrisi ha detto:

Non sarebbe meglio fare una categoria a parte, di editori che rispondano a standard minimi, come 

ad esempio,  editing, copie omaggio, prezzi di copertina ragionevoli?

Siamo Off topic; se hai osservazioni del genere da fare, vai nella sezione "Laboratorio creativo".

Torniamo in topic, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Scrittoreincrisi , così, però, stai andando OT. Puoi proporre eventuali suggerimenti allo Staff in bacheca. Lasciamo la discussione pulita per chi è interessato solo alle testimonianze.

 

Letto dopo, scusa @Niko. :)

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gentile scrittore in crisi,

certo che tacciarci di non essere free per via delle copie omaggio è un tantino grossa... :P

in attesa delle testimonianze sulla presenza o meno dell'editing, può leggere le pagine precedenti che ci riguardano, e troverà spiegato tutto.

comunque, considerato il caldo che magari non invoglia, spiegherò di nuovo un paio di concetti basilari della mission di montag:

- editing: è un costo che non possiamo permetterci. una piccola casa editrice è un'azienda sottoposta a tutti gli obblighi contributivi e fiscali delle altre aziende, e deve far quadrare i conti; se altri piccoli editori ci riescono, buon per loro. in ogni modo, noi scegliamo quei testi che a nostro avviso hanno una buona struttura e sono scritti in un italiano corretto, e che quindi non abbisognano di editing: in altre parole, se un romanzo presenta un'idea meravigliosa ma è scritto con i piedi, non ci interessa. 

- copie omaggio: non darne significa scremare, perché gli autori che hanno voglia di darsi da fare non ne chiedono. regalare una o due copie non sarebbe un problema, ma è una scelta dettata da quanto appena scritto.

 

p.s. grazie @ncesca per le belle parole :)

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scusate, ho dimenticato i prezzi di copertina: cosa si intende per ragionevoli?

anche questo l'ho spiegato a suo tempo: la stampa in digitale ha dei vantaggi innegabili, ma anche dei costi più alti rispetto all'offset.

un piccolo editore deve stampare in digitale, e paga un impianto fisso più un tot a pagina.

se un libro di circa 200 pagine esce con un prezzo di copertina di 16,00 euro, per esempio, 8,00 vanno al distributore e 1,60 all'autore. ne rimangono quindi 6,40, con cui bisogna pagare la stampa e ammortizzare i resi; in altre parole, si lavora sui due euro o poco più a copia, se va di lusso, su cui poi bisogna pagare gli obblighi fiscali di cui sopra.

il punto, alla fine, è sempre e solo uno: se ci sono editori che offrono condizioni migliori, sarebbe da sciocchi non approfittarne...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa teoria per cui "gli autori che hanno voglia di darsi da fare" non chiedono copie omaggio proprio non la capisco. 

Un autore ha bisogno di un certo numero di copie, è quella personale mi sembra assolutamente irrinunciabile.

Perché dovrebbe pagarla?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gentile Scrittore in crisi,

l'argomento copie omaggio è stato trattato qualche pagina più indietro, lo ripeterò in due parole, e non darò comunque seguito ad altre discussioni sterili di questo tenore, perché di tutto ho voglia meno che di farmi trascinare in polemiche inutili, considerato pure che mi bastano gli insulti presi per telefono poco tempo fa da un ormai (spero) ex autore (sto aspettando con ansia la sua A.R. con cui decide di recedere dal contratto): cosine simpatiche del tipo "ambescille", "str****", "marchigiano di m**** (che poi, detto a uno che lavora per una casa editrice che ha la sede e il magazzino ancora inagibile, come inagibile è la casa del titolare,  insomma...).

tornando a noi, il discorso è molto semplice: un imprenditore rischia i suoi soldi e ha il diritto di scegliere le proprie strategie commerciali, giuste o sbagliate che siano agli occhi di terzi.

d'altra parte in Italia le case editrici abbondano, quindi un autore di buon talento quale è lei (lo dico in tutta sincerità, altrimenti non le avremmo mandato la proposta di contratto), non faticherà a trovare un editore che soddisfi le sue rispettabilissime esigenze.

Assodato ciò, tutto il resto è inutile sterile polemica, almeno dal mio punto di vista.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capisco le difficoltà e non approvo le offese, che non meritate.

Certamente, come imprenditori, ci mettete i vostri soldi e  siete  liberi di dettare condizioni contrattuali.

L'importante è non creare false aspettative perché noi, come artisti, ci mettiamo le nostre  vite.

 

Buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Scrittoreincrisi ha detto:

 

L'importante è non creare false aspettative perché noi, come artisti, ci mettiamo le nostre  vite

di tutto possiamo essere accusati, meno che di questo. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho pubblicato con Montag l'anno scorso, e finora non mi posso lamentare. È naturale che mi sarebbe piaciuto avere la mia copia omaggio e magari anche qualcuna in più... ma sinceramente, in questo caso, mi metto dalla parte dell'editore: stiamo parlando di una casa editrice in crescita, in un mondo che è già di per sé parecchio in crisi. Avanzare anche delle pretese mi sembrerebbe eccessivo. Sono quindici anni che collaboro con una rivista letteraria, e le copie, da abbonata, me le sono sempre dovute pagare. Mi basta poter credere che il mio romanzo sia stato pubblicato perché vale, e non solo perché uno dei tanti. E finora non ho ragione di non crederci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potrei sapere 

Il 1/8/2018 alle 15:50, ncesca11 ha detto:

Si considera Free dal momento che non chiede un euro. Avendo un buon distributore che raggiunge librerie in tutta Italia, i tuoi cari possono comprarsi le proprie copie in qualsiasi posto. A meno che tu non voglia regalarle. Io ho preso 10 copie da distribuire a giornalisti di testate online e non, assessori alla cultura e altro.

Ho poi organizzato 4 firmacopie in Mondadori dove Montag ha proceduto a fornire le copie in accordo con la libreria. Posso dirti solo la mia esperienza. E per ora é stata parecchio positiva.

potrei sapere quali librerie vengono raggiunte dalla vostra distribuzione? Devo dire che, a malincuore, la vostra offerta di pubblicazione del mio romanzo arrivò dopo che avevo già pubblicato e mi è dispiaciuto ancora di più perché il mio manoscritto era arrivato secondo al vostro concorso letterario " chiamatelo amore" del 2016. Magari potrei provare con il prossimo.

grazie :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gentile Lubia,

il nostro distributore è libri diffusi.

un elenco di librerie, comunque, è fine a se stesso: il distributore propone e il libraio decide.

quindi se il distributore ha 200 librerie fiduciarie, può accadere che le 200 librerie decidano di tenere il libro di Lubia... come nessuna.

in ogni modo siamo nel catalogo fastbook, e i nostri libri possono essere ordinati da qualsiasi libreria con facilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×