Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Spezzo assolutamente una lancia a favore di questa casa editrice, che ha un catalogo molto nutrito e variegato (non solo libri di consumo ma molta saggistica e collane interessanti, specie per i giovani lettori). Mandai senza speranze circa 8 mesi il manoscritto (lo stesso poi accolto favorevolmente da Nulla Die) e,come immaginavo, pur essendo incentrato su tematiche giovanili, non rientrava nella categoria 14-18 anni. Sono stati comunque cordiali, inviandomi una lettera cartacea con un giudizio dal quale traspariva evidente il fatto che avessero dedicato molta attenzione in fase di lettura, trovandolo interessante ma fuori dai target di potenziali lettori (hanno una collana apposita "Battello a vapore".

E comunque riguardo la distribuzione non c'è da preoccuparsi: i loro libri (a proposito, l'ultimo che ho letto è il saggio politico-storico "Terroni" di Pino Aprile, centinaia di migliaia di copie vendute, e non è certo un libro commerciale)si trovano ovunque, compresi tutti gli autogrill

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io li ho corteggiati per entrambi i miei romanzi, non so cosa avrei dato per pubblicare con loro...

Pazienza.

Io ci proverò con Febbre, chissà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao Villegas,

scusa, ma non ho capito se ti hanno risposto dopo otto mesi dall'invio o prima. Grazie anticipatamente!

ciao!mi hanno risposto dopo 8 mesi dall'invio del manoscritto. Nel frattempo era arrivata una proposta da un'altra c.e. e quindi mi è andata bene lo stesso ma la Piemme era veramente tra le mie preferite. Sarebbe stato un colpaccio! icon_lol.gif

Dubito però che i tempi di risposta possano essere più brevi di così... Tra collane varie e una quantità industriale di manoscritti da leggere, il tempo si dilata per forza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io ricevetti una risposta per il primo dopo 9 mesi (di rifiuto) mentre per il secondo non mi hanno mai risposto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno risposto dopo 6 mesi. Negativo: il mio romanzo ha "uno stile e una trama troppo articolati e adulti" per la fascia d'età cui è dedicata la collana Battello a Vapore.

In realtà, che non andasse bene per i bambini lo sapevo anch'io, ma quando ho telefonato chiedendo se erano interessati a un fantasy, mi hanno dato l'indirizzo della Redazione Ragazzi (nonostante io avessi specificato che mi sembrava adatto ad adolescenti/giovani adulti...).

Se non altro hanno risposto, e soprattutto hanno letto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi hanno risposto dopo 6 mesi. Negativo: il mio romanzo ha "uno stile e una trama troppo articolati e adulti" per la fascia d'età cui è dedicata la collana Battello a Vapore.

In realtà, che non andasse bene per i bambini lo sapevo anch'io, ma quando ho telefonato chiedendo se erano interessati a un fantasy, mi hanno dato l'indirizzo della Redazione Ragazzi (nonostante io avessi specificato che mi sembrava adatto ad adolescenti/giovani adulti...).

Se non altro hanno risposto, e soprattutto hanno letto!

stessa identica cosa è successa a me! sapevo che per la tematica trattata non sarebbe andato bene per i giovanissimi, comunque mi hanno fatto una buona impressione e mi hanno incoraggiato molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ valerianitto: a me hanno detto che potevo mandare un estratto (cosa che ho fatto, non mi andava di stampare e spedire tutte le 800 pagine...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sapete dirmi di più sulla questione giovani/adulti? Non ho ancora inviato il manoscritto ma non vorrei sbagliare indirizzo. Tra l'altro ho visto che sul sito il genere fantasy viene incluso nella collana Freeway ma nel mandare il romanzo occorre specificare solo tra adulti e ragazzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Dipende dal target al quale è rivolto il tuo libro.

Per ciò che riguarda i fantasy, se è un fantasy alla "Harry Potter" o alla "Eragon" va mandato alla sezione "ragazzi"

Se è un fantasy alla "Il Signore degli Anelli" va alla sezione adulti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato l'estate scorsa una raccolta di racconti brevi alla redazione ragazzi. Mi hanno risposto dopo 5 mesi circa con una lettera, molto cortese ma credo standard, dicendo che non accettano raccolte di racconti nella loro linea editoriale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho spedito il 3 maggio, quando ancora sul sito non era riportato niente.

Stamattina li ho chiamati, dicendo loro che avevo mandato il mio libro quando ancora accettavano inediti.

Sono stati molto gentili e mi hanno assicurato che i manoscritti inviati fino al 6 maggio sarebbero stati sicuramente accettati e letti....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho spedito il 3 maggio, quando ancora sul sito non era riportato niente.

Stamattina li ho chiamati, dicendo loro che avevo mandato il mio libro quando ancora accettavano inediti.

Sono stati molto gentili e mi hanno assicurato che i manoscritti inviati fino al 6 maggio sarebbero stati sicuramente accettati e letti....

allora sei più fortunato di me... io ho spedito il 26 aprile e mi è tornato indietro... che posso farci?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piemme ha inaugurato delle collane solo digitali (come la In love).

L'invio manoscritti è sempre cartaceo: tuttavia mi chiedo se gli autori in questione, in alcuni casi scrittori emergenti, siano stati selezionati tramite agenzie letterarie o invio generico manoscritti (francamente quest'ultima mi sembra improbabile, ma forse sono disillusa io...)  :umhh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La sede è soltanto una per tutto il Gruppo Mondadori. Poi le redazioni sono diverse. Per Piemme c'è una redazione ragazzi e una adulti, che a sua volta ha diversi editor a seconda del genere. Mi pare che al momento siano piuttosto fermi con le letture. Ma per leggere, posso confermare che leggono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Buonasera a tutti! 

