Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

0111 Edizioni

Post raccomandati

Io ho ricevuto pochi giorni fa una proposta editoriale per il mio manoscritto dalla 0111... Ho dieci giorni di tempo per pensarci, ma sinceramente sono indirizzato verso una risposta negativa. Premesso che non ho problemi a fare promozione personalmente, però da quanto ho letto in giro su di loro, non ti seguono per niente. In pratica devi organizzare tutto da solo. Inoltre i compensi sono veramente miseri! In pratica per vedere un 10% sul prezzo di copertina devi vendere 1000 copie, per un esordiente sarebbe un miracolo! Penso che rifiuterò e spero di non pentirmene in futuro! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bluedelft La 0111, come tutte le piccole case editrici, richiede la partecipazione attiva degli autori, ma, per contro, offre un aumento della percentuale di provvigioni proporzionale al venduto. Non è male per una casa editrice di queste dimensioni. Andrò sicuramente OT ma vorrei ugualmente segnalarti che le percentuali date agli autori si aggirano quasi sempre sul 6%, anche se pubblicano con un big dell'editoria. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Cumulonembo grazie per le info e per il tuo contributo. Come ho detto, a me va benissimo fare le presentazioni, però mi aspetto quantomeno che la ce organizzi. A questo punto faccio self publishing.

Poi una cosa che proprio non mi va giù è la mancanza di distribuzione nelle librerie. Conosco persone che hanno pubblicato con loro e mi hanno dato feedback molto negativi. 

Magari sono solo un sognatore che non ha voglia di svegliarsi! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Bluedelft ha detto:

@Cumulonembo  Come ho detto, a me va benissimo fare le presentazioni, però mi aspetto quantomeno che la ce organizzi. A questo punto faccio self publishing.

Poi una cosa che proprio non mi va giù è la mancanza di distribuzione nelle librerie. Conosco persone che hanno pubblicato con loro e mi hanno dato feedback molto negativi. 

Magari sono solo un sognatore che non ha voglia di svegliarsi! 


Esattamente quello che penso io. 
Il valore aggiunto di un editore dovrebbe essere quello di poter supportare l'autore in fase di Editing e di promozione e distribuzione. 
Se l'unico compito dell'editore è quello di mettere l'isbn, tanto vale andare in self o puntare a case editrici medio grandi. 

Purtroppo io sono di quelli che con loro ha avuto una brutta esperienza (e non la rifarei). Pronto a smentirmi con altre piccole case editrici, ma comincio a pensare che convenga puntare alle medio/grosse o fare da soli, anche se riconosco che questo vuol dire condannare i piccoli editori all'estinzione... 

 

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di questa casa editrice mi piace la trasparenza che cercano di veicolare in tutti i modi, tramite il sito che ti fa sapere in ogni momento in quale fase si trovi il manoscritto, o tramite la pubblicazione del contratto sul sito e per email.

Ho mandato loro le prime pagine del manoscritto e la sinossi e mi hanno risposto positivamente, ho quindi inviato tutto il materiale e qualche giorno fa ho superato la prima lettura. Al momento sono in attesa della seconda lettura. :super:

Ho qualche dubbio sulla flessibilità delle clausole e soprattutto sul diritto di prelazione (che contrasta un po' con la mia voglia di totale libertà), ma a quelle penserò solo nel caso in cui ritengano che la mia opera sia meritevole :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 26/9/2017 at 17:34, bejelit82 ha detto:

Qualcuno che si trova nella lista visibile nel loro sito ha già ricevuto una risposta?

Nope, anche se la mia risposta all'eventuale richiesta di pubblicazione potrebbe essere un "no" secco. Togliendo i guadagni, la gestione contorta della pubblicità del libro in sé e quindi alla sua diffusione mi sembra parecchio fastidiosa e ben poco comoda. Non ho intenzione di accollarmi decine di volumi da rivendere praticamente porta a porta solo perché un editore non ha voglia di fare il suo lavoro fino in fondo. Nel caso però ci fosse un mio fraintendimento o, chi sa, una spiegazione più chiara e convincente, allora aspetterò semplicemente la loro correzione della bozza e giudicherò se, almeno nel sostegno all'autore, si possono definire "editori". Al momento sono più attratto dall'offerta di amazon che, con la sua pubblicazione in formato ebook, ti garantisce un 70% sulle vendite che, viste le percentuali di rendita sui libri della 0111, è decisamente tutt'altra musica.

