Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite

il Quadrotto

Post raccomandati

Ospite Mirtillasmile

@GiD sul loro sito, lo trovi nella sezione 'chi siamo'. Non ti hanno risposto al l'e-mail autori@ilquattro perché ancora non l'hanno aperta. 

Modificato da Mirtillasmile
Errore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento: mi hanno risposto rassicurandomi sul fatto che non hanno alcuna preclusione su generi e target.
Al momento non posso che confermare quanto già detto da altri riguardo la loro disponibilità e cortesia.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido con voi la mia esperienza.

Ho richiesto al Quadrotto il loro servizio di scheda di valutazione. La scelta è stata del tutto autonoma dopo aver letto alcuni commenti su questo forum ho scelto di pagare il prezzo irrisorio di 50 € per qualcosa che reputo importante nella mia vita: lo scrivere. L'ho fatto perché volevo una scheda scritta da poter rileggere e comprendere con calma. Ho prima mandato una mail per richiedere i dettagli del servizio e poi ho spedito il materiale e fatto il bonifico. Sono stati puntualissimi. In un mese preciso ho ricevuto la mia scheda di valutazione di 7 pagine. Per la prima volta ho pensato di aver speso bene i miei soldi. Finalmente ho capito tante cose sul mio manoscritto.

 Ci buttiamo anima e cuore in una storia, la leggiamo, rileggiamo, correggiamo. La facciamo leggere e rileggere a parenti e amici che, probabilmente per amore, sono nostri fan accaniti. La correggiamo ancora e ricorreggiamo, ma senza cognizione di causa perché, di fatto, la nostra storia e nella nostra testa con tutte le sue sfumature e i suoi mondi e mai nessuno del settore ci ha mai veramente detto cosa non va e cosa sbagliamo.

La nostra storia è viva, è un mondo che esiste al di là di noi, in una dimensione parallela che solo noi vediamo perché è animata dai nostri vissuti, dalle nostre esperienze, dalla cultura che abbiamo sviluppato nella lettura, negli studi, nella visione di film. É una parte di noi nel bene e nel male che nasconde i nostri paradisi e i nostri mostri. Quello che desideriamo più di ogni altra cosa è mostrare questo mondo agli altri ma non ci rendiamo conto che gli altri sono fuori.

Grazie a questa scheda di valutazione ho capito che quello che per me è scontato, non lo è affatto per chi legge (forse lo è per "i miei fan" perché mi conoscono).

 Chi mi legge a volte non comprende e altre volte reinterpreta, trasformando  in un modo che a me può non piacere e se il suo reinterpretare non gli è piacevole (come non lo è a me) non è colpa sua ma mia perché è evidente che non sono stata in grado di "trasmettere".

Ho capito inoltre che il filo conduttore che vorrebbe seguire il lettore non sempre combacia con il mio che in certi momenti posso distoglierlo dal percorso, confonderlo e lasciargli delle porte aperte in cui vorrebbe entrare facendolo con forzatura entrare in quelle in cui invece non vorrebbe entrare perché reputa noiose o insignificanti.

Qualcuno potrebbe dire: è la tua storia, decidi tu. Questo è l'errore.

 

Quando scriviamo una storia incominciamo un percorso, un nuovo viaggio. Lo incominciamo noi e vorremo tanto farlo incominciare anche a chi ci legge. Di fatto il motivo principale è condividere il viaggio, le esperienze, le emozioni. Per condividere bisogna uscire dall'individualità e questo non vuol dire che dobbiamo cambiare noi stessi, semplicemente dobbiamo allinearci, dobbiamo semplificarci.

Con questo non intendo assolutamente nel modo di scrivere o in quello che si scrive. Nel mio caso specifico, vi faccio un esempio, se voglio scrivere di fede, amore, avventura e mondi fantastici forse devo pensare di scrivere quattro libri e non uno, perché forse tutto insieme interessa solo a quel millesimo di umanità che è fatta come me e forse perché con la voglia di dire tutto alla fine non dico nulla. Perché devo crescere, imparare migliorare. Sicuramente grandi nomi lo hanno fatto per questo sono grandi nomi. Eccola la presunzione che non si pensava di avere. Incominciare da piccoli passi, per compierne grandi forse un giorno forse mai... Però che male c'è nel non smettere  di crederci. Da qualche parte ho sentito che i sogni sono il carburante della vita...

Ringrazio il Quadrotto per questa illuminazione e per il fatto di avermi fatto comprendere tanti no senza spiegazioni e per avermi aiutato a migliorare.    

