Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MrBungle

Aboliamo il punto e virgola?

Post raccomandati

Noto che negli ultimi libri di narrativa italiana sta pian piano scomparendo. E forse anch'io lo sto eliminando nella mia scrittura. Cioè una frase o la chiudi con un punto, o la spezzi con una virgola, il punto e virgola appesantisce solo il testo... (ecco, ad esempio ora al posto dell'ultima virgola avrei usato un ; :asd: )

Eppure prima lo usavo un sacco, molto spesso per introdurre qualcosa (più o meno come i due punti).

Voi come siete messi? Lo usate? Lo usate senza abusarne? Infarcite i vostri scritti di punti e virgola? Lo avete messo da parte?

 

:fuma:

Modificato da MrBungle

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il punto e virgola è sempre una presenza percepita come "insolita" dal lettore moderno. Fino a cinquant'anni fa era normale trovarne diversi in poche pagine, ma, ora, sembra stia effettivamente scomparendo, anche per assecondare il gusto attuale che vuole romanzi più snelli e veloci. I gusti cambiano e così anche la scrittura. Pensare che fino a pochi decenni fa era consigliato l'uso di avverbi terminante in -mente, mentre oggi si segnano con la matita rossa! :lol:

Per quanto mi riguarda, ne uso pochissimi e anche nei testi che edito non ci saranno più di 3 punti e virgola per romanzo : Chessygrin :

Se parlo ascoltando il mio gusto... beh, non mi piace proprio. Solo poche volte lo ritengo indispiensabile e mi piego a scriverlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo uso quando è giusto usarlo: è un bellissimo segno di interpunzione e se utilizzato con criterio dà molta eleganza al testo;nei periodi molto lunghi, inoltre, aiuta a scandire meglio la sintassi preservando l'integrità logica della proposizione.
Tutto questo per dire che a me piace tanto :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me piace e lo uso quando lo ritengo opportuno. Non spesso ma ogni tanto compare nei miei scritti e lo trovo utile per gestire periodi lunghi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo uso quando è giusto usarlo: è un bellissimo segno di interpunzione e se utilizzato con criterio dà molta eleganza al testo;nei periodi molto lunghi, inoltre, aiuta a scandire meglio la sintassi preservando l'integrità logica della proposizione.

Tutto questo per dire che a me piace tanto :D

 

Ben detto, Antigone: se usato con criterio dà molta eleganza al testo. Io aggiungo anche che è il segno di interpunzione più figo e che non mi piace per niente il titolo di questa discussione: pensate, io abolirei gli scrittori che non lo usano. :asd:

 

A ogni modo, lo utilizzo spesso, soprattutto all'interno di periodi con due punti, meno in periodi poco lunghi. Devo fare un esempio qui? No, dai, tra i miei mille e oltre messaggi dovrebbero essercene diversi con il punto e virgola. :super::asdf:

Modificato da Rory

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Woland

La famiglia Punto-e-virgola

 

 

C’era una volta un punto
e c’era anche una virgola:
erano tanto amici,
si sposarono e furono felici.
Di notte e di giorno
andavano intorno
sempre a braccetto:
“Che coppia modello –
la gente diceva -
che vera meraviglia
la famiglia Punto-e-virgola”.
Al loro passaggio
in segno di omaggio
perfino le maiuscole
diventavano minuscole:
e se qualcuna, poi,
a inchinarsi non è lesta
la matita del maestro
le taglia la testa.

Gianni Rodari

  • Mi piace 13

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, anch'io lo ritengo molto "stiloso". Però, non so, per uno scritto a mo' di flusso di coscienza (come nel romanzo che sto scrivendo adesso), forse non lo utilizzerei...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché impoverire così la lingua? Già c'è la gente che non usa i congiuntivi, che ha un vocabolario composto del minimo sindacale, che come punteggiatura usa quasi esclusivamente i tre puntini... (appunto!)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema del punto e virgola è che oggi si tende a scrivere frasi corte, semplificate al massimo per seguire i consigli di chiarezza nel testo e via dicendo. Così, alla fine, chi ne soffre è il punto e virgola che viene subito sostituito da un punto e la frase può ricominciare.

La mia impressione, però, è che anche gli editor delle case editrici abbiano la loro buona colpa, inducendo a semplificare le frasi proprio con un tagli netto.

