Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

freccetto

Icaro Talentagency

Post raccomandati

Dal punto di vista della scheda critica mi sembra un responso utile e professionale, potrei davvero pensare di contattarli. Ho bisogno di un giudizio critico di un addetto del settore, che non sia un amico o parente, per sapere se quanto ho scritto vale qualcosa :$

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo che un'agenzia come questa possa essere utile a un'esordiente. D'altra parte le agenzie di scouting servono davvero? Mi spiego meglio. Se il tuo libro è una cazzata, nessuna agenzia potrà aiutarti.... se è valido, alcune CE non a pagamento le trovi lo stesso: l'importante è saper attendere qualche mese che quelle free si facciano vive o, se davvero pensate di aver per le mani un capolavoro (può anche succedere) aspettare un anno, col rischio però di perdere l'occasione della vita. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Valpur

Una scheda di valutazione fatta bene è utile a chiunque, esordienti e non. Inoltre la rappresentanza da parte di un'agenzia spesso permette di raggiungere "orecchie editoriali" che invece non ascolterebbero direttamente l'autore (per una questione di scrematura), o in ogni caso di raggiungerle più in fretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un consiglio che da esordiente (in pubblicazione) posso darvi è quello di far leggere a un gruppo di sconosciuti il vostro lavoro (io l'ho mandato a una trentina di amiche trovate in facebook nelle ammiratrici della Mazzantini, essendo il mio romanzo di quel genere) le prime 40 o 50 pagine, e solo dopo aver ricevuto giudizi spassionati, inviarlo alle CASE. I tempi sono solitamente di un mese per quelle a pagamento, 2 per quelle che vi chiederanno un contributo e 3 mesi per le piccole (ma spesso anche valide) Case editrici che pubblicheranno e faranno promozione a proprie spese. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo che un'agenzia come questa possa essere utile a un'esordiente. D'altra parte le agenzie di scouting servono davvero? Mi spiego meglio. Se il tuo libro è una cazzata, nessuna agenzia potrà aiutarti.... se è valido, alcune CE non a pagamento le trovi lo stesso: l'importante è saper attendere qualche mese che quelle free si facciano vive o, se davvero pensate di aver per le mani un capolavoro (può anche succedere) aspettare un anno, col rischio però di perdere l'occasione della vita.

La mia opinione collima con la tua, ma ha poca importanza. Più importante quella data ieri da un editore a un aspirante su faccialibro: i miei autori si sono rivolti direttamente alla CE o li ho scovati nel web, nel materiale mandatomi dalle agenzie non ho trovato niente di valido, in compenso in due autori mandati dalla stessa agenzia ho trovato identici errori grammaticali. Non faccio nomi, ma vi posso garantire che è una persona che non parla a vanvera...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un consiglio che da esordiente (in pubblicazione) posso darvi è quello di far leggere a un gruppo di sconosciuti il vostro lavoro (io l'ho mandato a una trentina di amiche trovate in facebook nelle ammiratrici della Mazzantini, essendo il mio romanzo di quel genere) le prime 40 o 50 pagine, e solo dopo aver ricevuto giudizi spassionati, inviarlo alle CASE. I tempi sono solitamente di un mese per quelle a pagamento, 2 per quelle che vi chiederanno un contributo e 3 mesi per le piccole (ma spesso anche valide) Case editrici che pubblicheranno e faranno promozione a proprie spese. 

 

I tempi sono ben maggiori per le CE vere, fino a due anni, e sicuramente si riducono se si è rappresentati, nonché si ottengono dei contratti migliori.

Questa è la norma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le agenzie letterarie di rappresentanza servono per arrivare tra le scrivanie delle big, dove arrivano talmente tanti manoscritti spontanei che è impossibile materialmente che leggano tutto. Un lavoro presentato da un agente letterario, invece, ha la certezza di essere preso in considerazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Beatrice,

posso chiederti cosa intendi?

Personalmente mi trovo con Valpur, un'agenzia può aprire vie altresì sbarrate o molto difficili da percorrere. Una rappresentanza non è un'assicurazione di essere pubblicati, questo no, ma se si vuole "dialogare" con CE medio-grandi sembra l'unica via.

