Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

swetty

Omicidio in ospedale

Post raccomandati

Durante la notte, intorno a mezzanotte, sei persone vengono ricoverate con dei dardi conficcati in braccia e gambe, con ferite non mortali (e soccorsi quasi immediatamente).

La mattina dopo vengono trovati morti tutti e sei, e nessuno si è accorto di nulla (tranne l'assassino, ovvio). L'assassino può essere una persona qualsiasi, medico, infermiere, uomo delle pulizie, tizio che passava di lì. Non sono stati avvelenati ed è una morte non accidentale al di là di ogni ragionevole dubbio.

Chi li ha uccisi e come? Pensavo un'iniezione di aria, ma quanta ne serve? È davvero efficace? Possibile che nessuno si accorga di nulla?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In che epoca siamo? Che tipo di dardi?

Non sono avvelenati, quindi nemmeno per iniezioni letali? E nemmeno suppongo armi da fuoco con silenziatori, troppo facile.

Il vecchio cuscino sulla faccia?

Devono essere in stanze diverse perché se no immagino che si difenderebbero.

L'iniezione di aria dice Daniele che non è facile ma si può fare però ci va parecchia aria e poi non è detto che l'embolo finisca subito in una zona vitale, e quindi mi vien da pensare che non siamo sicuri per tutti e sei e che sia rapido silenzioso e indolore.

Filo di nylon? Sacchetto di nylon sulla testa, dato che saranno presumibilmente immobilizzati? Qualora non fossero immobilizzati abbastanza, carrello dell'anestesista, mascherina con allotano e poi di nuovo sacchetto per soffocarli

Dice ancora Daniele, pennetta di ipnovel nasale per addormentarli e poi sempre il solito sacchetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma che danni possono fare dei dardi, per di più in braccia e gambe?

Molto pochi, credo, a meno che non abbiano punte particolarmente lunghe e magari uncinate.

A questo punto è importante capire in che stato sia il pronto soccorso. Se si sono medici disponibili è probabile che estraggano i dardi e rimandino i pazienti a casa. In ogni caso sarebbe un caso molto strano se ci fossero sei stanze libere in cui ricoverarli. E in corsia, ammesso ci sia posto in corsia, commettere omicidi non è facilissimo. Comunque è più probabile che restino tutta la notte su delle brande in pronto soccorso, se proprio non si riesce a estrarre i dardi, magari in spazi delimitati da separé. Mi pare che l'ultima volta che ho visitato un pronto soccorso ce ne fossero.

Se è una notte calma, senza troppi arrivi, questa potrebbe essere la scena del crimine multiplo.

Certo però che sei omicidi compiuti uno dopo l'altro senza mai fare un errore su gente probabilmente sveglia o con il sonno leggero per l'ambiente insolito non li vedo facili.

Meglio andare sullo sbrigativo e usare una pistola col silenziatore. Un tizio vestito da medico o infermiere si accosta alle spalle dei letti e li fa secchi uno per uno.

Solo che temo il silenziatore vada cambiato ogni colpo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quei dardi qualche danno lo fanno, almeno un osso arrivano a spaccarlo. Comunque non ha importanza, i sei vengono diciamo "arrestati" in ospedale per cui non li rimandano a casa neanche se hanno un graffietto e vengono messi in una stanza, piantonati ma questo non ha importanza (il committente può far in modo che le guardie si girino dall'altra parte se serve).

Pistole e armi in genere sono esclusi, lasciano troppe tracce, e poi non è lo stile del committente.

In effetti mi sa che dovranno prima addormentarli, ma questo direi che non è difficile, basta un giro di iniezioni. Potrei anche dire che i sei erano agitati e quindi glieli hanno dati per calmarli e farli dormire. Più tardi un altro giro col sacchetto. Potrei anche non farli morire tutti nello stesso momento.

