Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MrBungle

Aboliamo il punto e virgola?

Post raccomandati

Lo uso quando è giusto usarlo: è un bellissimo segno di interpunzione e se utilizzato con criterio dà molta eleganza al testo;nei periodi molto lunghi, inoltre, aiuta a scandire meglio la sintassi preservando l'integrità logica della proposizione.

Tutto questo per dire che a me piace tanto :D

 

 

A me piace e lo uso quando lo ritengo opportuno. Non spesso ma ogni tanto compare nei miei scritti e lo trovo utile per gestire periodi lunghi.

 

 

Lo uso quando è giusto usarlo: è un bellissimo segno di interpunzione e se utilizzato con criterio dà molta eleganza al testo;nei periodi molto lunghi, inoltre, aiuta a scandire meglio la sintassi preservando l'integrità logica della proposizione.

Tutto questo per dire che a me piace tanto :D

 

Ben detto, Antigone: se usato con criterio dà molta eleganza al testo. Io aggiungo anche che è il segno di interpunzione più figo e che non mi piace per niente il titolo di questa discussione: pensate, io abolirei gli scrittori che non lo usano. :asd:

 

A ogni modo, lo utilizzo spesso, soprattutto all'interno di periodi con due punti, meno in periodi poco lunghi. Devo fare un esempio qui? No, dai, tra i miei mille e oltre messaggi dovrebbero essercene diversi con il punto e virgola. :super::asdf:

 

 

 

Perché impoverire così la lingua? Già c'è la gente che non usa i congiuntivi, che ha un vocabolario composto del minimo sindacale, che come punteggiatura usa quasi esclusivamente i tre puntini... (appunto!)

 

 

Secondo me non usarlo è piuttosto grave: significa che nel proprio scritto non vi sono pause intermedie. 

 

Siamo d'accordo con tutti - e pure con gli altri che hanno espresso simili considerazioni.

Il punto e virgola esiste e non per far figo - uh? - il testo, ma perché è utile. È uno strumento differente dalla virgola e dal punto - la scoperta dell'acqua calda! - e serve per l'appunto per cadenzare diversamente il tempo di lettura, le pause. Non vedo perché abolirlo. È roba da vecchi? Suvvia. Ragionando così allora non avrebbe ormai senso scrivere frasi più articolate di quelle generalmente adoperate nel linguaggio internettiano - qualcuno ha appena chiamato in causa Facebook o Twitter? - o nel più "classico" scambio di SMS.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ah, non abbiamo quotato correttamente tutti i messaggi! °_°" Qualcuno può spiegarci come modificare un messaggio inviato? Grazie!

 

Non credo che si possa, a meno ché non si posseggano i requisiti per farlo; diventando sostenitori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo che si possa, a meno ché non si posseggano i requisiti per farlo; diventando sostenitori.

 

 

 

Ah, buono a sapersi. Grazie! Dobbiamo ancora ambientarci, lol.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggendo questa discussione, mi è venuto in mente che una volta a scuola ne abbiamo parlato con la professoressa di italiano:

"Ragazze, ieri ho letto un articolo sul giornale sul punto e virgola. Si scriveva di quanto importante sia, che è un utilissimo strumento di punteggiatura, che non è giusto che ormai si usi così poco... insomma, era un forte tentativo di difesa contro chi lo critica. Io sono perfettamente d'accordo con il giornalista che ha scritto l'articolo, ma... perchè in tutto il testo lui non ha usato il punto e virgola nemmeno una volta?"  tumblr_m9rakfACkK1qdlkyg.gif

Ci siamo rimaste tutte un po' male XD insomma, c'è chi riesce ad usarlo bene e chi no, ma se scrivi in sua difesa perchè non lo fai apparire? Rischia di essere un po' controproducente XD

 

Io comunque sono per il punto e virgola. E' così bello, teniamocelo. Poi, sbaglio o si usa solo in italiano? L'avete mai incontrato in altre lingue? Non credo esista tumblr_m9rakw5Hvo1qdlkyg.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ho già detto il punto e virgola lo trovo utilissimo per gestire i lunghi periodi, oltre a essere elegante... quindi sono proprio pro al punto e virgola!

