Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Juck Cart

Ripercussioni legali per un omicida diciassettenne in USA

Post raccomandati

Ciao a tutti, mi servivono alcune informazioni per il mio romanzo, per renderlo più verosimile e credibile. 

La mia storia è ambientata più o meno tra il 1989 e il 1991, in america.

 

In breve, il protagonista ha diciassette anni e uccide un suo coetaneo, poi gli brucia casa.

Le domande che mi vengono in mente sono:

 

1) Una notizia del genere può andare su un giornale? Se sì, che tipo di giornale, un giornale locale? Il protagonista vive in una cittadina immaginaria della Virginia, quindi dovrei inventare un giornale fittizio?

 

2) Quanto ci mette la polizia a rintracciare il ragazzo?

 

3)  Quali sono le conseguenze? Viene messo in prigione, riformatorio, niente patente fino a 21, quali sono le ripercussioni?

 

4) Sostanzialmene cosa dovrebbe avvenire subito dopo la cattura del ragazzo? Viene portato in tribunale? Viene portato in prigione? Viene portato davanti a una corte?

 

5) Alla fine uno psicologo dovrebbe diagnosticargli la schizofrenia, dove dovrebbe incontrare questo psicologo? Io non so niente di certe cose e vorrei dei chiariamenti.

 

Per ora mi fermo qui, spero che sappiata aiutarmi :)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ti do solo qualche mia impressione senza essere un esperto di cultura americana.

1) Certamente si, per gli Usa il giornale locale è proprio quello cittadino, il giornale nazionale è quello che arriva in tutto lo stato. Poi ci sono i network grandi che coprono tutti e 52 gli stati, Una notizia del genere verrebbe riportata da tutti, compresa la Cnn. Si puoi inventare il giornale che vuoi visto che la città è inventata.

2) Questo dipende dalla storia, è stato ripreso da telecamere? Ci sono testimoni? Ha lasciato tracce (impronte etc.)? Ad esempio per le impronte gli Usa hanno il Codis (Combined DNA Index System) e l'NDIS (National Dna Index System) che permette di rintracciare da parte dell'FBI il DNa di pregiudicati e credo anche di aderenti alle forze dell'ordine ed esercito)

3) A 17 anni verrebbe sicuramente giudicato come adulto visto che poi avendo bruciato la casa presumibilmente per eliminare le tracce si è comportato come un adulto. Se viene preso con un reato del genere, anche se minore, non si potrebbe escludere l'ergastolo o addirittura la pena di morte per delitti efferati ed in mancanza di rimorso. La Virginia è uno stato che sostiene la condanna a morte e prevede sia l'iniezione letale che la sedia elettrica (diciamo che fa scegliere). La Virginia dell'Ovest invece non ammette la condanna a morte.

4) Dopo la cattura, verrebbe arrestato ma solo dopo avere trovato le prove. La legislazione americana prevede un sistema abbastanza rigido e prima dell'arresto, che avverrebbe solo in situazione conclamata (testimoni etc.) bisognerebbe accertare se il ragazzo sia proprio lui magari confrontando le impronte etc. Comunque, un giudice, per autorizzare questo ha bisogno di motivazioni forti soprattutto se il ragazzo non è un delinquente abituale. Occorre tener presente che una prova presa in modo illegale (senza mandato) difficilmente potrebbe tornare utile in tribunale. I processi americani sono molto veloci e si potrebbe arrivare alla condanna in pochi mesi.

5)Gli psicologi li incontra in carcere durante il processo nel caso in cui i suoi avvocati lo dichiarino infermo di mente, a quel punto scatta l'obbligo della verifica.

 

Ti consiglio di studiare bene il sistema processuale penale americano, le fasi sono diverse da quelle nostre:

La fase dell'imputazione ad esempio prevede che il Grand Jury dia il via libero al processo vero e proprio valutando le prove. L'accusa è fatta dal procuratori distrettuali (nelle grandi giurisdizioni dagli assistenti procuratori) che sono un pò i nostri PM.

 

Attenzione che i reati di omicidio in soli due casi non sono perseguibili negli Usa: per legittima difesa e per infermità mentale. Quindi se il tuo assassino verrebbe riconosciuto infermo potrebbe essere messo in ospedale psichiatrico o se riconosciuto non pericoloso potrebbe essere addirittura liberato ma a questo punto occorrerebbe approfondire molto la cosa.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me dovresti chiedere direttamente in qualche forum specializzato di cittadini americani che hanno vissuto quell'epoca. Sono domande molto tecniche di una realta' ben differente da quella italiana, considerato anche che noi ne abbiamo una percezione molto edulcorata dalle serie televisive. Inoltre le cose possono cambiare anche di molto in base allo stato in cui ambienti la storia.

 

In particolare:

 

1. la sensibilita' per le notizie e' differente rispetto all'Europa: non stupisce che alcune notizie USA in Europa abbiano molto piu' eco che nemmeno sui grandi network statunitensi (purtroppo non riesco a ritrovare il link all'articolo che avevo letto al riguardo). Di sicuro la notizia ha riscontro in citta' e nello stato, ma non darei per scontato che arrivi anche sui "major network". Credo che la copertura di una notizia di omicidio su piu' stati avvenga in caso di omicidi seriali, caccia all'uomo o casi particolari e delicati tali da poter influenzare l'opinione pubblica a livello di dibattito federale. Altrimenti la notizia rimane confinata nello stato.

 

2. come gia' detto dipende molto da quante (e quali) tracce si lacia dietro il ragazzo. Attenzione a non esagerare con ragionamenti alla CSI troppo sofisticati per l'epoca ;) 

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte.

 

 

anche secondo me dovresti chiedere a qualche americano sui 40-50  anni :)

 

come mai proprio ambientato in virginia e in quell'epoca? (sono curioso :saltello: )

Ma dove lo trovo un americano? E' ambientato in Virginia e negli anni 90 perché secondo me sono molto più affascinanti! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oltre a parlare con persone del luogo ci si può anche documentare leggendo sulle cronache del posto casi simili e vedere l'impatto che ha sulla gente. Vedere filmati di interviste. Leggere libri di casi reali. Insomma per ricostruire tutto si può studiare,  tenendo presente anche il sistema giudiziario americano che ha un funzionamento alquanto diverso dal nostro. Dal mio punto di vista non è detto che uno debba trasferirsi lì per parlare di un posto, sarebbe meglio ma non è detto. Salgari ha scritto libri meravigliosi di posti che non ha mai visto, né Verne è mai andato con i sottomarini o sulla luna. :umhh: Almeno credo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per le risposte.

 

 

anche secondo me dovresti chiedere a qualche americano sui 40-50  anni :)

 

come mai proprio ambientato in virginia e in quell'epoca? (sono curioso :saltello: )

Ma dove lo trovo un americano? E' ambientato in Virginia e negli anni 90 perché secondo me sono molto più affascinanti! :)

Yahoo! Answer.  :omicida: 

 

A parte gli scherzi, magari qualche forum di discussione tipo una versione a stelle e strisce del WD. O qualcosa del genere. Penso che ci sono molti forum di discussione sulla legge e sulla criminalità in America.

 

Oppure libri, ma qui non saprei dare dei titoli precisi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×