Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

0111 Edizioni

Post raccomandati

Che dire?

A primo "acchito" non mi son piaciuti tanto. Leggendo alcune esperienze, tanto meno.

Mandato il mio manoscritto nella sezione "autore indipendente, opera integrale" dove ho anche compilato un forum, in cui ho ammesso di essere iscritta a questa community, e cosa pensavo della stessa.

Ho ricevuto poco dopo email di conferma, dove c'era scritto di controllare la lista di letture, per seguire il percorso del mio manoscritto.

Nel frattempo, mi sono informata sul web, su questa CE, scoprendo di vecchi rancori con Writer's Dream, qualche lamentela, e un bell'articolo che spiegava bene la questione. Il tutto mi ha dato molto da pensare.

Dopo un po' mi arriva un'altra email, questa volta " segretissima " come specificato in maniera ampia, non posso assolutamene parlare dei contenuti della medesima, ma in conclusione dovrei rifare tutta la procedura.

Io ci ho provato per curiosità, ma non sono più riuscita a mandare la sinossi, così come richiesto.

Forse era solo un problema di connessione, ma non ho più voluto tentare... A pelle preferisco piuttosto tenermelo nel cassetto. ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

ho seguito tutta la trafila dall'invio della sola sinossi all'ultimo step riguardante la proposta in commissione. In questi giorni come promesso sul loro sito mi è arrivato il responso, che è stato negativo.

Ringrazio la CE del tempo dedicatomi e di aver mantenuto fede in merito ai tempi di risposta.

Alla prossima.

 

Edison 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricevuta oggi proposta di pubblicazione e fac-simile del contratto. Adesso ho dieci giorni di tempo per dargli una risposta, ma penso proprio che sarà negativa, ci sono troppe cose che non mi convincono :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Monica Maratta Ho atteso più o meno due mesi e mezzo, ho inviato il 31 ottobre. Puoi controllare in che fase di lettura è il racconto direttamente sul loro sito, hanno proprio una sezione dedicata a chi invia manoscritti e sono in continuo aggiornamento. 

 

@Marco Scaldini Grazie Marco, ti contatto in privato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io dopo circa tre mesi di attesa (ma i progressi li ho monitorati sulla loro pagina) in cui ho superato tutte le fasi sono stato "non scelto per la pubblicazione" in commissione finale.

Poco male, ho trovato un'altro editore :)

Però il sistema che mettono a disposizione per farti verificare sul sito a che punto siano con l'esame del tuo manoscritto è eccezionale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 17/2/2017 at 22:28, Connor dice:

Io dopo circa tre mesi di attesa (ma i progressi li ho monitorati sulla loro pagina) in cui ho superato tutte le fasi sono stato "non scelto per la pubblicazione" in commissione finale.

Poco male, ho trovato un'altro editore :)

Però il sistema che mettono a disposizione per farti verificare sul sito a che punto siano con l'esame del tuo manoscritto è eccezionale.

 Tiene col fiato sospeso, sì :-)

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 16/1/2017 at 18:42, Marco Scaldini dice:

Io ho pubblicato tre libri con loro. Se hai dei dubbi chiedi pure, anche in privato.

Qual è il tuo parere su questa CE? Proporresti ancora a loro i tuoi testi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Nio59

Personalmente non propongo più testi a nessuno perché ho smesso di scrivere. 0111 è una buona casa editrice se il tuo obiettivo è la soddisfazione di pubblicare senza pagare e con un prodotto librario dignitoso. Se i tuoi scopi sono anche leggermente più alti (guadagnare qualche euro, ottenere un po' di notorietà) allora non è adatta.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Marco Scaldini dice:

Se non sbaglio anche tu fai l'insegnante,

Su questo sito siamo tutti insegnanti... mi sembra di stare a scuola!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ci sono tanti modi di far finta di essere un editore, anche free. una è quella di stampare solo le copie che l'autore pensa di vendere a amici e parenti. ok non ha pagato niente, ma non si è messo nelle mani di un editore che realmente investe sul libro. l'editore di tal fatta guadagna poco su ogni autore che pubblica, diciamo 300 euro, la sparo li, per dieci autori al mese si è fatto uno stipendio. non so se sia il caso di rivolgersi ad un editore così. non mi riferisco intenzionalmente a 0111, che non conosco. ma la storia sembra questa.qualche loro testo mi è capitato tra el mani e spesso sono poco curati sia come immagine sia all'interno. ma è un parere personale chiaramente

