Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

maximod

Gruppo Fandango

Post raccomandati

@FrFr , com'è scritto anche nel post d'apertura:

 

Quota

Invio manoscritti: spedire il materiale in formato cartaceo

 

L'indirizzo è quello presente su loro sito:

 

Fandango Editore
V.le Gorizia, 19 (I piano)
00198 Roma
Tel. +39 06 852185

 

Magari puoi chiedere conferme e precisazioni prima, attraverso:

 

libri@fandango.it   

Tel. +39 06 852185

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quattro mesi, oggi. E nessuno rispose. 😔

Ma ho inviato per e - mail... da qualche parte avevo letto che si potesse. Devo pensare che abbiano subito cestinato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Alex Corey ha detto:

@Sweet dream Quattro mesi sono un lasso di tempo brevissimo per gli standard di Fandango: devi considerare almeno 10/12 mesi. Ergo: hai ancora speranza!

Io però ho inviato per e - mail e non ricordo di aver letto conferme di ricezione. Accettano solo il cartaceo? Leggo che tanti, comunque, non hanno ricevuto alcun tipo di risposta. È tutto possibile... grazie, comunque. 😊

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, una domanda: che ne pensate di Fandango? Quando si parla di Case grandi e piccole, come la si può collocare? Lo chiedo non tanto per farne una gara, ma per capire se, scegliendola per un invio, mi imbatto in una big che mi darà pochissime possibilità, o ancora siamo in un contesto fattibile?

Grazie.

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io manderei senza farmi troppe domande.

Nel gruppo Fandango ci sono comunque quattro marchi.

Se pensi che la tua opera sia buona e in linea con le le linee editoriale della CE, invia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviai un mio romanzo poco più di un anno fa (carateceo, come richiesto) e non ho mai avuto risposta.

Penso che prediligano il rapporto con gli agenti letterari, ma tentar non nuoce mai. Inoltre la mia esperienza, non essendo esattamente un fenomeno, non fa proprio testo! :nascosto:

In bocca al lupo! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Marina_Radogna ha scritto:

Ciao, cartaceo? Sul loro sito vedo solo l'email a cui inviarlo in digitale. Hai altre fonti, sono cambiate le loro regole o sto sbagliando io?

Ho controllato: adesso vedo anch'io una mail a cui inviare.

È probabile che abbiano modificato da quando ho inviato. Si parla di gennaio 2019. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Marina_Radogna ha scritto:

Ciao a tutti, una domanda: che ne pensate di Fandango? Quando si parla di Case grandi e piccole, come la si può collocare? Lo chiedo non tanto per farne una gara, ma per capire se, scegliendola per un invio, mi imbatto in una big che mi darà pochissime possibilità, o ancora siamo in un contesto fattibile?

Ciao, io ho inviato una mail il 2 ottobre 2019 per chiedere informazioni sull'invio (prima di mandare il cartaceo, volevo almeno essere sicura che lo prendessero in considerazione). Non mi hanno mai risposto, quindi alla fine non ho inviato niente.  Secondo me la Fandango è già diventata una casa editrice di discreta importanza, e per la scelta delle pubblicazioni si basa su agenzie o conoscenze dirette. Io proverei almeno a telefonare prima di inviare, per evitare invii a vuoto, poi vedi tu.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mandare il proprio manoscritto a Fandango è una perdita di tempo perché non prendono in considerazione scrittori esordienti sconosciuti. In effetti, se non si proviene dalla scuola Holden o non si conosce bene un redattore della suddetta CE è meglio rivolgersi altrove, considerata anche la spocchia che li contraddistingue. 

Bonne chance. 

  • Mi piace 1
  • Triste 1
  • Divertente 2
  • Non mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho telefonato venerdì per sapere cosa bisogna fare per inoltrare il proprio lavoro, mi hanno detto di chiamare lunedì e di chiedere di Tiziana Triana, editor per la narrativa italiana in Fandango, io proverò perché sognare è bello :P

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/3/2020 alle 07:31, Kikki ha scritto:

Ho telefonato venerdì per sapere cosa bisogna fare per inoltrare il proprio lavoro, mi hanno detto di chiamare lunedì e di chiedere di Tiziana Triana, editor per la narrativa italiana in Fandango, io proverò perché sognare è bello :P

ciao, com'è andata?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Rototom mi ero scordata di chiamare, quindi grazie :rosa:Non ne è uscito niente di particolare e la conversazione ha avuto la durata di mezzo minuto. Bisogna spedire romanzo, sinossi e nota biografica dell'autore a libri@fandango.it Niente di più :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, ma questo discorso del 'non rispondere alle mail degli esordienti' vale per tutte le case editrici del gruppo Fandango o solo per la Fandango Libri?

 

Sono indeciso se mandare o meno alla Syncro/Europa, mi chiedevo se qualcuno di voi ha provato a inviare qualcosa a loro o alla Playground.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fandango è la stessa che produce i film e spedire equivale a spedire a una Mondadori. Vale la solita storia per cui c'è chi ce la fa ma rimane un po' ridicolo che si chieda "come mai non mi rispondono?"