Ps: Ovviamente non hanno solo espresso giudizi positivi e negativi  hanno anche dato consigli.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Christopher

@Art3mid3 ci hai anche potuto parlare al telefono per chiarire alcuni punti o ti hanno dato solo la scheda? La scheda nelle 7 pagine comprendeva anche un riassunto dell'opera nelle prime pagine o solo consigli e giudizi positivi/negativi? Te lo chiedo perché considero spazio sprecato riassumere a un autore il suo libro (e molti mi hanno raccontato che le agenzie si limitano a questo per almeno metà della scheda), mentre preferirei che quelle pagine venissero tutte dedicate a consigli/valutazioni 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Art3mid3 sì, anche a me han dato suggerimenti interessanti. Però non sono così convinto sia necessario seguirli. Così come non sono convinto che la spendibilità immediata di un testo, che è ovviamente una delle preoccupazioni di un'agenzia, sia un valore fondativo. Però ha senso, molto chiaro, quello che dici: essere accoglienti per il lettore, o anche respingenti ma nella comunicazione di cui si pongono premesse scrivendo, deve essere una preoccupazione dell'autore. Il Quadrotto è sempre disponibile e offre, finanche gratuitamente a voce, una possibilità ben argomentata. Ma non è detto che sia quanto serve a un manoscritto per andare nella direzione in cui vorremmo. Non voglio andare OT e affrontare la questione in modo troppo generico, solo esporre la convinzione che questa interlocuzione, pure ben posta, non possa assurgere a orizzonte della mia azione creativa, almeno nei termini in cui mi è stata cortesemente esposta: probabilmente perché ho ricevuto una richiesta di avviare una revisione utile a conformarsi a un modello che non sento affine agli obiettivi del mio lavoro, che io sia più o meno riuscito a perseguirli. (Forse, il fallimento nei miei intenti sta nell'aver prodotto questo esito, me ne rendo conto e me ne resta il dubbio).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Christopher

ecco che sfiga proprio ora che a luglio volevo mandargli il mio ;(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Lemmy Caution io ho spedito il 10 e lunedì 19 mi hanno avvertito che il mio lavoro era stato affidato ad un editore che mi avrebbe ricontattato entro un mese. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Lemmy Caution devi aspettare settembre? Quando hai spedito?

Anche all'email che avevo mandato io mi hanno detto che sono oberati di lavoro e che i tempi si sono allungati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

Aggiornamento per tutti gli utenti:

 

Il  Quadrotto ha momentaneamente sospeso il servizio di consulenza (non è verificato se il servizio a pagamento è aperto). Inoltrare un romanzo non porterebbe a nulla in quanto come riportato da @Lemmy Caution il lavoro non viene preso in carico. 

 

E' possibile spedire di nuovo dal mese di settembre. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Christopher

Le 7 pagine sono un'analisi della storia, del testo e dello stile di scrittura. Ovviamente per 50 euro non ti fanno analisi pagina per pagina ma dei punti portanti del lavoro. Però la ho trovata diretta e coincisa, senza fronzoli e abbastanza esplicita.

Ti spiego un po' quella che hanno fatto a me. L'editor che l'ha scritta è partito dall'incipit e mi ha indicato le impressioni che ha avuto (che genere sembrava, che obiettivi aveva e che cosa si aspettava il lettore). Ha poi analizzato i punti successivi quindi a quel punto facendomi capire che l'incipit non era conforme al seguito perché dava un idea differente dal resto della storia. Ha analizzato i nodi della storia e cosa a suo avviso funzionava e cosa no.  Ha analizzato il linguaggio utilizzato anche nei dialoghi, esprimendo ovviamente un'opinione e dei consigli. Infine analizzando il finale. Le conclusioni della scheda sono opinioni e consigli sul linguaggio, ambientazione, storia e cosa andrebbe fatto. 

Non mi hanno offerto la possibilità di telefonare, anche se vedo che ad altri lo hanno fatto. Immagino che se lo avessi chiesto comunque sarebbero stati disponibili da quello che leggo qui, ma non mi interessava in quanto questo era un lavoro vecchio che avevo in un cassetto e al momento sto lavorando ad altro.

 

@Antonio Sofia Capisco perfettamente quello che intendi. Credo che il segreto sia tutto nella capacità da parte nostra di "analizzare" a questo punto noi il loro lavoro e comprendere se le critiche sono costruttive e produttive o semplicemente un'opinione discordante in quanto espressa da un target differente da quello a cui vorremmo mirare. Nel mio caso ho compreso perfettamente l'errore. In pratica e in sintesi, volevo scrivere un romanzo che desse degli spunti riflessivi sulla fede e le religioni utilizzando un linguaggio non impegnativo, un'ambientazione moderna però sviluppando un'avventura a toni mistici. Tutto questo è passato come un fantasy,  dove  il mio obiettivo iniziale era l'elemento di fastidio e di contrasto, quindi con il consiglio di eliminare l'obiettivo (che ovviamente non è stato compreso quindi visto come elemento di fastidio) e sviluppare meglio il fantasy .Quindi ho sbagliato tutto e credo adesso di capire anche il perché. Tutti questi elementi insieme fanno a botte. Deve predominare uno e se voglio inserire anche gli altri ovviamente devo sminuirli (io in pratica dalle loro osservazione ho compreso di aver fatto il contrario). Credo che alla fine il paragone sia la potatura di un albero, se si vuole che cresca bene e dia frutti bisogna eliminare i rami che tolgono energia alla pianta per far crescere vigorosi quelli che le danno armonia e vigore. Ovviamente tenendo presente sempre se si sta potando un arancio, un ulivo o un pesco.  