Per le piccole CE è tutto un altro discorso, il canale di comunicazione è più semplice, perché entrambi hanno da guadagnarne. Il risultato invece è incerto, dipende dalla CE in questione e dal risultato che si vuole avere. Dico questo dopo aver messo nel cassetto un romanzo con due proposte di pubblicazione da parte di piccole CE free.  Dopo aver visto il lavoro (editing, promozione e supporto) pressoché nullo riservato ad una cara amica che col suo romanzo d'esordio ha venduto più di 500 libri in cartaceo, più e-book, e aver avuto la possibilità di una lettura critica da parte di un professionista, ho preferito non pubblicare il mio racconto. Dopo lodi da parte dei suddetti editori, è bastata una lettura da parte di un professionista a mettere in luce tutte le pecche e mancanze del mio romanzo. La mia è chiaramente una scelta personale, ma vi assicuro che i commenti (per quanto aspri) di questa persona mi hanno fatto crescere, ed aiutato a migliormi, mille volte più di lodi vuote o di parte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo Gogol. Io ho parlato con i due editori che avevo ritenuto i più adatti tra i 5 free che mi hanno mandato una proposta di contratto. Bene, la prima scrematura è fatta dai collaboratori (stiamo parlando di piccole CE), ma l'ultima e definitiva lettura è l'editore stesso a farla, perché i soldi li mette lui. Nelle case editrici importanti non è così... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non trovo più il quote! Mi rispiegate come si fa?

 

Cosa intendi per quote. Dal tuo profilo puoi vedere tutte le tue conversazioni e arrivare alle risposte. Spulciando qui e lì, sicuramente puoi trovare tutto ciò che desideri, tranne l'amore eterno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque intendevo dire che il professionista che ti legge e ti giudica è alla fine, fine (:)) a se stesso. Chi comprerà il tuo libro non è il professionista che ti fa la scheda di valutazione. Sono i lettori! Per cui sono a questi che devi sottoporre una parte del tuo lavoro. Certo, dipende poi se sai scrivere o meno, se hai la storia, la capacità di svolgerla e di render vivi i personaggi. E da mille altre sfumature che distinguono un buon libro dagli altri. Ma ho mandato un pezzo a una professionista che l'ha stroncato... Per poi sentirmi dire da due differenti editori, che dopo la scrematura dei collaboratori, si erano presi la briga di leggerlo tutto, che era un prodotto "sconvolgente"!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

INtendevo (giuro che lo sapevo fare!) riportare il pezzo a cui vuoi rispondere. C'era un simbolo che non trovo più

 

 

Clicca su "rispondi", in basso a destra, per quotare il messaggio intero. Per fare multiquote non posso aiutarti perché sono talmente rincoglionito che dopo più di un mese non l'ho ancora appreso :ohh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

INtendevo (giuro che lo sapevo fare!) riportare il pezzo a cui vuoi rispondere. C'era un simbolo che non trovo più

 

 

Clicca su "rispondi", in basso a destra, per quotare il messaggio intero. Per fare multiquote non posso aiutarti perché sono talmente rincoglionito che dopo più di un mese non l'ho ancora appreso :ohh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un consiglio che da esordiente (in pubblicazione) posso darvi è quello di far leggere a un gruppo di sconosciuti il vostro lavoro (io l'ho mandato a una trentina di amiche trovate in facebook nelle ammiratrici della Mazzantini, essendo il mio romanzo di quel genere) le prime 40 o 50 pagine, e solo dopo aver ricevuto giudizi spassionati, inviarlo alle CASE. I tempi sono solitamente di un mese per quelle a pagamento, 2 per quelle che vi chiederanno un contributo e 3 mesi per le piccole (ma spesso anche valide) Case editrici che pubblicheranno e faranno promozione a proprie spese.

 

I tempi sono ben maggiori per le CE vere, fino a due anni, e sicuramente si riducono se si è rappresentati, nonché si ottengono dei contratti migliori.

Questa è la norma.

I tempi sono maggiori anche con le medio-piccole valide, a meno che il vostro modo di scrivere non venga notato e la spedizione richiesta dall'editore. Ribadisco un concetto già espresso: mettete sul web i vostri lavori, sottoponeteli ad altri autori, andate alle loro presentazioni e fate due chiacchiere con l'editore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tornando al concetto di prima, se hai scritto una cazzata, prima di spendere soldi per una scheda di valutazione, testa con sconosciuti (in facebook per esempio). Poi regolati di conseguenza. Fine. Io ho fatto così e (evitando di autopromuovermi) il 5 maggio sono in libreria, l'8 al Salone del Libro di Torino, e l'11 lo presento al Circolo dei Lettori. (SEnza aver speso un euro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ne approfitto, sai mica dirmi quanto chiedono al Circolo per una sala... se vuoi rispondimi anche in privato, grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No Gogol, confermo i tempi (per me almeno): fine dicembre terminato di rileggere e correggere (con l'aiuto di due amici in gamba, primi di gennaaio spedizione a 40 CE prese qui su WD. Saltando quelle a pagamento che sono sempre le prime, ai primi di marzo le prime risposte serie, con tanto di proposta di contratto. Poi editing (fortunatamente leggero) e ora sono in stampa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdona Beatrice ma il professionista che valuta il tuo scritto spesso e volentieri lo valuta anche in funzione dell'appetibilità del mercato, o quanto meno esistono agenzie e professionisti che fanno proprio questo oltre alla valutazione della qualità e delle pecche dello scritto. Del resto simili competenze sono contenute nella definizione stessa del termine "professionista", basta trovare quello giusto che serve allo scopo.