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 26/9/2017 at 17:34, bejelit82 ha detto:

Qualcuno che si trova nella lista visibile nel loro sito ha già ricevuto una risposta?

Il mio manoscritto è stato rifiutato proprio ieri. Era nella sezione "Attualmente in commissione".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Matthew Rojak , ti ringraziamo per aver riportato la tua opinione ed esperienza, ti chiedo però anche la cortesia di presentarti in Ingresso al resto della comunità, come consigliato dal nostro Regolamento. Primo passo che dovrebbe essere compiuto da ogni iscritto prima di postare in altre sezioni, per ricevere l'accoglienza da parte dello staff e della comunità intera. Ti attendiamo. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nella pagina "Situazione valutazioni" ci sono varie liste: in attesa della prima lettura, in prima lettura, in attesa della seconda lettura, in seconda lettura e attualmente in commissione. La lista "attualmente in commissione" è a sinistra in alto. Al momento non ci sono manoscritti in questa lista.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Marco Demma

Buonasera a tutti, navigando sul sito di questa casa editrice ho visto che, in maniera molto trasparente, mettono a disposizione una facsimile del loro contratto standard. In questo modo gli autori che volessero mandare il proprio manoscritto in valutazione possono farsi un'idea delle loro condizioni prima ancora di inviare la sinossi.

Il loro contratto mi sembra un tantino vincolante in maniera unilaterale, ma non avendo alcun tipo di esperienza non sono sicuramente in grado di dare un parere oggettivo quindi questo altro non è che un'impressione molto ad alto livello. 

Leggendo questo contratto queste sono le perplessità che da profano mi saltano all'occhio:

A) praticamente rischio di vincolare questo libro per 5 anni (articolo 2 - Durata)
B) prelazione sulle mie future opere (articolo 3 - Prelazione)
C) non sono previsti resi sulle copie che chiedo io in conto vendita per la mia promozione e i miei eventi (articolo 8 - Tiratura Maggiorata)
D) nessun diritto d'autore fino alle 150 copie vendute (escluse quelle comprate da me) e poi % molto basse (articolo 10 -  Pagamento dei diritti)

 

D'altro canto ammiro la trasparenza con cui danno la possibilità agli autori di tenere traccia del l'iter di selezione dei manoscritti oltre al già citato contratto standard a disposizione di chiunque per la consultazione sul sito.

 

Che cosa ne pensate? Qualcuno ha avuto esperienza diretta con questo editore?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho ricevuto stamane la risposta negativa per il mio manoscritto proposto. Apprezzo comunque che mi abbiano comunicato l'esito .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ospite Marco Demma Non ho avuto un'esperienza con questo editore, quindi commento solo gli articoli del contratto che hai riportato.

 

A)  5 anni di cessione dei diritti è nella norma (tieni presente che c'è chi si spinge fino a 20!)

B) Il diritto di prelazione sulle opere future può essere lusinghiero, ma se tu ottenessi contemporaneamente un'offerta migliore? Cosa prevede la normativa? Se tu accettassi quella di qualcun altro, dovresti pagare pegno a colui che ha la precedenza?

C) Non accettano resi? Praticamente se acquisti copie per le presentazioni e te ne restano, l'editore ha comunque avuto un guadagno del 100% grazie a te.

D) Nessun diritto d'autore se non vendi 150 copie? Visto come vanno le cose in Italia, rischi seriamente di non vedere un euro per tutta la vita.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto mi riguarda, un editore serio deve pagare dalla prima copia in poi (se non dare addirittura l'anticipo, com'è successo a me con un editore in passato).

Questa storia del "Ti paghiamo a partire da..." equivale a pubblicare A PAGAMENTO (in pratica con i TUOI diritti delle prime 150 copie gli stai pagando la pubblicazione).

 

E poi in base a quale regola non ho diritto alla percentuale delle prime 150 copie, tra l'altro difficilissime da vendere?

