Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ramo Selvaggio

Incidenti e persone scomparse in montagna e relative indagini

Post raccomandati

Ciao a tutti, spero di non aver combinato qualche disastro nell'aprire questo topic ma almeno mi sembra che non ce ne siamo di simili...

 

Comunque, mi appello a voi perché proprio non so come andare avanti.

Mi spiego: per ragioni di trama, la cugina della protagonista scompare mentre si trova in un paese di montagna senza lasciare traccia.

Le mie domande sono:

- Quali autorità sono coinvolte nella ricerca? La protezione civile, i carabinieri, tutti e due o se ne occupa qualcun altro?

- Fin quando continuano le ricerche di una persona scomparsa in montagna? Quando queste vengono abbandonate?

- Chi è il tramite tra le autorità coinvolte nelle ricerche e la famiglia? In pratica chi dovrebbe informare la famiglia dell'abbandono delle ricerche?

Un ultima cosa: in seguito ad una valanga dalle "cause sospette", la polizia può interrogare i superstiti all'ospedale stesso?

Scusate per "l'interrogatorio" e grazie in anticipo a tutti per il vostro aiuto!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ramo, dalle mie parti (Abruzzo) le ricerche di persone scomparse in collina o montagna vengono coordinate in primims dai membri del Soccorso Alpino. In genere fanno parte del soccorso alpino membri di associazioni come Il C.A.I. (Club alpino italiano) oppure della Guardia di Finanza o dei Carabinieri. Spesso utilizzano dei cani addestrati a cercare le persone, in particolar modo i cani sono utili in caso di percorsi innevati, dove c'è la possibilità che qualcuno sia rimasto sotto una slavina.

Riguardo i tempi non so dirti. Ma ti posso raccontare un fatto: nel Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, una donna scomparve senza lasciare tracce. Le ricerche proseguirono per una settimana, fino a quando fu ritrovata nel canalone di una montagna: beveva l'acqua derivata dallo scioglimento della neve, per il cibo non ho idea di come se la sia cavata.

 

Spero di esserti stato utile. In ogni caso mi informerei a dovere per i dettagli, magari presso una sede del C.A.I. dove sono sempre molto gentili e disponibili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, spero di non aver combinato qualche disastro nell'aprire questo topic ma almeno mi sembra che non ce ne siamo di simili...

 

Comunque, mi appello a voi perché proprio non so come andare avanti.

Mi spiego: per ragioni di trama, la cugina della protagonista scompare mentre si trova in un paese di montagna senza lasciare traccia.

Le mie domande sono:

- Quali autorità sono coinvolte nella ricerca? La protezione civile, i carabinieri, tutti e due o se ne occupa qualcun altro?

- Fin quando continuano le ricerche di una persona scomparsa in montagna? Quando queste vengono abbandonate?

- Chi è il tramite tra le autorità coinvolte nelle ricerche e la famiglia? In pratica chi dovrebbe informare la famiglia dell'abbandono delle ricerche?

Un ultima cosa: in seguito ad una valanga dalle "cause sospette", la polizia può interrogare i superstiti all'ospedale stesso?

Scusate per "l'interrogatorio" e grazie in anticipo a tutti per il vostro aiuto!

 

In una ricerca sono coinvolti tutti: protezione civile, croce rossa, polizia locale, polizia di stato, carabinieri, corpo forestale, guardia di finanza, guardie ambientali, ognuno coi suoi mezzi (cani, canotti, gommoni, pattuglie, elicotteri). Inoltre i connotati della persona vengono diffusi ai territori limitrofi, alla polizia ferroviaria, alla polizia stradale, alle guardie areoportuali.

 

Le ricerche vengono abbandonate quando la persona viene trovata o vi sono abbastanza elementi per dire dove possa essere nel caso che sia irrecuperabile il corpo, oppure quando vi sono abbastanza elementi per pensare che possa essere lontano dalla zona ove le ricerche stesse vengono effettuate. 

 

Dipende dall'organizzazione del posto, dovrebbe essere comunque il questore (o un suo incaricato) o il referente della protezione civile (che spesso è il delegato del questore). Nel caso per motivo X si ravvisino possibilità penali il tutto va invece nelle mani del magistrato.

 

La polizia, su mandato del magistrato o di propria iniziativa se ha ragionevoli sospetti (ma questi verranno riferiti al magistrato perché si parla di disastro procurato non di un furto di caramelle ;) ) può interrogare chi le pare, posto che i medici dicano che sono in grado di parlare, ovviamente.

 

 

Questa dovrebbe essere quanto :) le procedure per le persone scomparse sono complesse e intersecano la parte operativa (le persone fuori materialmente a cercare) ad un'attenta attività investigativa (in particolare dopo qualche giorno).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×