 

Francamente la sua presenza non la vedo come segno distintivo di eleganza, bensì come semplice desiderio di utilizzare una delle tante opportunità che ci offre la lingua scritta. Vedo povertà, piuttosto, nella sua assenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo dire che, a conti fatti, ed essendo lo scopo dello scrivere quello di andare incontro al lettore, mi sembra un'ottima proposta; la integrerei con l'aggiunta di una regola che limiti le frasi a 128 caratteri, e già che ci siamo eliminerei gli accenti sulle congiunzioni, ché tanto al giorno d'oggi sono inutili e il lettore medio non capisce la differenza tra grave e acuto.

Anzi, che ne diresti di eliminare anche le virgole, oggigiorno così efficacemente sostituite dai tre puntini? Naturalmente tenendo sempre a mente di evitare gli avverbi in -mente, che il lettore moderno fa fatica a digerire.

A questo punto, mi rendo conto di quanto profetico sia stato il Marinetti quando scrisse della "Distruzione della sintassi" e delle "Parole in libertà". Tempo un paio di decenni e scriveremo come lui.

  • Mi piace 2
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a me il punto e virgola piace, però mi accorgo che faccio fatica ad usarlo; una volta scrivevo periodi lunghissimi da togliere il fiato, ora cerco di correggere questo mio difetto e mi accorgo che a farne le spese è proprio il simpatico occhiolino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capita anche a voi di non sapere se mettere i 2 punti o il punto e virgola? a me sì, spessissimo! Eppure conosco esattamente le funzioni di entrambi, che non sono affatto simili. ultimamente sto anche io diminuendo l'uso del punto e virgola a favore dei 2 punti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Due punti al posto del punto e virgola no, non mi ha mai dato problemi o creato dubbi. Il punto e virgola è uno strumento sottovalutato, ma non così semplice da usare. Forse perchè ha confini meno netti del punto fermo e della semplice virgola. Sta nella delicata zona d'ombra tra i due. Io tendo ad usarlo seguendo l'istinto, "di pancia" per usare una brutta espressione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessante pagina a riguardo dell'utilizzo qui

Più che altro, al di là della tecnica e delle regole, è utile leggere le frasi d'esempio, che sono proposte sia con virgola che con punto e virgola.

Si percepisce quasi a livello di respirazione e pause la necessità di avere il punto e virgola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace molto, ma lo uso poco, probabilmente meno di quanto sarebbe necessario. Secondo me non appesantisce affatto il testo, anzi dà le giuste pause.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ammetto che non l'ho usato per anni. Poi, una editor che ha curato il mio romanzo, mi ha 
spiegato l'importanza del bistrattatissimo punto e virgola.
Può spezzare le frasi senza che risultino troppo legate, come quando si usa la virgola, 
o troppo tagliate, come quando si usa il punto-e-basta. 

Insomma, è un'ottima via di mezzo, da utilizzare per esempio durante le descrizioni di azioni 
continuative. Io ho ripreso a usarlo, insieme ai due punti, alla virgola e a tutto il resto..e vi dirò,

mi sto trovando terribilmente bene :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi piace molto, ma lo uso poco, probabilmente meno di quanto sarebbe necessario. Secondo me non appesantisce affatto il testo, anzi dà le giuste pause.

 

Più che appesantire il testo lo arricchisce, in realtà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma visto che siamo quasi tutti d'accordo sull'utilità di questo segno di interpunzione... che ne parliamo a fare? :fuma:

 

MrBungle, è tutta colpa tua! :li:

 

 

 

:asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Mi piace molto, ma lo uso poco, probabilmente meno di quanto sarebbe necessario. Secondo me non appesantisce affatto il testo, anzi dà le giuste pause.

 

Più che appesantire il testo lo arricchisce, in realtà.

 

Secondo me nessuno dei due, ma potrei anche sbagliarmi.

 

Io ho "il punto facile", quando rileggo e ne vedo troppi vicini ricorro al punto e virgola. Difficilmente lo uso come prima scelta, probabilmente non sono abbastanza abituata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solo io vado a cena col punto e virgola e vivo da anni un'intensa relazione? :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solo io vado a cena col punto e virgola e vivo da anni un'intensa relazione? :fuma:

Per ora io e il punto e virgola abbiamo un rapporto da una botta e via, ma spero di riuscire a portarlo all'altare in futuro :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, se è per questo la nostra è una relazione aperta: io me la faccio anche coi due punti e col punto. :fuma:

Modificato da Rory

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una volta lo usavo molto spesso, anche a sproposito. Poi ho cominciato a cambiare lo stile di scrittura, fare periodi più corti e a immagini immediate. Ho perso la mano a utilizzare il punto e virgola e devo dire che me ne dispiaccio perché è utilissimo e, messo nel posto giusto, dona una pausa unica, non riproducibile altrimenti.

 

Insomma, non mi viene più così naturale da usare :fuma:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×