: Thanks :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi di sì. Il lavoro dev'essere quasi impercettibile (se ne accorgeranno intorno a metà mattina).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci vuole minimo un complice che si occupi di telecamere e compagnia cantante. Le guardie hai detto sono prezzolate quindi come non ci fossero (anche se 6 persone ferite così è una situazione complessa da forze speciali dubito metterebbero i primi 4 fessi corruttibili)...poi beh la bolla d'aria eviterei però esistono cocktail da mettere in vena (uno è legalissimo, lo usano per uccidere la gente in USA -che schifo-) che ti fanno morire quasi senza lasciar segni arrestando il  battito cardiaco...ma la composizione chimica di certe schifezze non te la so dire, ci vorrebbe un medico o un perito chimico :) però mi pare più logico del cuscino, un bel travestimento da infermiera (alla kill bill) e via di endovenosa di veleni.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Una bella iniezione di potassio endovena, rapida, silenziosa efficace, cerca in rete e trovi tanti riferimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Valo, tranquillo. L'ufficiale di polizia che ha ordinato l'arresto fa parte dei "committenti", quindi ci sarà una serie di sviste clamorose sulla sorveglianza, e i sei sono dei non professionisti che ancora non hanno capito come hanno fatto a finire nel casino che li ha portati lì.

Il potassio devo dire che mi piace di più, è una soluzione più pulita di cuscino o sacchetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di notte i reparti degli Ospedali sono solitamente chiusi a chiave, per cui non è possibile entrare senza farsi aprire. Ci sono due o tre infermieri di guardia, per l'assistenza notturna, e un medico da qualche parte, solitamente in una stanzetta a parte, e quasi nessuno gira per l'Ospedale.

La stanza degli infermieri è prossima all'ingresso del reparto, quindi facile essere notati se si passa per il corridoio.

Il poliziotto certamente può distrarsi, nel senso che può andare a chiaccherare nella stanza degli infermieri, ma non è che oltre al bagno possa andare chissà dove, al contrario di quanto si vede nei telefim americani.

Tutti fattori da tener presente anche nella scelta dell'arma (ad esempio ucciderne 6 col cuscino, senza che nessuno se ne accorga, è una bella impresa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di notte i reparti degli Ospedali sono solitamente chiusi a chiave, per cui non è possibile entrare senza farsi aprire.

 Che caspita ho scritto?   :wah:

Vabbé, il senso è che per entrare è necessario che qualcuno con una chiave apra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei rassicurare tutti che non siamo nel nostro mondo. :asd:

E il committente ha molte possibilità (più della mafia, per dire), solo per diversi motivi preferisce il low profile.

Comunque, non entrerà nessuno dall'esterno: l'omicida è già lì quando arrivano i sei. In pratica scelgono la stanza in cui metterli sulla base di chi se ne occupa e fanno in modo che finiscano sotto le mani giuste.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un giallo di cui ho perso titolo e autore, l'assassino iniettava - in vena, credo - della nicotina provocando un bell'infarto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Sì, ma qui siparladi pronto soccorso, che è molto diverso dai reparti,

 

Ok, ma dove sono stanze da sei in un pronto soccorso?

 

 

Non ce ne sono. Di pronti soccorsi ne ho frequentati parecchi e non ne ho mai visto uno con delle stanze. Il che non esclude che possano essercene o che si possa immaginarne uno in cui ce ne siano. Magari perché di un ospedale privato e lussuoso.

 

Tuttavia ne ho trovati con separè mobili che delimitano spazi di diversa misura. Possibile che, trattandosi di persone in stato di sorveglianza, ne sia stato approntato uno apposta per loro.

 

In questo caso l'assassino potrbbe farloro un'iniezione di narcotico travestito da medico (prima di quella letale). Oppure essere il medico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Sì, ma qui siparladi pronto soccorso, che è molto diverso dai reparti,

 

Ok, ma dove sono stanze da sei in un pronto soccorso?

 

 

Non ce ne sono. Di pronti soccorsi ne ho frequentati parecchi e non ne ho mai visto uno con delle stanze. Il che non esclude che possano essercene o che si possa immaginarne uno in cui ce ne siano. Magari perché di un ospedale privato e lussuoso.

 

Tuttavia ne ho trovati con separè mobili che delimitano spazi di diversa misura. Possibile che, trattandosi di persone in stato di sorveglianza, ne sia stato approntato uno apposta per loro.

 

In questo caso l'assassino potrbbe farloro un'iniezione di narcotico travestito da medico (prima di quella letale). Oppure essere il medico.

 

 

 

 

Sì, ma qui siparladi pronto soccorso, che è molto diverso dai reparti,

 

Ok, ma dove sono stanze da sei in un pronto soccorso?

 

 

Non ce ne sono. Di pronti soccorsi ne ho frequentati parecchi e non ne ho mai visto uno con delle stanze. Il che non esclude che possano essercene o che si possa immaginarne uno in cui ce ne siano. Magari perché di un ospedale privato e lussuoso.