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 10/09/2017 at 19:44, Ospite Marco Demma ha detto:

A) praticamente rischio di vincolare questo libro per 5 anni (articolo 2 - Durata)
B) prelazione sulle mie future opere (articolo 3 - Prelazione)
C) non sono previsti resi sulle copie che chiedo io in conto vendita per la mia promozione e i miei eventi (articolo 8 - Tiratura Maggiorata)
D) nessun diritto d'autore fino alle 150 copie vendute (escluse quelle comprate da me) e poi % molto basse (articolo 10 -  Pagamento dei diritti)

A) 5 anni sono il minimo anche per poter lavorare sulla promozione del libro che può dare i suoi frutti dopo due/tre anni

C) se non è previsto un reso sul conto vendita di fatto non è un conto vendita...

D) bah...concordo con quanto detto da @Marco ML

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Marco ML ha detto:

@Ospite Marco Demma Non ho avuto un'esperienza con questo editore, quindi commento solo gli articoli del contratto che hai riportato.

B) Il diritto di prelazione sulle opere future può essere lusinghiero, ma se tu ottenessi contemporaneamente un'offerta migliore? Cosa prevede la normativa? Se tu accettassi quella di qualcun altro, dovresti pagare pegno a colui che ha la precedenza?

Il diritto di prelazione si può avere solo dietro un compenso per lo stesso, altrimenti è lettera morta. Si paga per averlo, in sostanza. Una dicitura che non vuol dire nulla, ch'io sappia.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marco Demma è un utente che non è più presente sul forum, credo che sia ormai inutile taggarlo. :(

 

3 ore fa, Arkady ha detto:

Il diritto di prelazione si può avere solo dietro un compenso per lo stesso, altrimenti è lettera morta. Si paga per averlo, in sostanza.

 

Non mi risulta che sia così, il diritto di prelazione può richiederlo l'editore contrattualmente: se l'autore non negozia la clausola, questa è implicitamente accettata, ma può anche rifiutare e/o negoziare.

Il diritto di prelazione è comunque diverso e più blando rispetto al diritto di opzione; nel primo caso, in pratica, l'autore s'impegna a mostrare all'editore la sua opera successiva (o tutte entro un certo lasso di tempo... anch'esso negoziabile) ma non gli è precluso di inviarla anche ad altre CE. È però tenuto a pubblicarla con lui, in caso di altre offerte sopraggiunte, solo se l'offerta del primo editore eguaglierà quella più alta fatta da un altro editore; cioè, a parità di proposte economiche "vincerà" l'editore iniziale.

Questo aspetto, tuttavia, attiene le questioni legali, per cui nel caso in cui si voglia continuare a discuterne vi invito a trasferirvi nell'apposita sezione. ;)

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei portare la mia esperienza.

Ho inviato a novembre la sinossi richiesta. Il 6 dicembre mi hanno richiesto di inviare tutto il testo e inviato la bozza di contratto con le clausole già viste nei vari post, in particolare il pagamento dei diritti con percentuali diverse a seconda del numero di copie vendute e comunque valevole solo dopo aver venduto almeno 250 copie. Non richiesti contributi e prezzi dei libri eventuali in acquisto a costo ribassato e con pagamento dilazionato dopo 90 giorni dalla consegna dei libri. Ho inviato tutto il manoscritto e sono stato in attesa. Il manoscritto non è voluminoso (100 pagine) e ho osservato i vari passaggi. In un primo momento era indicato che la risposta sarebbe arrivata entro il 15 gennaio poi spostata a fine gennaio. Oggi è arrivata la risposta negativa e mi sono permesso di scrivere che se già avevano intenzione di bocciarlo potevano farlo prima invece di far attendere ancora. Ho ricevuto una risposta pepata come se fossero solo loro che lavorano e che "non stanno giocando". Ora se avevo apprezzato la trasparenza la maleducazione è stata molta. Io lavoro e se dovessi rispondere in quel modo non lavorerei più. Spero che succeda anche a loro. Per la cronaca avevo atteso per correttezza anche se in questi giorni ho ricevuto altro contratto più vantaggioso con altra casa editrice.