Ho dato un'occhiata alla pagina dedicata e non credo ci sia la risposta alla mia domanda. Una curiosità: se il romanzo fantasy che ho scritto è simile a quelli della collana "Freeway", e desiderassi proprio spedirlo alla Piemme, dovrei inviarlo nella sezione Ragazzi? Ho letto che spesso vengono rispediti indietro perché non possono essere inseriti nel Battello a Vapore

Dovrei specificarlo nella lettera? Mi consigliate di tentare nella sezione Adulti? 

Scusate il disturbo, spero in una risposta a breve! 

Grazie in anticipo :evvai:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite priscageddon

Scusate se mi intrometto, ma vorrei dare il mio contributo alla discussione.

@Hilary Moore Credo proprio che dovresti dare la specifica "Redazione ragazzi", in quanto lo YA non è considerata fiction per adulti e il suo target è rivolto ai ragazzi dai 16 ai 18 circa (dai 12 ai 15 - circa - è considerata Teen Fiction; nella categoria "adulti" dovrebbe rientrare il target dai 19 ai 26 anni - circa - detto New Adult).

Se non ricordo male le selezioni per il Battello a Vapore avvengono solo con il premio o attraverso l'agenzia Atlantyca (come per Geronimo Stilton). Però le mie sono informazioni dell'anno scorso e credo abbiano fatto un rinnovo più stretto alla partnership con Piemme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Attualmente nella sezione contatti della Piemme si legge questo: "Avvisiamo i gentili utenti che in questo periodo non possiamo accettare manoscritti." :buhu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

PIEMME dalle iniziali del proprietario (PM). Molti anni fa arrivarono a ripubblicare un libro (su un personagio molto famoso) scritto da un autore che aveva chiuso il contratto con loro, cambiando il titolo e spacciandolo per lo scritto del personaggio famoso che in realtà non ha mai scritto nulla in vita sua, il quale personaggio (all'epoca vivente)  fece presente alla PIEMME che era il caso di ritirare le copie dalle librerie. Cosa che fecero con molta calma, non prima però di rivendere il libro "taroccato" ad un'altra casa molto famosa. Tempo dopo infatti rividi inlibreria lo stesso libro in versione economica. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Frank Rossi ha scritto:

PIEMME dalle iniziali del proprietario (PM). Molti anni fa arrivarono a ripubblicare un libro (su un personagio molto famoso) scritto da un autore che aveva chiuso il contratto con loro, cambiando il titolo e spacciandolo per lo scritto del personaggio famoso che in realtà non ha mai scritto nulla in vita sua, il quale personaggio (all'epoca vivente)  fece presente alla PIEMME che era il caso di ritirare le copie dalle librerie. Cosa che fecero con molta calma, non prima però di rivendere il libro "taroccato" ad un'altra casa molto famosa. Tempo dopo infatti rividi inlibreria lo stesso libro in versione economica

:angry::angry::angry: Mai avrei pensato che una grande CE si abbassasse a queste cose. Ma poi la persona, che aveva chiuso il contratto con loro, come ha fatto ad accorgersi che gli avevano ripubblicato il libro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo ha saputo da me dopo che avevo vistoil libro esposto in libreria. 

 

Ci tengo a dire però che questa cosa è successa circa 20 anni fa per cui mi piacerebbe pensare che magari le cose siano cambiate in meglio, ma non ho elementi per dirlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Frank Rossi come scritto nel tuo post, il fatto di cui parli è troppo lontano nel tempo perché possa essere tenuto da conto. Inoltre si chiede che le testimonianze riportate siano dirette e non riassunti di quel che è capitato ad altri autori, e che ci siano elementi a supporto di quanto dichiarato.

 

Si chiede anche agli utenti di evitare post in sequenza: per favore, scrivi un post solo con tutto quello che vuoi dire. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa per i due post in sequenza. L'esperienza è diretta in quanto come ho scritto, verificai io stesso segnalando alle persone interessate. In quanto agli elementi a supporto, per curiosità mi sono tolto la briga di verificare e, nonostante il tempo trascorso,  ho visto che il testo, sia nelle edizioni Piemme che Fabbri Editore,  e tutt'ora disponibile sui principali canali di vendiita (Amazon ecc.)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Frank Rossi ha scritto:

L'esperienza è diretta

@Frank Rossi "diretta" significa che ti riguarda di persona, perché ne sei stato artefice.

Se domani si presentasse un rappresentante della casa editrice e contestasse le tue affermazioni, quali documenti avresti in mano per provare la veridicità di quanto hai affermato? 

Ti ricordo che sei legalmente responsabile di quanto affermi e che questo forum in passato ha già dovuto presentarsi in tribunale nella persona del legale rappresentante per rispondere di querele a seguito di affermazioni ritenute diffamatorie. Tutto ciò è sancito dall'articolo 1.5.2. del nostro regolamento, a cui ti consiglio caldamente di ottemperare:

 

1.5.2 Gli utenti possono lasciare le proprie testimonianze sulla politica editoriale di un Editore all’interno della discussione che lo riguarda nello specifico (sezione Case Editrici). È nel pieno diritto di ogni utente esprimere opinioni, critiche e idee sull’operato di una casa editrice, ma bisogna farlo con toni sempre civili ed educati, e soprattutto nel rispetto della legge (non è consentito diffamare). L’utente si assume la piena responsabilità anche in sede civile e penale per le testimonianze e le opinioni che rilascia e solleva l’amministrazione da qualsivoglia responsabilità. L’amministrazione non garantisce la veridicità delle testimonianze, né si assume responsabilità per le stesse.

 

E ora passiamo oltre, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×