Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

0111 Edizioni

Post raccomandati

Ciao! Nessuna offesa, anzi grazie della tua risposta che mi regala l'occasione di spiegare meglio le mie ragioni.

 

1) Non ho mai scritto di essere l'erede di Philip Dick (aka 'autore di qualità') anche se effettivamente questo si evince da ciò che ho scritto su di me. Non voglio essere presuntuoso e se ho dato questa sensazione me ne scuso. No, intendevo solo dire che, scrivendo io da due decadi, e avendo accumulato una certa esperienza con diverse piccole e medie case editrici, sono abbastanza certo che un mio manoscritto solitamente prima o poi è pubblicato se incontra i gusti (e questa è una variabile indipendente dalla qualità di un testo) e se il suo genere è contemplato da questa o quella casa editrice. Inoltre per quanto riguarda l'estero, i miei ultimi 4 racconti sono stati pubblicati da una costola della Gainax ( se qualcuno conosce Neon Genesis Evangelion, sa di cosa parlo) e trasformati in altrettanti manga perché la realtà editoriale con la quale collaboro mi ha indicato ai responsabili 'giappi'. 

 

2) la 0111 è perfetta per chi è alle prime armi e desidera una casa editrice piccola ma chiara nelle sue intenzioni. Fu la mia seconda casa editrice cui a suo tempo approdai per caso. Nessuna contraddizione, quindi. 

 

3) la genesi del mio ultimo romanzo, di Sf soft, è particolare. La storia ha, in un certo senso, a che fare con i sogni ed è stato proprio un sogno a illustrarmi che avrei pubblicato quella storia, che avevo scritto 10 anni fa e tenevo nel cassetto, con una piccola o media casa editrice. Di conseguenza ho chiamato il mio agente, che ormai è anche un amico, e gli ho chiesto: "so che ti sembrerà strano, ma ti ricordi quel romanzo, bla, bla, bla? Bene. Voglio pubblicarlo subito, non importa con chi tanto, in Italia, coi libri non ci diventi ricco..." Ed ecco perché il testo è stato inviato anche alla 0111. Perché detta Casa Editrice faceva parte della rosa di quelle con cui a suo tempo avevo pubblicato in Italia. Ma, poiché sceglierei una media o, comunque realtà capaci di fabbricare libri più belli come qualità di stampa e non solo, ecco perché non è  la prima scelta. Sono stato più chiaro, adesso? Scusa per il papello 

 

Ultima curiosità: i testi inviati da agenti alle 0111 sono contrassegnati da una bella 'P' sulle liste che appaiono sul sito in corso di valutazione. Se andate sul loro sito ne trovate due e poiché ho detto che il mio libro è affine ai sogni...

 

L'e-prime è una particolare tecnica che prevede la composizione di un testo senza usare il verbo 'essere'. Il suo fine è di risultare molto intuitiva da leggere e quindi di restare impressa nella mente di chi legge. Nonostante siano trascorsi molti anni dalla sua invenzione da parte di un manipolo di scrittori di fantascienza americani, tra cui Harlan Ellison, non è molto diffusa. Questa è la tecnica che ho usato per il mio racconto 'Lei', da cui poi Hataru Ken, un editor giapponese della Gainax, ha tratto 'Ryoko, una ragazza speciale' edito appunto dalla realtà editoriale della quale ho parlato poco fa. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ally_

Il fatto di pubblicare da vent'anni, può non significare proprio niente, soprattutto se non si raggiungono certi livelli (sei conosciuto da tutti, i tuoi libri hanno venduto migliaia di copie ecc) e non è nemmeno matematico pubblicare con una casa editrice dopo aver pubblicato in passato, bisogna vedere la qualità dello scritto (per noi i nostri libri saranno sempre dei capolavori, bisogna vedere se anche gli altri la pensano così). Forse Max è famosissimo e non lo sappiamo, ma se così fosse non capisco perché rivolgerti ancora a una CE di piccole dimensioni solo per il "gusto di pubblicare", casa editrice di cui, peraltro, hai detto che serve solo se si è alle primissime armi e hai anche asserito che non è il tuo caso.

Naturalmente ognuno fa come crede, però eviterei di passare per troppo sicuri di se stessi.