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dipende dalla gestione. BeccoGiallo e Coconino, che fanno parte del gruppo ma con gestione autonoma, rispondo sempre. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ElleryQ ha scritto:

Dipende dalla gestione. BeccoGiallo e Coconino, che fanno parte del gruppo ma con gestione autonoma, rispondo sempre. 

 

Perfetto, grazie mille. 

In caso vi tengo aggiornati! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto il piacere di svolgere un tirocinio di quattro mesi (settembre - dicembre 2019) presso Fandango Libri. Esperienza meravigliosa. Potrei parlarne per ore senza stancarmi; eviterò perché non sono sicura su fino a dove spingermi con le informazioni, però qualche informazione mi sembra giusto darla.

Fandango non è una casa editrice "grande"; loro stessi non si considerano tali e partecipano non a caso a Più Libri Più Liberi, la fiera della piccola e media editoria. Nella mia foto sono appunto di guardia al loro stand - cosa che ho scoperto piacermi da morire.

Il quantitativo di testi da valutare che ricevono è tale che lo scontro risulta impari, forse proprio perché l'idea che siano collegati alla casa cinematografica li fa sembrare più grandi di quello che sono. A livello di staff, per esempio, non hanno minimamente i numeri di Mondadori... ma neanche a livello di titoli che mettono fuori all'anno.  

Per quanto riguarda l'utilità di mandare loro il manoscritto, una cosa che raccontano spesso in fiera è che La bambina falena di Luca Bertolotti è arrivato come un signor nessuno in mezzo a tanti altri e li ha subito convinti. A gennaio di quest'anno l'autore ha pubblicato il suo secondo libro, Poliestere. Non è una cosa da tutti i giorni, ma accade.

A proposito di questo, passare per il loro stand a PLPL e chiacchierare è un'ottima cosa e ho visto più volte le editor dare la loro mail per ricevere manoscritti, ma evitate di lasciare roba cartacea (manoscritti, sinossi, biglietti da visita o altro): c'è un casino terribile e di solito i fogli volanti fanno una bruttissima fine.

 

Volevo fare questo post subito dopo essermi presentata, ma ho continuato a rimandare per mancanza di tempo... e perché, tra una cosa e l'altra, continuavo a dimenticarmene. 

  • Mi piace 3
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per la tua esperienza, intanto:) Immaginavo che arrivassero loro molte proposte.

1 ora fa, GiorgiaScalise ha scritto:

una cosa che raccontano spesso in fiera è che La bambina falena di Luca Bertolotti è arrivato come un signor nessuno in mezzo a tanti altri e li ha subito convinti

Da questa frase si intuirebbe che almeno valutino, anche velocemente, le proposte, e sarebbe una cosa positiva se almeno uno su mille venisse scelto. Io però ho inviato un paio di mesi fa e la mail risulta ancora da aprire. Quindi mi chiedo, come possono valutare se non aprono nemmeno le email?

Magari il tuo lavoro riguardava tutt'altro, ma se sai qualcosa su quali criteri usano per valutare le proposte (un certo periodo dell'anno, o solo quelle di persone che hanno incontrato personalmente, o presentate da un agente, ecc.) sarebbe molto utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A valutare valutano. Io personalmente ho fatto qualcosa come una trentina (forse di più; dovrei contarle) di schede di lettura per loro, tra testi italiani e inglesi. Di cartacei ne ho fatti pochi, anche se ho visto una bella catasta dove li tengono, perché: a. dovevo alternare con la revisione delle bozze (non solo di testi in uscita, ma anche folder & co.); b. perché mi è stato più volte chiesto di dare priorità ai testi che arrivavano sulle mail personali della direttrice editoriale e della editor di narrativa.

Specifico, però, che la maggior parte erano invii spontanei. Solo gli stranieri e uno o due italiani venivano da agenti.

Verso fine novembre mi fu chiesto di dare loro una mano a svuotare la mail della segreteria, ma in redazione avevamo le bozze che ci uscivano dagli occhi e PLPL in arrivo (deadline infernale, perché devi chiudere tutto prima che inizi, visto che passerai la giornata intera allo stand), quindi non ho potuto contribuire, né so se lo abbiano poi fatto. 

So che non rispondono man mano che valutano, ma a "blocchi": accumulano un po' di risposte e le mandano nei momenti buchi. 

Di solito, se il testo ottiene una prima valutazione positiva, gira per la redazione e si raccolgono i pareri per decidere se sì o se no. Anche per questo ci vuole tempo.

In più ci sono periodi di fermo come la fiera di Francoforte o PLPL. E adesso ci si è messo pure il Covid. 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, GiorgiaScalise ha scritto:

mi è stato più volte chiesto di dare priorità ai testi che arrivavano sulle mail personali della direttrice editoriale e della editor di narrativa.

Le avevo entrambe, ho chiesto il permesso di inviare e non mi hanno mai risposto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×