 

Tuttavia ne ho trovati con separè mobili che delimitano spazi di diversa misura. Possibile che, trattandosi di persone in stato di sorveglianza, ne sia stato approntato uno apposta per loro.

 

Rimaneva traballante, a mio avviso. Però swetty ha risolto il problema:

 

Vorrei rassicurare tutti che non siamo nel nostro mondo. :asd:

 

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, tranquilli, il modo per metterli dove sono lo trovo. A me interessava di più la modalità e chi tra i tanti avesse la possibilità di commettere l'omicidio. Quindi direi un infermiere, con due guardie alla porta inesperte che non sanno che è strano che un infermiere faccia un giro alle due di notte. Ci saranno un sacco di cose strane (i due alla porta poco più che ragazzini, l'infermiere del turno di notte che lascia detto di non disturbare i pazienti e quello della mattina che non va a controllare, la porta chiusa, la stanza senza telecamere, ecc.). Alla fine qualcuno si incavolerà non poco quando andrà ad interrogarli. :asd:

Come sostanza direi di più il potassio, la nicotina suonerebbe troppo strana (non hanno il tabacco).

L'unico problema adesso è come fare a non far ricadere immediatamente i sospetti sull'infermiere del turno di notte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tetraodontotossina (o tetradotossina) il veleno prodotto dai pesci palla che i giapponesi mangiano come "fugu".

Credo sia molto difficile da individuare, perché ne occorrono quantità molto piccole. Ricordo che anni fa ci furono una serie di avvelenamenti in Italia - Da Taiwan erano stati importati dei pesci palla surgelati spacciati per code di rospo (rane pescatrici) - e ci volle un bel po' prima che si riuscisse a capire perché la gente stramazzasse morta all'improvviso, di solito mentre mangiava al ristorante coda di rospo fresca pescata localmente (vatti a fidare dei ristoratori!). E non credo che ci arrivarono con le autopsie, ma esaminando la cosa che stavano mangiando in quel momento.

Provoca una paralisi generale con annesso blocco dei muscoli respiratori. La morte sopraggiunge per soffocamento, ma la vittima non è in grado di muoversi e chiedere aiuto.

 

Altrimenti la ricina. Non so come funzioni ma, anche in questo caso, ne occorre una quantità infinitesimale. Solo che, se non stai attenta, stermini l'intero ospedale, medici, pazienti, infermieri e parenti in lacrime compresi.

Modificato da Nanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

KCl tutta la vita.... se dovessi mai uccidere qualcuno in modo pulito sarebbe la mia prima scelta.. veloce, indolore, non lascia segni e si ha una certezza del decesso praticamente nel 100% dei casi (ok il 100% in medicina non esiste, ma parliamo cmq del 99.999999%)... ad oggi, proprio per evitare queste cose, anche negli ospedali è molto difficile trovare fiale di KCl puro, adesso vengono vendute diluite in centini di fisiologia (20 mEq di KCl in 100 ml di NaCl 0.9%) e in ospedale penso che solo gli anestesisti abbiano a disposizione le vecchie fialette di KCl da 10 mL (che erano ideali nel tuo caso), o per lo meno così è nella realtà che conosco (Lombardia e Svizzera), non so se sia già passato in tutte le regioni... questo però è un problema che si pone solo se ambienti il tuo racconto al giorno d'oggi, 4-5 anni fa le fialette erano presenti in tutti i reparti...

 

l'insulina è anche un modo abbastanza pratico... una buona dose (circa 5 mL di rapida dovrebbero esser più che sufficienti, è la dose standard delle boccette che si comprano in farmacia) manda il paziente rapidamente in coma e, se non si aggiustano rapidamente i livelli il paziente muore... questo ti apre una possibilità di scagionare l'infermiere di PS, una delle guardie, per puro scrupolo, va a vedere i pazienti dopo l'iniezione e li trova in coma, pensa stiano dormendo e l'infermiere se la scampa (almeno per un po')...

 

una combinazione "carina" di solito nota solo a quelli del settore è la combinazione di farmaci, ad esempio l'assunzione di nitrati (farmaci per l'infarto) durante l'effetto di sindenafil (Viagra), causa uno shock ipotensivo che può portare rapidamente a morte... cosa che rende anche più difficile l'identificazione in sede autoptica visto che bisogna ricercare due sostanze... durante le indagini inoltre potrebbe esserci il colpo di genio del detective di turno quando sente le battute fatte dai colleghi sul fatto che tutti i cadaveri avessero la "bandiera alzata"...