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, alex_gir dice:

ci sono tanti modi di far finta di essere un editore, anche free. una è quella di stampare solo le copie che l'autore pensa di vendere a amici e parenti. ok non ha pagato niente, ma non si è messo nelle mani di un editore che realmente investe sul libro. l'editore di tal fatta guadagna poco su ogni autore che pubblica, diciamo 300 euro, la sparo li, per dieci autori al mese si è fatto uno stipendio. non so se sia il caso di rivolgersi ad un editore così. non mi riferisco intenzionalmente a 0111, che non conosco. ma la storia sembra questa.qualche loro testo mi è capitato tra el mani e spesso sono poco curati sia come immagine sia all'interno. ma è un parere personale chiaramente

 

è esattamente l'impressione che ho avuto io (e ho pubblicato con loro, anche se ormai diversi anni fa). Non so come siano cambiate le cose nel frattempo, sono passati - credo - circa 6 o 7 anni. Però la cura che mettevano in ogni libro era veramente poca. Pubblicavano, ad occhio, circa 10/15 esordienti al mese. 

Inoltre mi sono sembrati anche poco organizzati per far fronte al lavoro che dovrebbe esserci dietro un libro, dalla prima stesura alla pubblicazione. E' forse la parte che mi è dispiaciuta di più, la totale assenza del supporto editoriale. Hanno preso il testo, hanno fatto una correzione di bozze (dubbia, dato che l'ho rifatta poi due volte io sul loro impaginato) e sono andati in stampa. 

Non metto in dubbio che lo possano fare per passione editoriale e non per mero guadagno, ma in ogni caso, il risultato finale secondo me è troppo abbozzato. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao mattia. io penso che un editore debba fare questo mestiere per guadagnare, e anche bene se riesce. ma l'unico modo che ha per guadagnare è stampare dei libri e venderli ai lettori, non ai parenti e agli amici. tutto il resto è solo per sfruttare l'ego degli aspiranti scrittori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, alex_gir dice:

ciao mattia. io penso che un editore debba fare questo mestiere per guadagnare, e anche bene se riesce. ma l'unico modo che ha per guadagnare è stampare dei libri e venderli ai lettori, non ai parenti e agli amici. tutto il resto è solo per sfruttare l'ego degli aspiranti scrittori


Esatto, sono d'accordo con te che non ci sia nulla di male a farlo con uno scopo di lucro, anzi. 
Però bisogna saperlo fare. Spesso molti si nascondono dietro alla passione per colmare delle lacune operative.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Ricevetti un contratto, qualche anno fa, da questa casa editrice. Cedevi l'opera per 20 anni se non raggiungevi un tot di copie vendute e sotto le 250 copie vendute non ti pagavano. Già queste mi sembrano clausole inaccettabili. Poi magari ora hanno cambiato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee di quanto tempo fa parliamo? 
Io ho pubblicato con loro poco meno di una decina di anni fa e, vado a memoria, mi pare che sul contratto ci fossero 2 anni non esclusivi per l'opera senza penali per la vendita di meno copie del previsto. Mi ricordo degli strani conteggi sulle copie vendute e cose del genere (uno dei tanti motivi di scontro con loro). 
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@Mattia Placanica Parliamo del 2013, credo. Non prendete per oro colato quello che scrivo, era solo un commento.

Modificato da Andrea.Dee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti.

La mia esperienza con questa CE è la seguente:

- in data 10/01 compilo il form sul loro sito, allegando il file con 30 pagine del mio romanzo, e ricevo immediata conferma di ricezione

- in data 01/02 ricevo la loro richiesta di valutazione dell'intero manoscritto, in quanto sinossi e prime pagine sono state apprezzate 

- in data 15/02 ricevo la proposta di pubblicazione alla quale è allegata copia fac-simile del contratto (la loro offerta comprende: editing, pubblicazione nella collana "La Rossa", pubblicazione formato digitale in più formati)

- in data 19/02, pur essendo lusingata sia dai complimenti espressi, sia dalla loro proposta editoriale (stento sempre a crederci), rifiuto la loro offerta.

Ciò che posso testimoniare è che non richiedono acquisto di libri da parte dell'autore, che inviano all'autore diverse copie in conto vendite, che non richiedono alcun contributo. La precisione è l'aspetto che ho maggiormente apprezzato, in ogni momento l'autore può monitorare l'avanzamento del proprio manoscritto direttamente sul sito. Ho rifiutato, è vero, ma ancora mi domando se ho fatto bene...  

@Andrea.Dee confermo quanto hai scritto: le condizioni sono ancora quelle da te menzionate 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me non piaceva l'idea di dover contribuire alla vendita di almeno metà delle copie stampate. È chiaro che dovrò darmi da fare anch'io, ma è l'editore il primo a doverlo fare, non dimentichiamolo. Questa moda di "passare la palla" sempre all'autore, comincia a darmi fastidio.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×