Io penso che proverò con la 0111 edizioni (e ne sto valutando diverse altre) però alcune cose di questa CE mi hanno fatto passare i miei dubbi iniziali, quindi preferisco dargli una chance.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è esatto e credo di aver scritto chiaramente il mio pensiero. Se scrivi e pubblichi da molti anni forse un minimo di sicurezza nelle tue possibilità la nutri, che dici? E non parlo solo dell'esperienza ma proprio della mia conoscenza delle dinamiche editoriali. Usando un paragone se devo portare la mia auto da un.meccanico ne scelgo uno che fa questo mestiere da anni o dal pivello che pensa di essere Jean Todt? E non occorre essere meccanico ufficiale della Ferrari per essere una persona che sa quello che dice. Non avevo sicurezza ai primordi, ma ora non più. Sì, i libri col mio nome sopra hanno venduto ma non è che possa dire di avervi guadagnato e no, non ho mai pubblicato con una grossa anche se alla rcs vi ero quasi arrivato. No, non sono famoso per nulla ma questo, stavolta sono io a dirti, 'e quindi?'  Non è che se ti chiami Nome di calciatore, soubrette, velina a caso e vendi miliardi di copie poi automaticamente sei un genio e se permetti sono io che dubito del tuo valore letterario. Non è questo il luogo in cui parlare del mio lavoro ma io con la penna ci vivo e a suo tempo qualcosa di me sulla serie Urania usciva regolarmente. Poi ognuno la pensi come vuole, non cambia niente! Non ho detto di essere Dan Brown ma onestamente conosco gente che a suo tempo inventò il med-Fantasy, che il mio prossimo romanzo non solo lo ha letto ma ci abbiamo lavorato insieme per l'editing. Quindi, forse le mie sicurezze sono ben fondate. Ho già scritto che voglio pubblicare al più presto per motivi e lo dico qui, sentimentali, per cui non posso perdere anni per star dietro ai capricci del mercato con le majors. Viceversa, per il mio crossover Sf/Fantasy farò quanto posso per cederne i diritti a una big o all'estero. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa casa editrice, quando ci venni contatto io, non pagava sotto le - boh? - 250 copie, a memoria. Inoltre ti vincola a rispondere in dieci giorni.

 

Per iniziare c'è di meglio, non è che se inizi devi patire per forza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/6/2020 alle 14:35, Edmund Duke ha scritto:

Questa casa editrice, quando ci venni contatto io, non pagava sotto le - boh? - 250 copie, a memoria. Inoltre ti vincola a rispondere in dieci giorni.

 

Per iniziare c'è di meglio, non è che se inizi devi patire per forza.

Adesso non ricordo quale dei miei libri fu pagato in natura (copie gratuite) e quale con qualche soldo perché sono trascorsi begli anni. Certamente, con 1400 c.e. in Italia la scelta è davvero infinita, ma ognuno parla per la propria esperienza. Nel mio caso la giudico ottima per iniziare e il solo difetto che le trovo, beninteso tra le piccole, è la qualità abbastanza scadente dei libri. Ma, anche qui, non so se nel frattempo le cose sono migliorate 

 

Il 11/6/2020 alle 16:02, José Quirce ha scritto:

Hai fatto benissimo, coi papelli è più facile capirsi! (y)

Grazie ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Max writer ha scritto:

Adesso non ricordo quale dei miei libri fu pagato in natura (copie gratuite) e quale con qualche soldo perché sono trascorsi begli anni. Certamente, con 1400 c.e. in Italia la scelta è davvero infinita, ma ognuno parla per la propria esperienza. Nel mio caso la giudico ottima per iniziare e il solo difetto che le trovo, beninteso tra le piccole, è la qualità abbastanza scadente dei libri. Ma, anche qui, non so se nel frattempo le cose sono migliorate 

 

Non sei l'avvocato delle cause perse, cosa che ho visto, purtroppo, fare a molti esordienti. Io pubblicai con Leucotea, e senza mettermi lì a diffamare, non ho problemi a scrivere che mi hanno fatto vivere un'esperienza terribile. Se la 0111 non paga sotto alcune centinaia di copie o paga in copie, non è un buon consiglio quello di pubblicare con loro. Così come non ti consiglierei Leucotea.

 

Poi ognuno fa quello che vuole. Non sono un prete e non faccio la predica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Francamente non me ne frega nulla di fare l'avvocato di cause, perse o vittoriose che siano. Io ho dato solo il mio punto di vista. Tu il tuo. Sta poi a ciascuno fare le proprie scelte. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Max writer , per cortesia accorpa le tue risposte e citazioni in un unico post con il "multiquote", eviteremo così di allungare eccessivamente la discussione con più post di uno stesso utente. Per il momento provvedo io ad accorparli ma fai più attenzione in futuro. Grazie per la collaborazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ElleryQ ha scritto:

@Max writer , per cortesia accorpa le tue risposte e citazioni in un unico post con il "multiquote", eviteremo così di allungare eccessivamente la discussione con più post di uno stesso utente. Per il momento provvedo io ad accorparli ma fai più attenzione in futuro. Grazie per la collaborazione.