 

Ti sconsiglio vivamente di usare il "classico" espediente dell'iniezione di aria... ne serve una quantità discreta (solitamente uno schizzettone da 50 mL pieno) per avere un buon margine di successo, inoltre, come giustamente ti facevano notare, non è detto che vada dove vuoi e causi un embolo fatale... troppo poco efficace per i miei gusti...

 

tieni conto che se arriva un paziente in PS con dei dardi di balestra gli verranno sicuramente somministrati antidolorifici, e magari dei tranquillanti (dubito che se mi usassero come puntaspilli andrei in ospedale bello tranquillo e rilassato), rendendo così le vittime meno reattive e più semplici da eliminare...

 

 

 

Di pronti soccorsi ne ho frequentati parecchi e non ne ho mai visto uno con delle stanze. Il che non esclude che possano essercene o che si possa immaginarne uno in cui ce ne siano. Magari perché di un ospedale privato e lussuoso.

in Lombardia tutti i PS (di ospedali sufficientemente grandi) hanno delle stanze o una sezione OBI di osservazione... pensavo fosse così in tutta Italia, per mera curiosità, potresti farmi sapere quali sono gli ospedali da te citati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Essenzialmente i policlinici romani. Ora che ci penso ad Acquapendente venni ricoverato in una specie di corsia, ma non so se fosse il pronto soccorso o già un reparto. Ne ho visitati anche altri, ma non li ricordo bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

 

 

Essenzialmente i policlinici romani. Ora che ci penso ad Acquapendente venni ricoverato in una specie di corsia, ma non so se fosse il pronto soccorso o già un reparto. Ne ho visitati anche altri, ma non li ricordo bene. 

ok, grazie.

 

Tornando IT mi sono accorto solo ora rileggendo che non è ambientato nel nostro mondo, quindi le mie puntualizzazioni sulle fiale di potassio in vendita decadono automaticamente, rendendolo la migliore sostanza per questo "lavoretto" (facilmente reperibile, facilità d'utilizzo, rapidità d'azione, certezza del successo)... per sviare i sospetti basta pensare che il KCl è cmq un farmaco, quindi l'infermiere potrebbe aver fatto falsificare una prescrizione medica di modo da giustificare il suo operato (mettendo nei casini il medico che magari era "scomodo"), oppure convincere il medico che i pazienti soffrissero di ipokaliemia (falsificando i referti dell'emogas, anche questa cosa non difficilissima da fare) facendosi fare una prescrizione in buona fede... il contrario è molto difficile (medico che prescrive e infermiere innocente) perché prima di fare un bolo di KCl l'infermiere controlla cento volte, visto che conosce le dosi letali ed è uno dei più grandi spauracchi che ti inculcano all'università... non impossibile, ma meno credibile per chi lavora nel settore (salvo modificare l'ambiente del tuo universo rispetto al nostro)...

 

se vuoi cercare qualcosa di più esotico ci sono migliaia di veleni utilizzabili (ricina, cianuro, belladonna, falloidina, aconitina, etc), ma sono più difficili da giustificare (per l'autore materiale del delitto, non per la trama)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, veleni no.

Ma il cloruro di potassio non hai detto che non lascia tracce? Se è così, a me basta che ci sia un certo "traffico" nella stanza dei pazienti: un infermiere (ma anche un medico) non ha certo bisogno che ci sia una prescrizione per fare un'iniezione e se ci sono state parecchie visite durante la notte non si può sapere chi sia stato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

con non lascia segni intendevo che non lascia segni visibili (ad esempio il cianuro fa diventare la lingua blu), se viene ricercato in esami autoptici viene rilevato, ma se non lo cerchi specificatamente non lo trovi (anche perché è un costituente del nostro corpo, anche se lo rilevi accidentalmente non ci fai molto caso a meno che non abbia valori sballatissimi)

 

la storia della prescrizione la dicevo per rendere la cosa un po' più articolata del semplice "entra, uccidi, esci fischiettando", ma era un semplice spunto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Be', il fatto che il committente possa permettersi che qualcuno entri in una stanza e uccida qualcuno senza sotterfugi fa parte dei suoi poteri inquietanti. Per l'autopsia non mi preoccupo, mi basta che i nostri eroi arrivino al primo pomeriggio senza ipotesi sull'accaduto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×