Ovviamente è il mio caso soggettivo ma è giusto non pensare che chi ha esperienza nel campo sia onnisciente ed abbia sempre ragione. Questo credo sia la cosa più difficile per noi, creare il giusto mix di modestia e orgoglio che ci permetta di comprendere la verità. Aggiungo infine che su qualche loro commento anch'io mi sono trovata discordante, ma quello che mi ha reso felice è il comprendere dove sbagliavo e quindi avere la possibilità di evolvermi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo un'ultima cosa e non so se scrivo nel posto sbagliato, ma credo riguarda anche questa discussione, più o meno 11 anni fa, quando scrissi questo romanzo da perfetta ingenua e inesperta lo mandai alla TZLA che mi telefonò e mi convinse con un bel parlare a spendere 600 euro per un lavoro di editor dettagliato dell'opera al fine della pubblicazione. Io accettai (ho esposto questa esperienza nella discussione su di loro). Non mi hanno mai espresso nessuna opinione, non mi hanno mai detto cosa funzionasse e cosa no, Si sono limitati a correggermi qualche virgola, qualche punteggiatura, qualche refuso e consigliarmi di modificare qualche frase. Alla fine mi dissero che non erano riusciti a farlo pubblicare. Non lo so se in 11 anni si sono ravveduti, però credo che sia un esempio lampante di quanta attenzione dobbiamo fare nel fare i nostri passi. Non mi hanno mai detto nemmeno che l'incipit era discordante con il resto del romanzo. Prego i moderatori di perdonarmi se sono fuori topic o inappropriata.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Art3mid3 quanto tempo è passato da l'invio alla scheda di lettura?

€ 50 è un prezzo irrisorio, la scheda è stata esauriente e ben compilata. 

Personalmente il Quadrotto è la soluzione al mio problema , perché offre una risposta alla domanda: Sono riuscita a sviluppare al meglio e correttamente la mia idea? 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Art3mid3 , la tua testimonianaza sarebbe di certo utile nella discussione apposita, in maniera tale che anche altri interessati a quell'agenzia specifica possano beneficiarne. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato il 14 con una richiesta ben specifica sugli aspetti su cui m'interessa un parere. Hanno risposto lunedì, ma ho visto solo oggi perchè la mail era finita nello spam. Confermo che sono oberati di manoscritti e che mi riscriveranno loro quando il testo verrà assegnato in lettura. Vi terrò aggiornati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi scade il mese a disposizione dell'editor entro il quale doveva contattarmi, per il momento non si è ancora fatto vivo nessuno. Aspettiamo e vedremo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Art3mid3 usufruendo del servizio a pagamento, dopo quando tempo ti è arrivata la scheda di valutazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 29/6/2017 at 08:33, Jeky Imhof ha detto:

Oggi scade il mese a disposizione dell'editor entro il quale doveva contattarmi, per il momento non si è ancora fatto vivo nessuno. Aspettiamo e vedremo!

@Jeky Imhof ti hanno risposto? Avevi optato per la scheda a pagamento o per la valutazione gratuita?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 7/7/2017 at 18:50, Elisah15 ha detto:

@Jeky Imhof ti hanno risposto? Avevi optato per la scheda a pagamento o per la valutazione gratuita?

Sì, ma gli ho scritto io! 

Mi hanno detto che sono presi e abbiamo fissato un appuntamento pee il 19 luglio.

in ogni caso avevo chiesto la valutazione gratuita

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Jeky Imhof soddisfatto della valutazione?

 

Io mi aggrego al coro di coloro che sono rimasti soddisfatti. Dopo un mese esatto mi hanno scritto dicendomi che la lettura è terminata e chiedermi disponibilità di  orari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mirtillasmile guarda ho appena attaccato il telefono con loro! ;)

Ci è voluto un po' più di un mese, ma non fa niente, erano pieni e quindi ci sta. 

Sono rimasta soddisfatta della valutazione e del servizio fornito, avevo paura di cadere nel banale essendo un fastasy classico, ma mi hanno assicurato che non è così. 

Mi hanno consigliato un paio di ridimensionamenti che potrei fare e ci stanno anche, ma mi hanno detto che in ogni caso il romanzo è pronto e posso mandarlo in giro. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Jeky Imhof sono contenta. Io ho un appuntamento telefonico con loro per lunedì. Sono davvero gentili ti fanno scegliere anche l'orario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×