Chiedo scusa. Va bene ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi è arrivata la proposta di pubblicazione di questa casa editrice, come prevedeva. Non ho ancora esaminato il contratto. È vero che concedono 10 giorni per rifletterci ma a una mia richiesta hanno acconsentito per qualche giorno extra. La lettera è già chiarissima di suo e non lasciano nulla al caso. Tra le altre cose, si legge che loro forniscono editing la proposta all'autore di poter richiedere copie extra in conto vendita. Specificano sempre che non prevedono spese da addebitare all'autore. Quando potrò esaminare il contratto ne parlerò ma penso sia limpido allo stesso modo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Meglio così, almeno ci hai tolto un po' di ansia.

Del resto se sei un autore di Urania, come hai scritto, non è certo il tuo livello.

Ho dato uno sguardo a un paio di paragrafi dell'estratto del vincitore del loro premio annuale giallo-thriller... Insomma, da quel che avevo letto speravo ci fosse uno straccio di editing. Lasciamo stare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, Arkady ha scritto:

Meglio così, almeno ci hai tolto un po' di ansia.

Del resto se sei un autore di Urania, come hai scritto, non è certo il tuo livello.

Ho dato uno sguardo a un paio di paragrafi dell'estratto del vincitore del loro premio annuale giallo-thriller... Insomma, da quel che avevo letto speravo ci fosse uno straccio di editing. Lasciamo stare.

Purtroppo non è così comune che una piccola o media Casa Editrice faccia editing sebbene spesso questo possa essere sbandierato ai quattro venti. Il motivo, credo, è il costo  Molte volte fanno correzione di bozze e spesso neanche quella. Nel caso della 0111 credo facciano una sana correzione di bozze. La casa con la quale pubblicherò il mio nuovo manoscritto lo fa e non è certo una big. Ma conta su un bel lavoro di squadra. E quindi, tanto di cappello! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi scuso per la breve digressione, ma il riferimento al manga mi ha incuriosito perché di sicuro è un bel successo per un italiano. È possibile avere il riferimento al titolo per reperirlo?

Grazie in anticipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao. Non so se gli admin lo consentano di postare i titoli ma,se non hanno obiezioni, lo faccio volentieri. Comunque dovrei darti i titoli in giapponese perché in Italia queste mie storie sono inedite e, per contratto, non posso pubblicarle fuori dalla terra nipponica. Se vuoi, puoi scrivermi in privato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Ally_

@Arkady i libri che ho letto io erano tutti sottoposti a un editing abbastanza scrupoloso (si vede che non tutti gli editor della CE sono bravi...) per quanto riguarda il libro vincitore, mi ha molto delusa e non ho capito come abbia potuto vincere, forse hanno influito dei fattori sconosciuti. Il concorso comunque non mi convince affatto ma per quanto riguarda gli editing, ripeto, alcuni libri sono curati davvero molto bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando vi pubblicai io, ma sono passati anni, il tizio che lo fece sulla mia antologia di racconti fece solo una correzione di bozze dicendo che era editing. Poi, se nel frattempo le cose sono migliorate, tanto meglio per loro e per chi vi pubblica. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei spezzare una lancia a favore di questo editore. Ho pubblicato con loro e devo confessare che mi sono trovato bene, meglio rispetto ad altre CE con cui ho pubblicato in passato (e più referenziate sui social). Lasciamo da parte le percentuali sulle vendite, cosa abbastanza marginale per uno scrittore dilettante: se si va al sodo, tra una CE e l'altra, alla fine, ci sono poche decine di euro di differenza nel guadagno. Ciò che è importante, invece, è la correzione delle bozze, l'editing, la copertina, l'impaginazione, il rispetto dei tempi e la chiarezza del contratto. Da questo punto di vista nulla da eccepire. Certamente non  sono a livello di Mondadori, Feltrinelli, ecc... ma questo, penso, sia scontato, trattandosi di una piccola CE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In attesa del database definitivo, abbiamo aperto la sezione “Case Editrici e Agenzie Letterarie” su “Costruttori di Mondi” per continuare con testimonianze, domande e discussioni quando il WD chiuderà. Essendo una sezione temporanea, verranno inserite solo le discussioni con testimonianze nuove. Le sezioni definitive saranno invece disponibili dai primi di marzo.
Qui trovate le specifiche su come aggiungere per ora una discussione e come integrare il link al WD.
Questa, invece, è la prima discussione aperta, a cui fare riferimento per aprire le successive.

 

Buon proseguimento! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×