Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

massimo fagnoni

solitario bolognese

Post raccomandati

solitario+bolognese-Fagnoni-cop.gif

 

 

Il mio sesto lavoro in pubblicazione, se me lo  avessero raccontato 3 anni  fa, quando iniziai a pubblicare, sarei scoppiato a ridere. Cinque diverse case editrici, nessuna a pagamento chiaramente, cinque diversi modi di  produrre cultura, con cataloghi diversi, differenti priorità, ma tutte mi hanno dato fiducia, mi hanno pubblicato.
Torno al primo amore Giraldi editore che ha mantenuto lo stesso nome ma ha cambiato proprietari, però l'editor è rimasto lo stesso che curò Bologna all'inferno, e ringrazio molto Silvia che ha curato con passione i miei racconti, scrivendo una bellissima quarta di copertina che potete leggere sopra.

Il disegno è dell'amico Trabucchi e il titolo gioca sul doppio senso, Solitario bolognese potrebbe essere un gioco di carte, ma è soprattutto una storia di diverse solitudini in movimento perpetuo all'interno di una città come Bologna che  potrebbe essere Milano, Vienna, Zurigo, Padova.
Città europee, quelle che conosco meglio.
Solitudini al maschile, che conosco benissimo.
Perché chi non si è mai sentito solo almeno una volta in mezzo alla gente, nel centro esatto della propria città o del proprio habitat, racconta una bugia.
Per me la solitudine è una condizione esistenziale essenziale, mi serve per scrivere alle 4 e 19 del mattino questo post sul mio ultimo libro, mi serve insieme al silenzio,  per ricaricarmi e permettermi di uscire di nuovo fra la gente per lavorare, per interagire.

Queste storie sono così, c'è dentro una parte del mio lavoro, nella novella più lunga (circa un centinaio di pagine) poi si sviluppano   7 storie brevi e diverse che parlano d'altro.

Lo so i racconti non vanno tanto nel mondo dell'editoria italiana.
Ma cosa in realtà funziona oggi?
In attesa di essere scoperto  e fare il grande e agognato salto di qualità, continuo a scrivere le cose che mi piacciono nella speranza che piacciano anche a voi.
Solitario bolognese 12 euro e cinquanta da oggi in tutte le librerie bolognesi e in tutto il nostro paese lungo e stretto.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti, Max! (un quasi ex-collega, da quanto leggo nella tua biografia :) ). Bella copertina con San Luca sotto la luna! In bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la cover è di un collega con la passione del fumetto e disegno in genere, visto che è un libro di racconti bolognese doveva essere bene caratterizzata, grazie perché quasi un ex collega?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la cover è di un collega con la passione del fumetto e disegno in genere, visto che è un libro di racconti bolognese doveva essere bene caratterizzata, grazie perché quasi un ex collega?

Perchè ho letto che eri un educatore nei servizi sociali, e anch'io lavoro nei servizi sociali del Comune :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

blues.jpg

 

Fra due giorni la prima presentazione di Solitario Bolognese a Corticella in via Bentini 65, quasi ai confini della città sulla strada che porta verso Castel Maggiore, perché Bologna non è solo via dell'Indipendenza, o Piazza Maggiore, Bologna è soprattutto la periferia, con le associazioni, i circoli, culturali, le sezioni del PD, gli orti degli anziani, i giardini sconosciuti che in estate si popolano dei cittadini, quelli che non partono per le vacanze, e da anni non escono dalla città.

Bologna è città di anziani e di tante piccole realtà e solitudini, dignitose e per questo poco appariscenti, e allora mercoledì se sei in città sacrifica un'ora del tuo tempo per venire a chiacchierare con me di Bologna, quella periferica, marginale e per questo motivo ancora più viva, ancora più concreta.

Potrai bere un aperitivo e comprare uno dei miei libri oppure non fare nessuna delle due cose e semplicemente cercare di capire cosa spinge uno come te a scrivere e a mettersi in piazza in un pomeriggio d'estate.

Ti aspetto, alle 19, al Blues caffè, mercoledì 24 luglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ci siamo:
presentazione alla Feltrinelli di Via dei Mille a Bologna
 
martedì 17 settembre 2013
ore 21.
 
Andrea Piselli presenterà il mio primo libro di racconti
 
 
l'amico
Marco Piovella leggerà alcuni brani
vi aspetto

 

geltro.jpg

 

 

 

Libreria-Feltrinelli-3-2.jpg

Modificato da *Lili*
Rimozione font errato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

150704_471477272950541_1413177569_n.jpg

 

 

 

534287_471477452950523_1894560123_n.jpg

 

 

 

1187287_471477202950548_880516253_n.jpg

 

 

 

Come coglieva Silvia Bernardi brava addetta stampa di Giraldi editore, nella serata sono emersi alcuni spunti che inconsciamente fanno capolino nei miei racconti.
Come reagiamo quando subiamo un torto, una violenza ingiustificata, un sopruso?
Come sono cambiati i rapporti fra le persone e come invece sono sempre disperatamente difficili quelli fra uomo e donna?
Alcuni spunti   emersi ieri sera durante la presentazione del libro di racconti Solitario bolognese.
Ma in realtà come dicevo ieri,  non propongo ricette, mi limito come sempre a raccontare storie più o meno inventate e spero solo che vi piacciano.
Alla prossima, il 4 ottobre a villa Torchi, ma quella è un'altra storia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×