  • Mi piace 3
  • Confuso 1
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, FRANZ65 ha detto:

mi hanno richiesto di inviare tutto il testo e inviato la bozza di contratto con le clausole già viste nei vari post,

Mandano la bozza di contratto prima di decidere se accettare o meno il testo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Basta leggere sul sito, viene indicato che soltanto se si vendono 250 vengono pagati i diritti o se l'autore si impegna alla vendita almeno di 125 copie così è scritto sulla bozza inviatami. Inoltre è indicato, sempre sul sito, che se l'ammontare dei diritti non supera i 50 euro pagano in la provvigione nei tuoi stessi libri.... se questo non è doppio binario...

  • Mi piace 4
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Spartaco per Tempesta Ed. ha detto:

Mandano la bozza di contratto prima di decidere se accettare o meno il testo?

Buongiorno a tutti.

Mi sento di replicare per amore di chiarezza.

Unitamente alla richiesta dell'intero manoscritto inviano la bozza (fac-simile) di contratto affinché l'autore possa leggere le clausole e di conseguenza valutare se inviare o non inviare l'intero manoscritto. Direi che è un valore di trasparenza, a mio modestissimo parere, ovvio. Io, come credo di aver scritto in un post precedente, avevo inviato quanto richiesto, in seguito avevo ricevuto la richiesta di invio dell'intero manoscritto e dopo poco tempo avevo ricevuto la proposta di pubblicazione (che ho rifiutato).

1 ora fa, FRANZ65 ha detto:

Basta leggere sul sito, viene indicato che soltanto se si vendono 250 vengono pagati i diritti o se l'autore si impegna alla vendita almeno di 125 copie così è scritto sulla bozza inviatami. Inoltre è indicato, sempre sul sito, che se l'ammontare dei diritti non supera i 50 euro pagano in la provvigione nei tuoi stessi libri.... se questo non è doppio binario...

È vero che il conteggio delle provvigioni sembra macchinoso, ma garantisco che quasi nessuna piccola CE le paga se non superano una determinata cifra, e, spesso, o vengono spostate nel conteggio dell'anno seguente o non sono riconosciute (sotto una soglia di vendita minima).

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il non pagare le royalties oltre una data soglia è una politica borderline che applicano, purtroppo, tantissime piccole Case Editrici. Non esiste regolamentazione al riguardo (come per tante altre cose) quindi il nostro consiglio è sempre di effettuare scelte consapevoli, oculate, mai affrettate.

 

Detto questo, la CE 0111 non richiede contributi diretti agli autori ed è quindi considerata Free; prego di attenersi alle esperienze dirette ed evitare "salti di lista" del tutto arbitrari.

Per un eventuale dibattito sulle royalties dopo una certa soglia, vi consiglio di aprire una discussione ad hoc nella sezione Varie ed eventuali, anche perché l'argomento è molto interessante.

Ora torniamo in topic.

Grazie :) 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dopo 5 anni di silenzio da parte della mia casa editrice dall,uscita del primo romanzo che faccio lascio continuare il silenzio o scrivo o telefono chiedo consiglio

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, RossanaM ha detto:

dopo 5 anni di silenzio da parte della mia casa editrice dall,uscita del primo romanzo che faccio lascio continuare il silenzio o scrivo o telefono chiedo consiglio

grazie

Direi che è ora di telefonare. Magari prima una mail per vedere se rispondono, se non c'è risposta entro una settimana telefona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scrivo per dire che, dopo aver ricevuto proposte da varie case editrici, ho scelto questa perché a mio avviso si contraddistingue per puntualità e trasparenza,  qualità che per me sono più importanti delle percentuali di royalties. Inoltre per come sono fatta io trovo fantastica la libertà di potersi organizzare le presentazioni, dove, come e quando si vuole, senza vincoli e obblighi ad andare fuori regione. Gli sconti riservati all' autore inoltre sono molto alti. 

Sono quindi felice di aver passato la selezione di questa casa editrice ed aver così concluso la ricerca, trovando la mia dimensione. 

 

  • Mi piace 3
  • Confuso 2
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×