 

Questo fermo restando che ognuno è responsabile del percorso che vuole intraprendere e che certamente è buona cosa-  prima di spendere un euro per tale valutazione professionale - sottoporre il proprio scritto a lettori "campione" che non siano amici o parenti. Ma anche questo Forum è un terreno di confronto che serve allo scopo e, come sottolineava qualcuno altrove (non so se proprio Feleset) qui volendo hai anche editing, di fatto, gratuito.

 

Non sono due cose che si escludono a vicende, bensì si integrano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No Gogol, confermo i tempi (per me almeno): fine dicembre terminato di rileggere e correggere (con l'aiuto di due amici in gamba, primi di gennaaio spedizione a 40 CE prese qui su WD. Saltando quelle a pagamento che sono sempre le prime, ai primi di marzo le prime risposte serie, con tanto di proposta di contratto. Poi editing (fortunatamente leggero) e ora sono in stampa.

Ne sono lieto per te, ma il mio editore ha già chiuso il 2014 e buona parte del 2015. Io ci ho messo molto meno, ma il libro me lo aveva richiesto: ho iniziato a scrivere a novembre e va in stampa adesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdona Beatrice ma il professionista che valuta il tuo scritto spesso e volentieri lo valuta anche in funzione dell'appetibilità del mercato, o quanto meno esistono agenzie e professionisti che fanno proprio questo oltre alla valutazione della qualità e delle pecche dello scritto. Del resto simili competenze sono contenute nella definizione stessa del termine "professionista", basta trovare quello giusto che serve allo scopo.

 

Questo fermo restando che ognuno è responsabile del percorso che vuole intraprendere e che certamente è buona cosa-  prima di spendere un euro per tale valutazione professionale - sottoporre il proprio scritto a lettori "campione" che non siano amici o parenti. Ma anche questo Forum è un terreno di confronto che serve allo scopo e, come sottolineava qualcuno altrove (non so se proprio Feleset) qui volendo hai anche editing, di fatto, gratuito.

 

Non sono due cose che si escludono a vicende, bensì si integrano.

Sì però con tutta la simpatia ed il rispetto per WD qui lo sottoponi ad altri scrittori... Che pertanto non sono il tuo bacino ideale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Perdona Beatrice ma il professionista che valuta il tuo scritto spesso e volentieri lo valuta anche in funzione dell'appetibilità del mercato, o quanto meno esistono agenzie e professionisti che fanno proprio questo oltre alla valutazione della qualità e delle pecche dello scritto. Del resto simili competenze sono contenute nella definizione stessa del termine "professionista", basta trovare quello giusto che serve allo scopo.

 

Questo fermo restando che ognuno è responsabile del percorso che vuole intraprendere e che certamente è buona cosa-  prima di spendere un euro per tale valutazione professionale - sottoporre il proprio scritto a lettori "campione" che non siano amici o parenti. Ma anche questo Forum è un terreno di confronto che serve allo scopo e, come sottolineava qualcuno altrove (non so se proprio Feleset) qui volendo hai anche editing, di fatto, gratuito.

 

Non sono due cose che si escludono a vicende, bensì si integrano.

Sì però con tutta la simpatia ed il rispetto per WD qui lo sottoponi ad altri scrittori... Che pertanto non sono il tuo bacino ideale.

 

 

 

Mai sottoporre lo scritto agli scrittori. Lo scritto va sottoposto ai lettori: solo e unicamente lettori; perché non sono contaminati. Quindi fai bene, se è così che fai.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque sto parlando di un'esperienza personale, che probabilmente poco ha a che fare con quella della maggior parte degli altri esordienti. Anche se è il mio romanzo d'esordio, io scrivo da 30 anni, giornali, televisione, fiction, ecc.... per cui era ovvio che errori di ortografia, sintassi, narrazione, ecc. dopo varie riletture fossero quasi inesistenti. E in ogni caso, io il mio romanzo (350 pgg) l'ho riletto almeno 20 volte, prima di mandarlo alle CE:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No Gogol, confermo i tempi (per me almeno): fine dicembre terminato di rileggere e correggere (con l'aiuto di due amici in gamba, primi di gennaaio spedizione a 40 CE prese qui su WD. Saltando quelle a pagamento che sono sempre le prime, ai primi di marzo le prime risposte serie, con tanto di proposta di contratto. Poi editing (fortunatamente leggero) e ora sono in stampa.

Ne sono lieto per te, ma il mio editore ha già chiuso il 2014 e buona parte del 2015. Io ci ho messo molto meno, ma il libro me lo aveva richiesto: ho iniziato a scrivere a novembre e va in stampa adesso.

Bravo. Comunque per quella cosa cerco di farti sapere al più presto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×