 

 

@Ukikiii: In effetti se vai a fare un articolo che difende il punto e virgola ma poi non lo usi mai allora sì che proprio un contro senso xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già! E' come osannare "mangiare frutta e verdura fa bene all'organismo!" e poi quando sei a casa che ceni, tiri in parte le carote e preferisci il dessert ad una mela D: ah ah, chissà se quel giornalista ci aveva fatto caso :,)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so, io i giornalisti non li vedo molto di buon occhio (esclusi alcuni casi)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vista anche la mia formazione da semiologo io amo studiare le evoluzioni della lingua; in molti casi sono favorevole, per quanto riguarda la progressiva scomparsa del punto e virgola no. Quando scrivo io tendo spesso e volentieri ad abusarne (ma ho anche il vizio dei periodi lunghi, e non scrivendo narrativa devo preoccuparmi un po' meno del ritmo), quando faccio editing tendo a rispettare lo stile dell'autore quindi se non lo usa mai lo metto solo dove serve davvero; molti abusano dei due punti dove andrebbe invece il punto e virgola. 
Che ci crediate o no, non l'ho inserito a forza nell'ultimo periodo :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me, il punto e virgola serve, ma lo considero più importante nella redazione scritta di un discorso fatto per uso orale, che non nella lingua puramente scritta. Mi riesce difficile pensare ad un accumularsi efficace dei concetti ottenuto senza punto e virgola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Roberto

No ragazzi, dico, stiamo scherzando? :) Leggo cose tipo: io lo uso perché è stiloso; io non lo uso perché noioso; io no ma lo tutelo; io sono indeciso tra i 2 punti e il punto e virgola.

Dai su, facciamo i seri: il punto e virgola ha la sua porca funzione, non è una cartuccia da sparare a caso o alla bisogna o perché "adesso mi va di spararla". Il ruolo principale del punto e virgola è di creare un "causa-effetto" tra due frasi, tipo: diede un calcio alla lattina; rotolò via. Almeno questo è l'uso primario, poi ognuno col proprio stile può improvvisare come vuole (io sono fedele al "vecchio stampo"). Poi va be', come vedete qualche riga sopra, serve pure a separare vari componenti in un elenco dopo i 2 punti...

Consiglio la lettura de "Elementi di stile nella scrittura", che è davvero molto buono ed essenziale. Diretto e asciutto, diciamo.

Modificato da Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema di base è che il 99% delle persone non ha mai capito come va utilizzato, molte addirittura non lo hanno mai utilizzato in vita loro. Se poi ci aggiungiamo che, tra i giovani (dove con "giovani" intendo scrittori, esordienti e non, che hanno iniziato a coltivare questa passione negli ultimi dieci anni) autori contemporanei, imperversa la moda di mettere un punto fermo più o meno ogni sei parole; ecco spiegata la scomparsa del punto e virgola. Personalmente mi batterò sempre per la sua difesa e leggere di scrittori che lo utilizzano solo perché è "stiloso" mi lascia abbastanza perplesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come faccio a eliminare il punto e virgola? Ormai sono suo ostaggio e nessuno è disposto a pagare il riscatto. Lo uso, lo userò. Mi piace ma qui non l'ho usato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quoto il discorso del non saperlo usare. Io stesso credo di avere avuto le idee più chiare verso i 22 anni e grazie a dei volumetti che uscivano in edicola :P

Non credo sia nemmeno colpa del mio professore ai tempi, è che il mio rapporto col punto e virgola era paragonabile al tastino in macchina della pulitura del vetro: "so che c'è, ma meglio non far casino". Roba da far fare la ola ai benzinai :D

Con il tempo sono andato verso periodi articolati e lì non c'è scampo ( per la frase o per il correttore di bozze).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, per favore, perché abolire il punto e virgola: non è solo questione di 'stile' ma di sostanza! Esistono situazioni in cui non si ha altra scelta, per esempio quando si vuole scrivere un elenco:

 

"Si diede come scopo quello di descrivere il niente in relazione con sé stesso: nessuna stella sarebbe mai nata; mai bruciata; mai esplosa; nessuna sequenza principale; nessuna costante di struttura fine; nessuna repulsione o attrazione; nessun corpo sarebbe morto; nessuna supernova avrebbe sparso elementi nel cosmo; non si sarebbe mai formata alcuna proteina; nessun acido nucleico, niente. Solo buio. Pace. Calma. Per sempre, o almeno per un poco."

In questo paragrafo la punteggiatura è volutamente esasperata ma ha un senso (compreso il sé stesso, che ha una propria economia nella lingua del personaggio). Volevo descrivere lo straniamento e la follia di un matematico che in scacco, si trova a rifiutare qualunque punto di vista sulla realtà, tutto ciò esiste ma che non sarebbe dovuto succedere. Senza punto e virgola avrei perso il ritmo, il senso di rigidità e consequenzialità della lista dei suoi argomenti: come fare altrimenti?

Detto questo: sono stato tacciato da un editor di essere "morbosamente preciso". Secondo me lui non sa fare il suo lavoro. 
Chi scrive ha anche la responsabilità di proporre ai propri quattro lettori un bell'uso della lingua, non solo trame accattivanti ma, mal scritte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×